Ciao ragazze!

Oggi vi parlerò di un argomento molto richiesto, ovvero come pulire i pennelli!

IMG_1881

So benissimo che il lavaggio dei pennelli è uno step noiosissimo e anche un po’ lunghetto, ma è comunque indispensabile per una serie di motivi:

-se già pensate che sfumare gli ombretti sia difficile, provate a farlo con un pennello sporco, magari di un colore completamente diverso da quello che volete usare! Verrà fuori una macchia informe, di una tonalità indefinibile!

-quando applicate l’eyeliner in gel i residui poi si seccano sul pennello, rendendolo rigido e inutilizzabile la volta successiva

l’igiene! I pennelli che usiamo sul viso devono essere puliti regolarmente, soprattutto se abbiamo una pelle sensibile o soggetta a brufoli e irritazioni, visto che tutte le schifezze accumulate sulle setole si trasferiscono direttamente sulla nostra cute!

La mia routine ormai è diversa da quella che avevo imparato a scuola, e che vi mostravo in questo video del 2008 (come passa il tempoooo). Diciamo che mi sono semplificata la vita, mettendo da parte l’alcool al 99% e i detergenti appositi, ed entrando nel magico e banale mondo dei saponi! Fidatevi di me, si possono avere pennelli puliti e in ottime condizioni anche usando una banale saponetta o del detersivo per piatti!

Gli strumenti del mestiere: sapone marca Beauty Blender e disco esfoliante Sephora...o semplice detersivo per piatti!
Gli strumenti del mestiere: sapone marca Beauty Blender e spugnetta Sephora…o semplice detersivo per piatti!

Se vogliamo “viziare” un po’ di più le setole, possiamo scegliere un detergente per bambini, quindi superdelicato, o un prodotto più specifico (io ne uso uno della Beauty Blender, la marca della magica spugnetta rosa, tendenzialmente perché è molto pratico da mettere nella borsa da lavoro e da portare in giro per la città- e per il mondo! In alternativa mi piace molto anche un sapone a base di olio di cocco). Evitate i balsami, perché ammorbidiscono troppo e non fanno più aderire la polvere al pennello!

Niente più detergenti appositi per me!

Niente più detergenti appositi per me!

Pulire i pennelli è facilissimo: li bagno, li insapono e faccio penetrare bene il detergente all’interno delle setole con dei movimenti circolari sulla mano, su un fazzoletto, direttamente sulla saponetta o su un accessorio apposito.

Esistono guanti specifici per la pulizia dei pennelli che costano 40 dollari, ad esempio quello della Sigma: non ho dubbi che funzioni benissimo, per carità, ma trovo che sia un acquisto completamente inutile e overpriced! La mia alternativa economica? Il disco esfoliante di Sephora (5 euro), che andrebbe usato per la pulizia del viso, ma che si rivela un ottimo alleato per la pulizia dei pennelli (il concetto è lo stesso del guanto Sigma, ma il prezzo è considerevolmente diverso!)

spa-glove-1

Tornando alla nostra routine… mentre strofino il pennello con i famosi movimenti circolari contro la mano/il disco esfoliante/il fazzoletto, sto attenta che l’acqua e il sapone non arrivino nel punto in cui le setole incontrano il manico, cioè dove c’è la colla, per non rischiare che le due parti si stacchino. Questo succede spessissimo con l’amatissimo Elf Powder Brush, ma vi assicuro che mi è capitata la stessa cosa con oggetti ben più costosi! In ogni caso se anche il pennello si scolla non è una tragedia, bastano due gocce di Attak e il gioco è fatto!

Impregno bene ii pennelli di sapone, li strofino contro il dischetto esfoliante, risciacquo bene e strizzo, cercando di rimettere in forma le setole
Impregno bene ii pennelli di sapone, li strofino contro il dischetto esfoliante, risciacquo bene e strizzo, cercando di rimettere in forma le setole

Infine l’asciugatura: sempre per evitare che l’acqua coli sulla colla, conviene lasciare i pennelli in orizzontale, dopo aver rimodellato la forma originale con le dita. L’ideale sarebbe far sporgere le setole nel vuoto, perché se schiacciate contro un tavolo o una superficie dura potrebbero assumere pieghe strane…ma io mi accontento di lasciarli sdraiati! Mi raccomando, tenete i vostri pennelli lontani dalle fonti di calore, basterà l’aria a farli asciugare (quelli per occhi possono essere pronti in un paio d’ore, mentre i kabuki e quelli da viso possono metterci una notte intera).

photo 3
Pronti per l’asciugatura!

Bene ragazze, questa era la mia routine per la pulizia dei pennelli! Spero che questo post sia stato utile e che possa chiarire i vostri dubbi! E voi come pulite i pennelli? Con che frequenza? Che prodotti utilizzate? Avete mai provato il guanto?