Ciao a tutte!

La protagonista del post di oggi sarà Kate Dillon, una top model diventata ormai un’icona in America e volto delle campagne pubblicitarie di molti importanti brand!  Kate, ai più, è conosciuta come modella curvy, ma in pochi sanno che la sua carriera è cominciata come modella da passerella. Perché parlare di lei? Perché in questo spazio virtuale, seguendo lo spirito della nostra Clio, uno dei nostri obiettivi principali non è solo offrire intrattenimento, ma anche dare forza ed ispirazione tramite le storie di chi è riuscito, battaglia dopo battaglia, a superare le proprie difficoltà arrivando ad amare al 100% se stesso!

La carriera lavorativa di Kate negli anni ’90, per lei, è stata fondamentale a questo proposito, non solo per sconfiggere i disturbi alimentari da cui era affetta appena ha messo piede nel settore, ma anche per aiutarla a raggiungere quella consapevolezza grazie alla quale, ora, è un’attivista della salute e del benessere! Raccontandovi la storia di Kate, speriamo, quindi, di riuscire a ispirarvi e a trasmettere il suo messaggio positivo, con cui ha trovato la forza di reinventarsi e di diventare una vera e propria icona, curvy e non solo! Continuate a leggere per scoprire il suo percorso!

ClioMakeUp-Kate-Dillon-18 Tutte le immagini dell’articolo, dove non altrimenti specificato, sono state tratte da Pinterest

Kate Dillon ironicamente ha affermato, in diverse interviste, di essere stata una modella 1.0, una 2.0 e, infine, di essere diventata una 3.0: usando le sue parole, dunque, la sua carriera da top 1.0 ha avuto inizio nei primissimi anni ’90, a fianco di indossatrici che sarebbero diventate leggenda come Kate Moss.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-2Kate agli inizi della sua carriera.

Kate rappresentava infatti, una potenziale punta di diamante di quello che veniva chiamato stile dell’heroin-chic, un look estremamente popolare in quel periodo e di cui, la sua collega omonima, sarebbe diventata il simbolo.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-3Kate Moss, negli anni ’90, incarnava alla perfezione gli ideali di bellezza del periodo

Pelle pallida, occhiaie, zigomi in evidenza ed aspetto androgino erano, infatti, la risposta glamour a supermodelle come Claudia Schiffer o Cindy Crawford, dal fisico tonico e scolpito, e uno dei requisiti principali che esigevano i nuovi canoni era la magrezza, estrema ed enfatizzata.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-4Cindy Crawford e Claudia Schiffer

L’aspetto di Kate si addiceva bene a quei canoni, poiché, in quel periodo, soffriva di anoressia, disturbo alimentare che le ruberà sette anni di vita.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-11Kate: prima, e dopo la guarigione. Credits: emaze.com

La top descrive quel periodo come intriso da un perenne disagio, non solo per quanto riguardava il dismorfismo verso il suo corpo, ma anche quello di chi lavorava con lei, modelle e non.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-14Kate sulla copertina di Mademoiselle nel 1992

L’insoddisfazione verso il proprio aspetto, nella fashion industry degli anni ’90, era, infatti, un comune denominatore che univa le indossatrici, i fashion editor e persino i fotografi, palpabile e costante in ogni sessione di lavoro.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-10Credits: mierteran.com

Il cambiamento per Kate, però, è avvenuto nel 1993, anno in cui la modella, a causa di un forte virus intestinale, è rimasta chiusa in casa per dieci giorni senza, praticamente, quasi riuscire a bere e a mangiare.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-7Kate dopo la guarigione

Quando è tornata al lavoro, stremata dal periodo di malattia, si è sentita dire “Hai un aspetto fantastico” e questo, in relazione alla sofferenza e alla debolezza che stava provando, ha fatto scattare in lei qualcosa che le ha fatto finalmente perdere la convinzione secondo la quale essere magri era la cosa più importante.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-17Credits: dailymail.co.uk

L’episodio è stato dunque responsabile del punto di rottura di Kate con la sua carriera di modella 1.0, dopo la quale si è presa due anni di pausa.

ClioMakeUp-Kate-Dillon-15

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Andate a pagina 2 per scoprire come si è evoluta la storia di Kate!