La coppetta mestruale è una piccola grande rivoluzione tutta al femminile: non molti sanno infatti che la prima coppetta moderna, simile a quella che usiamo oggi, è stata inventata nel lontano 1937 da Leona Chalmers.

Oggi, in tutto il mondo, numerosi brand producono coppette mestruali con modelli, materiali, forme, morbidezze, colori e prezzi molto differenti, proprio per andare incontro alle più svariate esigenze delle donne.

Questa varietà è sicuramente un gran vantaggio, ma, d’altro canto, potrebbe generare un po’ di confusione. Proprio per questo oggi ho pensato di creare, in questo post, una guida all’uso della coppetta mestruale, con tanti consigli su come scegliere la taglia più adatta, su come posizionarla nel modo corretto, su come pulirla e tanto altro ancora. L’argomento vi interessa e vi ha incuriosite? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-1-copertina

Credits: @marieclaire.co.uk

BREVI CENNI STORICI SULLA COPPETTA MESTRUALE

Molte ragazze potrebbero pensare che la coppetta mestruale sia un’invenzione piuttosto recente, ma la realtà è ben diversa: la prima coppetta mestruale moderna, simile a quelle che si usano adesso, è stata inventata nel 1937 da Leona Chalmers.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-2-leona

Credits: @menstrualcup.co

L’invenzione della Chalmers non trovò molto seguito a causa di due ragioni principali. Prima di tutto lo scoppio della seconda guerra mondiale rese difficile il reperimento del materiale con cui venivano realizzate le coppette; in secondo luogo la maggior parte delle donne dell’epoca non aveva abbastanza consapevolezza del proprio corpo e della zona dei genitali femminili per poter pensare di usare uno strumento del genere.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-3-storia

La produzione delle coppette fu così sospesa, ma la Chalmers non si arrese e intorno agli anni ’60 ne riprese la produzione, nonostante fosse un prodotto difficile da pubblicizzare senza urtare la sensibilità pubblica. In quegli anni infatti parlare apertamente di mestruazioni, sesso e contraccezione era ancora un tabù.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-4-storia-coppetta

Nonostante le difficoltà le coppette, chiamate Tassette, vennero messe in commercio e incominciarono a riscuotere un buon successo anche grazie all’appoggio di molte ostetriche e medici. Dagli anni ’70 e ’80 in poi, grazie anche all’utilizzo di materiali più adeguati come il silicone medico, l’uso della coppetta mestruale si è diffuso tra moltissime donne di tutto il mondo.

GUIDA ALL’USO DELLA COPPETTA MESTRUALE: PRIMA DI TUTTO, CHE COS’È?

La coppetta mestruale è un piccolo contenitore morbido che, dopo essere stato correttamente inserito all’interno della vagina, non assorbe ma raccoglie il flusso mestruale garantendo l’assenza di fuoriuscite e perdite.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-6-alternativa-assorbenti

Credits:@sciblogs.co.nz

Ad oggi è una valida alternativa agli assorbenti esterni e interni, nonché una scelta igienica, comoda, pratica ed ecologica. Anche in termini di costi, il risparmio è davvero notevole: in media le coppette possono durare tra i 5 e i 10 anni e il loro costo oscilla tra i 7 e i 35 euro circa!

DI QUALI MATERIALI SONO FATTE LE COPPETTE MESTRUALI?

Le coppette mestruali possono essere fatte di diversi materiali di cui il più comune è il silicone medico; alcuni marchi utilizzano invece il TPE (elastomero termoplastico), ovvero un materiale solitamente usato per la creazione dei sex toys.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-8-morbidezza

Di qualsiasi materiale siano composte, le coppette possono variare anche in base alla morbidezza che spesso influisce sulla comodità della coppetta stessa e sulle possibili perdite.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-9-esercizi-pavimento-pelvico

Esistono alcuni esercizi adatti a rinforzare il pavimento pelvico. Credits: @mialleno.it

La morbidezza infatti andrebbe scelta in base alla tonicità del proprio pavimento pelvico: più il pavimento pelvico risulta tonico e attivo più la coppetta dovrebbe essere meno morbida per potere garantire la giusta resistenza al pavimento pelvico stesso che si contrae e si schiaccia.

IN CASO DI DUBBI È SEMPRE MEGLIO RIVOLGERSI AL MEDICO O A UN’OSTETRICA

Per esempio, dopo uno o più parti naturali, è possibile che il pavimento pelvico diventi meno tonico e che quindi abbia un assetto differente da prima: in questo caso sarebbe bene scegliere una coppetta più morbida che meglio si adatti a questa situazione.

-guida-uso-coppetta-mestruale-18-pavimento-pelvico

Credits: @elisasergi.it

COME SCEGLIERE LA COPPETTA MESTRUALE GIUSTA?

Innanzitutto bellezze vi ricordo che esistono medici e ostetriche che organizzano incontri o consulenze personalizzate per aiutare le donne a scegliere la coppetta mestruale ideale in base al proprio caso specifico.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-10-taglie

Credits: @lunette.com

La taglia infatti andrebbe scelta in base al proprio canale vaginale: anche se tra la taglia più piccola e quella grande ci sono solo circa 5mm di differenza questi possono risultare parecchio fastidiosi per molte donne, quindi è importante stare attente durante la valutazione della taglia da acquistare.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-11-scegliere-taglia

Via Youtube

Capita molto spesso che nelle istruzioni delle coppette stesse venga riportato che dopo i 30-35 anni andrebbe usata una taglia più grande: purtroppo questo dato non può essere preso come valore assoluto perchè i fattori che incidono sulla scelta sono legati all’anatomia personale di ogni donna.

LA TAGLIA DELLA COPPETTA NON VA SCELTA IN BASE AL PROPRIO FLUSSO MESTRUALE

Infine la coppetta non deve essere scelta in base al proprio flusso mestruale. Se, per esempio, una donna ha una conformità fisica che richiede una taglia piccola, ma ha un flusso abbondante, non dovrà usare una coppetta più grande perchè questa potrebbe risultare molto fastidiosa. In questo caso quindi le basterà semplicemente svuotare la coppetta più frequentemente, ma non cambiarne la taglia.

cliomakeup-guida-uso-coppetta-mestruale-12-svuotare

Via Giphy

Le coppette possiedono un volume che può variare da circa 10-12 mm a 30-32 mm: genericamente una donna con perdite nella norma che sceglie una coppetta di taglia piccola può tranquillamente svuotarla anche dopo 4/7 ore.

Ragazze, non è finita qui! A pagina 2 vi spiegherò come si usa la coppetta mestruale, come dovrebbe essere pulita, come si inserisce nel modo più corretto per evitare perdite e infine come si toglie! Continuate a leggere!