Ciao ragazze!

Si è appena conclusa la Settimana della Moda di New York e a brevissimo inizierà quella di Milano, così mi è sembrata un’idea carina raccontarvi qualche dettaglio del “dietro le quinte”. Ho avuto la fortuna di far parte di team davvero fantastici, quindi mi sembra doveroso condividere con voi questa grandissima esperienza!

download

 

Vi ricordate i post sulla Fashion Week di Milano, in cui vi avevo parlato nel dettaglio delle sfilate alle quali avevo lavorato come Key Make-up Artist? Ecco, qui a New York non ero capo-team, ma semplice esecutrice, per le sfilate di Jill Stuart, Custo Barcelona e Bibhu Mohapatra. Vi racconto più nel dettaglio i trucchi che abbiamo realizzato nei vari show:

1) Jill Stuart: questo è un brand molto popolare in America, con centinaia di negozi sparsi per tutto il paese. Il make-up artist era Aaron De Mey, che in passato è stato direttore creativo internazionale di Lancôme. Il make-up era molto rock, grunge: abbiamo utilizzato dei matitoni verdi, blu e viola, sfumati tutti intorno all’occhio, anche nella rima interna, e resi “vissuti”, quindi facendoli sbavare anche nelle pieghe (esattamente l’effetto che nella vita reale cerchiamo di evitare!) Niente mascara e viso naturalissimo.

jill-stuart-beauty-autumn-fall-winter-2014-nyfw26 jill-stuart-beauty-autumn-fall-winter-2014-nyfw28 jill-stuart-beauty-autumn-fall-winter-2014-nyfw14 jill-stuart-beauty-autumn-fall-winter-2014-nyfw9 jill-stuart-beauty-autumn-fall-winter-2014-nyfw4

La collezione:

jill-stuart-fashion-week-1jill-stuart-fashion-week-4 jill-stuart-fashion-week-7 jill-stuart-fashion-week-6 Jill-Stuart-Fall-2014 Jill-Stuart-Fall-2014-Hair-Makeup-Runway-Pictures

2) Custo Barcelona: gli abiti colorati e stravaganti di Custo dovevano essere bilanciati da un trucco relativamente sobrio, così il make-up artist Gato ha deciso di puntare sul mascara, ma con un twist interessante. Il rimmel è stato applicato e sbavato nella rima inferiore solamente al centro dell’occhio, per creare un look un po’ da bambolina, in linea con il trend del momento (vedi: mascara Manga di L’Oreal). Sulla palpebra un velo di ombretto argentato metallico rendeva il tutto più armonioso. Purtroppo quasi tutte le modelle hanno sfilato con dei grossi occhialoni da sole viola che rendevano impossibile intravedere il trucco, infatti ho trovato poche foto che rendano davvero l’idea!

020914custo-barcelona-backstage-autumn-fall-winter-2014-nyfw3 020914custo-barcelona-backstage-autumn-fall-winter-2014-nyfw4 article-2555554-1B57CAF700000578-522_306x742 custo-barcelona-nyfw-gallery-4-1 custo-barcelona-nyfw-gallery-1

Gli outfit:

custo-barcelona-nyfw-gallery-2 custo-barcelona-nyfw-gallery-3 custo-barcelona-nyfw-gallery-5 custo-barcelona-nyfw-gallery-6

CustoBarcelona-FW14-3

3) Bibhu Mohapatra: questa era la sfilata da cui mi aspettavo meno, perché avevo già lavorato con lo stilista un paio di anni fa, quando era sicuramente meno famoso (poi ho scoperto che ora tra le tante celebrities che indossano le sue creazioni troviamo Michelle Obama e Jennifer Lopez, per nominarne due a caso…hehe), invece è stata quella che mi ha più emozionato! Sicuramente il merito era della location, Central park di primo mattino, e del key make-up artist, Yadim, che è diventato un mio idolo assoluto! Yadim ha un talento incredibile, geniale, credo che sia destinato a diventare il più grande; non a caso si è fatto le ossa lavorando come assistente per Pat Mc Grath! Il look scelto per l’occasione era decisamente poco portabile nella vita quotidiana: colori metallici e forti, utilizzati bagnati, portati fino sotto il sopracciglio, nello specifico un rosso melograno sulla palpebra, un oro nell’angolo interno e un bel verde nella rima inferiore. Niente mascara per rendere il tutto più fashion. Quello del mascara è un aneddoto che ho imparato proprio sul campo: spessissimo nella moda non viene utilizzato proprio per distanziarsi dalla quotidianità, eliminando quello che è il prodotto più amato e utilizzato dalle donne. Insomma, i make-up artist vogliono creare dei look particolari, che non useremmo nella vita reale, ma che si adattano bene a occasioni come queste. Visto da vicino il make-up sembrava un po’ un pugno nell’occhio, ma sotto le luci delle passerelle si animava, prendeva vita, risultando meraviglioso! Anche la scelta di portare il rosso fino alle sopracciglia non è stata casuale: durante la prova prima della sfilata Yadim ci ha raccomandato di renderlo così scenografico, altrimenti sarebbe sembrato un trucco “da department store”, da grande magazzino.

Anche qui non ho trovato dei bei primi piani, ma il trucco è così forte che si vede bene anche da lontano:

Schermata 2014-02-14 alle 01.17.50 Schermata 2014-02-14 alle 01.17.35

1010801_10151793512935834_396018962_n 923451_10151793511815834_93299110_n 1016546_10151793511785834_731483574_n 1779982_10151793511850834_1923238616_n 1620534_10151793512330834_76675414_n 1514605_10151793512415834_1599109347_n1795735_10151793512055834_1527065293_n1724090_10151793512175834_1502083269_n 1618415_10151793705380834_134758945_n

Con Yadim!
Con Yadim!

Quello che mi ha colpita di più di quest’esperienza è stato lavorare con questi giganti del settore, perché ho trovato in loro un calore, un’umiltà e un’umanità che non mi sarei aspettata da persone che lavorano quotidianamente con le più grandi celebrities. Nonostante lo stress (e fidatevi, preparare una sfilata è davvero faticoso), non hanno risparmiato sorrisi, parole di incoraggiamento e ringraziamenti a nessuno! Insomma, è sparita tutta la tensione di quelle tre ore a disposizione per truccare, acconciare e sistemare 20 ragazze, con l’ansia dei fotografi e degli imprevisti. Sicuramente la situazione mi ha fatto riflettere, anche perché forse non lo sapete, ma in Italia non sto molto simpatica ai make-up artist, che non apprezzano Youtube, i tutorial e l’ondata di appassionate di make-up che hanno aperto i loro canali, andando anche contro a quello che dicono i professionisti. Trovarsi in un ambiente così rilassato, privo di pettegolezzi e gelosie, ha portato sicuramente una ventata di aria fresca!

Ragazze, spero che questo post vi sia piaciuto! Fatemi sapere cosa ne pensate delle collezioni e dei make-up! Vi sono piaciuti? Mi raccomando, tra non molto arriveranno altri post sulla Fashion Week di Milano! 🙂 Un bacioneee