Ètipico, per le neomamme, ritrovarsi improvvisamente circondate da una schiera di “tuttologi” ansiosi di dispensare il proprio prezioso sapere ;-D. E l’allattamento al seno è uno degli argomenti su cui più spesso si scatenano parenti, amici e talvolta anche perfetti sconosciuti.

La mamma che allatta difficilmente resterà immune non solo da consigli non richiesti, ma anche da frasi antipatiche, poco educate e che talvolta sfociano nell’aperta critica. Nel post di oggi ci siamo divertite ad estrapolare da vari forum per mamme alcune frasi ricorrenti tra quelle più fastidiose che vengono rivolte a chi allatta al seno.

Si tratta di domande e affermazioni che a volte vengono fatte in buona fede, altre molto meno, ma che sortiscono l’unico effetto di irritare una donna che, con ogni probabilità, ha pochissime ore di sonno alle spalle e vari fastidi fisici! Speriamo che l’articolo vi strappi un sorriso, e iniziamo subito!

cliomakeup-galateo-allattamento-2

#1 SEI SICURA DI AVERNE ABBASTANZA?

cliomakeup-galateo-allattamento-6

Il punto è proprio questo. La mamma che allatta al seno non ha modo di essere sicura che il piccolo si sia nutrito a sufficienza, a meno di non ricorrere alla “doppia pesata”. In genere, chi è più inesperta (ma non solo!) si fa un milione di paranoie in tal senso, quindi non è proprio il caso di alimentarle! Per accertare che il bimbo stia crescendo bene, c’è una figura preposta: il pediatra 😉

#2 MA ALLATTI ANCORA?

cliomakeup-galateo-allattamento-4-prolungato

SECONDO L’OMS, L’ALLATTAMENTO VA PROSEGUITO FINCHÈ MAMMA E BAMBINO LO DESIDERANO

Oggi molte mamme scelgono l’allattamento prolungato, ovvero oltre i sei mesi, periodo raccomandato dall’OMS: “L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda l’allattamento al seno in maniera esclusiva fino al compimento del 6° mese di vita.

È importante inoltre che il latte materno rimanga la scelta prioritaria anche dopo l’introduzione di alimenti complementari, fino ai due anni di vita ed oltre, e comunque finché mamma e bambino lo desiderino.” (Fonte: salute.gov.it)

I motivi che stanno dietro questa scelta possono essere molti, ma ciò che conta è che sono estremamente personali. Si tratta di una domanda, insomma, considerata invadente dalla maggior parte delle mamme.

#3 HAI GIÀ SMESSO DI ALLATTARE?!?

Al contrario, la domanda “Hai già smesso di allattare?” può provocare tristezza e sensi di colpa. Ricordiamo che smettere di allattare può essere una scelta (prealtro legittima), oppure no. E sicuramente non è mai una decisione presa con leggerezza.

cliomakeup-galateo-allattamento-11-sposa

#4 DEVE IMPARARE A CALMARSI DA SOLO/A

cliomakeup-galateo-allattamento-3

In teoria, non bisognerebbe usare il seno come ciuccio. Ma in pratica, ogni neonato è diverso, così come ogni mamma, ogni famiglia, ogni situazione. In questo modo, si insinua che la mamma sia in qualche modo incapace. Per questo risulta una delle frasi più antipatiche in assoluto!

#5 NON PUOI TIRARTELO?

Questa di solito è una domanda che viene fatta in modo pretestuoso, spesso da persone che per i motivi già diversi insinuano che la mamma dovrebbe lasciare più spesso il bambino e affidarlo ad altri. Per tornare a lavorare, per uscire con le amiche, per lasciare campo libero ai nonni o vari parenti.

cliomakeup-galateo-allattamento-13-olivia-wilde

Anche se è una domanda fatta in buona fede, magari per spingerla a prendersi mezza giornata di pausa, molte mamme pensano che sia troppo invadente. Tirarsi il latte, dare il biberon… sono anch’esse scelte molto intime e private, su cui nessuno può mettere becco tranne i genitori.

Ragazze, siamo a quota 6 delle 11 frasi antipatiche che abbiamo selezionato tra quelle più frequentemente rivolte alle mamme che allattano. Finora vi siete ritrovate in qualcuna di quelle che abbiamo citato… magari perché siete state proprio voi inavvertitamente a pronunciarla? Non vi preoccupate, nessuno è perfetto ;-). E ora correte a pagina 2!