Ciao a tutte!

Il tonico, sebbene sia un prodotto spesso trascurato durante la skincare routine, può avere molti benefici e ormai è disponibile in moltissimi tipi, che vanno da quelli più delicati e lenitivi, fino a quelli con proprietà purificanti! Ma l’avreste mai detto che, oltre ad essere un ottimo alleato per completare la detersione della pelle, può esserlo anche per incrementare il suo benessere?

Il tonico può essere infatti anche un aiutante per molti altri fattori che vanno al di là della pulizia del viso, ed avere altri usi oltre a quello classico, per cui è principalmente conosciuto. Siamo certe che vi stupirà scoprire in quali altri modi applicarlo, in relazione anche e soprattutto ai vantaggi (a cui, spesso, non si fa caso), che può portare! Perciò, tonico viso a cosa serve? Scopritelo con noi continuando a leggere il post ;-)!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (14)

TONICO VISO A COSA SERVE? A RIEQUILIBRARE L’ACIDITÀ DELLA PELLE…

Anche se, come constatavamo inizialmente, il tonico è spesso snobbato, ha una funzione molto importante, ovvero quella di riequilibrare l’acidità che la pelle ha naturalmente, in vista, soprattutto, della durezza che ha la maggior parte delle acque di rubinetto, molto ricche di calcare!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (5)

Senza accorgercene, lavandoci semplicemente il viso senza passare il tonico, lasciamo infatti sedimentare il calcare sulla nostra pelle e, a lungo andare, gli effetti si vedono eccome!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (2)

Il tonico dunque non solo lo elimina, ma permette di far penetrare meglio -e in maggiore profondità- i principi attivi dei prodotti che si applicheranno successivamente per completare la skincare routine.

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (11)

Questo vale anche in relazione a prodotti come il latte detergente, di cui spesso non si conosce veramente l’aggressività, e che lascia sempre e comunque dei residui in superficie. Il tonico, perciò, toglie anche a fondo ogni residuo.

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (16)

…A FARE DA FISSATORE PER IL MAKE-UP…

Un altro uso insospettabile del tonico è quello che se ne può fare nella propria make-up routine! Questo cosmetico, infatti, può contribuire molto non solo ad idratare e lenire la pelle, ma anche a far durare di più il trucco!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (10)

Molti make-up artist consigliano, a questo proposito, di nebulizzarlo tra uno strato e l’altro di prodotto (primer, fondotinta, cipria e così via), per ottenere così un effetto naturale ed un incarnato compatto. Il tocco finale consiste nel’avere questo accorgimento anche a trucco finito, dando una finale spruzzata di tonico per fissarlo ulteriormente, prolungandone ancora di più la durata!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (7)

Ciò è dovuto al fatto che il tonico ha una funzione protettiva, e crea quasi una leggerissima ed impercettibile barriera che uniforma la pelle e i pori. Di conseguenza, essi saranno anche maggiormente schermati da prodotti in polvere come la cipria ma anche il fondotinta, apparendo più uniformi!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (12)

…E COME MASCHERA DI BELLEZZA!

Applicato sulle classiche maschere di cotone, perfette per far assorbire al meglio i principi attivi di prodotti quali creme e sieri, il tonico può essere un ottimo ingrediente per realizzare in un batter di ciglia una maschera in tessuto personalizzata!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (6)Sodial, Maschera in tessuto. Prezzo: 2,57€ su Amazon.it

In base al tipo di esigenza che avete, potrete scegliere e definire il tempo di posa: tuttavia, consigliamo di tenere la maschera sul viso per 5 minuti nel caso dei tonici purificanti, e 10 nel caso di quelli lenitivi. In ogni caso, questa coccola darà un immediato e percepibile comfort alla pelle, che apparirà più luminosa e distesa!

ClioMakeUp-Tonico-per-il-viso-a-cosa-serve (8)

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva, infatti, troverete anche quali sono le principali e più diffuse alternative al tonico in commercio, e scoprirete anche come farne uno fai da te! Non perdeteveli a pagina 2!

33 COMMENTI

  1. Interessante, ma questi idrolati non mi pare che abbiano PH acido o sbaglio?
    Io uso spesso acqua di rose o acqua termale Avene a mo di tonico (specie la mattina per svegliare la faccia, visto che spesso non lavo il viso la mattina per non seccare la pelle).
    Mi interessano però i tonici “classici”, ricordo che una ragazza consigliava quello giallo di Clarins, forse gli darò una chance 😉

  2. Lavo solo con acqua fredda o mi spraio acqua termale, ho la pelle sensibile e disidratata quindi due lavaggi al giorno mi ammazzano la pelle anche se uso detergenti delicati. La lavo con detergente solo se ho fatto maschera notturna o ho usato creme con acidi, in estate invece che sudo anche di notte allora si, lavo con pochissimo sapone anche la mattina 🙂

  3. Io lo trovo insostituibile dopo la pulizia con Clarisonic tampono con dei dischetti di cotone su tutto il viso palpebre comprese rinfresca lenisce e chiude i pori!

  4. Per me è insostituibile, lo uso sia la mattina dopo la detersione che la sera dopo che mi strucco. In questo momento sto usando l’acqua aromatica di camomilla dell’erbolario e mi piace molto perché sento la pelle bella idratata come se avessi già messo il siero!

  5. Ciao Jennifer! Posso dirti che anch’io ho provato la travel size del tonico giallo di Clarins e mi è piaciuto tantissimo, tanto che sono andata subito a prendere la full size. È idratante e delicato, ma non unge assolutamente la pelle (io la ho mista): insomma lo trovo assolutamente all’altezza di prodotti molto più cari.
    Laura ClioMakeUp

  6. tra l’altro..ma un TOP 10 o un TOP/MEDI/FLOP di Clarins e altre marche simili? Anche fare post di queste categorie ma sulla skincare sarebbero bellissimi 🙂

  7. Uso il classico tonico acqua di rose dopo la pulizia serale. Prepara benissimo la pelle a ricevere la crema idratante, leva i residui di trucco, non mi fa sentire affatto la pelle che tira (che sensazione odiosa). Anche tamponato sul contorno occhi rinfresca tantissimo

  8. Il tonico della lavera è fantastico!ho provato sia quello da te postato che quello per pelli miste e adoro entrambi

  9. Ho la pelle secca e prima quando lavavo il viso anche se dopo mettevo una buona crema idratante non riuscivo a far andare via la sensazione della pelle che tirava, poi ho scoperto gli idrolati di biofficina toscana e mi sono innamorata, niente più pelle che tira e dopo che l’ho passato la sento molto più tonica e fresca.

  10. Ma lo usi puro? Io ne ho preso uno per i capelli, ma non mi ha entusiasmato, vorrei provarlo per il viso

  11. Ciao a tutte! Io non posso far a meno del tonico. Senza di esso, la mia detersione sembra incompleta e adoro quel leggero pizzicorino che da alla pelle! Lo uso mattino e sera, dopo il detergente viso e prima della crema! Adoro cambiare marchio ogni tanto, ma qualche volta ricompro quelli che mi sono piaciuti particolarmente! Ora sto usando il tonico per pelli miste della Anew, ma ho già pronto nel mobile del bagno il tonico dell?Erbolario “Acqua Aromatica della Regina di Ungheria” che amo!!!

  12. ciao! io utilizzavo l’acqua di rose, ma l’ho abbandonata perchè ho notato che mi causava rossori diffusi sul viso. Tra i tonici, mi sono trovata molto bene con quello di esselunga e con quello di cien, entrambi indicati per pelli sensibili e senza alcool 🙂

  13. Io sono una patita per il tonico e lo utilizzo anche per rinfrescare la pelle durante la giornata quando sono senza trucco, per togliere l’eccesso di sebo. Infatti è particolarmente utile quando le temperature si alzano e lo ripongo in frigo assieme alle creme.
    Quelli che utilizzo di più sono quelli dell’omia “emolliente e delicato”, dei povenzali “alla rosa mosqueta”, della lush “acqua di luna”.

  14. Tonico sempre! Posso rinunciare a tutto ma mai al tonico! Ne uso persino due diversi: uno con un po’ di alcool e l’altro del tutto privo.

  15. No lo uso diluito con l’acqua micellare, puro è troppo forte rischia di stressarti la pelle.

  16. Ma non crea nessun problema, tipo irritazioni, dopo , quando si applica la crema notte !? Io non l’ ho mai usato (che mi dovrei vergognare?)

  17. Mah, devo prova’…al massimo, se no mi piace o mi da dei problemi, lo rifilo a mia suocera ! :-))))

  18. Io non posso fare a meno di usare il tonico sinceramente. Fino a qualche anno fa non lo prendevo neanche in considerazione ma ora trovo che sia un cosmetico necessario per una skin routine ottimale. Ovviamente uso solamente tonici ecobio di qualità: il mio preferito del momento è sicuramente il tonico di Alkemilla, un brand che adoro a dire poco.

  19. Il tonico Acqua di Rose costa sui 3 €, anche se non dovesse piacerti non è uno spreco di soldi. In Italia si trova facilmente nei supermercati, se non ricordo male però tu abiti in Germania e non ho idea se lì sia reperibile.

  20. Non vorrei dire una fesseria, ma in effetti mi sembra di aver letto da qualche parte che gli idrolati hanno una funzione diversa rispetto ai tonici.

  21. Uso da anni l’Acqua di Rose, per me è perfetta per lenire e rinfrescare la pelle ed è ottima d’estate se tenuta in frigo. La alterno con altri prodotti come l’idrolato ai fiori d’arancio, però mi sembra di aver letto che gli idrolati abbiano una funzione diversa rispetto ai tonici. Ora sto usando il tonico alle mandorle di Bottega Verde, ma non mi fa impazzire perché se ne metto una goccia di troppo è appiccicoso.

  22. Vedro’ che posso prendere; quello Lavera, marca che qui si vende come il pane ha l’alcol e non fa per me. Ma gia’ aver tradotto il nome Gesichtwasser=lett. acqua per la faccia…;-)

LASCIA UNA RISPOSTA