Ciao Ragazze,

come ho fatto qualche tempo fa per la terra, oggi vi voglio svelare tutti i miei segreti per quanto riguarda il blush: la sua texture, applicazione, i colori migliori da utilizzare e tanti altri consigli ancora. Questo meraviglioso prodotto, che penso sia proprio uno di quelli che rende il nostro makeup migliore in pochi secondi, può davvero fare la differenza e dare vitalità al vostro volto. Se usato però in modo sbagliato, può davvero creare un brutto effetto.

Se volete sapere quindi tutti i miei consigli al riguardo, leggete oltre!

IJ9A2278

1) COME APPLICARE IL BLUSH IN CASO DI BRUFOLI

È molto difficile, quando si hanno cicatrici o brufoli nella parte delle guance, applicare questo prodotto e far in modo che tali imperfezioni si notino meno. La maggior parte delle volte infatti si stende una base e poi, con il pennello, applicando il blush, si tende a muovere la base e a far ricomparire le imperfezioni. Bisogna quindi fissare il tutto prima con la cipria.

Sarebbe quindi meglio applicarlo con una spugnetta non bagnata (perché potrebbe portare via del prodotto) oppure utilizzare un pennello normale ma andando a picchiettarlo.

the_original_single

In caso di brufoli bisogna anche pensare al colore giusto da applicare: non deve essere troppo rosso perché richiamerebbe molto il colore delle imperfezioni. Quindi niente blush rosati o color malva ma preferire quelli color pesca, terra o comunque più aranciati. E in generale usate prodotti opachi perché quelli perlati evidenzierebbero il problema.

2) QUALE COLORE SCEGLIERE

Il blush si sceglie sempre in base al trucco che si vuole fare ma anche in base al proprio colore di pelle: più che al sottotono bisogna stare attente a quanto si è chiare o scure/olivastre. Se siete molto chiare non potete usare prodotti troppo scuri perché potrebbe crearsi un effetto clown non desiderato e se siete troppo scure, usare un blush chiaro renderà la vostra pelle tendente al grigio

Se vi sembra di aver sbagliato il colore di blush e di averlo preso troppo scuro, il trucco che vi posso consigliare è quello di utilizzarlo a piccole dosi stendendolo nel modo più uniforme possibile, così da non creare stacchi troppo evidenti. Non potete però fare la stessa cosa sulle pelli scure perché abbondare con un blush chiaro renderà solamente la vostra pelle più grigia.

Se fate un trucco occhi sui toni aranciati sceglietene uno caldo, se invece scegliete un trucco occhi blu-viola, scegliete un colore più freddo anche per le guance: questo renderà il tutto più armonioso

Actress-Keira-Knightley-poses-as-she-arrives-for-the-European-premiere-of-the-film-The-Imitation-Game-at-the-BFI

Ad esempio questo makeup è tutto sui toni caldi con blush aranciato.

3) QUALE TEXTURE SCEGLIERE

Esistono diversi tipi di texture: gel, crema o polvere. Se avete bisogno di qualcosa che vi duri tutto il giorno, la texture migliore è quella in gel perché agisce come le tinte per le labbra e sono formule molto leggere che non creano spessore e non vanno ad appesantire la base.

La texture cremosa invece è più adatta a chi ha la pelle molto secca, il prodotto così non andrà ad evidenziare le pellicine e donerà un bell’effetto bagnato.

tumblr_lrdu69PUY31qgojxao1_1280

Quelli in polvere compatta e libera sono i più utilizzati, anche se non i miei preferiti. Questi, se troppo polverosi infatti vanno a segnare la pelle, i pori dilatati ed imperfezioni. Li trovo quindi un po’ problematici. Se non mettete prima la cipria per di più il vostro fondotinta tenderà ad assorbire il prodotto.

4) QUALE FINISH SCEGLIERE

Anche in questo caso ne esistono di diversi: satinato, opaco, luminoso. Anche quella del giusto finish è una decisione importante perché non tutti sono adatti a tutti i tipi di pelle. Se volete un effetto super naturale scegliete quelli semi trasparenti e leggermente perlati, se invece volete un effetto un po’ più drammatico usatene uno opaco, come quello aranciato della foto. Questo infatti sta bene a quei tutti i tipi di pelle e negli ultimi anni è andato molto di moda.

Scarlett-Johansson---Craig-McDean-shoot-_05_

Vi sconsiglio di usare il blush perlato se avete un trucco metallizzato sugli occhi perché rischierete di fare un disastro, mescolando troppe texture.

5) COME APPLICARLO

Sicuramente, rispetto al metodo più tradizionale del classico pennello, nell’ultimo periodo ci sono state delle evoluzioni, soprattutto nelle forme dei pennelli. Infatti sono diventati molto famosi quelli a forma triangolare. Anche se, in realtà il metodo delle dita è buonissimo per quanto riguarda i blush in crema. Per quelli in polvere invece preferisco usare pennelli piccoli per essere più precisa ed evitare di applicarne troppo.

model-backstage-at-fashion-week-pink-blusher-healthy-skin-big-eyebrows-applying-makeup_1

La spugnetta invece è un metodo che utilizzo tantissimo per correggere eventuali errori di applicazione del blush. Infatti la utilizzo per sfumare i contorni o per rendere il colore meno pigmentato sulla mia pelle, soprattutto per quanto riguardo zone come quella verso il naso in cui, con la punta della spugnetta, riusciamo ad essere precise.

Se volete scoprire i miei prossimi consigli, allora girate pagina!