Oggi il viaggio in treno è sinonimo di alta velocità e siamo abituati a percorrere la tratta Milano-Roma in sole 3 ore. Insomma, il viaggio in treno deve ormai essere rapidissimo e confortevole, portandoci subito a destinazione.

Ci sono però aspetti del viaggio in treno che abbiamo un po’ dimenticato. Il piacere di guardare fuori dal finestrino i paesaggi che cambiano, il rumore delle rotaie che culla e fa appisolare e quei viaggi lunghi, in cui per sgranchirsi le gambe si passeggia fino al vagone ristorante e in cui si attacca bottone con i compagni di viaggio con cui si condivide la cabina.

Il treno si è adattato allo stile di vita moderno, ma perché non godersi un bel viaggio su un treno panoramico e riassaporare il piacere della locomotiva di una volta?

Dalla bellissima Mocăniţa al Trenino Rosso del Bernina, passando per la Vigezzina e fino ad arrivare alla Transiberiana d’Italia, ce n’è per tutti i gusti! Pronte a partire con noi alla scoperta del viaggio in treno come una volta? Allora, in carrozza e via con il post!

cliomakeup-viaggio-in-treno-vigezzina

VIAGGIO IN TRENO SULLA FERROVIA VIGEZZINA-CENTOVALLI, UNA DELLE PIÙ BELLE D’ITALIA

cliomakeup-viaggio-in-treno-vigezzina-2

Quello sui binari della ferrovia Vigezzina è un viaggio spettacolare tra le Alpi meno conosciute: sono circa 52 chilometri attraverso 83 ponti, 31 gallerie, montagne selvagge, corsi d’acqua e cascate, che danno al tutto quel tocco fiabesco e senza tempo. La particolarità di questo viaggio non è quindi il trenino bianco e blu, ma la ferrovia storica che collega Domodossola a Locarno, in Svizzera.


cliomakeup-viaggio-in-treno-vigezzina-4

Credits: @vigezzinacentovalli.com

Si tratta di un percorso di 32 fermate in mezzo ai monti, con pendenze che raggiungono anche il 60%. Considerata un capolavoro dell’ingegneria civile, questa ferrovia permette di vivere un’esperienza unica adatta a tutte le età: un viaggio lento immerso nella natura incontaminata, con anche soste in borghi caratteristici dove leccarsi i baffi con le specialità regionali.

Su quel trenino si attraversa un nord Italia diverso, uscendo dai soliti itinerari, scoprendo luoghi meno noti e che lasciano incantati.

cliomakeup-viaggio-in-treno-vigezzina-5

Vale infatti la pena dividere il percorso in tappe e fare più soste, per scoprire i paesini della Valle Vigezzo, nota anche come Valle dei Pittori perché già nel Seicento ha ospitato e ispirato generazioni di artisti, ritrattisti e paesaggisti. Questa ferrovia è bellissima in tutte le stagioni, ma pare che la più poetica sia quella del foliage, ossia l’autunno, quando la natura si trasforma e passa dal vivace verde estivo ai caldi colori autunnali.

IN CARROZZA VERSO LA SVIZZERA SUL TRENINO ROSSO DEL BERNINA

cliomakeup-viaggio-in-treno-trenino-rosso-del-bernina-1

Via Instagram
(Dove non indicato diversamente, le immagini sono state prese da Instagram)

DAL 2008 IL TRENINO ROSSO DEL BERNINA è PATRIMONIO DELL’UMANITà

Noto per il suo colore rosso fuoco, il Trenino Rosso del Bernina parte da Tirano a 429 metri sul livello del mare e, con un percorso di circa 60 chilometri, attraversa le Alpi arrivando ai 2253 metri del passo del Bernina, per scendere poi dolcemente ai circa 1800 metri di St. Moritz. È l’unico treno d’Europa che scala una montagna senza cremagliera, cioè senza ruota dentata.

cliomakeup-viaggio-in-treno-trenino-rosso-del-bernina-2

Il viaggio dura circa due ore e parte da Tirano, passa per il famoso viadotto a spirale di Brusio, quindi arriva al Passo del Bernina, attraversa la Valle Engadina e termina la sua corsa a St. Moritz. È un viaggio rilassante e suggestivo, che vede correre fuori dal finestrino gole profonde, ghiacciai, ponti sospesi e tunnel tortuosi, in scenari fiabeschi e avventurosi.

Ci sono diverse tipologie di biglietti, pass e card e vi consigliamo di visitare il sito ufficiale per trovare la soluzione più adatta al viaggio che state organizzando. Ci sono per esempio formule di biglietti che valgono più giorni, permettendo di scendere alle fermate e visitare le città o il parco delle Marmitte Dei Giganti, per poi risalire sul trenino successivo.

cliomakeup-viaggio-in-treno-trenino-rosso-del-bernina-tiranoCredits: @turistinviaggio.it

Vi consigliamo anche di scegliere la carrozza panoramica, perché anche se il prezzo è leggermente superiore, vale la pena e dà un altro sapore al viaggio.

Infine, se il viaggio per raggiungere Tirano è lungo, potete pensare di partire il giorno prima e pernottare nella città da cui parte il trenino rosso, che è piacevole da girare a piedi anche con i bimbi.

cliomakeup-viaggio-in-treno-trenino-rosso-del-bernina-5

Ragazze, andate a pagina 2 per fare un giro sulla bellissima Transiberiana d’Italia, sull’unica Mocăniţa e sul treno per Hogwarts!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here