Ciao a tutte!

Oggi, tema scottante: le cicatrici da acne e i segni/macchie post-brufoli. Spesso, chi è stato flagellato durante tutta l’adolescenza con l’acne, una volta sconfitta si ritrova a dover lottare anche con i segni che questa brutta malattia della pelle ha lasciato.

Non è facile, nemmeno moralmente, dover affrontare eventuali segni scuri o rossi e, nel peggiore dei casi, i famosi “buchini” e la sovrapproduzione di tessuto. Coprire il tutto con fondotinta e correttori può diventare una schiavitù e, tante volte, il risultato non è comunque al 100% soddisfacente. Ma non temete: prima di gettare la spugna, sappiate che la cosmetica e la dermatologia hanno fatto passi da gigante e che, sapendo cosa usare e cosa stiamo trattando, migliorare la situazione fino al punto di ritrovarsi con una pelle completamente nuova è possibile.

Abbiamo allora raccolto molte informazioni usando come fonti importanti e illustri dermatologi americani e scrivendo sotto la supervisione di un medico. Le informazioni sono tutte comunque a livello cosmetico, ma hanno una loro scientificità, nella speranza di poter aiutare davvero qualcuna di voi alle prese con questo fastidioso inestetismo.

ClioMakeUp-cicatrici-segni-macchie-acne-come-curare-eliminare-1.jpg

L’ABC: MAI SENZA SPF

Innanzitutto, una distinzione. Ci sono ragazze per cui l’acne è ormai un ricordo e che possono concentrarsi al 100% sui segni residui, e ragazze la cui acne non è quasi per nulla più attiva, ma che comunque hanno episodi di brufoli localizzati o zone ancora colpite dall’acne. Chi ha, ovviamente, ancora l’acne in piena attività, prima di occuparsi delle cicatrici, deve risolvere il problema.

Comunque, questi ultimi due gruppi di persone, è bene che facciano attenzione a non peggiorare la situazione di cicatrici e segni, semplicemente curando la pelle con una skincare routine corretta ed evitando di schiacciare e tormentare i brufoli (lo sappiamo, non è facile, ma è un grande inizio).  In più, dovranno essere un po’ più delicate, evitando i trattamenti che rischiano di infiammare ancora di più la pelle. Tutti quanti, invece, dovrebbero fare dell’SPF il proprio mantra e il proprio must-have imprescindibile.

cliomakeup-La-Roche-Posay-Anthelios-XL-Ultra-Light-Fluid-SPF-50-Lo schermo totale più famoso per essere adatto alle pelli grasse e acneiche e Antelio XL 50+ di La Roche Posay

CICATRICI VS SEGNI E MACCHIE: FACCIAMO CHIAREZZA

Fatta questa doverosa premessa, passiamo alle cose serie. Un errore che si fa molto frequentemente è scambiare i segni scuri da brufolo per le vere e proprie cicatrici da acne: le due cose sono invece ben diverse ed è giusto che vengano trattate in modo specifico.

Lo spiegano bene le dermatologhe newyorkesi Sejal Shah e Whitney Bowe, intervistate da Teenvogue, le quali sottolineano come i segni o macchie, che possono essere rossi o marroni/violacei, rimangano sulla superficie della pelle e siano un residuo di alterazione della pigmentazione della pelle dovuto al “trauma” dell’infiammazione del brufolo e al processo di riparazione della pelle.

cicatrizes-de-acne

Le vere e proprie cicatrici, invece, compaiono quando il normale tessuto della pelle è lacerato ed è rimpiazzato da tessuto fibroso. Quando il danno provocato dall’acne è abbastanza grave, la pelle, per proteggersi, potrebbe rispondere creando troppo o troppo poco tessuto. Nel primo caso si creano cicatrici che “emergono” dalla pelle (proprio come sono spesso quelle da taglio: cicatrici ipertrofiche); il secondo caso, invece, provoca quelli che sono famosi come “buchini” (cicatrici atrofiche).

ClioMakeUp-cicatrici-segni-macchie-acne-come-curare-eliminare-50Via Pinterest

I “BUCHINI” E LE VARIE TIPOLOGIE DI CICATRICI ATROFICHE

Nemmeno i “buchini” sono tutti uguali. E le dermatologhe citate li dividono i tre diverse tipologie, dai nomi parecchio buffi ma esplicativi:

Cicatrici “punteruolo”: più profonde che larghe, sembrano un “poro gigante”, come se foste state punte da un punteruolo.

Cicatrici “box auto”: ampie, rettangolari, dai bordi definiti.

Cicatrici ondulate: ampie e concave come le precedenti, ma con bordi irregolari, arrotondati e, appunto, ondulati.

MA COME TRATTARE I CASI SPECIFICI?

Facendo parecchia ricerca, si scopre essere opinione molto diffusa, tra i dermatologi, il fatto che ci siano alcuni ingredienti che andrebbero prediletti, in base al problema che si sta cercando di curare e che, se usati con regolarità, i risultati potrebbero essere davvero sorprendenti.

Vediamo allora quali sono questi ingredienti e quali sono i prodotti consigliati da applicare per riavere una grana della pelle perfetta. Cicatrici e segni da acne…avete i minuti contati! Girate pagina per leggere il post fino in fondo!