Da Winnie Harlow a Amy Deanna. Dalle bambole con la vitiligine alle beauty guru che ricreano questa condizione col trucco. Stando al mondo della moda e della bellezza, la vitiligine sembrerebbe ormai considerata in tutto e per tutto un punto di forza, una caratteristica che rende affascinanti, unici e, in una parola, belli.

Eppure esiste un’altra faccia della medaglia: quella vissuta da persone reali che ogni giorno fanno i conti con i pregiudizi, l’insensibilità, la maleducazione. Che ogni giorno combattono sguardi indiscreti e domande che lasciano trapelare un’ignoranza disarmante e, francamente, non più tollerabile nel suo ridicolo anacronismo. Il lato oscuro di un’epoca in cui l‘inclusività non dovrebbe nemmeno più essere oggetto di discussione, e che, come purtroppo spesso accade, porta alla luce un sottobosco di arretratezza, disinformazione e, in molti casi, di autentica pochezza.

Oggi, nella Giornata Mondiale della Vitiligine, abbiamo deciso di dire la nostra, o meglio, far parlare 23 immagini che mostrano come la vitiligine non debba più essere una condizione da dover necessariamente nascondere. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di intervistare Riccardo, amministratore del più grande gruppo social italiano sulla vitiligine, Vitiligine (Psiche & Derma). Sulla base della sua esperienza e di quella degli oltre 4000 membri del gruppo, Riccardo ci ha aiutato a fare chiarezza su alcuni aspetti di questa condizione e soprattutto su cosa significa viverla (bene) ogni giorno. Iniziamo!

cliomakeup-foto-vitiligine-1-corpo-visoPhoto Credits: @Brock Elbank via Buzzfeed

COS’È LA VITILIGINE

Per  spiegare cos’è la vitiligine, lasciamo la parola a Riccardo, fondatore e amministratore del succitato gruppo di Facebook Vitiligine (Psiche & Derma): “La vitiligine è una malattia cronica della pelle, caratterizzata da ipomelanosi o leucodermia cioè dalla comparsa sulla cute, sui peli o sulle mucose, di chiazze non pigmentate, cioè zone dove manca del tutto la fisiologica colorazione dovuta alla melanina.

cliomakeup-foto-vitiligine-5-uomo-corpo

Photo Credits: @Brock Elbank via Buzzfeed

La vitiligine colpisce senza particolari distinzioni di sesso, razza o etnia. Si stima che ne sia colpita il 2-3% della popolazione mondiale, ma non esistono censimenti ufficiali attendibili in merito. Considerato che i soggetti colpiti da vitiligine tendono ad occultarla, la percentuale reale, probabilmente, è decisamente più alta.

VITILIGINE: DA COSA È PROVOCATA?

Allo stato attuale delle conoscenze è considerata un disturbo primitivo, acquisito, poligenico e multifattoriale, con una eziopatogenesi complessa ed elusiva alla quale parteciperebbero fattori sia genetici, sia immuno-mediati, sia endocrini e metabolici, sia infiammatori. Secondo alcune teorie, anche neurali o virali. cliomakeup-foto-vitiligine-4-uomo-corpo-viso

Photo Credits: @Brock Elbank via Buzzfeed

Pertanto la vitiligine viene oggi interpretata come una sindrome nella quale diversi fattori causali (anche traumi psicologici) possono, da soli o in sinergia, indurre la scomparsa o la perdita di funzionalità dei melanociti cutanei in soggetti geneticamente predisposti.

“LA VITILIGINE NON INCIDE SULLA SPERANZA DI VITA, MA PUÒ AVERE PESANTI RIPERCUSSIONI SULLA SUA QUALITÀ”

I fattori di rischio includono una storia familiare della condizione o altre malattie autoimmuni, come l’ipertiroidismo, l’alopecia areata e l’anemia perniciosa.

La vitiligine non incide sulla speranza di vita, ma può avere pesanti ripercussioni sulla sua qualità, in termini psicologici.

cliomakeup-foto-vitiligine-3-donna-pelle-scura

Photo Credits: @Brock Elbank via Buzzfeed

Alcuni recenti studi ipotizzano la non autoimmunità, ma non esistono ancora solide prove a sostegno di questa teoria.
È completamente infondata la credenza che tale malattia sia contagiosa.”

COS’È IL VITILIGO DAY?

Il World Vitiligo Day è la giornata mondiale dedicata alle persone affette da vitiligine. Anche se non è ancora una evento ufficialmente riconosciuto, viene celebrato in molti Paesi. La data del 25 Giugno coincide con la prematura scomparsa di Michael Jackson, che era notoriamente affetto da vitiligine.

LE STAR AFFETTE DA VITILIGINE

Michael Jackson non è l’unica star di calibro internazionale affetta da vitiligine. Qui sul blog, per esempio, abbiamo parlato spesso di Winnie Harlow, supermodella salita alla ribalta nel 2014, dopo la sua partecipazione ad America’s Next Top Model.

cliomakeup-foto-vitiligine-9-winnie-harlowCredits: @The Cut

Oggi Winnie è famosissima per essere stata, ad esempio, il volto di Desigual, per essere apparsa in copertina delle più prestigiose riviste di moda, nonché nel celeberrimo video Lemonade di Beyoncé. Durante tutta la sua infanzia, Winnie è stata vittima di un feroce bullismo da parte dei compagni di classe, al punto da essere costretta a lasciare la scuola.

cliomakeup-foto-vitiligine-10-winnie-harlowCredits: @thedouglasreview.com

La fama di Amy Deanna, invece, è più recente. Probabilmente alcune di voi, in quanto beauty addict, ne avranno già sentito parlare, perchè qualche mese fa Amy è diventata il volto di CoverGirl.

cliomakeup-foto-vitiligine-11-amy-deanna.jpgCredits: @tucmag.net

Amy ha raccontato in alcune interviste che all’inizio avere la vitiligine è stato “spaventoso“. Ma oggi la sua bellezza unica, e soprattutto la sua grande forza d’animo, le hanno permesso di diventare testimonial di uno dei più grandi brand cosmetici al mondo.

cliomakeup-foto-vitiligine-amy-deannaCredits: @Star2.com

Breanne Rice è anch’essa una modella: nel suo caso la vitiligine è comparsa a 20 anni e fino ai 31 questa ragazza ha continuato ogni giorno a coprire pazientemente le macchie con prodotti ad hoc. “Mi sentivo come se ogni giorno dovessi cancellare tutte le macchie per sembrare normale. Uscire richiedeva ogni volta un processo lunghissimo.”

cliomakeup-foto-vitiligine-12-breanne-riceCredits: @instagram.com/breannerice/

Finché un giorno Brianne ha deciso di dire basta, e ha mostrato al mondo il suo aspetto meraviglioso, lasciando un messaggio che è diventato virale.

cliomakeup-foto-vitiligine-15

“Posso solo amare me stessa, e non lasciare che le circostanze definiscano il mio valore e la mia autostima. Qual è la definizione di bello in ogni caso? È essere perfetti? Cosa vedete quando vi guardate allo specchio? Forse c’è una situazione o qualcos’altro che vi rendono insicuri. Non lasciate che vi definisca (…) Non posso cambiare la mia situazione, ma posso cambiare il mio atteggiamento e come la vivo” Credits: @instagram.com/breannerice/

Ragazze, non è certo finita qui, anzi! Nella prossima pagina passiamo dalle passerelle alla vita reale. Come vivono le persone normali la vitiligine? È vero che è una malattia imprevedibile e non ci sono cure certe? E come fare quando le vittime dell’ignoranza e della discriminazione altrui non siamo noi, ma i nostri bambini? Per scoprire tutto questo e molto di più, girate pagina.