Come sapete fin troppo bene, ogni giorno veniamo sommerse da così tanti consigli beauty che, se volessimo seguirli tutti, non basterebbero 24h. Aggiungeteci che, oltre a farci belle, magari vogliamo anche vivere… e il paradosso è servito.

Avendo spesso contatti con modelle, altri Make-Up Artist e facialist, soprattutto nel periodo delle sfilate, ho imparato a conoscere quali sono, in questa giungla di consigli e dritte per mantenersi sempre in forma e dalla pelle perfetta, le regole su cui davvero nessuno transige e che davvero vengono seguite dagli esperti del settore. Insomma, dovendo fare un po’ di economia, quali sono i tips&tricks degni di diventare regole auree?

Scopritelo nel post!

ClioMakeUp-pelle-modelle-skincare-pori-vapore

IL VAPORE FUNZIONA DAVVERO

Pori. Il grande cruccio di tutte noi – e anche di tutte loro, le modelle. Il sogno di una pelle “photoshoppata” anche dal vivo viene alimentato da prodotti, maschere, creme, unguenti e stregonerie che promettono di chiudere per sempre i nostri pori. Ma se c’è una cosa che ho capito, è che le modelle si affidano, in primis, al buon vecchio, caro, vapore.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpg

Soprattutto nei periodi in cui la loro pelle è stressata da molto make-up e repentini cambi di look, le modelle trovano un momento per struccarsi del tutto e fare un suffumigio, per liberare e pulire i propri pori in modo ultra delicato e naturale.


ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpg

Volete le prove nero su bianco? La modella Olivia Hunter, ha dichiarato a Glamour.com di non farsi mai mancare, dopo le varie settimane della moda, una pentola di acqua calda con un po’ di tè alla menta dentro, applicando sopra alla propria testa un asciugamano che copra lei e la pentola, così da “catturare” il vapore e rendere efficace il trattamento. Alla fine, si sente la pelle come depurata. Provare per credere!

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgCredits: The Dusky Beauty 

Per rendere il tutto ancora più efficace, potete arricchire l’acqua calda con una Fumantina Lush al Tea Tree. Si tratta di una pastiglietta da far sciogliere nell’acqua del suffumigio e contiene bicarbonato di sodio, acido citrico, olio essenziale di Tea Tree, polvere di Aloe Vera biologica equosolidale e clorofillina.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgLush, Tea Tree Fumantina. Prezzo: 1,95€

LA SKINCARE È SACRA (MATTINO E SERA)

Questo, ormai, lo dovreste proprio sapere. Secondo voi un pittore, dipingerebbe mai su una tela stropicciata o sporca? A meno che il suo scopo non fosse quello di ottenere un risultato molto bizzarro, non credo proprio.

Possiamo avere i prodotti make-up migliori del mondo, ma se la pelle non è curata al massimo, il risultato sarà sempre “meh”

La stessa cosa vale per noi: possiamo avere i prodotti make-up migliori del mondo, ma se la pelle non è curata al massimo, il risultato sarà sempre “meh”. Una bella pelle, invece, può scegliere quanto “decorarsi” con il trucco e stare, comunque, sempre bene. Ecco perché, per tutte le modelle e per tutti i MUA, la pelle è la prima cosa.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgLa bellezza della pelle struccata di Bar Refaeli è una cosa indescrivibile

E siccome sento che esistono ancora tante ragazze che si prendono cura della propria pelle solo al mattino, ve lo dico: è quasi più importante prendersene cura alla sera. Dopo che vi siete struccate, infatti, la pelle non solo è stressata dall’intera giornata in cui ha cercato di resistere allo stress, allo smog, al trucco, ai raggi UV e a tutto quello con cui viene in contatto, ma ha anche appena subìto l’ulteriore “strigliata” data inevitabilmente dalla fase di detersione della pelle. Lo stesso struccarsi, infatti, implica, se non del vero e proprio sfregamento (come vedremo tra poco), la rimozione dello strato più superficiale di cellule morte e di protezione idrolipidica. Non idratare la pelle in questo caso e andare direttamente a dormire, magari con l’illusione di “farla respirare” è un errore che non potete permettervi di commettere.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgBella Hadid e le sue colleghe non transigono sulla routine di skincare! Credits: Vogue.com

Disidratazione, colorito spento, brufoli e texture ruvida, sono i primi risultati di una pelle non curata prima di andare a dormire.

Disidratazione, colorito spento, accumulo di batteri (quindi brufoli) e cellule morte (quindi texture ruvida), sono i primi risultati di una pelle non curata prima di andare a dormire. A questo seguirà anche un indebolimento della pelle, che quindi risulterà più sensibile ai prodotti e agli agenti con cui si rapporta anche durante il giorno. In poche parole: un bel disastro!

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgDalla texture impalpabile, ma idratante e ideale per la notte è la Caudalie, Resveratrol [LIFT] Crema Tisana della Notte. Prezzo: 37,98€ (invece di 43€) su Amazon.it

Ecco perché la skincare, per chi se ne intende, è un passaggio assolutamente immancabile, la mattina così come alla sera. E se per il giorno, in base alla vostra pelle, potete comunque limitare la skincare ad una detersione delicata (per rimuovere la polvere e/o il sebo accumulato durante la notte), ad una crema idratante che si assorba rapidamente (meglio se con SPF), e al contorno occhi, per la sera è inevitabile avere prodotti dalla texture più ricca e magari avere un siero o un olio nutriente, da utilizzare dopo essersi struccate e prima di applicare il trattamento.

MOLTO DIPENDE DA COME MANGI

Le modelle, soprattutto negli anni ’90 e 2000 non sono famose per la loro dieta equilibrata. Tuttavia ad oggi le cose sono un po’ migliorate e se c’è qualcosa di certo è che pian piano ci si sta spostando da un’ossessione per la magrezza, ad una più corretta attenzione alla salute e al benessere. In ogni caso, ciò che possiamo trarne noi è che non è solo importante cosa si mette sulla pelle, ma anche quello che si mette dentro al nostro corpo, a partire da quello che si mangia.

E se una dieta equilibrata è la base per essere in forma, le vitamine sono le migliori amiche della pelle, quindi via libera a frutta e verdura e molta attenzione agli alimenti difficili da digerire, come i fritti, e molto ricchi di sale – che favoriscono la disidratazione e la ritenzione idrica.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgCredits: Goop

I cibi da non farsi mancare per stare bene “dentro e fuori”? le mele, lo zenzero, il sedano e il miele grezzo.

L’incarnazione di questo mantra, lo si sa, è Gwyneth Paltrow che, con il suo affermato e autorevolissimo sito Goop, non manca nel dare consigli nutrizionali da parte dei guru del settore. Qui vi lasciamo un attento articolo su quali sono i migliori cibi da non farsi mancare per stare bene “dentro e fuori”, con tanto di condizioni senza le quali questi benefici verrebbero meno, ma possiamo anticiparvi che vengono citati alimenti quali le mele, lo zenzero, il sedano e il miele grezzo.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpg

COME LA METTIAMO CON L’APERITIVO?

Altro tasto debole: l’alcol. Sappiamo bene che il corpo va mantenuto idratato innanzitutto dall’interno. E allora come la mettiamo con l’aperitivo? Il vino e l’alcol in generale è molto zuccherino e quindi non è il massimo per la pelle.

Le modelle spesso eliminano del tutto gli alcolici per le settimane precedenti agli show, per depurare la pelle al meglio – e io consiglio di fare lo stesso, per esempio, alle spose. Ma in ogni caso, una cosa importante quando si sta per fare un cincin (o dopo averlo fatto) in compagnia è quella di recuperare bevendo molta acqua: considerate che si dice che per ogni bicchiere di vino andrebbero bevuti sei bicchieri di acqua, per compensare e non disidratare il corpo! Ecco che allora, se bevete a cena è sempre bene aver pieno anche il bicchiere dell’acqua!!

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgTenere sempre due bicchieri davanti al piatto!! Credits: Anthropologie

Per quanto riguarda gli zuccheri, la volta in cui bevete un po’, cercate di limitare gli altri zuccheri “gratuiti”, come quelli dei dolci.

L’OLIO È IL PRODOTTO PIÙ MAGICO DELLA TROUSSE

Le modelle AMANO gli oli e i burri, non solo per idratare il viso. Ho visto usare molto spesso gli oli per il corpo, per esempio, per illuminare e uniformare otticamente la pelle delle gambe, cercando di illuminare lo stinco con la lucidità dell’olio. Inoltre, siccome le modelle camminano molto sui tacchi e spesso sfoggiano i talloni anche in pieno inverno, pare che il segreto per averli sempre al top è quello di coccolarli ogni sera con olio di cocco, olio di oliva o burro di karité.

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgBeyoncé non rinuncia di certo a gambe dalla pelle splendente! Inoltre, illuminando il centro della coscia con l’olio corpo allunga otticamente la figura!

Anche le ginocchia e i gomiti, che spesso ignoriamo del tutto, sono punti strategici su cui applicare l’olio idratante! Ricordatevene quest’estate, vi assicuro che le vostre foto a figura intera saranno molto più “da modella”: non importa la taglia che portate!

ClioMakeUp-pelle-perfezza-senza-difetti-modelle-regole-come-si-curano-skincare-2.jpgNotate gli stinchi lucenti di Heidi Klum?

Ma abbiamo qualche testimonianza celebre di usi degli oli corpo? Ovviamente sì! La trovate a pag. 2 insieme alla tecnica più usata dalle modelle per struccarsi e detergersi il viso (decisamente non facile!) e al consiglio che ha salvato la pelle di Kendall Jenner (e forse anche la vostra)!

39 COMMENTI

  1. Io mi trucco davvero molto raramente, perché sono troppo pigra per alzarmi 10 minuti prima dal letto ogni mattina e troppo pigra per struccarmi ogni sera. Però quando devo togliere il mascara uso sempre uno struccante in gel di sephora, che metto su un polpastrello e massaggio sulle ciglia, senza cotone o salviette. Mi pare molto più delicato come movimento! Inoltre, se mi strucco con solo l’acqua tiepida della doccia, mi rimane tutto il nero colato in faccia, e la pelle degli occhi mi tira dannatamente!!!

  2. Sono buoni consigli. Anche se mi chiedo se il vapore possa far bene a chi ha la couperose.
    Sulla routine mattutina e serale avevo già espresso un mio parere.
    Io sono convinta che la crema deve essere più ricca il giorno. Perché di giorno affrontiamo sole smog e stress. La pulizia è importantissima ma non deve essere aggressiva. Se ci si lava con prodotti adeguati non si sentirà la pelle tirare. La sera applico sempre il contorno occhi e il siero. Se il siero assomiglia più a un estratto metto anche la crema, sennò può anche bastarmi. Non sono convintissima che la pelle non respiri. La pelle tende a autolubrificarsi se ne sente la necessità. Del resto non è ciò che accade a chi combatte i brufoli con prodotti troppo aggressivi? Se la si copre sempre con creme le cellule non hanno più l’impulso a produrre il sebo che le serve. . Credo però sia vero soprattutto in giovane età. Magari dopo i 30 è meglio compensare.

  3. Boh la genetica fa sicuramente miracoli, e loro nascono con una buonissima base. Sicuramente essere giovani aiuta, e nessuno nega che tra massaggi estetista creme ecc sono avvantaggiate, ma io non credo che le modelle di cui si parla nell’articolo facciano diete da fame. È una visione un pochino vecchia secondo me…

  4. io curo da sempre la pelle del viso: ho una pelle molto delicata e tendenzialmente secca, spesso con rossori sulle guance e che comunque non è esente da qualche brufolino/punto nero occasionale nella zona t. ho imparato che la mia pelle va trattata “a zone”: per es. il vapore lo faccio occasionalmente “proteggendo” con un pannetto sottile le guance per evitare di dilatare troppo i capillari e quindi indirizzando il più possibile il vapore sulla zona più problematica, per quanto possibile. struccaggio più delicato possibile, senza sfregamenti altrimenti addio! mi si irrita la pelle da morire e tira di brutto se non la coccolo e faccio tutto per bene. un’ altra cosa importante evito di usare acqua troppo calda ergo non mi struccherei mai e poi mai sotto la doccia!

  5. Io sono d’accordo con te: la pelle di notte ha necessità di respirare e sa autoregolarsi da sola. Io ho oltrepassato la cinquantina e in teoria dovrei “appesantire ” la mia routine serale con una crema molto ricca. Invece mi trovo benissimo applicando dopo la pulizia con un detergente quasi oleoso della Ren, un idrolato alla rosa. Spesso vado a dormire così senza altro. A volte, dipende se sento che la pelle è un po’ “sensibilizzata”applico un siero riequilibrante della Biofficina Toscana. Per quanto riguarda il vapore devo ammettere che non lo uso: ho timore che i capillari possano risentirne.

  6. Io avrei un altro suggerimento.. Che magari qualcuna già fa di suo, ma io fino a qualche tempo fa non ci avevo pensato. Variare tipologia di detergente a seconda di quel che “sentiamo” vada meglio per la pelle in quel momento. Ad esempio, al mattino appena sveglia io uso spesso un detergente una mousse di acqua micellare. Alla sera invece, siccome spesso sento la pelle stressata uso invece una crema detergente che poi porto via con una spugna e sciacquo con acqua..

  7. Io sono un fan degli oli, per il viso e per il corpo. Li ho scoperti da un paio d’anni, complice anche l’arrivo imminente degli anta che mi ha reso la pelle da mista/grassa a mista tendente al secco.
    Studiandoci un pò su ho capito che di oli vegetali ce ne sono letteralmente decine e decine e che ogni pelle reagisce meglio all’uno o all’altro in base alle proprie caratteristiche, mentre si sente quasi solo parlare di olio di cocco, ipercomedogeno, e pochi altri.
    Io ad esempio attualmente uso olio di onagre al mattino, pochissimo, la sera applico un siero a base di olio di canapa e cartamo e olio essenziale di camomilla per la mia couperose genetica e e infine per il corpo uso un mix di olio di cartamo e avocado, il primo molto nutriente e il secondo nutriente e anti-disidratazione (l’olio di avocado é “occlusivo” e idrofobo come i siliconi ma in maniera naturale). Mi trovo molto bene con questa routine e aggiungo solo ogni tanto una crema viso idratante e una crema occhi.

  8. Io il deep cleansing oil della DHC. Ci strucco gli occhi e tutto il viso poi tolgo il tutto con un dischetto di cotone lavabile bagnato con acqua quasi calda, in modo da aprire i pori per i trattamenti successivi e togliere bene l’effetto “velo” dagli occhi.

  9. Infatti pure io ho timore per i capillari. Mi fa piacere leggere qualcuno che la pensa come me sulle creme da notte. Francamente la sera al buio tra le lenzuola pulite mentre si dorme, che necessita ci sarebbe di mettere una crema più ricca di quella da giorno? Per ripararla, credo mi si risponderebbe. Ma se adeguatamente difesa di giorno (e io li si che metto la crema e pure due tipi, couperose e solare) e dopo una detersione delicata (con creme detergenti) non c’è molto da riparare, perché è stata egregiamente difesa. Credo abbia più senso la maschera quando si rientra a casa, fatta ogni 3 giorni.
    Discorso diverso per il contorno occhi e le labbra, dove la pelle è sottilissima ed è stra necessario mettere crema e balsamo apposite.

    Ps. Da quello che vedo in foto, sembra tu abbia una bella pelle.

  10. Considera che io spesso mi lavo i capelli in vasca per evitare tutta quell’acqua in faccia piena di calcare che mi secca a morte….

  11. Il vapore non é certo un toccasana per i capillari, ma penso che se fatto ogni dieci-quindici giorni per pulire in profondità non possa fare più di tanti danni, mentre il beneficio di pulire in profondità é invece notevole.
    Per quanto riguarda la routine serale dipende secondo me anche molto dal tipo di pelle e da quanto ci si trucca : la mia pelle tira dopo aver usato l’acqua, con qualsiasi detergente, e a me l’acqua micellare, più delicata dell’acqua ipercalcarea della mia zona, non basta a togliere i prodotti che uso, specie il mascara e la matita occhi. Ma sono fuori tutto il giorno e devo usare trucchi a lunga tenuta. Inoltre chi ha la pelle mista o grassa di giorno non può permettersi creme troppo ricche al mattino, pena lucidità costante e chili di cipria che non sono proprio un bel vedere. Mentre durante la notte la pelle ha tempo di assorbire anche un olio o una crema belli nutrienti che luciderebbero troppo di giorno.

  12. Certamente ognuno conosce le proprie esigenze. La mia pelle è tendenzialmente secca normale. Mista sul mento e couperose sul naso e vicino le labbra (poco visibile li). Ho usato sempre creme ricche di sera. E alla fine avevo troppi grani di miglio. E più brufoli occasionali. Capisco ciò che scrivi, che una crema ricca di giorno per una pelle mista è ingestibile. Però secondo me tutte le sere una crema/olio ricco può essere troppo. Magari rende la pelle ancora più mista. Quando ho il mento più “grasso” o altre zone con brufoli, lì metto il siero e altrove la mia crema. Usare più prodotti può essere utile. Che ne pensi?

  13. Sono molto brava devo ammettere..ma ho ancora il problema dello sfregamento durante lo struccaggio devo capire come risolvere anche questo!!!

  14. Ciao cara com t trovi con questo? Brucia gli occhi? Appanna la vista? Io tutti gli oli che ho provato mi fanno almeno uno di questi due problemi!

  15. beata Poppy Delevingne ke ha tutto questo tempo x immergersi nella vasca ogni gg coperta di olio di cocco ihih XD

  16. come ti capisco!..quando avevo la vasca anche io..ora ho solo la doccia e prima di entrare mi spalmo di olio per proteggermi da tutta quella dose di calcare…senza olio mi crea rossori che mi durano un’ oretta ogni volta..

  17. Grazie cara! Ammetto che la genetica su di me è stata molto buona. Ma è anche vero che ci tengo davvero tanto alla cura della mia pelle, e ammetto che mi piace tanto coccolarla e vedere che risponde bene alle mie cure. È una soddisfazione!

  18. Questo di Sephora non lo conosco ma per l’effetto appannato che secondo me fanno un pò tutti ti consiglio di togliere l’olio con un panno detergente di cotone inumidito nell’acqua quasi calda e ben strizzato. Non saprei bene come spiegarlo ma io lo appoggio delicatamente tra le palpebre e lo lascio agire qualche secondo. Non solo porta bene via tutti i residui di mascara e eyeliner ma anche quel fastidioso effetto “velo”. Se ancora non bastasse un’altra tecnica é passare, dopo avere tolto l’olio, un dischetto inumidito con un’acqua floreale adatta al contorno occhi come quella alla rosa o al fiordaliso : tra l’altro quest’ultimo é anche un ottimo decongestionante occhi.

  19. Si sì in effetti davo stupidamente per scontato….l’olio lo applico massaggiando gli occhi con le dita bagnate un paio di volte poi passo appoggiandoli e senza sfregare due dischetti di cotone imbevuto di acqua micellare!

  20. Non mi sono mai fidata di questi consigli delle modelle visto che di solito partono avvantaggiate. Se hai problemi molto gravi della pelle non ti prendono neanche, e da persona che combatte da anni occhiaie e acne mi fa ridere vedere i consigli di queste modelle che hanno già una base praticamente perfetta. Eh vabbè che ci si può fare, è pur sempre il loro lavoro

  21. Io ho la fortuna di avere una pelle molto bella, e devo dire che queste cose le ho sempre fatte fin da ragazzina. Aggiungo che evito di prendere sole in viso e uso sempre la protezione solare.

  22. si, specie se soffri di couperose, il vapore non è il massimo, anzi… però è vero che hai i suoi pro

  23. Faccio tutto e di più da sempre quindi direi che siamo in bolla hahahahah
    Adesso però voglio provare il Take The Day Off di Clinique… devo dire che cambio spesso i prodotti per struccarmi anche perchè ho notato che la pelle ne risente facendo sempre lo stesso procedimento. Appena uscite le salviettine struccanti le amavo poi gli occhi hanno iniziato a dirmi “basta!” allora sono passata a prodotti più delicati come olio stuccante di Dior, prodotti Sensai e tanti altri di brand che amo e non. Adesso uso l’acqua micellare e lascio sempre il dischetto di cotone su gli occhi ma comunque lo sfregamento minimo adesso mi dà fastidio quindi ho pensato di prendere il balsamo struccante di Clinique consigliato anche da Clio & C.

  24. Ottimo consiglio!io cambio i prodotti anche in base alle stagioni, in quelle fredde sono super delicati e idratanti, in quelle calde rinfrescanti e depurativi 🙂

  25. Il mio grandissimo problema quando mi strucco è il mascara. Non si toglie assolutamente… anche pulendo e pulendo più volte cercando di essere il più delicata possibile non riesco a rimuoverlo. E ovviamente il giorno dopo mi ritrovo sempre con dei grossi residui.. Anche se mi piace molto l’effetto che dà allo sguardo proprio per questo motivo evito di metterlo se non in determinate occasioni…

  26. e come lo applichi? con le mani e sfreghi delicatamente? o con un dischetto? Appena arriva il 20% da sephora (spero per la festa della mamma) già che devo fare alcuni acquisti quasi quasi prendo pure questo 🙂

  27. grazie cara, non capisco, lo metti fra le ciglia superiori e le inferiori a mo di sandwich 🙂 o lo appoggi sull’occhio chiuso? Perché in realtà il mascara si mette sulla parte inferiore delle ciglia e quindi io applico li l’olio, e inevitabilmente un po mi entra negli occhi e resto appannata per un bel po uffa

  28. ci ho provato ieri con il take the day off balm, ma mi si è appannato tutto lo stesso uffa, ci riprovo pero!! grazie cara

  29. ma come noooo!?!?!?! ho visto che ce già il codice per la carta black…e per la gold non arriva? sai qualcosa tu?

  30. a me l’hanno detto in negozio purtroppo gli sconti non valgono più per i prodotti Sephora…magari è una scelta temporanea…..

  31. peccato, mi piacciono i loro prodotti e solitamente aspetto i prezzy sexy per fare scorta 🙂 per ora allora attendo il 20% della gold, sperando arrivi presto! Grazie mille per l’info

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here