Ciao ragazze!!

Ebbene sì, è proprio così. A luglio, arriverà una piccolina pronta a rendere la famiglia Midolo-Zammatteo…un po’ più grande!

Alcune di voi lo avranno scoperto domenica dalla foto che ho pubblicato su Instagram, qualcun’altra dal video che ho postato su YouTube ieri e, forse, per altre, la sorpresa arriva adesso, ma è così: aspetto una bambina!

Quello che mi importava, ora che comunque è scattata la ventitreesima settimana, era poter condividere con voi, come ho sempre fatto per tutte le altre esperienze, le gioie e le difficoltà che ho affrontato e che affronterò, lungo questa nuova, pazzesca avventura!!

Quando è iniziato il 2017 sapevo già che sarebbe stato magico e pieno di cose nuove e devo dire che, dopo quasi 10 anni in cui vivo il sogno di abitare a New York, facendo quello che amo di più, guadagnandomi ogni soddisfazione con le mie forze e avendo attorno a me persone speciali, non posso che essere davvero grata e incredula davanti alla convinzione che, in fin dei conti, il bello debba ancora venire!!

Nel post voglio raccontarvi tutto, anche le cose che ho tenuto per me per un po’, ma che credo siano importanti da dire. Spero che vi piaccia!

ClioMakeUp-incinta-clio-bambino-bambina-aspetta-gravidanza-figlio-figlia-3Ebbene… Ecco la sua prima foto pubblicata 🙂

PRIMA LE BELLE NOTIZIE: È UNA BIMBA E SI CHIAMERÀ…

Allora! Sono emozionantissima ovviamente e anche leggerissimamente terrorizzata, ma è così: la mia pancia sta crescendo e con lei la bimba che non vedo l’ora di conoscere. Per rispondere a molte delle vostre domande è una femminuccia, nascerà negli USA così che abbia subito la doppia cittadinanza e si chiamerà… Non ve lo dico, ehehehe!

Io e Claudio abbiamo già deciso il nome ma ogni volta che ne pensavamo uno poi eravamo influenzati da tutti i commenti di amici e parenti (e, ve lo assicuriamo: far contenti tutti è impossibile!!!) così abbiamo scelto il nome che preferivamo, uno che non fosse difficile da pronunciare né da scrivere in Italia e in USA, e ce lo siamo tenuti per noi.

ClioMakeUp-incinta-clio-bambino-bambina-aspetta-gravidanza-figlio-figlia-2Ecco qui tutte le donne della famiglia!

Lo scoprirete poi quest’estate! Ma se volete lanciarvi in un toto-nome… Vi dico solo che è un nome americano e che per ora ha un soprannome che adoro ed è Baby-Lenticchia! 🙂 Vi lascio lo spazio dei commenti per provare ad indovinare! 🙂

“CLIOMAKEUP È INCINTA?” EBBENE Sì, E SONO UNA PERSONA

Io stessa leggo le notizie di gossip, pur non essendo per nulla patita di quel “giornalismo” violento che spesso si trova sulle riviste dedicate. Tenermi informata sulla vita delle star fa parte anche del mio lavoro. E, qui sul blog, ho sempre cercato di parlarvi di loro per imparare qualcosa, o per puro intrattenimento, raccontando curiosità, così come si raccontano le vicende di un’amica che abita lontano.

Personalmente, anche quando si tratta di star di Hollywood – i cui volti sono noti a tutti, ma che la maggior parte di noi non ha mai visto davvero – cerco sempre di ricordarmi che non sono altro che persone come noi. E quindi, sì, ve lo dico, mi dà anche fastidio quando leggo commenti cattivi nei loro confronti, anche qui sul blog. Si fa finta che siano personaggi di telefilm, che quindi si possono amare o odiare, ma la verità è che non è così. E per quel poco che conosco della fama, posso assicurarvi che per certe cose ci si fa l’abitudine, ma per la maggior parte no.

Perché vi sto dicendo tutte queste cose? Perché capita che, a volte, magari anche in buonissima fede, ci si allarghi un po’ troppo e si dicano cose che non andrebbero dette. A nessuno. E non sempre sono insulti.

LA DOMANDA DA NON FARE A UNA DONNA NON È “MA SEI INGRASSATA?” BENSÌ “PERCHÈ NON FAI UN FIGLIO?”

Un esempio? Le domande “ma quando farai un bambino?”, “ma gatti a parte, quando penserai ad avere un figlio?”, “Clio ma non lo vorresti un bambino?” e le affermazioni tipo “Secondo me saresti una mamma fantastica, non capisco perché non vuoi figli”, fino a “Secondo me il 201X sarà l’anno in cui farai un bambino” non riescono in nessun modo ad essere positive, anche quando vorrebbero e sono cose dette con affetto.

Il motivo è molto semplice. Se vedete una donna senza figli sicuramente o non vuole averli (in questo momento o per sempre), o non può averli, o sta cercando di averne e non riesce. In nessuno di questi casi, la domanda “ma quando farai un bambino?” riesce ad essere più piacevole di un pugno nello stomaco.

Nella prossima pagina vi spiego perché, secondo me è così! E infine cerco di affrontare un argomento ancora più delicato, che mi ha toccato da vicino – e cerco di raccontarvelo anche con un video! Leggetelo a pag.2!