È dai primi anni del ‘900 che noi donne dobbiamo lottare con i peli sotto le ascelle: già la moda di quell’epoca imponeva alle donne di depilarle, e quel preconcetto è arrivato intatto fino a noi.

Solamente negli anni ’70, con il movimento femminista, le donne hanno iniziato a ribellarsi al dovere di estirpare tutti i peli dal proprio corpo. Ma ancora oggi, nel 2018, le donne (soprattutto se famose) vengono insultate se fanno emergere dai loro vestiti zone non rasate.

In questi ultimi mesi, in particolare, sono state ferocemente criticate due donne appartenenti al mondo dello spettacolo: Gigi Hadid e la figlia di Madonna, Lourdes. Vediamo insieme che cosa ha suscitato tale scandalo!

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-1

QUANDO ALLE DONNE FU “IMPOSTO” DI TOGLIERSI I PELI SOTTO LE ASCELLE

Erano i primi anni del ‘900 quando le donne dissero addio ai peli sotto le ascelle. Nel 1915 la rivista Harper’s Bazaar annunciò che gli abiti senza maniche erano finalmente stati sdoganati. Le donne potevano ufficialmente mostrare le braccia in pubblico.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-3-harper's-bazaar

Portare le braccia scoperte significava eliminare i peli sotto le ascelle. Iniziarono così a comparire sulle riviste pubblicità di creme depilatorie e rasoi per donne.

fin dai primi del 900 alle donne viene detto di rasarsi le ascelle

Fu in quegli anni che iniziò la “lotta” delle donne alla depilazione.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-12-pubblicita-1920

“Senza imbarazzo!” lo slogan per rimuovere i peli 

Molte riviste iniziarono a pubblicizzare i prodotti per eliminare gli antiestetici peli sotto le ascelle. Se per decenni erano stati considerati inoffensivi e normali, tutto d’un tratto divennero uno dei nemici primari della bellezza.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-14-veet-depilazione

Anche in Italia, la pubblicità della crema depilatoria della Veet

Nel 1922 a Lawrence, in Kansas, il caso di una donna che si era tagliata con un rasoio nel tentativo di depilarsi le gambe finì addirittura sui giornali. In quegli anni infatti la depilazione era una completa novità e fino al 1920 solamente le ballerine e le attrici si depilavano.

LA MODA DI DEPILARSI GAMBE E ASCELLE NEGLI USA E IN ITALIA

Negli anni ’40 in America ormai la depilazione era diventata una cosa normale e più del 56% degli annunci pubblicitari sulle riviste di moda come la Harper’s Bazaar promuovevano quella delle gambe. Per chi non si adeguava alla moda c’erano messaggi di biasimo. Nel 1939 un pubblicità recitava così: “Le calze alle caviglie al campus vanno bene, le gambe pelose no”. 

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-9-pubblicità-depilazione

Infine agli inizi degli anni ’50 la trasformazione era completa e tutte le donne si depilavano.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-5-marilyn-monroe

Marilyn Monroe posa in rosso, e mostra i suoi peli sotto le ascelle senza preoccuparsene

In Italia, la moda di depilarsi arrivò solamente tra la fine degli anni ’60 e gli inizi degli anni ‘70. Le prime che si adeguarono a questa moda furono le attrici e le modelle.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-16-sophia-loren

La bellissima Sophia Loren e i suoi peli sotto le ascelle

LA “RIVOLUZIONE” FEMMINISTA  PRO-PELO

Con il passare degli anni, ci furono svariati tentativi di ribellione da parte delle donne che ancora oggi considerano del tutto normale non depilarsi le ascelle. Il richiamo è agli anni ’70 e al movimento femminista, che incoraggiava le donne a lasciare crescere i loro peli in libertà, non omologandosi ai canoni di bellezza imposti dall’uomo.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-7- Paloma-Goñi

L’attivista spagnola Paloma Goñi

Ancora oggi il tema dei peli sotto le ascelle è molto controverso. Nel 2013 l’attivista spagnola Paloma Goñi ha detto NO al rasoio e come segno di protesta non si è depilata per più di sette mesi.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-6-peli-colorati

Il 2015 verrà ricordato come l’anno delle ascelle colorate!

Sono passati cinque anni e ancora si sente parlare di “scandalo alle ascelle pelose”. Nel 2015 per promuovere la “libertà di pelo” ci fu la moda di tingersi i peli delle ascelle di colori crazy. Come dimenticare le ascelle rosa di Miley Cyrus, che diedero tanto scandalo?

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-1-miley-cyrus

I peli rosa di Miley Cyrus

Come dicevamo, in questi mesi non sono mancate le critiche a Lourdes Maria Leon Ciccone, la figlia della cantante Madonna, che in una foto con la madre ha mostrato le sue ascelle pelose. O ancora le critiche feroci che sono state mosse a Gigi Hadid per lo spot in cui ha le ascelle pelose.

cliomakeup-scandalo-peli-ascelle-4-julia-roberts

Julia Roberts alla presentazione del film “Notting Hill”

Ragazze, nella prossima pagina vedremo nel dettaglio come i social hanno reagito ai peli di Lourdes Ciccone e di Gigi Hadid, e scopriremo perché nel 2018 questi peli sono ancora considerati un tabù. Continuate a leggere!