Ci siamo occupate spesso, anche recentemente, del make-up anti-afa. Quando fa caldo truccarsi diventa infatti più difficile: innanzitutto la voglia di impugnare i pennelli e realizzare qualsiasi make-up è nulla. In più afa e umidità sono nemici del trucco: l’ombretto va nelle pieghe, il mascara cola, il rossetto sbava, per non parlare della base che dura giusto i primi 5 minuti dopo che siamo uscite. Se però il trucco può essere un optional nelle giornate più torride, lo stesso non può essere per l’abbigliamento.

Come vestirsi con il caldo? Quando le giornate sono da bollino rosso, l’aria è irrespirabile e l’unica cosa che vorremmo avere addosso è un costume da bagno, ma siamo costrette a girare per la città? Se anche voi siete nella condizione di dover uscire e affrontare il caldo, ma non sapete cosa indossare per essere presentabili, ma stare al fresco (per quanto possibile!), siete nel posto giusto! Vi indicheremo 7 capi che sono molto di moda per quest’estate e vi aiuteranno a sopravvivere alle temperature più torride. Vedrete che è tutta questione di tessuti e dimensioni. Scoprite quali sono i pezzi anti-afa più di tendenza!

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-1

Le immagini del post sono via Pinterest 

VESTITO DI LINO

Il tessuto dell’estate per antonomasia è il lino. Perfetto sia per le donne che per gli uomini, è la fibra più fresca. Ce lo insegnano anche gli antichi greci che durante l’estate indossavano solo il lino. Inoltre, non è solo fresco, ma anche resistente, quindi adatto ad essere usato in qualunque situazione, tra mezzi pubblici in città, commissioni e ufficio. Il lino è anche anallergico, quindi si può portare senza problemi tutti i giorni. L’unico inconveniente è che si stropiccia, ma forse l’aria un po’ “vissuta” lo rende più interessante e meno “noioso”. Voi che dite?

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-11

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-6


Il lino è uno dei tessuti più freschi e resistenti per l’estate

Non solo comodo, ma anche fashion! Sulle riviste di moda e nelle vetrine dei negozi abbiamo notato un vero boom di vestiti di lino. Corti, al polpaccio o anche lunghi fino ai piedi, la scelta è davvero ampia. Oltre agli abiti classici, anche gli chemisier sono molto di tendenza per quest’estate 2017.

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-16

ASOS, vestito lungo di lino. Prezzo: 51,99€ su ASOS.it

GONNA CON SPACCO

Un trend per l’estate 2017 è la gonna con lo spacco. Molto femminile e leggermente maliziosa: scegliete un modello ampio e al ginocchio. Più discreta di una minigonna e più comoda di una gonna a matita, la gonna larga con lo spacco permette di coprire un po’ di più le gambe e al tempo stesso mostrarle quando si vuole. Mentre si cammina o ci si siede accavallando le gambe, lo spacco lascia intravedere un po’ di pelle in più, senza mai risultare volgare.

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-12

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-8

La gonna con lo spacco è molto femminile e adatta per tutte le occasioni

Alcuni modelli sono perfetti per creare un look vintage e, coprendo le gambe fino al ginocchio, sono adatte anche per l’ufficio.

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-3

ASOS, gonna midi con vita raccolta e spacchi laterali. Prezzo: 40,99€ su ASOS.it

TOP DI COTONE BIANCO

I tessuti sintetici sono la prima cosa da evitare quando fa caldo. Contro l’odore di sudore e gli aloni sulle magliette il cotone è l’antidoto migliore. I top senza maniche sono la salvezza, ma se dovete avere le braccia coperte, scegliete una maglia con la manica, ma rigorosamente di cotone e chiara.

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-8

Il bianco, in particolare, è ideale per nascondere le macchie di sudore! I look in bianco sono anche super cool per l’estate, perché risaltano l’abbronzatura e rendono l’outfit più luminoso. Win-win!

ClioMakeUp-vestirsi-con-caldo-moda-capi-estate-2017-10

Il cotone è il tessuto migliore anche per l’intimo. Anche la biancheria infatti non è da sottovalutare: per sopravvivere al clima torrido, niente elastici stretti, ferretti e inserti in silicone.

Bellezze, i nostri consigli su come vestirsi con il caldo torrido non sono ancora finiti! Dovete ancora scoprire quali sono gli altri capi di moda per quest’estate che vi aiutano a sfidare l’afa in città con un occhio allo stile! Vi aspettiamo a pagina 2! 

7 COMMENTI

  1. …io al trucco non rinuncio perché purtroppo non posso. ..certo uso l’indispensabile tipo fondotinta, cipria e blush, mascara. ..evito l’ombretto. ..per quanto riguarda il lino, è un tessuto che trovo pesante molto grinzoso, al tatto infastidisce parecchio tanto che a me da prurito. ..

  2. Bellissimo il vestito della Kardashian. A un certo punto però invecchieranno pure loro per mettersi certe cose!!!!!

  3. Ho dato varie possibilità al cotone e al lino, ma niente. Non li trovo affatto freschi, quando sudo si macchiano e soprattutto si rovinano molto nei punti di sfregamento (cosce in primis). So che molte inorridiranno, ma il mio tessuto di prima scelta per l’estate è il jersey di viscosa, quello fresco e leggero simile alla seta: in questo materiale ho maglie, vestiti, pantaloni e pantaloncini. Sarà pure sintetico ma io lo trovo comodissimo e per nulla soffocante, non si rovina mai, si lava e si asciuga facilmente. Ho anche tantissime magliette di cotone, ma sono tutte molto sottili e alcune a fantasia.
    I jeans col caldo no! Ho dei pantaloncini in jeans leggerissimo e muoio di caldo anche con quelli.
    Scarpe di tela sì, ho ben 3 paia di Converse. Per il resto uso molto i sandali con la zeppa.

  4. Il lino c’è da ricordarsi che costicchia (così come certi cotoni), non ha nessun grado di elasticità (come alcuni top in tela di cotone) e spesso i modelli che si trovano sono da signora. E sono anche “rapoloni”. La gonna lunga con lo spacco coi fiori è carinissima! E anche l’abito H&M. Mi piacerebbe trovare modelli simili da vendere. Per quanto riguarda i piedi i vivo solo in sandali d’estate, sudo anche con la tela. Sto bene quasi solo con le gonne, ma quando c’è caldo si ha caldo con tutto, non ci si salva.

  5. “Boom di vestiti di lino”??Dove?! A volte quando leggo i vostri post moda mi sembra di vivere una realtà parallela 😀 non vedo del vero 100% lino in giro da almeno 10 anni, a parte una bancarella per signore che c’è ogni tanto al mercato, stessa cosa i pantaloni a palazzo, che proverei volentieri e di cui una volta ne avevo una vera e propria mini collezione estiva (anche in lino), ne ho visto solo un paio semi trasparente da usare come copricostume da Calzedonia. La mia prima scelta rimangono sempre le gonne a ruota e gli abitini svasati (di più corti ma ne ho anche uno lungo che adoro) in materiali freschi e leggeri e non troppo aderenti

  6. Secondo me, da un paio di anni il lino sta decisamente tornando e anche con bei tagli guovanili (ovviamente non avrei mai il top super-aderente in lino). Certo, a parità di capo di vestiario costa più di un tessuto sintetico, quindi non ha la diffusione di altri capi, ma rispetto a qualche anno fa che pareva fosse stato bandito del tutto, qualcosa si rivede

  7. Guarda ti dico solo che io quando vado in palestra uso solo ed esclusivamente capi sintetici! Molti altri d’estate li bandiscono e mettono canotte in cotone, ma io appena metto qualcosa in cotone e faccio ginnastica, si riempie di chiazze che sembra che abbia preso la pioggia, terribile (e io sudo poco). Con i capi sintetici (e non è che prenda tessuti tecnici, ma le canotte da Decathlon a 3€) dopo un ora di cardio sembra che neanche sia sudata. Forse non faranno respirare la pelle, ma almeno non sembro sudata come un maiale

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here