Lo shopping è una delle più grandi passioni dell’universo femminile e non solo! E come potrebbe non esserlo? Ci siamo sentite tutte almeno una volta le protagoniste del romanzo I love Shopping! È stupendo girare per i negozi, ammirare le vetrine e tornare a casa con sacchetti pieni di cose che amiamo. Spesso però prese dall’euforia del momento compriamo capi che poi non ci piacciono così tanto, che restano nell’armadio per secoli. Che si rivelano essere la copia, in un’altra tonalità, di un vestito che avevamo comprato un mese prima!

Oggi vorremmo vedere insieme qualche idea che potrebbe rivelarsi utile per uno shopping intelligente ed efficace! Diciamo addio ad acquisti impulsivi e accogliamo ciò che ci piace e ci convince al 100%! Per scoprire quello che ci è venuto in mente, continuate a leggere il post!

ClioMakeUp-shopping-intelligente-1-i-love-shopping.jpg

L’UTILITÀ PRIMA DI TUTTO

Quante volte vi è capitato di ritrovare, durante il cambio degli armadi o in un momento di riordino compulsivo delle cose che non vi ricordavate neanche di aver acquistato? Uno dei motivi per cui il capo spesso abbandona la nostra memoria è proprio il poco utilizzo… E se lo usiamo poco è perché alla fine dei conti non ne avevamo particolarmente bisogno.

ClioMakeUp-shopping-intelligente-3-armadio-vestiti.jpg

Quando ci accingiamo a fare shopping quindi, potrebbe essere utile chiedersi: questo capo mi serve davvero? Fatevi degli ipotetici outfit nella testa, immaginate le diverse occasioni nelle quali potreste indossare un determinato indumento, pensate a quante cose simili avete nell’armadio.


ClioMakeUp-shopping-intelligente-9-celebs-negozio.jpg

Credits: hawtcelebs.com

Se riuscite a portare termine tutti questi pensieri allora potete pensare di comprarlo, altrimenti ammiratelo e passate oltre!

AMORE A PRIMA VISTA: UN OTTIMO STRUMENTO DI SCELTA 

Non bisogna affidarsi troppo alle prime impressioni tranne nel caso dei vestiti. Ogni tanto ci capita di entrare in un negozio e di rimanere colpite da un capo.

ClioMakeUp-shopping-intelligente-15-amore-prima-vista.gif Possiamo guardarne altri cento ma alla fine penseremo solo al vestito che abbiamo visto inizialmente. Se un capo non ci convince subito e dobbiamo pensarci una decina di minuti, guardandoci e riguardandoci alla specchio, vuol dire che probabilmente non fa per noi. 

ClioMakeUp-shopping-intelligente-2-i-love-shopping.jpg

NELLO SHOPPING NON CI SONO MEZZE MISURE

Se compriamo un abito del quale non siamo pienamente convinte, rischiamo di non utilizzarlo e di sprecare così soldi inutilmente. Per uno shopping intelligente, acquistiamo solo quello che ci piace veramente, affidandoci e fidandoci dei nostri gusti.

ClioMakeUp-shopping-intelligente-10-amore.gifQuindi, se entriamo in un negozio e rimaniamo colpite da un abito in particolare, proviamolo, in modo tale da farci un’idea subito e non tornare a casa pensando: come sarebbe stato se l’avessi indossato anche solo una volta?

Ragazze eccoci a metà del post!! Nella prossima pagina troveremo altri due consigli che potrebbero rivelarsi utili per fare uno shopping intelligente! Continuate a leggere il post!!

11 COMMENTI

  1. È da un po’ che ho deciso di limitarmi. Già non compro cose di scarsa qualità dalle grandi catene, a meno di qualche sfizio mooolto raramente, ma ora anche quando vedo qualcosa che mi piace, magari attirata dai saldi, mi chiedo: ma ne ho bisogno? Quante cose ho già dello stesso tipo e quanto le indosso davvero? Ed il più delle volte le lascio lì, ho già l’armadio che scoppia ed ho deciso che i prossimi acquisti devono essere necessari e/o mirati a valorizzare o sostituire quello che è logoro/fuori moda. Sto facendo lo stesso con skin care e trucco, accumulavo maschere e creme approfittando di sconti o dei viaggi, ora sono sul consumare quello che ho, ed il portafogli ringrazia !

  2. Ammetto di spendere troppo in prodotti beauty quindi cerco di limitarmi. Compro solo cose a cui torno a pensare per giorni, ci sono mille prodotti che comprerei di impulso, ma pochi a cui mi capita di ripensare. Quando questo si verifica, allora acquisto (prevalentemente online).
    Per quanto riguarda vestiti e accessori invece è esattamente il contrario, vado di impulso, se ci penso troppo è perché non mi convince davvero quella determinata cosa. Comunque le occasioni di comprare vestiti scarpe o borse sono molto poche, considerando che mi piace toccare e vedere dal vivo… e il tempo libero per farlo è quello che è.

  3. Devo ammettere che sono un po’ migliorata. Contate il fatto che è da 3 anni che ho finito la scuola e quindi è 3 anni che ho uno stipendio. All’inizio soprattutto mi buttavo su tutto, compravo a manetta sulle catene low cost e sul make-up non ne parliamo. Solo adesso ho iniziato a darmi una calmata, cominciando ad andare meno spesso per i negozi. Purtroppo nel tempo libero quando non sapevo che fare prendevo ed andavo per negozi, spendendo soldi inevitabilmente. Mi rendo conto solo adesso che avrei potuto risparmiare di più. Ho avuto un periodo che spendevo un botto per la skin care e per i prodotti make-up, ho veramente buttato via tanti soldi e quindi mi mangio le mani ora. Ora compro una crema solo quando sto per finire quella che ho e per il make-up compro solo se ho veramente bisogno, perché ho tantissime cose accumulate.
    Per farvi capire ho tutte le palette delle varie nuance della Essence che ora non uso più perché per tutti i giorni uso le due mie palette più care (la Naked e la Chocolate Bar Gold). Purtroppo ho anche tanti ombretti singoli di Kiko, Wycon e vari sparsi in giro che non uso mai. Per consumare tutto quello che ho dovrei truccarmi 3 volte al giorno tutti i giorni, cosa impossibile. Sinceramente questo mi secca molto perché è stato un vero sperpero di soldi che avrei potuto mettere via o investirli su un pezzo di più alta qualità. Ho anche speso tanti soldi in fondotinta vari che per un motivo o l’altro ho smesso di usare. Qualcuno l’ho regalato altri invece sono lì a occupare spazio. Ho anche tanti rossetti però bene o male a quelli do il giro tutti i giorni e sono prodotti che durano anni (poi c’è anche mia mamma che li usa, mamma accumulatrice di skincare tra l’altro). Quindi adesso mi sono messa in testa il fatto che non mi devo più far tentare iniziando a frequentare meno i negozi e comprando qualcosa solo se mi serve davvero.
    Per quanto riguarda l’abbigliamento sono un po’ più brava perché comunque se prendo qualcosa so che poi lo metto, do abbastanza il giro, anche se ovviamente ci sono capi che uso di più e altri che uso di meno. Resta il fatto che ho comunque troppa roba e l’armadio mi scoppia. Quindi di solito quando faccio il cambio armadio (tra qualche giorno lo faccio) quello che so che non metto più o lo lascio per mia sorella o lo do alla Caritas se non sono rovinati.
    Scusate il commento lungo ma ci stava xD

  4. Ottimo metodo! Io di solito ad ogni cambio armadio butto via qualcosa che non metto più (li dò alla Caritas oppure se so che potrebbe piacere mia sorella li dò a lei)

  5. solitamente compro solo quello che mi serve veramente! posso dire che sono fortunata perchè effettivamente ci sono amiche che in un mese di girovagar enon trovano nulla. io rientro tra quelle che si innamorano delle cose e in quel caso so che è l’acqusito giusto

  6. Io ho troppa roba. Troppi anni con un bel lavoro, che mi hanno permesso di levarmi parecchi sfizi, anche se purtroppo ero troppo giovane per investire nella qualità invece che nella quantità. Ora mi ritrovo casalinga e con due figli piccoli; cambiato il budget e le giornate. Ogni cambio stagione apro gli armadi e inizio a spulciare, questa primavera ho riempito 4 sacchi di vestiti da donare, gli ho messi in cantina e se entro un anno non andrò a cercare nulla allora usciranno definitivamente dalla mia vita. Faccio questo perché è capitato di pentirmi di qualcosa. Alla soglia dei trent’anni sono arrivata alla conclusione che preferisco poche cose, di qualità e utilità indubbia piuttosto che l’imbarazzo della scelta ma che poi toglie spazio e crea ansia. In più non lavorando più non mi serve più il doppio armadio (dovevo vestirmi molto elegante) ma ho timore a cestinare tutto, sono tante cose e costose quindi dovrò trovare loro un posto finche non abbandonerò l’idea di tornare a lavorare tra qualche anno. Per il makeup continuo a riordinare, ora mi segno tutte le date di apertura con un indelebile così quando arrivano a scadenza controllo in che stato sono. Investo molto molto meno soldi di prima, non lavorando mi trucco pochissimo e ho chili di roba. Ricompro ciò che serve e riservo cifre alte solo per i prodotti in polvere (che durano anni e anni) e a quelli per la base (che purtroppo spesso nel low-cost mi creano brufoli). Per gli accessori invece dovrei decidermi a spendere di più, vado sempre in giro in sneakers e mi sento sciatta, le borse ormai sono zainetto e borsa pannolini. Qua devo fare qualche investimento per l’inverno, voglio un bel paio di stivali (polpacci grossi permettendo) e di stivaletti da tutti o giorni. E anxhe un bel cappotto per le mezze stagioni. Ovviamente online, andare per negozi con i pargoli è un suicidio psicologico e solitamente non ci trovo un cavolo perché trovo cose solo per modelle (e io devo ancora perdere 5 chili dal parto più altri 3 per tornare al peso forma che vorrei. Non sono grassa, ma sono più morbida di ciò che vorrei e questo influisce sul mio rifiuto di comprare nuovi vestiti di una nuova taglia o forma e alla fine mi vesto sempre uguale). Non si può fare un post su come vestirsi anxhe se si è casalinghe? Sono stufa di sneakers, leggings e maglie..vorrei sentirmi più curata senza sembrare Moira Orfei che fa la spesa

  7. io ho il problema opposto: fatico moltissimo a comprarmi abbigliamento e se non c’è qualcuno che mi convince a scarpate, di solito rimetto tutto sullo scaffale … perchè non mi piaccio, perchè ho il braccino corto, perchè penso che non è necessario…. Alla fine faccio shopping solo per la mia bimba, è moooolto più divertente!
    a meno che sia shopping on line: niente specchi, niente camerino, niente commesse

  8. Eh, il difficile e non prendermi troppe cose carine e decorate o particolari. Sono quelle che mi saltano subito all’occhio e devo impormi il mantra ” ho troppe cose particolari, sta sul basic, non ti serve”. Ho una cartella in galleria chiamata Wish list dove ci sono foto del capo che voglio o ispirazioni, così ci penso e me le riguardo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here