Donne e uomini vivono in maniera totalmente differente la fine di una relazione. Se è vero che le donne sono emotivamente più colpite, pare invece che gli uomini abbiano maggiore difficoltà ad uscirne nel lungo periodo. Questo concetto potrebbe sembrare un luogo comune, ma a confermarlo ci ha pensato un gruppo di ricercatori dell’università di Binghamton e dell’University College London che ha condotto un’indagine su 5.705 volontari provenienti da 96 Paesi diversi.

Ci teniamo a precisare che bisogna andarci piano con le generalizzazioni. Ogni persona, uomo o donna che sia, soffre e reagisce a modo suo. Esistono però dei comportamenti, influenzati dalla cultura, dal contesto sociale e non solo, che creano dei “modi di agire tendenziali” sui quali è interessante ragionare. Nel post di oggi quindi analizzeremo questi atteggiamenti comuni per capire come gli uomini e le donne vivono la fine di una relazione. L’idea vi ha incuriosite? Allora via con il post!

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-19-copertina

SECONDO L’ANTROPOLOGO CRAIG MORRIS LE DONNE ESCONO DALLA FINE DI UN RAPPORTO EMOTIVAMENTE PIÙ FORTI

Come dicevamo all’inizio, un gruppo di ricercatori dell’Università di Binghamton e dell’University College London ha scoperto che donne e uomini affrontano e superano la fine di un amore in maniera molto differente.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-1-jennifer-aniston-brad-pitt

Lo studio ha coinvolto 5.705 persone di 96 nazionalità diverse, con un’età media di 27 anni, reduci da una rottura più o meno recente. A ognuno dei partecipanti è stato chiesto di valutare il dolore fisico e psicologico su una scala da uno (assente) a 10 (insopportabile).

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-2-bridjet-jones

A condurre lo studio ci ha pensato l’antropologo Craig Morris che ha delineato dei risultati interessanti. Le donne, immediatamente dopo l’addio, hanno riportato maggiori livelli d’ansia e un crollo fisico sfociato in cefalee, insonnia, tachicardia e via dicendo. Allo stesso tempo però hanno mostrato una capacità di recupero invidiabile, riuscendo dopo poco a riconquistare il benessere fisico e psicologico.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-3-la-la-land

Via Giphy

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-14-carrie-bradshaw

Gli uomini invece sembrano “assorbire meglio il colpo”, ma trascinano la sofferenza a lungo, non riuscendo ad accantonare la delusione e la rabbia. Spiega il dottor Morris: “Gli uomini non si riprendono mai del tutto, semplicemente passano oltre”.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-4-500-giorni-insieme

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-20-oliver-connor

LA DIFFERENZA DI COMPORTAMENTO AVREBBE ALLA BASE UNA SPIEGAZIONE EVOLUTIVA

Secondo lo studio la differenza di comportamento avrebbe persino una base evolutiva: la fine di un rapporto presenta, storicamente, più rischi per la donna. La donna investe di più sulle relazioni lunghe, quindi soffre maggiormente quando finiscono.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-5-la-verità-che-non-gli-piaci-abbastanza

“le donne si sono evolute nell’investire molto di più in un rapporto RISPETTO AGLI UOMINI”

Superato il momento di crisi però le donne ripartono senza troppi rimpianti. Al contrario gli uomini hanno un “rischio biologico minore” e forse anche per questo sono meno propensi a ricominciare una nuova storia da zero. Si tratta certamente di meccanismi antichi, che però fanno sentire la loro influenza ancora oggi.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-6-charlotte

Via Giphy

“Un breve incontro romantico potrebbe portare a nove mesi di gravidanza. L’uomo invece potrebbe aver ‘lasciato la scena’ letteralmente pochi minuti dopo l’appuntamento”.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-7-greys-anatomy

Il dottor Morris spera che i risultati di questa ricerca possano essere utili. Comprendendo meglio come il corpo e il cervello reagiscono alla fine di una relazione si potrebbero forse prevenire pesanti conseguenze.

cliomakeup-fine-relazione-uomo-donna-8-desperate-housewives

Ragazze, non è ancora finita! A pagina 2 scopriremo come gli uomini tendono a elaborare la sofferenza e vi mostreremo altri interessanti dati della ricerca dai quali è emerso che sono le donne ad essere più propense degli uomini a porre fine a una relazione! Continuate a leggere!

16 COMMENTI

  1. Io credo che la differenza sostanziale sia una, una donna in una relazione investe tutto, se c’è un problema tenta in ogni modo di risolverlo, capirlo..le tenta tutte e quando decide che è finita….lei ha già sofferto “durante”, ha dato già tutto…quindi chiude e chiude davvero. Un uomo no, un uomo non capisce che c’è realmente un problema finchè non è già tendenzialmente tardi, se lo capisce, quindi non ha il tempo di metabolizzare, di adattarsi…quindi la sua sofferenza inizia quando la donna è già passata alle fase di metabolizzazione.
    Io non ho mai sofferto per la fine di una storia, quando ho chiuso…sono stata bene, alleggerita.

  2. Senza voler generalizzare, sono abbastanza d’accordo con questa analisi. Per quella che è la mia esperienza (che ovviamente non fa statistica) gli uomini soffrono dopo, fanno più fatica a ricominciare, non chiudono mai (piuttosto si comportano male, ma non chiudono), e soprattutto tornano. Magari semplicemente per cercare di sondare il terreno, magari con un messaggio che sembra totalmente disinteressato, qualsiasi cosa, ma tornano. Molto più delle donne.

  3. Assolutamente d’accordo! Mi rispecchio proprio in cio’ che dici. Quando e’ finita e’ proprio The End. Le ho tentate tutte e alla fine il sentimento e’ svanito. Non sono mai tornata sui miei passi. Pero’ sono in lutto temporaneo per quello che era ma non e’ piu’. Poi si ricomincia meglio di prima, una volta elaborato il tutto…se c’e’ ancora qualcosa da elaborare, ma di solito anch’io dico basta quando sono gia’ alleggerita e ho metabolizzato…quindi senza piu’ troppa sofferenza.
    Una cosa che trovo un po’ scioccante e’ il come posso essere totalmente coinvolta da un uomo anche per anni e poi quando chiudo la relazione mi chiedo: ma come ho potuto esserne innamorata? Non mi dice piu’ nulla. Lo incontrassi ora non sarebbe proprio il mio tipo. Come possono cambiare le cose.

  4. Questo post è caduto a pennello… Giovedì sono stata lasciata dal mio ragazzo, tra 15 giorni sarebbero stati 6 anni. Sono stata lasciata senza un minimo di preavviso, si è comportato come sempre fino a 2 giorni prima. Sono distrutta, perché sono stata lasciata con un “non ti amo più” così dal niente, nessuno ci crede, neanche i suoi genitori. E’ destabilizzato mentalmente, mi è stato detto che non è più in lui, non dorme, non mangia, non parla. Qualcosa deve essergli successo. Sono giovane, lo so, dovrei voltare pagina e non pensare più ad uno che mi ha lasciato in questo modo. Ma siccome tutti lo conosciamo bene per essere una persona di cuore e molto, molto, sensibile, la cosa deve essere stata scatenata da qualche problema suo interiore, e ha sbagliato ad allontanarmi da lui invece di farsi aiutare… Ero io la stro*za della coppia, lui era quello ti amo su e ti amo giù… E’ troppo strana tutta questa cosa. Magari poi viene fuori che ha un’altra eh… Ormai mi aspetto tutto da tutti… Però ecco, forse non è finita qua. Sto soffrendo, sì, ma in qualche modo alzo la testa e vado avanti, non mi fermo per nessuno. Tutti mi dicono che tornerà, non mi illudo e non so neanche se lo voglio, perché potrei benissimo chiudergli la porta in faccia, anche se non credo di riuscirci, forse gli darei un’altra possibilità? Non lo so, solo il tempo me lo dirà. Magari tra un mese mi rendo conto che forse sto meglio senza di lui o magari invece no. Chi lo sa, so solo che non ho più lacrime ma che tengo la testa alta, sorrido e rido comunque.

  5. Ha sbagliato due volte, primo…a lasciarti così..su due piedi, ma se non ti ama più…c’è poco da fare. Ha sbagliato perchè se anche lui possa aver pensato di averti dato dei segnali…..doveva avvisarti che qualcosa stava cambiando, è da vigliacchi sputare addosso a qualcuno una cosa così…senza attutire il colpo, senza preparare…la persona che amavi.
    Tu…devi partire dal presupposto che quando si lascia qualcuno la scelta di ciò che si dice è importante, se ti ha detto che non ti ama più..deve essere vero, non ci ha girato intorno, è stato chiaro, che ci sta male è normale, ha investito quanto te in questo rapporto, è normale che si senta spaesato, confuso, avrà i suoi sensi di colpa….ma non puoi fermarti e credere che si sia sbagliato, tu devi prenderne atto e basta, ci stai e starai male, ma bloccarti qui non ha senso. Quel “qualcosa dovrà essergli successo” è chiarificatore, ma non scervellarti in inutili giri mentali, è successo…che si è reso conto di non amarti più ed ora è a pezzi, tutto qui.
    Sei giovanissima, vai avanti e sii meno strUnza in futuro, anche tu avrai meno su cui rimuginare.
    Un bacio Giu ❤

  6. Scusa, ti rispondo solo adesso perché volevo vedere se era una situazione momentanea e invece hai pienamente ragione tu… Solo che è difficile da accettare nonostante lo debba fare per forza. Anche perché mi sento usata, ha finto fino all’ultimo secondo, dicendomi Ti amo fino a due giorni prima e facendo l’amore con me fino a 4 giorni prima, venendo a casa mia e portandomi a casa sua fino al giorno prima, mi ha portato i cioccolatini a casa fino a due giorni prima, parlando di figli e di casa da fare fino alla settimana prima, davanti a sua mamma… Sempre tutto come sempre, come potevo immaginarmi una cosa del genere? Io ho fatto i miei sbagli, ma lui ha annullato tutto il bene che ha fatto per me nel giro di due ore. Si è lavato le mani invece di provare a risolvere i problemi e continuando a dire che “è solo colpa sua” “lo sto facendo per il tuo bene” “l’ho fatto perché ti voglio bene” “penso sempre a te ma vado avanti” “volevo risolvere da solo, non hai colpe”. Non ha avuto il coraggio di affrontarmi e ancora adesso non ha le palle di parlarmi in faccia, ieri, dopo dieci giorni mi ha chiamato per ripetermi le stesse cose e per dire agli amici che abbiamo in comune di lasciarlo stare. Lagnando e lagnando. Io gli ho detto che è un falso e che mi ha usata a suo piacimento fino all’ultimo (lui nega questo ma è quello che ha dimostrato), che ha una maschera cucita addosso di una persona che vorrebbe essere ma che non è, è un debole che vive nell’ombra di suo padre, gli manca il carattere, parla tanto ma pochi fatti. L’idea che prima o poi avrà un’altra storia mi uccide perché io non sono ancora riuscita a cancellare i miei sentimenti nonostante tutto questo, non so come fare, mi sento confusa. Forse semplicemente mi abituerò a stare da sola ma ho dei momenti in cui mi sembra un limite invalicabile… E a proposito del post sotto cui stiamo scrivendo… Beh mi auguro soltanto che, se a lui adesso sembra di stare meglio senza di me, stia male più avanti, proprio perché i maschi sono fatti così. Glielo auguro davvero e non è per augurare il male, ma spero davvero che si penta di cosa ha perso, che si penta nel momento in cui io avrò superato la cosa. 6 anni non si buttano via così…

  7. Tesoro i tuoi sentimenti, 6 anni, non li cancelli in 10 giorni, devi darti tempo…
    Lui probabilmente ne soffrirà, poi andrà avanti e dovrai fartene una ragione pure di questo, dovrai andare avanti pure tu e lo so che adesso ti sembra impossibile, che vuoi stare sola adesso….ma andrai avanti e questa storia ti sarà servita per imparare dai tuoi errori, per crescere..
    Adesso è il momento di tirarti su, sbracciarti e ricominciare da te, avrai tanti momenti tristi o di rabbia…ma li supererai Giu, fatti coraggio e pensa solo al bene tuo.

    Un giorno ti innamorerai ancora, o prenderai una sbandata, o ti lascerai travolgente dalla passione……ma andrai avanti, fidati!

  8. Ora come ora pensare che si innamorerà di un’altra mi uccide, mi spezza ulteriormente il cuore, spero che questo sia il momento dello sfogo e di stare meglio il prima possibile perché ora come ora vedo tutto nero… E soprattutto mi sembra impossibile che mi innamorerò di qualcun altro… Sono talmente delusa e ferita… Ho paura che non mi fiderò più di nessuno… Mi ha usata fino all’ultimo giorno… Non si può sbattere in faccia una realtà del genere dalla sera alla mattina, sono troppo destabilizzata, non ho più certezza di nulla… L’unica certezza che ho è che ho tante persone che mi vogliono bene però l’unica persona con cui avrei pensato di passare il resto della mia vita mi ha abbandonata… Scusa per questo sfogo ma io ho bisogno di parlarne in continuazione anche per metabolizzare la cosa, preferisco star male subito invece che magari avere un crollo tra mesi…

  9. Intanto puoi sfogarti quanto vuoi qui con me, tranquilla!
    Stai malissimo, sei delusa, svuotata, amareggiata, triste, arrabbiata, nauseata…è tutto normale! Ed è normale che poi…passi, adesso è presto per capirlo ma tra qualche tempo mi dirai che avevo ragione. Adesso tutto ti sembra impossibile ed è normale, ma non sarà sempre così, è successo da troppo poco tempo per stare già meglio, però devi cominciare ad incassare il colpo o non ne esci più, sei giovanissima…che vuoi fare? Chiuderti in convento? Darti alle droghe? Chiuderti a casa? Lasciare che rabbia e tristezza ti allontanino da chi hai accanto? Alla lunga una musona rabbiosa stanca chiunque..quindi?
    Chiama un’amica, due amiche, due amici…chi ti pare….ed uscite per una birra…cambia giro di locali o ti ritroverai a cercarlo…
    Ricomincia! Piano piano…ma ricomincia!

  10. Sì, sì, parlo con le mie amiche e amici in continuazione, sono eccezionali, mi stanno tanto vicino, come mi stanno tanto vicino anche i miei familiari, soprattutto mia mamma con cui ho un rapporto più speciale… Sono stata lasciata giovedì 7, e sono uscita fin da subito, sia venerdì e sabato, e anche lo scorso week-end. E’ la domenica il giorno più duro, perché lo passavo interamente con lui e quasi sempre solo con lui…Non rischio la clausura, non ti preoccupare ahah. E’ che solo da lunedì ho realizzato veramente che non c’è più alcuna speranza, visto che per una settimana le persone che parlavano con lui e poi venivano a riferire a me, mi dicevano che era più confuso che altro. Quindi avevo quella speranza che si pentisse subito e che mi chiedesse di riprovarci. E invece… Lunedì mi ha parlato per l’ultima volta (al telefono tra l’altro perché non ha il coraggio di vedermi di persona). E’ convinto della scelta che ha fatto ma non mi ha dato la facoltà di parola, di capire che cosa gli è passato per la testa. 6 anni sono tanti, troppi da chiudere così all’improvviso… Anche perché siamo praticamente cresciuti insieme, ci siamo conosciuti a scuola, quindi anche nei ricordi di scuola è presente anche lui. Siccome era stato bocciato 2 volte, ha finito la scuola il mio stesso anno e sono andata a vedere il suo esame orale, quanti temi gli ho fatto! L’ho aiutato a studiare! Tutto ciò è indimenticabile, anche lui, per via di quello, ha detto che non potrà mai cancellarmi dai suoi ricordi, che sono stata importantissima per lui, che farò sempre parte di lui, essendo anche per lui la prima vera storia d’amore. Inoltre siamo stati l’uno il primo dell’altro anche sul piano intimo e infatti ormai c’era una complicità e una confidenza che mi sembra impossibile che verrà persa e mi sembra impossibile che riuscirò ad averla con un altro… E’ difficile da descrivere, perché ormai per me era come un familiare, lo davo per scontato… Se un mese fa qualcuno mi avesse detto che sarebbe successo tutto questo gli avrei riso in faccia, perché mi fidavo completamente di lui e gli avevo dato tutta me stessa, ormai non c’era nulla che lui non conoscesse di me e io di lui… Dimenticarlo quindi? Impossibile, farò l’abitudine e ci penserò sempre meno e mi disinnamorerò, ma 6 anni non si possono cancellare. Infatti non posso cancellare tutte le foto che avevamo insieme… L’album che avevamo l’ho messo in soffitta e lì resterà, non me la sento di buttarlo, sono tante belle foto… Magari tra qualche anno lo guarderò con tenerezza ma senza rabbia o rancore. E tutte le foto non sviluppate, le ho cancellate dal cellulare e messe tutte nel PC… Ho ancora le foto del mio ex precedente con cui ho avuto una storia fugace di qualche mese… Quindi figurati se cancello quelle di F. Non so perché ti sto raccontando tutte queste cose, alla fine non sai neanche chi sono, però mi piace confrontarmi praticamente anonimamente anche con qualcuno di esterno, perché tutti quelli che conosco sono presi dentro, tutti ci sono rimasti male. La mamma di lui ancora mi chiama e soffre perché non vuole farsi una ragione che non mi vedrà più per forza di cose. Lei ora dice che non cancellerà mai il mio numero e che ogni tanto mi chiamerà sempre ma prima o poi avverrà anche quel distacco… d’altronde il perno tra me e lei era suo figlio, che ora non mi vuole più. Questo per farti capire che nessuno si aspettava questo, neanche chi viveva tutti i giorni insieme a lui. Ma neanche nessuno dei suoi o degli amici in comune non si è mai accorto di nulla. A una coppia di nostri amici una settimana prima aveva detto: già mi immagino noi 4 che ci troveremo con i figli tra qualche anno. E non davanti a me sai, ma direttamente a loro. Che motivo aveva di mentire spudoratamente su queste cose? Cosa gli è scattato in testa mi sa che non lo saprò mai…

  11. Ad un certo punto sarebbe bene che sua mamma smettesse di chiamarti, è un legame secondario che devi spezzare prima possibile, ancora una settimana o due per dare anche a lei il tempo di accettare la cosa, ma poi basta, dille gentilmente e con tatto che troncare è meglio per te, per il tuo bene, è una madre, capirà.
    Non farti più raccontare e riportare frasi e discorsi di lui, basta…non ha senso, è finita Giulia, non ti ama più, forse era convinto di amarti ancora ed è andato avanti per abitudine, è brutto ma succede spessissimo, poi un giorno si è reso conto e pluff…gli si è rivelato tutto. Non puoi farci niente. Non scervellarti.

  12. Lo so, lo so che devo smettere di farmi tutte queste domande, però è difficile. Sono oggi due settimane giuste che mi ha lasciata… Mi sembra strano che siano già 2 settimane che non lo vedo… Oggi ho una giornata migliore delle precedenti ma ogni tanto l’ansia e la consapevolezza che tutto è finito mi assale!

  13. Sopravvissuta 2 settimane….il giorno dopo pensavi di non reggere, ma eccoti qui!
    Non serve dirti altro.

  14. Ahahahaha non saprei, nella mia esperienza è stato spesso così! Ma senza voler essere troppo brusca… speri che torni? Sei sicura? Se è ex, c’è un motivo. Io non sono mai stata disposta a tornare indietro, perché l’unica volta che l’ho fatto ho sofferto più di tutte le altre volte in cui mi sono obbligata ad andare avanti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here