I solventi per unghie non sono tutti uguali, e negli anni moltissimi brand hanno cercato di realizzare dei prodotti sempre meno tossici e dalle profumazioni sempre più gradevoli.

Oggi l’acetone è più l’unico rimedio per togliere lo smalto: ci sono dei nuovi solventi naturali che lo eliminano senza l’utilizzo di agenti chimici. Inoltre, ci sono davvero tantissimo prodotti tra cui scegliere, acetone free o no.

Anche per quanto riguarda il packaging ci sono delle novità, dai dischetti pre imbevuti, ai flaconi dotati di una spugnetta già imbevuta di acetone. Oppure, ci sono i nuovi solventi anti disidratazione che lasciano le unghie nutrite.

Nel post di oggi vi sveliamo quali tipi di solvente sono i migliori da utilizzare e come realizzare in casa un comodo levasmalto da portare sempre con voi. Iniziamo!

cliomakeup-solventi-acentone-unghie-15

I SOLVENTI PER UNGHIE SENZA ACETONE

Si tratta di prodotti privi di acetone e quindi molto più delicati sulle nostre unghie. Ma non per questo non vuol dire che siano anche meno efficaci. Anzi, in alcuni casi basta una sola passata per rimuovere lo smalto.

cliomakeup-solventi-acentone-unghie-4-smalto

Questi solventi possono essere utilizzati sia sulle unghie naturali che su quelle sintetiche. La loro composizione è priva di acetone e quindi molto più delicata sulle nostre unghie.

MA L’ACETONE FA MALE?

L’acetone è un composto chimico che agisce sulla rimozione dello smalto, la sua composizione disidrata l’unghia perché rimuove anche parzialmente gli oli naturali e l’acqua di cui sono composte le unghie e contenute nella lamina.

L’equilibrio umidità/oli temporaneamente perso, viene comunque velocemente ripristinato dall’organismo e proprio per questo motivo un uso non eccessivo di prodotto non danneggia le unghie.

l’acetone deidrata le unghie privandole degli oli naturali e dell’acqua di cui sono composte

Sono molti i miti legati a questo prodotto, ma spesso non hanno veridicità. Anche l’ente FDA (Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici) approva l’uso di questi prodotti, se si seguono le istruzioni che vengono riportate sulle etichette. Come ad esempio: usare il prodotto in un luogo ben ventilato, non respirare direttamente i vapori dell’acetone e tenere lontano dalle fonti di calore.

cliomakeup-solventi-acentone-unghie-5-cartoccio-argento

Per usare meno acetone potete creare dei cappucci con la carta alluminio e lasciare agire

QUANDO UN PRODOTTO È DAVVERO NATURALE

Spesso leggiamo sulle confezioni parole come: naturale, arricchito d’aloe e con Vitamina E. Alcuni di questi prodotti però ci ingannano e bisogna imparare a leggere attentamente le etichette se vogliamo davvero utilizzare un prodotto non aggressivo per le nostre unghie e dannoso per la nostra salute.

il metanolo è dannoso tanto quanto l’acetone

Infatti, anche su molti prodotti “ecosostenibili” figura il metanolo. Nel 2009 secondo delle ricerche fatte dall’Istituto di Ricerca Good Housekeeping era risultato che il solvente della HoneyBee Gardens contenesse al suo interno il metanolo, spacciando però il prodotto come naturale.

cliomakeup-solventi-acentone-unghie-1-honeybee-nail-polish-remove

HoneyBee Gardens, Mails Polih Remore. Prezzo 9,99$

In seguito alle accuse mosse all’azienda il metanolo è stato rimosso, mentre sono stati aggiunti Aloe, Vitamina E ed estratto di Equiseto facendo così rientrare finalmente il prodotto tra i naturali.

cliomakeup-solventi-acentone-unghie-3-peacekeepercliomakeup-solventi-acentone-unghie-3-peacekeeper

 

Un ottimo esempio di un prodotto naturale e per uno stile di vita ambientalista a 360° è il solvente per unghie promosso dalla ditta Americana Peacekeeper® . Il solvente “Eco-Easy Vegan Nail Polish Remover” è composto da: alcool proveniente dalla fermentazione della barbabietola da zucchero, glicerina, menta verde e rosmarino. Il composto è biodegradabile al 100%. È quindi adatto alle donne che sono sensibili a tali tematiche ed è completamente privo di allergeni.

Ragazze, non abbiamo finito. Nella prossima pagina vi vogliamo mostrare quali sono i solventi per smalto migliori di cui vi potete fidare per la loro qualità e i meno aggressivi  selezionati per voi. Inoltre, vi mostreremo come realizzare dei comodi dischetti leva smalto da portare sempre con voi. Continuate a leggere!

12 COMMENTI

  1. I solventi acetone-free sono una grande trovata di marketing e null’altro. Qualsiasi solvente rimuova lo smalto, dovendo scioglierlo, inevitabilmente scioglierà anche gli oli dell’unghia e seccherà l’unghia, su questo non c’è nulla da fare. Anzi, spesso le sostanze usate al posto dell’acetone (etilacetato, butil acetato, alcol isopropilico, etanolo) sono pure più aggressive. Per cui non lasciamoci incantare. La vera differenza la fa la composizione del levasmalto, ovvero se insieme al solvente è presente una certa quantità di oli ecco che non risulterà più così aggressivo senza lasciare la patina bianca sull’unghia. Altro discorso per i solventi naturali: se il motivo è di tipo ambientale/etico allora OK, ma un solvente naturale non fa meno male di uno sintetico, per il motivo che sono esattamente la stessa cosa: etanolo di origine naturale è identico a etanolo di sintesi, non importa l’origine.

  2. Io ormai da un bel po’ mi sono convertita al semipermanente – gel, trovandomi benissimo, avendo però sempre usato gli smalti ho usato più o meno tutti i solventi disponibili.. Ricordo che quelli ricchi di oli (ad azione idratante ed addolcente) mi lasciavano sempre questa patina untuosa sull’unghia, che non se ne andava mai prima di 2/3 lavaggi.
    Idem per il levasmalto rapido, avevo quello di Sephora ma dopo poco l’ho dovuto cestinare perché rilasciava il colore pure sul polpastrello!

  3. Pensavo di aver letto “mentolo”, poi mi sono detta “c’è qualcosa che non quadra” e ho riletto “metanolo”. Annamo bene!
    Comunque sono d’accordo con Marta: il solvente porta via tutto quello che gli è affine che sia smalto o oli dell’unghia e della cute. Non può scindere.
    Il levasmalto con la spugna lo odio perché sporca le dita. I dischetti imbevuti bisogna stare attentissime altrimenti si seccano dopo poco l’apertura. Li avevo comprati già fatti e non ne era valsa la pena.

  4. Uso il solvente ad immersione di Sephora, a lungo andare le unghie comunque si seccano, ma c’è un rimedio semplice…una goccia di olio di oliva da massaggiare alla sera sulle unghie! Risultato ottimo!

  5. Sinceramente non è un problema che mi sono mai posta … nei periodi in cui lo uso spesso lo uso una volta alla settimana quando cambio lo smalto. Inoltre una volta tolto lo smalto e fatta la manicure, faccio un impacco con l’olio nutriente quindi non credo che incida sulla salute delle mie unghie. Non ho mai notato una particolare differenza nei diversi tipi a parte quello della Diadermine, che è oleoso e non secca per nulla ma ha un’odore che non sopporto. I dischetti li trovo inutili almeno quelli che trovo in UK sono inutili (e cari), quindi se sto via più di una settimana e mi trovo nella situazione di dovermi rifare le unghie preferisco comprare una bottiglietta sul posto, non è un prodotto caro. Il barattolo mi piace molto soprattutto quello della Nails Inc che veramente toglie tutto, ma non si può usare sui piedi … quindi ho sempre e comunque bisogno della bottiglia e cotone.
    Sono curiosa di provare quelli specifici per la nail art e il glitter.

  6. non ho mai provato quello della Cien, io ne usavo uno oleoso della Diadermine (la trovo in Francia), il prodotto è veramente buono ma ha un’odore orrendo, dovevo portare fuori la spazzatura immediatamente e lavarmi le mani perchè me lo sentivo dappertutto. Stavo per comprare l’Essence Viola sabato … poi ho preso Sally Hansen delicato, buono a sapersi!

  7. Io da Esselunga trovavo le saleviette levasmalto. Non so se ci sono ancora. Imo, tornano bene se lo smalto è chiaro e dato in una sola passata. Se è scuro e dato in più passate fa solo un pasticcio e poi servono almeno 2 o 3 salviette. Il solvente a immersione della pupa è ottimo, uno dei migliori secondo me. Però se si usano abitualmente smalti scuri, dopo qualche uso macchia le mani.

  8. Mah onestamente l’ho preso perchè era scontato, ma vale come gli altri non farei i salti mortali per un solvente

  9. Io anni fa usavo un solvente in dischetti che sembrava un olio, Era ottimo e non ne ricordo più il nome peccato non si trovi più

LASCIA UNA RISPOSTA