I tatuaggi non sono solamente una moda, ma per molti sono uno stile di vita e un modo per decorare il proprio corpo. Oltre al soggetto, che di solito è una decisione molto personale, si può scegliere tra tantissimi stili differenti, che sono anche loro dettati, in parte, dai trend, in parte dalla posizione del tattoo o dal soggetto stesso.

A tal proposito abbiamo deciso di intervistare Enrico Migliorati, in arte Nero, proprietario del NeroInk Tattoo di Milano. Enrico ha perfezionato la sua arte girando il mondo: è stato in India, in Thailandia e in Inghilterra. Infine nel 2010 ha aperto il suo primo studio, e oggi è proprietario di vari tattoo shop in Italia e all’estero. Il suo stile è il tradizionale, ma al suo fianco lavorano molti altri tatuatori, ed ognuno di loro padroneggia uno stile particolare.

Abbiamo deciso di intervistarlo per aiutarci e aiutarvi a capire meglio il mondo del tatuaggio e a chiarirci le idee rispetto agli stili più attuali, ma anche alle cure e, in generale, alla filosofia che c’è dietro questa pratica di modificazione corporea. Seguiteci nel post!

cliomakeup-come-scegliere-tatuaggio

LE TENDENZE PIÙ ATTUALI DEL MONDO DEL TATTOO

TC: Ciao Nero e grazie di averci dedicato il tuo tempo, per chiarirci le idee sul mondo del tatuaggio, e su quali sono ad oggi gli stili di tattoo più richiesti. Iniziamo con una domanda semplice: come sono cambiati negli anni gli stili di tattoo?

N: Gli stili sono cambiati molto e negli ultimi anni si è andato lentamente a perdere il cliché del tatuaggio di ribellione o classificazione sociale. Stanno prendendo sempre più piede i tatuaggi decorativi ed ornamentali. Ovviamente questo non vuol dire che tutti facciano tatuaggi senza significato. Ma negli ultimi anni ho potuto notare che la massificazione ha colpito anche il mondo del tatuaggio.

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-1

Le foto dei tatuaggi sono dall’account Instagram ufficiale dello studio @neroinktattooshop


LINEE PULITE E STILE GRAFICO: GLI STILI DI TATUAGGIO DI OGGI

TC: Qual è la tendenza di oggi nel mondo del tatuaggio?

N: Ad oggi ci sono varie tendenze, e sicuramente come in ogni stile artistico anche il tatuaggio ha avuto un’evoluzione con il passare degli anni. C’è stato un grande cambiamento negli ultimi tempi: ad esempio negli anni ’90 andavano di moda i tatuaggi giapponesi, i tribali e il fantasy.

Oggi, con la possibilità di ricercare sempre più facilmente sul web idee e immagini differenti, gli stili di tattoo si sono evoluti velocemente, dando la possibilità alle persone di trovare quello più vicino al loro gusto.

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-3

Lo stile tradizionale di Enrico @nerotattooartist

AFFIDARSI SEMPRE AD UN TATUATORE SPECIALIZZATO

TC: Dunque, secondo te quali sono stati gli stili di tatuaggio più in voga negli ultimi anni? Cosa consiglieresti a chi è al suo primo tatuaggio?

“affidarsi ad un tatuatore specializzato PERMETTE DI creare un’idea unica e originale “

N: Indubbiamente consiglierei di non farsi influenzare da persone che non fanno parte del settore.

Ma di affidarsi invece ad un tatuatore specializzato, con cui creare un’idea unica e originale, pensata appositamente per il cliente.

 

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-12

Nello studio di Enrico lavorano anche altri tatuatori come @memorial_fields e @andy_sailor_cat

Ovviamente, la scelta dello stile è differente per ognuno a seconda del proprio gusto personale. Può essere una buona idea quella di curiosare tra i profili Instagram di vari tatuatori per iniziare ad orientarsi.

giphy

Credits: @giphy

Gli stili più in voga negli ultimi anni sono sempre più influenzati da uno gusto grafico pulito: illustrazioni, blackwork, mandala e dotwork (caratterizzato da piccoli puntini) sono quelli che vanno per la maggiore.

GLI STILI DA SCEGLIERE IN BASE ALLA FORMA DEL CORPO

TC: Ci sono degli stili che sono più indicati per alcune parti del corpo? Quali sono?

N: Certamente! Ad esempio per il tatuaggio underboobs è particolarmente indicato uno stile decorativo, come può essere il mandala o il dotwork, che va ad esaltare in modo naturale le forme del corpo. Oltre agli stili, è fondamentale per una buona riuscita di un tatuaggio, scegliere il disegno e la forma più adatta ad una determinata parte del corpo, al fine di rendere più armoniosa possibile l’inclusione del tattoo.

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-8

I tatuaggi sotto il seno devono armonizzarsi con il corpo questo è in stile dotwork

TC: Quanto la moda, le celebrity e i social influenzano le scelte dei clienti e hanno cambiato la concezione di tatuaggio?

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-5

Lo stile illustrativo di @memorial_fiels

N: Certamente, i social hanno influenzato tantissimo le persone, ma come professionista sconsiglio sempre di copiare i tatuaggi che si vedono addosso alle persone in generale e non solo alle celebrità. Non solo perché ogni tatuaggio ha un significato diverso, ma soprattutto perché non è eticamente corretto nei confronti sia di chi ha addosso il tatuaggio sia del tatuatore che l’ha eseguito.

cliomakeup-intervista-tatuatore-nero-ink-4

@memorial_fields

Ragazze, l’intervista non è ancora finita! Nella prossima pagina, tra le altre cose, scopriremo come mantenere un tatuaggio bello e luminoso come appena fatto. Continuate a leggere!

26 COMMENTI

  1. Grandi! Finalmente parla un tatuatore 😀

    Da appassionata ed esperta commentatrice dei vostri articoli a tema, dico che purtroppo penso che molte persone “non ci arrivino” a capire se un tatuatore non è bravo, non so perchè, forse alcuni non riescono proprio a riconoscere i disegni fatti davvero male o i tatuaggi mal eseguiti… Ci sono instagram pieni di tatuaggi fatti da cani con persone che fanno i complimenti (e tantissimi clienti che continuano imperterriti a tatuarsi da certi tatuatori incapaci)…
    Ragazze/i, guardate BENE i lavori del tatuatore prima di andare a tatuarvi! Se non siete esperti nel valutare i lavori artistici, vi consiglio anche di farvi aiutare facendo vedere i lavori del tatuatore scelto a qualche amico più esperto… Certo, molti difetti dei tattoo dipendono dalla reazione della pelle, dalla cura e da tanti altri fattori esterni che non dipendono dal tatuatore, ma certi altri sono proprio fatti male, sia nel disegno che -troppo spesso- volte anche nell’esecuzione!
    Un’altra cosa: se volete fare una cover perchè un tatuaggio non vi piace (ovvero è venuto male, non perchè avete cambiato idea) SCONSIGLIO assolutamente di tornare dallo stesso tatuatore… Vedo troppa gente che lo fa, magari perchè propone sconti o prezzi di favore, e vi assicuro che la “cover della cover” non è una passeggiata

  2. Bella questa intervista!finalmente parla un esperto!anche perché io vedo spesso gente tatuarsi qualcosa per moda e poi pentirsene..pensate bene ai vostri tatuaggi, createvi un’idea e cercate l’artista giusto che possa farlo!e allarmatevi quando il prezzo è troppo basso, in uno studio fra materiali, mano d’opera, tasse e affitto del locale, pagare un tatuaggio tanto meno di 50€ deve farvi partire il campanello d’allarme!
    Il prezzo di un tatuaggio infatti non va solo in base alla dimensione, ma anche e soprattutto in base ai materiali, i tatuatori infatti per un tatuaggio anche minuscolo hanno una spesa minima di 45€.
    E soprattutto NON COPIATE!!!i tatuaggi sono una proprietà intellettuale di chi lo crea e di chi sulla pelle ce l’ha!siate creativi non copioni

  3. Purtroppo c’e’ ancora molta gente che premia la quantita’ piuttosto che la qualita’ e allora ben gli sta e che si tengano le cose fatte male.

  4. il mio personalissimo consiglio per chi cerca ispirazioni e bravi professionisti è quello di andare alle Tattoo convention, ne fanno praticamente in ogni città!! Girate tra gli stand, guardate i loro lavori in foto e quelli che stanno che stanno facendo sul momento, parlate con loro e guardate le gare a fine giornata…c’è sempre da rimanere piacevolmente sorpresi!

  5. Mancava una domanda a questo vero artista, ma se una persona realizza il disegno del tatuaggio che vuole farsi fare, un tatuatore lo fa uguale o lo personalizza? Perchè io il mio l’ho disegnato ed è molto semplice, ma mi frena il fatto che poi possano stravolgerlo e cambiarlo completamente.

  6. Chiedo ancora a chi si occupa di curare la parte tecnica del blog come mai se sto un paio di giorni senza commentare mi richiede “accedi alla community”? Mi capita da un po’ di tempo e troppo spesso. Vi ringrazio se poteste sistemare una volta per tutte questo problema, perchè sono andata avanti un sacco di tempo senza commentare eppure non mi richiedeva mai di fare il login ogni due giorni. Grazie in anticipo per quello che potrete fare, scusate a tutte per l’OT.

  7. Secondo il mio parere da ignorante, un artista rispetta le idee del cliente. Magari può consigliare, ma non stravolgere.
    Anchenio ho lo stesso dubbio, ne ho disegnati un paio da fare, i miei primi tatuaggi..

  8. Dipende molto dal tatuatore, io ho diversi tattoos, ognuno realizzato da un tatuatore differente, tra tutti uno solo é un’opera originale dell’artista =)
    Secondo me la prima domanda che ti devi porre é: “Il mio disegno rispecchia uno stile particolare?” Se la risposta é si, allora ti consiglio di dirigerti da un professionista specializzato in quello stesso stile. Ad esempio, non puoi pretendere che un tatuatore specializzato nel New School ti replichi un disegno in stile Goth (ne ho sparati due a caso, giusto per fare un esempio!), sarebbe irrispettoso nei suoi confronti e, per quanto il tatuatore sia bravo e famoso nel suo stile, non é detto che lo sia altrettanto nel replicarne un altro.
    Un professionista serio dovrebbe essere sia in grado di creare disegni originali (io con l’ultimo mi sono fidata ad occhi chiusi limitandosi a dargli il soggetto perché il mio interesse principale era proprio quello di avere una sua “opera”), sia di ascoltare ed assecondare i desideri del cliente, ovviamente entro i limiti della sua specialità.
    Nel tuo particolare caso ti consiglio di sbirciare i profili Instagram di tutti i tatuatori della tua zona, fatti ispirare, e una volta sceltone uno informati per sapere se sia disponibile a replicare il tuo disegno, mostraglielo e discutetene insieme. Anche questo fa parte del suo lavoro!
    Spero di esserti stata utile =)
    In bocca al lupo!

  9. Concordo su tutto ciò che ha scritto Laura, basta specificare al tatuatore “prescelto” che vuoi riprodurre fedelmente il tuo disegno (c’è chi lo fa ad esempio coi disegni dei figli e cose simili… La mia tatuatrice lo fa tranquillamente!) spiegando che appunto l’hai disegnato tu. Alcuni sono restii a farlo e tendono a personalizzare tutto perchè magari pensano che hai preso il disegno da internet e non vogliono copiare “pari pari” il disegno di un altro tatuatore…

    Non so che tipo di disegno sia né che capacità artistiche tu abbia, ma mi è capitato che i miei amici consigliassero a clienti come te di “aggiustare” il disegno, visto che a volte qualcuno si presenta con soggetti disegnati davvero male (non sto parlando di quelli fatti dai bambini, ovviamente! :D)… Nessun tatuatore sano di mente farebbe uscire dal suo studio un cliente con un brutto tatuaggio 😀

  10. Può consigliare, certo, ma è come quando una parrucchiera si “rifiuta” di fare un dato lavoro a una cliente (ad esempio passare dal nero al bianco e fare la permanente in un giorno): 1) è il suo lavoro, lo saprà cosa è ok e cosa no. 2) Nessuno vuole farsi brutta pubblicità, anche se il cliente ha espresso una volontà precisa.
    Ovviamente se si tratta di disegni non modificabili (ad esempio che hanno uno speciale valore affettivo, come il disegno fatto da un figlio o da una persona scomparsa…) il tatuatore tendenzialmente non farà obiezioni, cosa ben diversa è se semplicemente mi sono disegnata un tatuaggio da sola e magari il disegno non è il massimo! 😉

    Io disegno e dipingo da sempre, ho una decina di tattoo ma non ho mai avuto le pa**e di tatuarmi un disegno fatto da me! Vi invidio 😀

  11. è ovvio che dipende sempre da cosa hai disegnato,
    nel senso che trasferire su pelle un disegno fatto su carta non è sempre così facile,
    ad esempio se il tuo è un disegno solo di linee non ci saranno problemi a riprodurlo, se invece è un disegno colorato bisogna tenere conto di molte cose, soprattutto delle dimensioni.
    I tatuatori sono prima di tutto degli ottimi disegnatori, e hanno sicuramente esperienza e occhio nel saperti dare qualche utilissimo consiglio senza stravolgere il tuo lavoro.

  12. Alcuni secondo me non sono proprio in grado di valutare un disegno fatto bene/male (come me se dovessi giudicare la qualità di un testo scritto in giapponese)… Non distinguerebbero un disegno fatto da un bambino da uno fatto da Leonardo… Vedo certa gente super soddisfatta di lavori osceni che farebbero inorridire anche un cieco… Non trovo spiegazioni!

  13. Grazie mille per il suggerimento, ne terremo sicuramente conto per i prossimi post sui tattoo. Un bacio!

  14. Ahhh ha interessante…! I vorrei fare un tatuaggio ma mi manca la determinazione. Un po perché sono indecisa su cosa disegnare, un po perché non vorrei pentirmene.
    Non so davvero cosa mi potrebbe piacere per sempre, averlo impresso nella pelle… Per me è tutto cosi passeggero

  15. Si.
    E’ anche vero che forse l’occhio va allenato e se uno non e’ mai stato esposto alla qualita’ o non ha mai avuto termini di paragone si accontenta di quello che viene proposto.

  16. grazie. Il mio disegno è molto semplice, piccolo e nero con ombreggiature….non mi piacciono i tattoo colorati.

  17. Non è “palesemente brutto” si tratta di un disegno semplice, piccolo e nero con ombre….sono due lettere scritte in corsivo che si intrecciano in modo armonioso e che hanno un significato importante anche se potrebbe sembrare banale. Visto che a disegnare me la cavo discretamente sono la prima a non volere un tatuaggio fatto male, altrimenti avrei chiesto a qualcuno di realizzare il disegno al posto mio. Grazie a te e a tutte le ragazze che mi hanno dispensato ottimi consigli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here