Ciao ragazze!

Una serie sui più grandi make-up artist viventi non sarebbe completa senza la grandissima Val Garland, personaggio iconico quasi quanto le star che trucca.

VAL GARLAND MASTERCLASS - SONNY VANDEVELDE - 0004

Romance Was Born 'Magic Mushroom' MBFWA 2013


Stiamo parlando ancora una volta di un’ artista inglese, trapiantata in Australia, a Sydney; scopre il mondo del make-up relativamente tardi, dopo studi e anni di esperienza come parrucchiera, specializzata in tinte. Infatti negli anni ’80, proprio a Sydney, apre insieme al marito un salone di bellezza, Garland & Garland, che diventa subito un punto di riferimento per le signore australiane. Lavorare con i capelli delle persone la aiuta a capire la struttura dei visi e gli accostamenti di colore, due insegnamenti che le saranno utilissimi nella sua futura carriera da truccatrice. In questa fase della sua vita, però,  il make-up è solo un divertimento. Lo utilizza in quantità industriali su sé stessa, perché quando si guarda allo specchio non si sente bella; oltre a tutto si lascia influenzare dalla corrente neo-romantica (David Bowie, Boy George, Vivienne Westwood…insomma ragazze, gli anni ’80!). Il risultato? Il viso diventa una tela, sulla quale spalmare macchie di colore nelle forme più assurde e creative.

12-BOY
Boy George
dbowie_gl_9oct12_rex_b
David Bowie

I suoi amici vedono in lei il talento e la spingono verso questo nuovo mondo; la leggenda vuole che a uno shooting fotografico in cui doveva occuparsi dei capelli della modella, il make-up artist non si presentò e fu lei a prendere in mano la situazione. Secondo lei si trattò di una “congiura” da parte del suo amico fotografo… bè, se così fosse ci aveva visto lungo! In ogni caso, Val incomincia così a lavorare come truccatrice freelance. Nel 1994 torna in Inghilterra e si stabilisce a Londra, dove inizia a frequentare un gruppo di artisti, tra i quali spiccano Alexander McQueen, John Galliano e il fotografo Nick Knight. Il resto è leggenda: ormai Val è una delle make-up artist più richieste al mondo; tra le sue clienti affezionate può vantare nomi come Kate Moss, Lady Gaga, Gwen Stefani, Kylie Minogue e Jennifer Lopez; le sue copertine, soprattutto quelle di Vogue, sono così tante che sarebbe impossibile contarle; i migliori fotografi, da Mario Testino a Steven Klein e Patrick Demarchelier, la amano; è la truccatrice ufficiale di Vivienne Westwood (esatto, quei quadri dipinti sui volti delle modelle sono opera sua), ma anche di Mac; come se non bastasse, è consulente artistica della linea beauty di Yves Saint Laurent.

jennifer-lawrence-vogue-cover

Il rapporto con Lady Gaga:

26298-800w

Dal videoclip "Judas"
Dal videoclip “Judas”
"Born This Way"
“Born This Way”
Gaga versione uomo
Gaga versione uomo

Lo stile di Val Garland è eclettico e molto vario: passa con disinvoltura dai look alieni di Lady Gaga, a un classico smokey eye, dall’esplosione di forme e colori per le sfilate più pazze, a un make-up quasi nude su Kate Moss. Proprio la top model inglese è per Val fonte di infinita ispirazione: ama profondamente il suo viso e i suoi zigomi e la considera una delle donne più belle e iconiche di tutti i tempi. Alla domanda “arriverà mai una nuova Kate Moss?” risponde che no, ci saranno altre grandi modelle, ma Kate è e resterà sempre unica. Tra le nuove leve apprezza molto Cara Delevingne (lo so ragazze, voi non la sopportate più, ma il mondo della moda ne è ancora invaghito!), soprattutto perché “ha carattere, e con le sue famose smorfie dimostra di non prendere sul serio la sua bellezza”.

La copertina di W Magazine, con all'interno un fantastico servizio chiamato Good Kate, Bad Kate
La copertina di W Magazine, con all’interno un fantastico servizio chiamato Good Kate, Bad Kate

Bad Kate

b992ab56c7f072cb_kate-moss-st-tropez2 9b86e15180ecfaff_VUK_KM.3 kate-moss-by-mario-testino-for-vogue-uk-may-2013-4

Come vi dicevo, Val è richiestissima a ogni Fashion Week e nei servizi fotografici più prestigiosi; tra questi due generi non sa quale preferire, perché da una parte ama la pressione e la spontaneità che le permettono le sfilate, ma dall’altra apprezza il lusso dei photo-shooting e la possibilità di raccontare una storia attraverso le immagini. Quello che per lei è importante è aggiungere sempre un tocco di follia a ciò che fa: adora le novità, gli errori, le scoperte casuali. Una volta, per un servizio, disegnò delle sagome con il gloss trasparente sui volti delle modelle, e poi le ricoprì di glitter, che si attaccarono alla base appiccicosa. Un’idea semplice ed economica, ma decisamente spettacolare.

Schermata 2013-10-01 alle 15.46.16

Romance-Was-Born-MBFWA-2013__credit-Daniel_Boud-031-900x1350 RomanceWasBorn-SMR-8

Come accennavo, Val è sempre alla ricerca dell’ultima novità: per farsi un’idea della qualità dei prodotti, peferisce testarli su sé stessa, perché, parole sue, “qualsiasi fondotinta starà benissimo sui visi giovani e perfetti delle modelle, ma se funziona anche sulla mia vecchia pellaccia, allora è davvero buono.” Lo stesso vale per i mascara, visto che ha ciglia cortissime e rade.

Quando inventa trucchi particolarmente stravaganti, che vanno a distorcere il volto delle modelle, cerca sempre di mantenere qualche elemento di normalità, per equilibrare il look: “Deve sempre esserci un elemento di bellezza”. Importantissima è anche la texture: “Quando penso alla vita, penso al respiro. A volte un respiro o una pausa sono più importanti di ciò che si ha da dire. Anche nel make-up il respiro deve arrivare in qualche modo, e questo modo è la texture: un tocco di luce sulla pelle, un accenno di illuminante o una goccia di gloss su un rossetto opaco. Altrimenti il trucco resta piatto, senza vita, mentre la vita deve ben provenire da qualche parte”. Tutto questo vale per i lavori più creativi, ma nella vita normale vuole semplicemente che le sue clienti risultino – e si sentano – bellissime. Affascinante, non è vero?

MAC-Master-Class-2013-Val-Garland Screen shot 2012-03-21 at 12.27.18 PM jeremy-scott-spring-2012-barbie-hair tumblr_m0acyxyF9S1qicobao1_1280  040813_AustrailiaFashionWeek_15-L en_backstage_d__fil___vivienne_westood_red_label_printemps___t___2014__fashion_week_londres_829677834_north_545x vivienne westwood 3 vivienne_westwood_ss13_after Vivienne Westwood 4 viv4 tumblr_md2ncdeHa31rsf973o1_500 VW4_19Feb13_GL Val_Garland_s_M_A_C_Cosmetics_Masterclass_Sydne

1111

Per concludere vi lascio con una frase di Val Garland che mi ha molto colpita: “Makeup is very, very easy. It’s only us that makes it difficult” – “Il make-up è molto, molto semplice. Siamo noi a renderlo complicato”. 

val-garland-1

Ragazze, cosa ne pensate di questa fantastica make-up artisti? Quali look preferite? Avreste mai immaginato che dietro i look pazzi di Lady Gaga si nascondesse questa posata signora inglese? 🙂 Ah, nel caso vi foste perse gli scorsi episodi di questa serie, vi lascio qui i link: Pat McGrath, Charlotte Tilbury, Alex Box e Kabuki Magic.

80 COMMENTI

  1. Lei è un mito vero, per me, la adoro e uno dei miei sogni irrealizzabili sarebbe essere truccata da lei! Certo i suoi look non sono proprio sobri ed adatti al make-up quotidiano da ufficio, ma sono iconici e originali, stravaganti, ma di classe! Insomma: Arte allo stato puro… Grazie per questo post Clio!

  2. Sono rimasta allibita dalla sua bravura,ho i brividi per quanto mi fanno emozionare le sue opere d’arte *.* Clio ma per essere makeup artist a tutti gli effetti bisogna saper fare anche quello che fa questa signora?oppure essere brave con gli smokey,il trucco normale basta anche solo questo? Grazie x questi bellissimi articoli! *

  3. Trovo interessante che si renda merito a chi trucca sapientemente …. in genere si fa sempre il nome del fotografo ma quasi mai quello della truccatrice. questa signora mi rende felice. finalmente una coetanea!!!!!!!!grazie KLO

  4. Mi piace il passaggio dal look Gaga e Westwood a quello YSL e Moss….
    Ecclettica e particolare, penso che sia più difficile costruire la classicità dell’immagine YSL che l’estrosità del look Gaga…

  5. Meraviglioso, sono stupendi i trucchi “covenzionali” adoro come sono messi in risalto gli zigomi e gli occhi…
    Ma mi piacciono ancora di più i volti utilizzati come tele, l’effetto scrostato di quel trucco ripo geisha ha qualcosa di poetico, certo non ci andrei mai in giro, ma pensarlo per un servizio fotografico o per una sfilata di alta moda, veramente bello..
    Bei post, seguo il blog da poco, mi vado a leggere subito le altre biografie !!!
    🙂

  6. Mi piacciono un sacco questi trucchi, sia quelli in cui crea un vero e proprio “quadro” su un viso che quelli più semplici, rendono il makeup una vera forma d’arte. Mi ha stupito che dietro alla famosa stravaganza di Gaga ci sia lei. P.s. Clio, non so le altre lettrici qui ma io adoro Cara Delevingne, sia per la bellezza che per la personalità! 🙂
    Bel post come sempre, ciaoo

  7. E’ impressionante il fatto che da un look eccentrico e ovviamente non portabile nella vita quotidiano passi ad un look super nude. Questa è arte.

  8. wow spettacolari….questo post è ottimo soprattutto adesso che si avvicina halloween e possiamo prendere spunto! mitica come sempre 😉

  9. Interessante come sempre,non avrei mai detto che questa bionda signora inglese fosse la creatrice dei look di Lady Gaga.

  10. Wow bravissima questa make u artist che passa dalla semplicità alla pura estrosità, tra l’altro è un modo per distinguirsi dalla massa altrimenti sei un truccatore ma non con quel tocco in più da artista.Grazie Clio per queste notizie.Buona domenica

  11. Artista unica e inimitabile. Le sue creazioni sono FANTASTICHE! Riesce a far percepire come progetto finito quello che ad altri risulterebbe solo una bozza incompleta. E riesce con assoluta normalità a passare da uno stile astratto ed eccentrico a uno semplice e naturale. Non è da tutti.

  12. A dir la verità non la conosco ma nel leggere la tua recensione (e anche quella degli altri make-up artist di cui hai parlato negli scorsi post) questa donna mi ha molto incuriosito…mi piace il suo modo di pensare e di fare. Mi piacciono le sue creazioni e le sue stravaganze, quel modo di fare raffinato unito ad un pizzico di pazzia che è per me fondamentale al punto di renderla ormai un modello per me valido da poter seguire. Sicuramente non mi posso cimentare nella creazione di disegni spettacolari come i suoi (penso ci debba essere una predisposizione di base al disegno che io non ho) ma sicuramente mi spinge a migliorarmi nel campo del make up non a livello professionale (per la mia carriera ho ben altri progetti xD) ma per me stessa, per creare sempre look innovativi con tocchi di eleganza ma che siano di effetto senza scadere nella volgarità o nell’eccessività. E ciò sarà possibile soprattutto tramite i tuoi consigli e i tuoi post. Grazie Clio! 😀

  13. Bravissima una vera artista! Peccato che per loro non ci sia la stessa fama delle modelle o attrici che truccano se la meriterebbero tutta!

  14. Ma com’è che tutti i grandi makeup artist sono inglesi? È vero che alcuni hanno imparato da soli, ma c’è qualche scuola fantastica lì, per caso?

  15. Clio, anche se forse tra tutti i post sui make up artist e la migliore; la regina indiscussa dei make up artist e del make up resti sempre e solo tu! sei la migliore di tutti! 😉

  16. Concordo tantissimo con l’ultima frase. E mi piace tanto che si sia avviata a questa carriera tardi: dimostra che se è questa è la tua strada, presto o tardi la percorrerai. È ispirante!
    Nb. La foto di David Bowie è dei primi anni 70 ( quando i musicisti erano davvero tali e si potevano chiamare Artisti) Si sta trasformando nel suo alieno Ziggy Stardust.

  17. in realtà se tu conoscessi bene la grammatica sapresti che, nonostante la consuetudine, scrivrre sé stesso /sé medesimo non è così errato. molti studiosi di grammatica, infatti, incitano questo uso, che, tra l’altro, si trova in molti libri di scrittori di indubbia fama.

  18. Ciao Rosyna, beh, il trucco è arte a prescindere, sia con un semplice smokey, sia con un decoro stravagante sul viso. E credo che essere makeup artist voglia dire essere in grado di fare bene una cosa o l’altra, o tutte e due, ma soprattutto farla bene! 😉 besooo

  19. ciao clioo un beso anche a te 🙂 grazie per avermi risposto così accresco il mio bagagno di conoscenze ^_^ *

  20. finalmente un post sui make up artist =) era tanto che non ne facevi uno, a me piacciono troppo 😉 lei non la conoscevo a dir la verità. Magari il suo stile è un pò pazzerello per i miei gusti xD

  21. Cara Clio, a quale dei make-up artists di cui ci hai parlato fin’ora ti sei ispirata (se mai ti sei ispirata a qualcuno)? E quale ti piace di più? Baci

  22. e questo e’ il motivo esatto per il quale io amo il make-up..e’ una forma d’arte meravigliosa e completamente sottovalutata che purtroppo deve sempre fare i conti con un’etichetta che non sempre le si addice..
    Blog post fantastico come anche gli altri Clio 🙂 e’ bellissimo avere un insight del mondo del trucco e delle truccatrici!
    bacissimiiiii xxx

  23. Clio mia, da come la descrivi devi ammirarla pazzamente questa favolosa make-up artist e credo che non si possa fare altrimenti! anche io che non ne capisco una cippa lippa, sono rimasta senza fiato di fronte a questi capolavori! eh no, proprio non mi aspettavo che dietro alle metamorfosi di Lady Gaga ci fosse una signora che a vederla così, pensi che la massima trasgressione che possa fare è inzuppare due biscotti insieme anzichè uno nel thè delle 5! insomma, che altro aggiungere, grazie per questa ennesima meravigliosa scoperta!

  24. In realtà Chiara ha perfettamente ragione, l’unica cosa che si può obiettare è che oggi ahimè molti dizionari accettano questa forma come colloquiale e di conseguenza gli scrittori la utilizzano. Tuttavia la forma più corretta risulta sempre “se stesso”/”se medesimo”, senza accento. Comunque un errore di battitura può sempre scappare!

  25. questa donna è una visionaria, decisamente la mia preferita finora! dev’essere difficile fare delle cose così pazze senza che sembrino grottesche, le sue sono creazioni pazze ma bellissime!

  26. Oh mio Dio, adesso il mio idolo ha un nome.
    Mi hai tirato fuori molti dei make up che mi hanno fatto pensare “da grande voglio fare quella che ha fatto questo trucco”

  27. Wow ! ci insegni un sacco di cose grazie !mi piace molto il trucco pensavo anche di fare qualche corso ma non pensavo che una truccatrice deve saper fare anche questo! 🙁 E bellissimo ma anche molto complicato che dici Clio? Kiss

  28. Io la grammatica la conosco molto bene, visto che sono laureata in Lettere classiche e insegno Lettere a scuola. Dare un consiglio a chi stimi non credo sia una cosa negativa. Il tuo tono polemico l’ho trovato proprio fuori luogo.

  29. Mi piace davvero tanto questa make-up artist, e non pensavo che dietro ai look stravaganti di Lady Gaga si nascondesse lei. Mi piace moltissimo il trucco fatto nella foto dove la modella ha una specie di cuore in viso..è davvero stupendo, sembra un effetto fatto al computer.
    Eh..cosa può fare il make-up..delle vere opere d’arte. 🙂

  30. wow Clio..questa make-up artist crea delle opere d arte sul volto delle persone.. è spettacolare !!! non sono perfetti (nel senso simmetrici da una parte all altra) ma hanno una perfezione tutta loro..poi sono cosi colorati e sgargianti..belli belli !!!

  31. Ciao clio. .mi piace scoprire chi c’è dietro dei lavori così particolari, anche se ammetto di preferire make up più semplici. non credo che ci si possa truccare in questo modo per andare a fare la spesa. .ora dato che è il mio compleanno vado a scofanarmi una millefoglie con gocce di cioccolato. Buona domenica a tutteeeeeee

  32. Ho dimenticato di aggiungere nel mio post che tu non sei da meno cara Clio! Sai interpretare perfettamente il make up in base al momento! Lo dimostra ciò che hai fatto alla fashion week milanese! Hai tutta la mia stima e un altro dei miei sogni sarebbe incontrarti e magari farmi truccare. Perché come premio ad uno dei prossimi concorsi non proponi proprio questo come premio? Ne saremmo tutte molto felici! Un beso

  33. Ho dimenticato di aggiungere, cara Clio, che tu non sei da meno! Ti stimo tantissimo, sai interpretare perfettamente il make-up giusto per ogni momento, lo dimostra ciò che hai fatto alle sfilate della fashion week milanese! Un altro dei miei sogni sarebbe incontrarti e magari farmi truccare da te! Perché come premio ad uno dei prossimi concorsi non proponi proprio questo? Ne saremmo tutte felicissime! Un beso

  34. ma non sembra anke a voi che nella 21esima foto la modella assomigli a emma watson???intendo hermione di harry potter??

  35. Ho dimenticato di aggiungere, cara Clio, che tu non sei da meno! Ti stimo tantissimo, sai interpretare perfettamente il make-up giusto per ogni situazione! Lo dimostra ciò che hai fatto alle sfilate della fashion week milanese! Un altro dei miei sogni sarebbe incontrarti e magari farmi truccare da te! A proposito: perché come premio di uno dei prossimi concorsi non metti in palio proprio questo? Una seduta di trucco con Clio! Ne saremmo tutte strafelici! Un beso

  36. Io adoro quando pubblichi questi meravigliosi post dove racconti e ci fai scoprire artisti fantastici!! Mi fai anche riscoprire la voglia di continuare ad insistere nel mondo del make up dove un giorno forse anch’io potrò raccontare qualcosa al mondo! È stata una giornata un po’ nera … Ma grazie a questo ” colorato” post hai dato colore alla mia giornata! GRAZIE CLIO A VOLTE SEI DAVVERO INDISPENSABILE COME UNA TERAPIA

  37. Già!!!!! Clio, non sai quante volte, ho pensato che se mai mi sposerò, quel giorno ti vorrò per me!!!!!!!!!! <3

    Cmq queste make-up artist sono proprio incredibili!! Artiste in tutto e per tutto, forse molto più degli stilisti per cui lavorano e delle star che truccano!!!!

  38. Grandeeeeeee….io ho ankora speranza allora di poter fare qualcosa in questo campo 🙂 🙂 🙂 ….la cosa ke mi ha colpito di Val e ke in ogni trucco ci deve essere una particolarità ke ravviva e nn fa morire il trucco fatto…capisco xkè a me piace sempre quel particolarino in più ke devo aggiungere x rendere il tutto diverso :*

  39. Forse non ha tutti i torti la Signora. Spesso siamo noi che rendiamo difficili le cose con la paura di sbagliare. Io me ne rendo conto quando inizio a realizzare un disegno o un lavoro con Ps .
    Se sono tesa non mi viene alla prima, se invece sono rilassata e non mi pongo tanti problemi , la realizzazione è più facile. Certo non riuscirò mai con il make up ad arrivare a tali livelli, ma non è il mio campo. Sono già contenta dei miglioramenti ottenuti grazie ai tuoi consigli.
    Il trucco che preferisco è quello con il cuore sul viso della modella, raffinato e penso anche difficile da realizzare .

  40. Rispecchia il linguaggio “parlato” ma si può dire…. Scritto si direbbe “Conosco la grammatica”… e comunque: sé da solo si scrive con l’accento per differenziarlo dalla particella dubitativa, se stesso si scrive senza accento.

  41. Cara Chiara, Luca Serianni, autore della Garzantina di Grammatica Italiana e uno dei più grandi e riconosciuti studiosi della nostra lingua, si batte da anni affinchè si inizi a scrivere sé stesso con l’accento, potresti cambiare idea e associarti anche tu alla sua battaglia!

  42. io stessa non mi azzardo a scrivere se stesso con l’accento e certamente mi fa un po’ brutto vederlo scritto. eppure la grammatica, purtroppo o per lo fortuna, è in evoluzione e questa forma viene accettata.

  43. non da tutti ovviamente , ma viene accettata.
    ps scusate l’errore ma volevo scrivere per fortuna.. il telefono va per conto suo =)

  44. non voglio essere antipatica, ma è più forte di me….. si scrive oltre tutto (o oltretutto) non oltre a tutto… perdono perdono perdono……. 😉

  45. devo dire che i suoi lavori sono semplicemente fantastici. mi sono sempre chiesta chi fosse la make-up artist di lady gaga xD

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here