Ciao ragazze!

Oggi parliamo di acido ialuronico, considerato un ingrediente miracoloso per il viso e per le labbra, capace di regalare un lifting istantaneo ed eterna giovinezza 🙂

Punturine a parte, esistono vari prodotti che lo contengono in concentrazioni più o meno elevate: ne basta infatti una percentuale minima perché sulla confezione si possa scrivere che la tale crema è “a base” di acido ialuronico ehehe!

Vi racconterò quindi la mia esperienza e farò una carrellata sui prodotti più famosi e amati che lo contengono! Pronte? Si parteeeee ;-)!!

cliomakeup-acido-ialuronico-1

Cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico, come il collagene, è una molecola naturalmente presente nella nostra pelle: la sua qualità è quella di trattenere l’umidità.

Ne consegue che si tratta di una componente indispensabile al fine di prevenire i segni dell’invecchiamento: combattendo la secchezza e la disidratazione, le creme a base di acido ialuronico, oltre che come antietà in senso generale, vengono ad esempio consigliate dopo le vacanze al mare.

L’acido ialuronico rafforza inoltre lo strato più esterno della pelle, che fa da barriera nei confronti degli agenti esterni.

cliomakeup-acido-ialuronico-2-molecola

I filler di acido ialuronico

Sono abbastanza noti i filler di acido ialuronico iniettati sottopelle, per rendere le labbra più turgide e piene e per correggere gli inestetismi dovuti all’invecchiamento della pelle: zampe di gallina, zigomi cadenti e quant’altro. Sono iniezioni che però vanno poi ripetute dopo un certo periodo di tempo, quando l’effetto va scomparendo.


cliomakeup-acido-ialuronico-3-punture

cliomakeup-acido-ialuronico-4-jennifer-lopez.jpgPare che J-Lo sia una grande fan dell’acido ialuronico 😉

cliomakeup-acido-ialuronico-5-demi-mooreVia Pinterest

Detto questo, i prodotti che contengono acido ialuronico sono in prevalenza creme e sieri… La domanda è: come sceglierli? Inizio raccontandovi la mia esperienza.

Acido ialuronico: la mia esperienza

Mi è capitato, un paio di anni fa, di ricevere una crema-siero all’acido ialuronico, con una percentuale molto alta, mi sembra intorno al 10% (mentre spesso prodotti analoghi ne contengono lo 0,1 % o anche meno!)

La mia pelle sensibile aveva reagito MOLTO male a questa crema così strong: avevo avuto uno sfogo con brufoletti e macchie rosse. La stessa cosa mi era successo con una crema di Kiehl’s che aveva un’alta concentrazione di vitamina C e anche questa mi aveva irritato molto la pelle; idem per quanto riguarda un siero di Sunday Ridley che avevo comprato sotto Natale e avevo poi regalato a mia mamma.

Quindi tendo a non usare l’acido ialuronico perché ho sempre paura che la crema in questione ne contenga percentuali troppo elevate e mi provochi uno sfogo. In bassa concentrazione, invece, non mi dà fastidio: un contorno occhi che uso spesso è l’ Elisir d’argan intensive Jaluroil, in gel, attivo e rimpolpante.

cliomakeup-acido-ialuronico-6-elisir-arganElisir d’argan Intensive Jaluroil

Lo uso sopra il trucco perché va a idratare in modo leggero, e mi piace perché appunto l’acido ialuronico è in concentrazione molto bassa.

Prodotti all’acido ialuronico: come sceglierli

Il mio consiglio, ragazze, è quindi fare attenzione alla percentuale di questo ingrediente, perché se troppo alta potrebbe causarvi dei problemi e ci sono proprio delle leggi che regolamentano le quantità di questi elementi nella cosmesi.

cliomakeup-acido-ialuronico-8-puro

Pare inoltre che sarebbe bene evitare i prodotti che contengono alcol, in quanto va in qualche modo ad annullare le proprietà idratanti dell’acido stesso.

L’acido ialuronico è adatto a qualsiasi tipo di pelle, anche quelle grasse, e in forma di siero può essere abbinato alla crema idratante e alla crema solare.

Ma scopriamo quindi, nella prossima pagina, quali sono i prodotti più noti (e reperibili in Italia) a base di acido ialuronico!

93 COMMENTI

  1. Penso che lo sfogo possa essere causato da altri componenti del prodotto più che dall’acido ialuronico in sé, come anche dalla vit. C. Purtroppo molti prodotti dì profumeria sono tutt’altro che dermocompatibili.

  2. Ciao Clio!
    Volevo solo aggiungere alla lista anche i prodotti dell’Erbolario con Acido Ialuronico…ci sono creme, cc cream, sieri ecc…e personalmente mi sono trovata molto bene, soprattutto la mia pelle mista!

  3. Io faccio da me il siero di solo acido ialuronico a partire dalla polvere (il sodio ialuronato) in concentrazione all’1%, ed è la cosa migliore a mio avviso! Mi è capitato di vedere creme che annunciassero addirittura il 40% di acido ialuronico al loro interno, ma altro non era che una bufala poichè nell’inci l’acido era segnato al 5° posto (dopo dimeticome e ciclopentasiloxane, ma questa è un’altra storia) ed essendo gli ingredienti elencati in ordine decrescente ne consegue che doveva essere presente, se la matematica non è un’opinione, in quantità non superiore al 20%. Comunque io il siero lo trovo formidabile, sono giovane e non ho problemi di rughe, ma in estate lo trovo idratante ed è l’unica cosa che la mia pelle non rifiuta, la mattina si assorbe in un attimo ed esco senza pensieri! Lo faccio anche per mia madre, che lo usa con piacere unendolo però ad una crema più corposa. Magari la polvere del sale (sodio ialuronato) non è di facile reperibilità per tutte se non online, io a Roma lo trovo anche fisicamente, ma se ne aveste la possibilità a mio parere risulta essere un ottimo investimento! 🙂

  4. Io stimo e ammiro persone come te! Vorrei tanto essere in grado di leggere (E CAPIRE) l’INCI, e di ingegnarmi come te. Ma è una passione la tua o sei un chimico? Perchè sinceramente non ho capito la metà delle cose che dici 🙁
    Che invidiaaaa….

  5. Io studio medicina, ho fatto l’esame di chimica e di biochimica, e ora sto preparando farmacologia, ma la mia passione è nata separatamente, semplicemente mi sono messa a leggere, dapprima un po’ per svago, poi sempre con maggior interesse notizie sullo spignatto e sulle meterie prime o in generale sulla lettura di INCI e dopo ho iniziato a preparare qualcosa da me, e visti risultati positivi ho continuato 😀 ora ho all’attivo diverse preparazioni tra creme, struccanti e maschere, però mi rendo conto che ci voglia tempo e un po’ di “studio”!

  6. Comunque una volta presa la mano diventa sempre più facile, ora riesco addirittura a formulare qualcosa io a seconda delle esigenze del periodo! Ho aggiunto questo perchè il commento che ho scritto prima mi è sembrato un po’ disfattista xD

  7. Allora, io sono dipendente dall’acido ialuronico, non posso farne a meno! Innanzitutto uso un collirio che lo contiene, portando le lenti è fondamentale avere gli occhi idratati! Poi uso il detergente della rilastil della linea aqua

  8. Sono d’ accordo con te , io sono di un’ ignoranza su queste cose … e pure io la invidio , oltre al fatto che sappia farsi da se tutti questi prodotti , che brava

  9. Sei un genio , complimenti , se abitassimo vicino ti commissionerei un po’ di prodotti . Ciao e buona domenica

  10. io ho provato un siero della rouji l’anno scorso ed era fantastico. essendo un prodotto di farmacia mi han spiegato che la concentrazione era più alta dei prodotti di profumeria, ma non ho avuto assolutamente reazioni strane..anzi. quest’anno sto usando un preparato fatto da un’azienda locale e preso in parafarmacia. in effetti ho avuto una reazione strana, ma credo dovuta all’esposizione al sole. questi prodotti secondo me che stimolano la rigenerazione cutanea sono troppo aggressivi per essere usati in estate, ma sono lideale se usati d’inverno per preparare la pelle all’estate!

  11. Ragazze mi dispiace smontarvi così, ma l’acido jaluronico in una crema è perfettamente inutile ed è solo una trovata di marketing. E’ infatti una molecola troppo grossa e idrofila per poter penetrare attraverso lo strato corneo della pelle, diversamente risultano più efficaci le creme che contengono i monomeri dell’acido jaluronico, che sono molecole più piccole e riescono a penetrare più facilmente la barriera cutanea. Invece delle proprietà ristrutturanti, l’acido jaluronico è utile per aumentare la penetrazione di altre sostanze, è un booster per altre molecole insomma.

  12. Scopro di avere usato dei cosmetici a base di acido ialuronico….i rossetti Guerlain citati nel post, come pure il correttore MJ, peraltro ottimo, e il mascara Sephora…..non mi hanno dato alcun problema o reazione, anche perché penso che ne contengano percentuali omeopatiche (ihihihih), sui prodotti di skin care “puri” ho avuto anche io qualche brutta esperienza, con reazioni allergiche molto fastidiose…….da allora sono molto prudente……

  13. Ciao Clio!!! Io utilizzo spesso il siero e la crema all’ acido ialuronico di erbolario e mi trovo bene!!! Mi piace soprattutto il siero, che su di me si assorbe subito e lascia la pelle vellutata! Grazie però per questa carrellata di prodotti che non conoscevo! Un bacione! ♡

  14. Ho usato per un po’ il siero Estee Lauder, non sapevo ci fosse l’acido ialuronico! Molto buono ma sono alla ricerca di alternative più economiche! Mi incuriosisce il siero Matt che su internet ha una buona reputazione ma mi spaventa un po’ la reazione che ha avuto Clio con prodotti con alte percentuali di questo attivo…

  15. Certo! Infatti sono prodotti pure seboregolatori! La mia pelle è migliorata un sacco grazie a questi prodotti!

  16. Stavo per scrivere la stessa identica cosa!!! Anche io spignatto, ormai in casa mi faccio tutto dai detersivi al make up e faccio da me anche il GEL DI SODIO IALURONATO il quale può essere fatto massimo alla concentrazione del 2% (ovvero 2g di polvere di sodio ialuronato e 98 g di acqua). Per questo tutte le volte che leggo gli inci delle creme in commercio che promettono una concentrazione del 10% o più scoppio a ridere! In ogni caso la polvere di sodio ialuronato si compra in qualsiasi farmacia che vende prodotti fatti da loro, in alternativa ci sono i siti come farmacia vernile.. ammetto che è un po’ caro ma ne vale la pena!

  17. Ciao!! Sento molte persone che lo fanno e vorrei farlo anch’io!
    ..ma non so come!!! Anch’io vivo a Roma dove lo trovi??? Grazie mille!!

  18. SERVE UN PO’ DI CHIAREZZA… Il sodio ialuronato è un sale che non può essere usato puro, con cui ci si fa il gel di sodio ialuronato (o anche gel di acido ialuronico). La concentrazione di prodotto è 1 o massimo 2% (ovvero 2g di sodio ialuronato e 98g di acqua). Proprio per questo motivo una crema non potrà mai contenere concentrazioni alte di questa sostanza!! Non so se mi sono spiegata bene.. ma DIFFIDATE DA PRODOTTI CHE PROMETTONO ALTE CONCENTRAZIONI DI ACIDO IALURONICO!!! Vi pregooooooo

  19. La polvere di sodio ialuronato si trova in tutte le farmacie che vendono anche prodotti fatti da loro oppure su siti come farmacia vernile. Ne esistono 2 tipi: alto e basso peso molecolare, il primo idrata dall’esterno e il secondo dall’interno. Usati in sinergia sono una bomba!!!!

  20. La polvere di sodio ialuronato si trova in tutte le farmacie che vendono anche prodotti fatti da loro oppure su siti come farmacia vernile. Ne esistono 2 tipi: alto e basso peso molecolare, il primo idrata dall’esterno e il secondo dall’interno. Usati in sinergia sono una bomba!!

  21. Ciao Alessia!!
    Sei una spignattatrice, come me!!
    Io mi faccio tutto da sola: creme, sieri, acqua micellare, latte detergente, burri corpo, sapone.
    So cosa ci metto dentro, e me le faccio esattamente come servono a me e alla mia pelle.
    Non mi è costato poco procurarmi gli ingredienti, ma ora faccio creme e cosmetici per tutta la famiglia!!!

  22. Tutte le volte che sento parlare di spignattatrici e cosmesi homemade (e ne sento parlare sa diversi anni visto che ero iscritta all’angolo di Lola ma non mi sono mai spinta oltre le maschere con miele e yogurt! ) mi chiedo una cosa… Come fate ad essere sicure che vengono prodotti igienici? 🙂 cioè mi spiego, anche se vi lavate le mani, anche se usate i guanti, anche se usate ciotoline e cucchiai appena usciti dalla lavapiatti, in casa ci sarà una carica batterica comunque più alta di quella di un laboratorio sterile o no? 🙂

  23. Ciao portatrice di lenti presente, posso chiederti la marca di questo collirio e se lo prendi in farmacia o semplicemente dall’ottico? Grazie

  24. Certo! Si chiama artelac splash, lo trovi in farmacia a
    7-8€ , è un po’ strano perché la confezione non funziona come i classici colliri, è difficile da spiegare

  25. Appena apri una confezione di qualsiasi prodotto e questo entra a contatto con l’aria già non è più sterile, per non parlare di tutte le persone che usano le creme nei barattoli e la prendono con le dita magari senza nemmeno essersi lavate le mani… queste cose non andrebbero mai fatte a prescindere se il prodotto è fatto in casa o no.. detto ciò, io oltre a fare quello che hai scritto tu (lavare le mani, disinfettare ecc) aggiungo 2 gtt in più di conservante (e ne uso uno che copre un ampio range di ph) e faccio poco prodotto alla volta in modo che anziché tenermelo aperto sei mesi o più, in massimo 3 mesi è bello che finito, oltre al fatto che credo sia più sicura una crema a km 0 rispetto a una magari confezionata in modi sterile ma trasportata per chissà quanti km e conservata chissà come per chissà quanto tempo 😉

  26. Un’ultima informazione, a prescindere dall’uso di lenti, secondo te è utile anche per rendere gli occhi più chiari e bianchi? Perchè per diversi motivi ho spesso gli occhi stanchi e arrossati con diverse venuzze rosse e mi piacerebbe averli belli chairi e bianchi

  27. In quanto siero potrebbe aumentare la penetrazione degli altri attivi presenti nella crema che metti successivamente. Ma lui non riesce a penetrare e dunque non può avere proprietà ristrutturanti/idratanti.

  28. Allora, non è propriamente un collirio sbiancante, ma, almeno su di me, gli occhi diventano meno rossi perché il rossore è causato dalla secchezza! E appaiono anche un po’ più luminosi!

  29. Ma figurati! Anzi, scusami se non ti ho risposto subito! Grazie, buona giornata anche a te!!!

  30. Guarda,se vuoi gli occhi più splendenti del reame, compra in farmacia IRIDINA, costa poco, basta UNA goccia e anche l’occhio più arrossato diventa bianco e scintillante. ..praticamente un Little pony!

  31. Non ho mai comprato una crema o un siero contenente acido ialuronico, per il semplice fatto che sarebbero soldi buttati.
    L’acido ialuronico, come il collagene, si trova infatti nel derma, lo strato più profondo della cute. Nessuna sostanza applicata sulla pelle può essere assorbita tanto da arrivare nel derma! Lo strato più superficiale della cute, l’epidermide, è infatti fatta apposta per funzionare da barriera! Quindi un siero/crema al massimo può idratare superficialmente e per breve tempo (finché non vi lavate o struccate), ma non potrà mai arrivare al derma.
    Altro discorso sono i filler. In commercio ne esistono tantissimi, purtroppo anche di molto scadenti. I filler migliori durano anche più di 6 mesi ma state molto attente a rivolgervi ad una persona esperta. Meglio spendere un pochino di più ed andare da un chirurgo plastico piuttosto che da un semplice medico che si occupa di medicina estetica perchè rischiate che venga utilizzato un prodotto scadente e che il risultato finale non vi piaccia.
    Ora che la medicina estetica sta andando di moda ci sono tantissimi medici senza alcuna specializzazione/ preparazione che arrotondano lo stipendio improvvisandosi esperti!

  32. Anni fa avevo usato un siero all’acido ialuronico mi pare della Incarose (“rubato” a mia mamma), però, non avendo esigenze particolari, non avevo notato grandi differenze. Personalmente resto dell’idea che i cosmetici possono aiutare, ma i prodotti miracolosi non esistono.

  33. Io ho usato solo un campioncino del contorno occhi di Erborario all’acido ialuronico che mi era stato dato per le occhiaie, come base trucco l’effetto era molto bello però sentivo tirare la pelle proprio come un effetto lifting e dato che fa parte della linea anti-age (ho 26 anni, non è presto?) questo mi ha scoraggiato ad acquistarlo

  34. Anche la bottega verde ha l’acido ialuronico semplice, ma mi piace di più il siero al collagene che contiene anche acido ialuronico.

  35. Non sono soldi buttati. Che non arrivino in profondità ok, ma come idratante sono il top. Non a caso cerco proprio questo ingrediente nelle creme, sempre meglio di tanta fuffa che ti vendono spacciandola per miracolosa.

  36. Molte creme, vedi rilastil ed erbolario spiegano proprio che sono composte da acido ialuronico ad alto medio e basso peso molecolare. Come ho scritto sopra, almeno un’idratazione seppur superficiale te la dà rispetto ad altri ingredienti vantati miracolosi. La mia cultura in merito, seppur molto modesta, me la sono fatta grazie alla Dr.ssa Riccarda Serri. Non a caso ho imparato a scegliere le creme e a curare meglio la mia pelle.

  37. Ho paura di incappare in siti poco seri in merito allo spignatto. ..non dico che mi comprerei un manuale di cosmetologia, ma temo molto anche carlitadolce

  38. Le creme all’acido ialuronico non servono a ‘na sega: sono strutturate per produrre una leggerissima infiammazione della cute, l’infiammazione richiama acqua e di lì l’impressione che le rughe si attenuino a causa di un piccolo edema che “gonfia” impercettibilmente l’epidermide.
    Bellammerda.

  39. Il fatto che Clio abbia avuto uno sfogo dopo una crema a base di ialuronico non significa che capiterà a chiunque e non è nemmeno detto che la causa sia stata la molecola in questione, potrebbero essere stati i conservanti, il profumo, gli allergeni, ecc Inoltre non parla del peso molecolare, che è la cosa più importante, la maggior parte dei prodotti in commercio “allo ialuronico” lo contiene ad alto peso molecolare che idrata lo strato superficiale della pelle mentre quelli davvero efficaci che penetrano in profondità e stimolano il collagene sono a triplo peso (alto, medio, basso) come nei sieri concentrati Collistar, Dr.Taffi,L’Erbolario, Athena’s erboristica, ecc la differenza è abissale, anche nei fai da te, in particolare dopo i 30 anni! 😉

  40. Beh ovvio che entrando in contatto con l’aria la crema si contamina e comincia a deteriorarsi ma a parità meglio un prodotto creato in ambiente sterile, la crema homemade parte svantaggiata 😉 però tanto la spignattatrice è anche l’unica consumatrice della crema quindi l’importante è che vada bene a lei 🙂

  41. Quindi nella tua opinione il siero collistar è buono? Sono sempre stata tentata dal comprarlo ma avevo paura di prendere una fregatura

  42. Ciau a tutte! Io ho provato sia la Planter’s sia la linea Acqua di Rilastil e purtroppo non ho visto nessun risultato… Non più di una crema idratante… Io l’acido ialuronico lo faccio quando vado a fare la pulizia del viso dalla mia (brava e soprattutto professionista) estetista.. Un siero concentrato che di solito abbino ad un massaggio di linfodrenaggio al viso… E allora si cavolo che i risultati si vedono! La pelle è più turgida, sana luminosa e fresca! Adoro farlo!.. Io credo (che per esperienza personale) le creme che contengono una percentuale bassissima di acido ialuronico siano abbastanza inefficaci cioè lo sono non più di una buona crema idratante. L’acido ialuronico puro di per sé rarissamente da’ allergie (perché il nostro corpo lo produce fino a qualche anno fa’ si chiamava collagene) si alza la percentuale di rischio se “mischiato” ad altri componenti (cosi mi spiegò un chirurgo estetico) in alternativa uso una maschera che è preparata dalla “mia” farmacia di fiducia.. Ha una percentuale bassa, però la trovo buona.. Non paragonabile ad un trattamento certo, ma la uso un paio di volte a settimana. 😉

  43. Ciao mi puoi spiegare bene come lo fai? Anche io ogni tanto spignatto e questa cosa mi interessa

  44. Ciao “collega”! 🙂 io faccio tutto tranne i detergenti, che siano viso corpo o mani, perchè a dir la verità in commercio ne trovo di validi a prezzi decisamente ragionevoli, altra storia invece per le creme (corpo viso e capelli), di cui faccio un uso massivo e che preparo da me con grande soddisfazione!

  45. Io mi fido molto del forum di Lola, al di là dell’antipatia che mi suscitano alcuni commenti acidi lasciati sotto i post delle meno esperte trovo che sia un’ottima fonte da cui attingere! Quanto a Carlita, il mio parere su di lei è nì, nel senso che il video è comodo durante la preparazione dello spignatto più della sola ricetta scritta, ma su alcune cose non sottovautabili a mio parere, quali il pH dei preparati, non è precisa, e per questo vedo i suoi video, prendo spunto, ma poi aggiusto consultando il forum di Lola 🙂

  46. Ciao! E’ davvero semplice come preparazione, io lo faccio concentrato all’1%, il che significa che in un recipiente verso 99g di acqua distillata sulla quale spolvero 1g di sodio ialuronato (la polvere bianca per capirci) copro con la pellicola, lascio riposare almeno una notte, e il giorno dopo giro bene o a mano o con il minipimer per omogenizzare il gel, infine aggiungo il conservante, la cui quantità varia a seconda del tipo che usi! Spero di esserti stata utile, comunque si trovano moltissime ricette in video che ti potrebbero aiutare più del mio commento 🙂

  47. Le posate e le stoviglie che usiamo quotidianamente non sono sterilizzate, eppure il cibo lo ingeriamo (ed ingerire è più “invasivo” di spalmare una crema) senza problemi 🙂 Se poi parli della conservazione del prodotto in sè allora ti dico che bisogna usare un conservante che preservi il preparato dalla formazione di batteri e miceti. Ovviamente le multinazionali o comunque i produttori di cosmesi devo avere un occhio di riguardo sull’igiene, ma per lo spignatto home made, le normali misure igieniche (guanti, strumenti e contenitori lavati bene) credo siano sufficienti, anche perchè, gira che ti rigira, nella propria casa ci sono più o meno sempre gli stessi microrganismi, con i quali spignattando o no si viene quotidianamente a contatto.

  48. Guarda, io fisicamente mi rifornisco alla Aromafarmacoteca in via Cavour, dove su ordinazione, ti reperiscono tutte le materie prime che desideri (ovviamente il prezzo non è tanto vantaggioso quanto quello dei sito online). Spero di averti aiutata 🙂

  49. No non parlavo di conservazione del prodotto ma della sua creazione in un ambiente non sterile. Non riesco ad equipararlo al cibo, ovvio che la mia cucina non è una sala operatoria ma l’idea che una crema, cioè una cosa tutto sommato superflua e che dovrebbe servire a curare la pelle e soprattutto a renderla più bella, non sia pura e “perfetta” ma che abbia contaminazioni di pelucchi e polvere che ci sono in casa, mi lascia perplessa. Però come ho scritto all’altra ragazza… Se va bene a voi che le usate 🙂 però non credo che tutte possano cimentarsi nella creazione di creme, soprattutto le più giovani e inesperte, non credo che questi attivi siano innocui se non usati col giusto criterio.

  50. Ciao Clio, grazie del post molto utile!!! 🙂

    Ragazze scusate l’assenza, ma ho troppe cose da fare ultimamente.

    Comunque sto aprendo tutti i post 😉

  51. Ciao! Ha ragione Gabry: Sri bravissima!!! Io sono di Roma…se decidessi di sfruttare le tue doti non solo per te, ma anche per vendere le tue pozioni faccelo sapere

  52. Io mi ci trovo bene, sono già alla terza confezione e ho convinto diverse amiche scettiche che ora non riescono più a farne a meno. A dire il vero gli ialuronici concentrati a triplo peso si assomigliano un po’ tutti, ho scelto il Collistar solo perchè è uno dei pochi senza profumo quindi più adatto alla mia pelle sensibile, ne bastano poche gocce alla volta, in estate o con la pelle misto/grassa basta da solo e può sostituire un idratante leggero, in inverno o con la pelle secca va benissimo sotto la tua solita crema, su Youtube c’è anche un video in cui mostrano come massaggiarlo e applicarlo al meglio, non so se funzioni ma di sicuro è molto piacevole da fare! 😉

  53. Anche io mi sono fatta una discreta cultura grazie a Lola, e infatti non ho più seguito per la simpatia. Anche perché certi giudizi dati solo leggendo l’inci sono assurdi. Creme leggere erano in realtà pesanti, e viceversa. Il top sono i giudizi in merito al contenuto dei principi attivi nelle creme: spietati per le creme classiche, ottimi per porcherie ecobio dove la vitamina C è solo un conservante all’ultimo posto dell’inci quando la crema si definisce alla vitamina c.

  54. Ciao Simonetta!
    Io ho imparato da sola. Mi sono letta tutto il forum di Lola (Angolo di Lola) ed ho fatto mille esperimenti.
    Per me è una passione e mi rilassa moltissimo.
    In bocca al lupo!!

  55. Al di là dei pareri sulle creme eco e non, quello che fa la differenza secondo me sono le ricette della sezione “Cosmetici Approvati”.
    Se seguite bene secondo me non si può sbagliare, io ho sempre ottenuto ottimi risultati.
    E comunque basta un pò (tanta) pratica. Dopo un pò di prove viene tutto più facile 🙂
    Baci!!!

  56. Conosci per caso quello dalla Planter’s? Ero tentata di cambiare, ma come si suol dire: mai lasciare la strada vecchia….

  57. Grazie mille!!!! Lo provo di sicuro. Sai se entra in contrasto con l’uso delle lenti?

  58. Della planter’s ho usato solo due prodotti, un burro corpo e una crema viso più qualche campioncino, ma come marca non mi è piaciuta per quel poco provato.

  59. porto le lenti da quando avevo 16 anni e non mi ha mai dato problemi,anzi! Da sollievo e una bella sensazione di freschezza e di ‘occhio riposato’.
    Hai presente quando hai gli occhi particolarmente stanchi che la lente si sposta o si appanna? Ecco, IRIDINA 2 risolve tutto!

  60. Prova quello di Misha! È coreano e tutti dicono che sia la copia del night repair dell’ estee lauder. Costa meno della metà, è inodore e se costanti la differenza si nota!

  61. Ciao! Anche io me lo faccio in casa, soprattutto per darlo a mia madre che lo adora 🙂 Adesso mi sono dovuta fermare per un po’ solo perchè ho finito il conservante… ma rimedierò presto, perchè mi serve pure per lo struccante! Io il sodio ialuronato lo avevo comprato da aromazone, se hai altri siti da consigliare, sono tutta orecchi 🙂

  62. scusa ma esistono diversi pesi molecolari proprio x questo molti sieri puri ottimi usano 3 diversi pesi x avere una penetrabilità ottimale

  63. Io più che in creme e sieri, l’acido ialuronico ce l’ho nel (discretamente caro) collirio, sia benedetto chi l’ha inventato e l’oculista che ha capito che non avevo le lacrime abbastanza lubrificanti 🙂

  64. Ho fatto una seduta di punture filler all’acido ialuronico sulle labbra: lo desideravo da anni e ne sono rimasta soddisfatta. Risultato naturale (certo, il primo giorno ti spaventi, poi si assorbe), ma se non si fanno con costanza il corpo assorbe il tutto in breve tempo. Non so quanto siano efficaci i prodotti tipo creme e sieri, dato che non possono penetrare nel derma penso che siano soltanto a livello idratazione superficiale…sono comunque curiosa di provare il siero di Collistar.

  65. Non ho dubbi che idrati meglio di altre creme. Anch’io uso sieri per idratare la pelle, avendola parecchio secca, però ,come dicevo, l’effetto è momentaneo. Era questo che intendevo specificare: l’acido ialuronico, per “ringiovanire” a lungo la pelle deve arrivare nel derma.

  66. Ciao Alessia, ho letto che sei riuscita a procurarti la polvere di sodio ialuronato a Roma, mi sapresti dire dove l’hai trovata? Sto impazzendo nel ricercarla tra bioprofumerie e farmacie galeniche… Ho urgente bisogno di ricomprarla ma non posso affrontare al momento le spese di un altro ordine online:)) Ti ringrazio moltissimo!!!!

  67. Io ho scoperto recentemente la linea Coeo di Dermophisiologique. Come tutti i prodotti della casa è spettacolare! Da provare

  68. A distanza di un anno leggo questo post e approvo appieno il tuo intervento. Ho avuto lunghi, approfonditi e ripetuti colloqui con la mia dermatologa che da almeno 10 anni mi consiglia l’uso di gel all’acido ialuronico. Dopo tanti anni passati utilizzando lo Jaluronius della Cosmetici magistrali (2%) ora ho trovato un gel al 3%, che consiglio a tutte: hyalgel complex 3.0 della skynproject. Sono entrambi reperibili sui siti on Line delle migliori parafarmacie. Non costano poco ma ce ne vuole veramente una piccola quantità da spalmare (non massaggiare) su viso e collo.

  69. Acido ialuronico al 10%??????!!!!!????? Ragazze, cerchiamo di non berci tutte le cavolate che si leggono sul web, per favore. Sono farmacista e lavoro per un’azienda che commercia acido ialuronico con una linea dedicata all’ortopedico per infiltrazioni intra articolari, una dedicata al chirurgo plastico ed estetico per filler iniettivi e una linea cosmetica.

    La nostra linea cosmetica ha acido ialuronico puro in soluzione al 2% e già ha la consistenza di un gel per capelli. All’8% la consistenza è quella di una panna cotta, figuriamoci al 10%!!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here