I  cerotti per i punti neri sono diventati, soprattutto negli ultimi tempi, oggetto di discussione e di desiderio di tantissime skincare addicted, e anche noi, con Clio, spesso ci siamo cimentate a testarli per verificarne l’efficacia!

Tuttavia si sono sollevati da parte di molte persone dubbi e paure riguardo i loro possibili effetti collaterali. Sono stati quindi molti i dermatologi e gli esperti di bellezza che hanno esaminato questi strumenti per la pulizia viso fai da te dicendo la loro.

Per questo motivo, nel post di oggi abbiamo cercato di trovare una risposta esaustiva alla domanda: “I cerotti per i punti neri fanno male?” servendoci dei pareri degli esperti che hanno, in diverse interviste, puntualizzato molte cose su questi cerottini, sfatandone anche i falsi miti. Dunque ragazze, siete curiose di scoprire qual è il vero grado di efficacia dei cerotti per i punti neri, e se portano con sé delle potenziali controindicazioni? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-1Via Giphy

PRIMA DI TUTTO: COME FUNZIONANO I CEROTTI PER I PUNTI NERI?

I cerotti per i punti neri contengono ingredienti che, a contatto con l’acqua, vantano una capacità adesiva paragonabile quasi alla colla! Un esempio è il Polyquaternium-37, presente nei celebri cerottini Bioré!

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-2

Bioré, Cerottini per punti neri al carbone. Prezzo: 11,48€ su Amazon.it

Il cerotto poi, dopo essere stato bagnato e applicato sull’area del viso interessata, si asciuga e si secca, indurendosi e attaccandosi allo strato superficiale della pelle. Ma….che cosa c’è, per l’appunto, su questo strato, e che cosa rimuovono veramente i cerotti per i punti neri?

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-5Credits: refinery29.com

Tra gli esperti che hanno fatto chiarezza su questo punto c’è la dermatologa Arielle Nagler, che ha sottolineato, in un’intervista a Buzzfeed.com, come il loro utilizzo sia efficace nel rimuovere quello che, a conti fatti, altro non è che un insieme di sporcizia, oli naturali della pelle e cellule morte.

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-3La dottoressa Nagler. Credits: nyulangone.org

I CEROTTI PER I PUNTI NERI ELIMINANO… I PUNTI NERI?

I “veri” punti neri non si possono togliere coi cerotti

Tendenzialmente no: i cerotti non rendono possibile una pulizia profonda e reale dei pori poiché, quelli che potrebbero sembrare punti neri, sono in verità per lo più filamenti sebacei ossidati e, di conseguenza, più scuri del solito. Questo è il motivo per cui si ha l’impressione di aver liberato i pori da quelli che sembrano punti neri, che però, a conti fatti, punti neri non sono!

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male

Per una pulizia dei pori completa, la dottoressa Nagler sottolinea che questi cerotti, quindi, non sono una soluzione adatta per risolvere il problema alla radice poiché, nell’arco di 24-48 ore, si riformerà quello che è stato tolto dallo strato superficiale della pelle.

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-2

I punti neri veri e propri, infatti, non possono essere rimossi dai cerotti poiché solidi e radicati troppo a fondo e, al massimo, utilizzandoli se ne toglierà una minima parte, ma non potranno essere eliminati per intero.

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-male-3

Toccare la pelle aiuta a capire la differenza tra punti neri e filamenti sebacei

Un modo efficace per constatare la differenza tra filamenti sebacei e punti neri è guardare la pelle allo specchio usandone uno ingrandente, e imparare a conoscerla toccandola. I filamenti sebacei, infatti, al tatto non si possono percepire, ma i punti neri sì, in quanto più consistenti!

cliomakeup-cerotti-punti-neri-fanno-maleVia Pinterest

Ragazze, non abbiamo ancora terminato: i cerotti punti neri fanno male sì o no? E come usarli al meglio senza fare pasticci, e quali sono i loro pro e contro una volta per tutte? Scopritelo continuando a leggere a pagina 2!