Ciao a tutte!

Quest’estate ad un certo punto, nel mondo beauty si è sentito parlare solo di plopping: una strana parola che indica in realtà un metodo di asciugatura dei capelli da mossi a ricci, per dire addio al crespo e al calore.

L’abbiamo provata e ci è anche piaciuta (per Clio è diventato uno step fondamentale) e capite bene, allora, che abbiamo immediatamente raddrizzato le antenne quando abbiamo iniziato a sentir parlare di “scrunching”, “plunking” e “super soak method”: tutte tecniche di asciugatura o di preparazione allo styling dedicate ai capelli mossi o ricci, per ottenere onde o boccoli definiti e senza l’ombra dell’effetto crespo che tutte vogliamo evitare.

Siete pronte per scoprire di che si tratta?

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo-00.001Background credits: styledose.wordpress.com

 

RIPASSINO: COS’È IL PLOPPING?

Per chi se lo fosse perso o l’avesse dimenticato, il plopping è una tecnica facile quanto efficace per asciugare i capelli evitando l’effetto crespo, i capelli elettrici e i baby hair ribelli. È particolarmente adatta a chi ha i capelli ricci, ma funziona bene anche per chi ha i capelli mossi e vorrebbe enfatizzare le proprie onde, ottenendo una chioma morbida e voluminosa.

*Spoiler alert*: i ricci soffici e voluminosi al limite della cotonatura saranno il grande trend della primavera!

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo.001Viso di Gigi Hadid non incluso :-P. Credits: Max Mara / V Magazine

L’idea, infatti è quella di non far perdere troppa acqua subito ai capelli appena lavati: eliminando l’eccesso d’acqua gradualmente, i capelli saranno più morbidi e idratati – e sapete quanto sia importante l’idratazione per la texture dei capelli!



 

Inoltre, grazie alla “forma” che si darà alla chioma, le onde e i boccoli saranno in qualche modo facilitati nella loro formazione e nel fissaggio della piega.

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo-2

La tecnica, come vi dicevamo, è davvero facile: dopo essersi lavate i capelli e dopo aver applicato la propria crema o i propri prodotti per lo styling, bisogna posizionare su un piano orizzontale una t-shirt di cotone o un panno di microfibra (pare che per gli esperti la composizione ideale sia 80% poliestere e 20% poliammide, ma non è necessario essere così precise) – NB: un asciugamano in spugna sarebbe troppo assorbente per ciò che si vuole ottenere. Ora bisogna chinarsi in modo che la punta dei capelli tocchi la t-shirt o il panno e pian piano avvicinare la testa in modo che i capelli si “arrotolino” e si pieghino su loro stessi, finché la testa non toccherà quasi il piano orizzontale su cui vi siete poggiate.

A questo punto copritevi con la t-shirt la parte posteriore della testa, arrivando con la maglietta fin alla nuca e poi fate lo stesso con la parte frontale. Arrotolate i lati e fissateli, ottenendo un bizzarro copricapo – un po’ in stile Principessa Leila.

ClioMakeUp-plopping-capelli-ricci-mossi-senza-calore-senza-phon-cos-e Credits: naturallycurly.com

Una volta che avete concluso ci sono diverse scuole (e la cosa migliore sarebbe provarle tutte per trovare il proprio metodo ideale): lasciare i capelli in posa per 3 ore e poi terminare l’asciugatura con il diffusore, lasciare in posa 20/30 minuti e poi completare l’asciugatura oppure lasciare i capelli in posa tutta la notte. A voi la scelta!

PASSIAMO ALLE PAROLE SCONOSCIUTE: IL PLUNKING

Dopo una lunga e approfondita ricerca possiamo dirvi con sicurezza che il plunking è…ttttttrrrullo di tamburi…un sinonimo di plopping. Eheheh, grande sorpresa, vero? Beh, è importante saperlo perché stanno iniziando a diffondersi panni di microfibra specifici per questa tecnica e sapere che il plunking non si tratta nulla di nuovo se non il buon caro vecchio plopping, può aiutare nell’eventuale acquisto.

SCRUNCHING: UNA COSA CHE ABBIAMO SEMPRE FATTO – MA FORSE MAI NEL MODO GIUSTO

Ecco che arriviamo “alla ciccia”. Lo scrunching, che letteralmente significa snocciolare o accartocciare, altro non è quel gesto che siamo certe molte di voi fanno già, di accartocciare – appunto – le singole ciocche di capelli dal basso verso l’alto, sia tenendo la testa in giù che stando dritte, dopo aver applicato i prodotti per lo styling.

“Aaaaah beh, lo faccio dal ’93” potrebbe essere il pensiero di tutte voi che leggete, ma non siate frettolose: l’idea, comunque, è quella di non farlo con le dita, ma tenendo la ciocca nel palmo della mano e tenendo tra i capelli e il palmo la famosa t-shirt-o-panno-di-microfibra di cui sopra.

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo-9In poche parole: così è già meglio che con le dita… Credits: styledose.wordpress.com

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo-7Ma è così che andrebbe fatto!! Credits: styledose.wordpress.com

Vi sembra una differenza minima, che non vi cambierà certo la vita?! Nì, qui potete vedere i capelli con scrunching fatto a mani nude e usando le dita e fatto come la regola aurea dello scrunching comanda. La differenza c’è, sia nella forma del ricciolo che nel volume delle radici, non vi pare?

ClioMakeUp-plunking-scrunching-super-soak-plopping-capelli-ricci-mossi-onde-boccoli-senza-calore-crespo-5Credits: styledose.wordpress.com

Potrebbe, insomma, rappresentare quei piccoli cambiamenti alla nostra routine che, però cambiano il risultato finale.

Ma non è finita qui: il passaggio fondamentale che probabilmente non avete mai fatto, si trova a pag. 2!! Pronte per scoprire cosa fare, a costo zero, per i ricci perfetti (senza crespo)? Risponde la chimica!

84 COMMENTI

  1. Brave ragazze, questo articolo mi è piaciuto molto! Il plopping l’ho adotto da anni ma ora non mi resta che provare gli altri consigli. Ho i capelli molto fini e mossi, se non gli dó struttura si presentano davvero male… come crema per i ricci consiglio quella di aveda, costicchia ma fa la differenza!

  2. Bell’articolo, ma devo dire che, se il plopping per me è stato (davvero!) una manna dal cielo, quest’altri due “trucchetti” non mi sembrano nulla di nuovo. Lo scrunching è ciò che ogni riccia consapevole fa applicando la schiuma/crema/gel… Che poi sia con le dita, con la mano o con un panno, per me la differenza non è così notevole. Il super soak, invece, è alla base della buona riuscita del plopping: se i capelli non sono pregni d’acqua, il riccio perde volume e corpo. Senza parlare poi del fatto che, mettendo il prodotto per lo styling con i capelli già pieni d’acqua, ne basta molto meno, scongiurando sia l’effetto “ricci di legno” che quello “ho dormito col cappello” del giorno dopo, con le radici piatte e incollate.

  3. Vediamo, stamattina, qualcuno ha già rO**° per il “leggisi” al posto di “leggasi” !? No, a quanto pare l’Accademia della Crusca non è ancora aperta stamattina ! Buono, correggete subito, prima che qualcuno non s’accorga che è un errore/orrore di battitura. A me dei capelli non importa proprio, io sono spaghetto naturale.

  4. Ragazze, non lasciatevi i capelli bagnati spesso, ne pagherete in cervicale in futuro 🙁 io ho i capelli lisci e ne ho tanti, dopo anni di prove ho trovato il mio styling per le onde: metto sui capelli umidi una spuma volumizzante, li asciugo a testa in giù lasciandoli umidi, poi faccio 4 trecce e vado a dormire. Risultato, sembra che ho usato la piastra quella a 3 tubi 😉

  5. Io non lo faccio mai, delicata come sono in questo senso prenderei subito mal di gola, tosse e raffreddore! La mia salute non conosce stagione…il tuo consiglio comunque mi sembra ottimo, proverò!! Anche io ho i capelli lisci, ma anche molto fini

  6. Non conoscevo la tecnica per evitare i “ricci di legno”!! È infatti questo effetto che ottengo le (poche) volte che metto la schiuma…e non mi è mai piaciuro

  7. Ragazze i capelli bagnati non si lasciano…a 20 anni vi sembrerà una cosa normalissima ma a 30 ne pagherete le conseguenze!

  8. A me invece sembra che lasciare il riccio gonfio d’acqua fa scivolare via il prodotto…ma pensa te… cmq plopping non lo farò mai, 3 ore coi capelli umidi? la morte… io di solito lavo, tampono, metto maschera, sciacquo, ri tampono, metto una crema per ricci, lascio l’asciugamano in testa quel tanto in cui asciugo il resto del corpo e metto l’intimo, asciugo col diffusore a testa in giù e il risultato non è niente male….

  9. Qualsiasi prodotto per ricci (crema, mousse, spuma…) va applicato su capelli gocciolanti e non tamponati! Questa è la regola d’oro che anni fa mi spiegò il parrucchiere per non avere i cosiddetti ricci di legno! Con l’acqua i prodotti di distribuiscono meglio e arrivano ovunque! Poi basta asciugare a testa in giù (io lo faccio in modo che l’acqua che continua a gocciolare casa nella vasca) con il diffusore e il risultato sarà perfetto: volume assicurato!

  10. Sono un attimino confusa e tra la confusione mi sorge una domanda, ma queste tecniche servono per avere più definizione o più volume? O entrambi?

  11. Riccia all’appello!!! Non ho mai provato queste tecniche, ma per esperienza personale, ho notato che più i capelli sono bagnati/umidi, più la piega viene meglio, quasi identica a quella della foto “after”!
    Mi spiego meglio…io lavo i capelli e dopo averli avvolti nell’asciugamano nella classica forma a turbante, devo sbrigarmi ad applicare la schiuma e passare all’asciugatura perché più i capelli rimangono avvolti nell’asciugamano, più si asciugano, più la piega verrà male! Infatti spesso, metto tonico viso e crema, poi passo ai capelli, perché se perdo tempo a mettere la crema corpo i capelli si asciugano troppo rapidamente…quindi rimando la crema corpo dopo aver finito con i capelli!
    Probabilmente, se usassi un panno in microfibra o una t-shirt, il potere assorbente sarebbe minore e magari riuscirei a fare tutte le mie cose con calma prima di occuparmi dei capelli! Per quanto riguarda lo styling, ho SEMPRE “acciaccato” le ciocche di capelli all’interno del palmo della mano, ma mai con il supporto di un panno…da provare per vedere la differenza!
    Ad ogni modo, credo lasciare i capelli bagnati per più di 3 ore sia veramente troppo…la cervicale non perdona!

  12. io ero mossa, ora liscia. Comunque secondo me tantissime sarebbero già felici di arrivare al risultato della prima di foto no? Quello che cerco io invece, chissà se sapete consiglarmi, è trovare uno di quegli spray che fa arricciare i capelli, ho provato john Frieda ma non è un granché…
    Concordo sul tenere i capelli bagnati…io ormai lo faccio solo in estate inoltrata se no mi viene il torcicollo e mal di gola -.-

  13. Mmm.. secondo me più definizione rispetto a volume! Io li faccio asciugare a testa in giù con il diffusore per avere definizione (ho i capelli mossi/ricci..) e poi, una volta asciugati, li “scrollo” un po’ per avere più volume 🙂

  14. Io ho i capelli mossi/ricci, ho provato la tecnica del plopping e ho notato una piacevole differenza, a eccezione di una zona della testa! Mi spiego meglio: nella zona occipitale, non so perché, i miei capelli tendono al liscio (solo quelli!) e anche con l’uso del diffusore, dopo un paio di ore, non hanno il riccio! Pazzesco! Ho provato a fare la
    Permanente solo in quella zona ma non ha neanche preso! Quindi con la tecnica del plopping, alzando tutti i capelli, quella zona tende di più ad allisciarsi!

  15. riccia PRESENTE!!!Non oserei mai lasciare i capelli bagnati per 3 ore…..! Io lavo i capelli la sera e asciugo perfettamente la cute mentre le lunghezze le lascio leggermente umide …poi metto i bigodini (quelli di spugna) e vado a dormire.La mattina li sciolgo e i capelli escono meravigliosi dopo una pettinata con le dita e la piega rimane per 5 giorni!!!!!!

  16. esatto, io se applico la schiuma sui capelli ben tamponati ottengo proprio l’effetto “riccio effetto legno”!!!!

  17. Sarebbe stato carino parlare anche del fitagem. Io ho provato il plopping e non ha funzionato. Al momento io faccio il fitagem e il risultato è fantastico.

  18. Ciao cara, io adoro il wind up delle line Courvaceous di Redken. Prova a cercarlo su internet e guarda le sue caratteristiche…potrebbe essere un prodotto interessante. Spero di esserti stata utile

  19. A me il plopping non dava risultati sperati sui capelli però li dava da un altra parte ,mi faceva venire la cervicale…Perciò niente piú esperimenti del genere

  20. Orrore orrore i riccioli di legno…quando andavo alle superiori si usavano! Per fortuna, avendo i capelli lisci, non ho mai ottenuto questo effetto. Però devo dire che all’epoca invidiavo i capelli boccolosi!

  21. Il plopping l’ho provato diverse volte e mi piace molto…io però lo tengo su al massimo un’ora, un’ora e mezza e poi finisco l’asciugatura col phon. Questo sia perché lavo i capelli la sera (anche tardi) e non ho tempo di tenerlo su di più sia perché, per i miei capelli super fini, il phon è fondamentale e senza vengono più mosci. Comunque d’inverno il plopping non riesco a farlo perché a stare con la testa bagnata non ce la faccio proprio! La storia che i prodotti per lo styling si mettono sul capello bagnato non la sapevo…io di solito li metto sul capello tamponato/umido (e non mi vengono i ricci di legno)…proverò a metterli sui capelli bagnati!

  22. Anch’io non uso nulla, tranquilla! Si asciugano da soli, estate e inverno nell’asciugamano. Proverò comunque con la maglia di cotone o poliestere, vediamo!

  23. Domani sera provo tutto, vediamo. Ancora non ho un prodotto riccio che mi soddisfi, sono ferma a metà di uno di BV che mi spiace buttare, lo voglio usare un po’ di più. Pensavo allo spray della Blu-orange, qualcuna l’ha mai provato?

  24. I miei capelli sono mossi, foltissimi e crespi. Quando sono ancora bagnatissimi, strizzo via l’acqua facendo lo scrunching, senza però mettere niente. Li lascio qualche minuto avvolti nell’asciugamano, poi dò un primo colpo di phon; ancora umidi, rifaccio lo scrunching con l’olio di cocco, grande alleato contro il crespo, poi finisco di asciugarli. Nei giorni successivi, per ridefinire le onde rifaccio un leggero scrunching alternando il gel crema Invisi Fix dell’Oréal e la cera ad acqua Moine Water Wax di Renée Blanche. Voglio provare il plopping con un panno di microfibra, però tempo di posa non più di mezz’ora!

  25. Il plopping e sinonimo no, perché ho i capelli corti e che ci arrotolo dentro? Ma il resto si può provare, costa niente e magari da belli diventano wow!

  26. Una curiosità: ma l’olio di cocco non li lascia unti? Io quando li portavo lunghi non usavo niente perché mi scocciava sporcarli appena lavati!

  27. Voce fuori dal coro: asciugati quasi sempre all’aria, a 53 anni (fra un mese! o.m.G) nessuna conseguenza. Suppongo si tratti di cu*o.

  28. Quindi il gesto di asciugarli a testa in giù è per dare definizione, giusto? Ci vorrei provare però non voglio assolutamente più volume, potrei somigliare ad una palla da discoteca

  29. Su di me si, li definisco meglio perché li raccolgo nel diffusore e li faccio asciugare tutti così, come se fosse il palmo della mano della fotografia del post, che da la forma al riccio. Un minimo di volume in più sicuramente lo avrai perché essendo la testa in giù, le radici sono tutte alzate. Mentre quando ti fai asciugare i capelli a testa in su, le radici sono piatte e questo non è quello che una riccia vuole

  30. Tranquilla… mia mamma 80 anni e li asciuga all’aria aperta. Lei però ha i capelli alla “Marines” 🙂

  31. L’olio di cocco e il burro di karitè sono molto grassi. Ma su di me che ho i capelli secchissimi e folti non lasciano l’unto, poi li doso per bene e ovviamente non li uso mai insieme! L’effetto su di me è setoso e le onde vengono bene, ma li sconsiglio a chi non ha i capelli secchi secchi secchi some i miei.

  32. poi esistono diversi modelli e grandezze a seconda del riccio che vuoi ottenere ….questi che ho io sono totalmente in spugna cosi quando dormo la notte non danno fastido,mentre il metodo vai su youtube ci sono tantissimi tutorial bellissimi 🙂

  33. Aveda non avena, la linea è la be curly, io ho il curl enhancer, lo applico sui capelli umidi e poi li asciugo o naturalmente o col phon.

  34. Grazie Clio! Io ho i capelli finissimi e leggermente mossi, ma da asciutti il mosso scompare e restano tipo paglia

  35. Plopping non più di 15/20 minuti, prodotti per lo styling a capelli grondanti (prima di avvolgerli nell’asciugamano) e scrutching con le mani. Io uso gel d’aloe o burro di karitè o crema ricci Biofficina toscana

  36. Ora che è inverno a volte sento già scrocchiare il collo..qualcosa mi dice che le prediche di mia madre non sono campate in aria ;D

  37. Mia mamma mi rimprovera sempre..avendo i capelli lunghi impiegano anche ore ad asciugarsi, dice che quando avrò i reumatismi dovrò ripensare alle sue parole ahahah

  38. Ah io spesso li tengo sciolti per velocizzare (sono piuttosto lunghi), forse non dovrei..cmq il plopping funziona quando ho tempo e mi ricordo lo faccio e ottengo buonissimi risultati!

  39. Hallo, Maria Cristina, sempre lieta di risentirti. Ti rispondo anch’io per quel che può valere sull’uso e gli effetti dell’olio di cocco, che è il solo che uso. Io ho i capelli lunghi all’altezza dorsale, ma sono lisci, però si annodano e increspano facilissimamente. Premetto anche mia figlia piccola li ha così. Uso l’olio di cocco con capelli bagnati, anche in modo relativamente abbondante; ero moooolto prevenuta, pensando alla sensazione di untuosità e anche io non volevo ri-sporcare subito i capelli appena lavati-stessi pensieri-ma mi sono proprio ricreduta. Non lascia alcuna spiacevole sensazione, solo un buon profumo che peraltro non è né fastidioso né insopportabile; i capelli sono lisci, soffici, non appesantiti neanche i giorni seguenti ed elimina i nodacci. Lo uso anche con la piccola Annina. Bello. Ciao.

  40. Ciao Rosa, ogni consiglio è sempre gradito, poi leggerti è sempre un piacere. Io una volta ho usato l’olio di cocco sui capelli di mia figlia come impacco pre shampoo, magari l’olio che avevo usato non era buono o non so cosa, ma ci sono voluti quattro lavaggi per toglierlo, mi è rimasta un po’ di diffidenza! Mi tenta, il profumo di cocco poi io lo adoro…

  41. Non ti saprei dire. In realtà io ho comperato un olio di cocco molto economico giusto per provare, ma è buono, te l’ho detto. Si chiama Swiss O-Par e l’ho pagato sui € 2.00 da Rossman. Eh sì, io sono Fremden=straniera qui,e, ora sono nel pieno delle sperimentazioni, ma cerco di non investire molto; e, devo dire che trovo tante marche economiche e piacevolmente soddisfacenti. Quest’olio si usa sia con i capelli asciutti per dare la piega, sia tamponati. Lo uso dopo lo shampoo, asciugo bene und get’s los !!=let’s go !! Divento un sofficino io e Annina…;-)))

  42. A me l’effetto ricci di legno piace un sacco, e lo faccio sempre praticamente. sono schiuma-dipendente. Tanto poi da asciutti disfo i rametti di capelli e sono mossi al punto giusto

  43. Sono anni che non uso il phon, se non in rarissime occasioni, ma di prassi li lascio asciugare da soli. Per fortuna nessun problema di cervicale. Una parrucchiera un giorno mi disse che i miei si asciugavano alla svelta, ed era un buon segno, vai te a capire perchè…

  44. Sei simpaticissima, mi piace il tuo modo di scrivere multilingue! Vivi in Germania, vero? Buona giornata.

  45. Genau=esattamente ! Ich wohne hier, in Deutschland, seit ein Jahr=Sì, io vivo in Germania, da un anno.Qui ci sono tante cose positive, ma anche tante altre che non vanno, ma questo è un discorso troppo lungo. Schön Tag dir auch.

  46. Eh, es schwierig. Es eine schwierige Sprache=E’ difficile. E’ una lingua difficile. Se non la parli giornalmente… Magari qualche espressione, modi di dire, non fa mai male. Poi se proprio ti vuoi fare un po’ del male… accomodati=Sezten Sie !

  47. Ciao ragazze! ma io volevo solo dire una cosa…per lo scrunching sono andata sul sito che avete messo nei credits e le foto sono un po’ fuori contesto: i risultati non sono in base al metodo usato, bensì per i prodotti che vengono usati! Leggendo l’articolo, la ragazza certamente consiglia quelle tecniche di asciugatura ma alla fine vuole solo far vedere i suoi capelli dopo l’utilizzo dei prodotti che sta pubblicizzando!

    Almeno sottolineate che la ragazza si è messa un chilo di gel prima di tamponarseli…

  48. assolutamente no!
    guarda, ti scrivo in un momento di pausa studio… prima mi sono lavata i capelli e ora sono al calduccio che aspetto si asciughino: come sempre zero phon.

    Passo le estati in cortile a farli asciugare al sole e gli inverni al caldo lavandoli quando sono sicura di non dover uscire.

    Il phon lo uso solo d’inverno se per caso mi tocca lavarmi i capelli prima di uscire, in quel caso certo che li asciugo: mica scema! ahahah

  49. Ciao! questo succede se lo usi sui capelli asciutti!
    Bisogna sempre inumidirli prima o il capello, non avendo il filtro dell’acqua, assorbe troppo l’olio che va anche a danneggiarlo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here