Ciao ragazze!

Tempo fa abbiamo parlato delle varie proprietà dei diversi oli (di cocco, di oliva, di argan) ad uso cosmetico, ma non abbiamo ancora toccato l’argomento ‘argille‘! Ne approfitto allora oggi per illustrarvene brevemente le tipologie più diffuse e le loro proprietà cosmetiche!

Ce ne sono verdi, bianche, rosa e a loro volta possono essere ventilate, super-ventilate, comuni… sono efficaci contro brufoli, smagliature, buccia d’arancia, punti neri, colorito spento… Ma cosa significa e quali sono le migliori per le diverse esigenze? Vediamolo insieme!

Argille_Clio Innanzitutto: che cos’è l’argilla?

L’argilla è una terra ricchissima di sostanze alluminio-silicate (ossia di minerali!!) con proprietà antibatteriche ed esfolianti sfruttate nella cosmetica fin dall’antichità. Ne esistono di diversi ‘colori’ (si differenziano in realtà in base al luogo di estrazione, alla percentuale di ferro contenuto e alla composizione chimica generale) e hanno tutte in comune il fatto di potersi ‘attaccare’ alle cellule morte della pelle, assorbendo le tossine e i batteri, portandosi via tutto con il lavaggio.

Oltre a questi effetti benefici (che diciamo essere i più universalmente riconosciuti) ce ne sono altri, come quello di essere un effeicace rimedio contro bruciature e ustioni, placando il calore e aiutando la rigenerazione della pelle (io non ho mai provato), e anche contro le punture di insetto. In generale, nell’antichità si pensava che l’argilla rendesse la pelle luminosa come il sole!

Madonna-Clio
Voi non ci credete? Eccovi una review firmata…Madonna! Su Instagram la regina del Pop ha postato un ‘prima-e-dopo’ l’uso della maschera all’argilla della linea di skincare di MDNA: a lei il risultato è parso ottimo! Pelle morbida e luminosa. Siete d’accordo?

L’argilla si presenta come una ‘sabbia‘, o comunque una polvere che, a contatto con l’acqua, assume una consistenza cremosa (quella che conosciamo dalle più comuni maschere). Steso sulla la pelle, in una decina di minuti, il composto si seccherà e sarà giunto il momento di rimuovere la maschera (con abbondante acqua, la quale ridarà all’argilla la consistenza cremosa prermettendo di essere rimossa), regalando un leggero scrub, oltre che la pulizia di ciò che l’argilla ha ‘catturato‘ dalla pelle (pus, impurità, batteri).

Prima di capire come preparare una maschera all’argilla (la sola argilla con acqua potrebbe risultare un po’ povera e un po’ aggressiva), vediamo quali tipi di argille esistono!

clio argille
rosa, bianca, verde, gialla…. ma quale sarà la migliore per le singole esigenze?

Argilla VERDE:

E’ la più diffusa e reperibile in commercio, è molto assorbente e quindi tendenzialmente aggressiva sulla pelle (va combinata con ingredienti che leniscono e idratano, per un’azione assorbente ma soft). E’ perfetta quindi per le pelli oleose o grasse, con tendenza acneica o ricche di impurità.

L’argilla verde comune è granulosa (ha quindi un’azione esfoliante) e viene usata soprattutto per la preparazione di fanghi per il corpo: è ottimo come scrub anticellulite, è drenante e sgonfiante e aiuta la circolazione.

clio-body
Va benissimo anche come scrub detox, da fare un giorno o due prima della depilazione! Consigliato soprattutto per chi ha problemi di follicolite o di peli sottopelle o incarniti!

Nella versione ventilata o super-ventilata (più fine, grazie a un processo di essicazione) è più delicata e viene usata per il viso o per uso interno (l’argilla ha anche proprietà interessanti per l’intestino, ma non ne parleremo in questo post!)

Argilla BIANCA:

L’argilla bianca è forse più conosciuta dalle spignattatrici come caolino, l’ingrediente principale della mia amatissima Mint Julep Masque! (sì, anche se è verde, eheheh!)

Clio_MintJulepMasque_argilla
La celeberrima <3

L’argilla bianca ha proprietà simili a quella verde, ma è più delicata sulla pelle (per questo è preferita per le maschere sul viso) ed è adatta anche a pelli più delicate e più facilmente irritabili, oppure è mescolata con altre argille più ‘aggressive‘, così da mantenere il potere assorbente, ma diventando più tollerabile.

mancano ancora i colori caldi! Per argille rosse, rosa e gialle, cliccate qui e continuate a leggere il post!