Ciao ragazze!

Il post di oggi si ispira a un articolo molto interessante che ho letto di recente in cui veniva mostrato come i vari “corpi ideali” sono cambiati nel corso dei decenni; sappiamo tutte che gli standard di bellezza evolvono di continuo, ma vederli uno accanto all’altro è abbastanza impressionante e fa sicuramente riflettere. Siete pronte per un vero e proprio viaggio nel tempo? Leggete oltre!

Schermata 2015-01-23 alle 10.10.23

Anni ’50: l’era delle pin-up ammiccanti, di Marilyn e dei corpi a clessidra, con seno a punta e fianchi torniti, ma un vitino da vespa a contrasto, evidenziato dagli abiti. Le più magroline potevano comprare delle imbottiture speciali per “riempire” dove c’era bisogno, mentre le più robuste si strizzavano in guaine contenitive per ottenere la forma a clessidra! Sono gli anni di Playboy e della Barbie, considerata trasgressiva perché rappresenta una donna adulta, sexy e indipendente, al contrario dei classici bambolotti-neonati che dovevano trasmettere valori materni alle bambine. È un periodo di grande malizia e sensualità; le curve sono presenti, ma studiatissime e proporzionate al resto del corpo (arrivate al 2010 per capire cosa intendo…)

1302326040301065

christian-diors-new-look-1947

marilyn-monroe-body-1935730408

tumblr_lc7e2jwACp1qzhpn8o1_500

BW10-3

Incredibile il punto vita di Betty Brosmer!

barbie_vintage

Anni ’60: addio bombe sexy, arriva Twiggy con il suo fisico esile e minuto, lo sguardo infantile e gli occhioni da bambola, e rivoluziona l’industria della moda! Abbandonate le curve e le guaine modellanti, non resta che mettersi a dieta per ottenere il corpo “giusto”; pare che all’epoca si sia registrato un boom nella vendita di anfetamine per aiutare a dimagrire (!), mentre le più salutiste si rivolgevano alla Weight Watchers, nata proprio in quegli anni! Ovviamente ci sono ancora le attrici super sensuali del decennio precedente, ma in ambito fashion è Twiggy a dettare legge (le sue misure? 1.67 m per 43 kg!):

twiggy02

twiggy-body

mini-1966-twiggy1

Anni ’70: il corpo ideale è sempre snello, ma atletico, e si alza di qualche centimetro. È tempo di bellezze statuarie, con camicioni hippie e pantaloni a zampa d’elefante di giorno, ma vestite da regine della disco music di sera, strizzate in abiti di spandex e poliestere. L’icona di questo periodo è Farrah Fawcett, la biondissima e capellonissima Charlie’s Angel

3660418519_fb987d3ff3

b7ba238fe1b3f1d03a5baa9856e79ff8

Farrah_Fawcett_iconic_pinup_1976

Anni ’80: arrivano le supermodelle! Corpi da amazzoni, gambe lunghe chilometri e muscoli ben definiti grazie al trend nascente dell’aerobica (Flashdance e Jane Fonda vi dicono qualcosa?). Elle McPherson, Cindy Crawford, Naomi Campbell, Linda Evangelista: i loro nomi e i loro volti sono ovunque, dalle riviste alle passerelle, dalle campagne pubblicitarie ai video musicali. Gli ideali di bellezza non sono mai stati così distanti e irraggiungibili per le donne comuni!

cindy-crawford

cindy-crawford-001

1988_04_Vogue_Uk_Ph_Kim_Knott_004_Naomi_Campbell

tumblr_magmwqy7Q01r06q46o1_500

tumblr_m79hntHTZc1r06q46o1_500

glamazons-best-supermodels-80s-elle--large-msg-128396624266

Linda-Evangelista-Versace-Couture-Ad

61a25b164a50a7631899a14ef902bb13

 

Ragazze, nella prossima pagina continua il viaggio nel tempo!