Scena classica: siamo davanti agli scaffali degli shampoo e dei prodotti per capelli, le boccette e i tubetti dai mille colori che stanno di fronte a noi sembrano tutti dirci: “ciao, sono stato fatto apposta per te e i tuoi capelli, scegli me, scegli ME!!” 😀

Eppure… quale scegliere? La gamma per capelli danneggiati? Sembra perfetta viste le mie doppie punte. La linea per aumentare il volume? In effetti, con i capelli così piatti… Che dire della gamma per capelli grassi? Magari potrò finalmente fare uno shampoo in meno a settimana… Anche se in realtà sono così aridi e pagliosi che forse è meglio fare uno shampoo in più e ottenere una texture più soffice…

Insomma, se volessimo prenderci cura dei “capelli grassie anche delle punte danneggiate? Se volessimo contrastare la caduta dei capelli e, nel frattempo, sfruttare il massimo del volume dei capelli che abbiamo?

Ma siamo davvero obbligate a scegliere solo una esigenza e quindi rinunciare a tutte le altre – oppure no? E mixare le gamme e ottenere delle hair-routine personalizzate esattamente come facciamo con la pelle? Indovinate… e scoprite tutti i consigli giusti per una hair routine perfetta!

ClioMakeUp-Klorane-shampoo-balsamo-maschera-crema-quotidiana-spray

IL MITO DA SFATARE: USARE TUTTI I PRODOTTI DI UN’UNICA LINEA NE AUMENTA L’EFFICACIA

Una cosa tipica, che si legge sul flacone dello shampoo, del balsamo, o di qualunque altro prodotto appartenente ad una specifica gamma per capelli è “per aumentarne l’efficacia, utilizzare insieme agli altri prodotti della gamma”.

per aumentarne l’efficacia, utilizzare insieme agli altri prodotti della gamma”. Ma anche no!!

Ecco da dove viene la fregatura: siamo convinte di poter scegliere una sola linea di prodotti e di dover restare fedele a quella, abbinando shampoo, balsamo e trattamenti così come si abbinano mutande e reggiseno. Beh sono qui per dirvi: ma anche no!!!

ClioMakeUp-Klorane-shampoo-balsamo-crema-spray-capelli-routine-tabelle-schemi

La verità è che, proprio come per la skincare, anche la routine per prendersi cura dei capelli andrebbe maggiormente strutturata e differenziata. Il fine ovviamente è quello di ottenere la massima bellezza (in termini di forza, resistenza, lucentezza e morbidezza).

IL DUBBIO AMLETICO: È PIÙ IMPORTANTE LO SHAMPOO O IL BALSAMO?

Una cosa su cui, io stessa, mi sono spesso interrogata è se sia più importante lo shampoo o il balsamo. I pareri sono sempre stati variegati, ho sempre trovato chi diceva: “il balsamo, perché lo shampoo lo risciacqui subito!” e chi “lo shampoo, perché lo applichi sulla cute, invece il balsamo va sulle punte e quindi l’azione è solo temporanea ed estetica”.

Ovviamente, in realtà, questa domanda è mal posta e lo si capisce già dalle teorie, contrastanti, che hanno sempre circolato a riguardo.

Shampoo, balsamo, ma anche le maschere, gli spray e le creme quotidiane, hanno funzioni diverse, vengono applicati su zone diverse della testa e sono entrambi fondamentali e complementari. Per riuscire a capire bene tutte le loro funzioni e come abbinarli al meglio, ho deciso di affidarmi a qualcuno di esperto e di cui apprezzassi già i prodotti e la filosofia: ecco perché questo post è in collaborazione con Klorane!

Qui sotto trovate il video in cui vi mostro la routine perfetta per i miei capelli e come uso i prodotti della gamma Klorane, di seguito poi vi spiego per bene come abbinare i vari prodotti, così come ho appreso dagli esperti, del brand per un risultato TOP!

Lo shampoo, che nel caso di Klorane va applicato una sola volta a doccia, data la concentrazione dei principi attivi, è importantissimo perché va a contatto con il nostro cuoio capelluto, quindi con la pelle, dal cui trattamento dipende poi la crescita delle radici e quindi dei “capelli di domani”.

Il balsamo e tutti i prodotti da applicare sulle lunghezze, come le maschere, invece, sono importanti perché verranno assorbiti dal capello in sé e ne determineranno la durata (quindi la facilità o meno a spezzarsi e rovinarsi), la texture, e la bellezza.

IL MONDO DEL MIX: LE ROUTINE E LE GAMME IDEALI SECONDO KLORANE!

Innanzitutto, capiamo quanti prodotti vanno utilizzati e quindi quali sono le necessità a cui dobbiamo dare ascolto. Klorane, che incoraggia a mixare linee e gamme in modo smart, suggerisce di organizzare la propria routine capelli in 3 step a ognuno dei quali corrisponde uno o più prodotti:

  1. Lavare – shampoo
  2. Nutrire/Districare – balsamo/maschera
  3. Sublimare/Trattare – spray/trattamento/crema quotidiana

Per capire come mixare al meglio le linee di prodotti è importante saper distinguere le esigenze delle radici dei capelli (e quindi del cuoio capelluto) da quelle delle lunghezze.

Non esistono “capelli grassi”, è la cute ad essere grassa ed è quella che va trattata

Ci sono espressioni che usiamo tutti ma che sono ingannevoli: per esempio, non esistono “capelli grassi” di per sé, bensì è la cute ad essere grassa ed è la sua sovrapproduzione di sebo ad ungere i capelli.

Ecco che allora, in questo caso bisognerà dare priorità allo shampoo sebo regolatore, scegliendo poi gli altri step in base alle esigenze delle lunghezze.

ClioMakeUp-Klorane-shampoo-balsamo-maschera-crema-quotidiana-spray.015

Viceversa, se il cuoio capelluto non ha particolari esigenze, allora ci si potrà concentrare sull’aspetto e la texture della chioma in generale, dando priorità alle linee dedicate al colore o al fusto del capello.

ClioMakeUp-Klorane-shampoo-balsamo-crema-spray-capelli-routine-tabelle-schemi.022

Shampoo Secco al Latte d’Avena per capelli scuri, Shampoo Secco al Latte d’Avena e Shampoo Secco all’Ortica. Prezzo: 13,50€ cad.

In ogni caso, un prodotto senza il quale io stessa non saprei come fare, è lo shampoo secco. Sapete che quello di Klorane al Latte d’Avena è da sempre il mio preferito (adoro che esista anche in versione leggermente colorata, per rendere ogni residuo invisibile anche sui capelli scuri).

un po’ di shampoo a secco aiuta chi vive in città e deve combattere contro l’inquinamento

Quindi prima di parlare della routine, ricordatevi che, tra uno shampoo e l’altro, un po’ di shampoo a secco aiuta a rinfrescare la chioma e a dare volume, soprattutto se si vive in città e si deve combattere anche contro l’inquinamento. Se poi si ha la cute un po’ grassa, quello all’Ortica è perfetto. Insomma, per me è uno step imperdibile!

Klorane affida ogni problema/esigenza a una pianta o un frutto, così che la propria routine appaia proprio come una ricetta, come l’elenco degli ingredienti del proprio cocktail ideale. Siete pronte per vedere tutte le routine ideali per i vari tipi di capelli, allora? Iniziamo subito! Li scoprite tutti a partire da pag.2

70 COMMENTI

  1. carinissima l’idea di far provare lo spray a Laura. Ho già usato lo shampoo al latte d’avena per capelli delicati, era ottimo. Dopo che ho smaltito la mia roba low cost (e ne ho 3-4 di shampoo) prendo quello alla camomilla..

  2. No no e no! Questo post non mi è proprio piaciuto! L’argomento è utile per carità ma così strutturato (come una luuuuunga pubblicità) è noiosissimo. Scusate se do il mio spassionato parere, il marchio mi piace ma non si possono leggere tre pagine pur abbellite di foto che altro non sono che la versione online degli editoriali promozionali che, sinceramente, quando li trovo sulle riviste li ho sempre saltati a piè pari!

  3. Io capisco le collaborazioni perché questo è, in parte, il tuo mestiere. Ma ultimamente stanno diventando un po’ troppi, praticamente uno dietro l’altro.
    Siamo partiti con Roger Gallet poi La Roche Posay. Ovviamente sono sempre prodotti miracolosi, fantastici, ecc…
    No, così non mi piace.

  4. ho comprato l’olio secco al mango l’estate scorsa e lo ho usato al mare e mi è piaciuto molto, non sapevo si potesse usare anche nel quotidiano. lo si spruzza dopo aver asciugato i capelli?

  5. Ultimamente solo collaborazioni e solo prodotti miracolosi! ti consiglio di fermarti se non vuoi perdere tutta la credibilità! Considera che da parte mia già ne hai persa molta!

  6. A me piace questo marchio ho usato shampoo secco, shampoo all’arena e balsamo al mango. Sono curiosa di provare qualche altro prodotto ma devo capire prima le mie esigenze..capelli sottili, soggetti a cadere, tinti, scuri, molto lunghi, cute sensibile, poco rovinati ma crespi. Ole ahah se trovo le mini taglie provo qualche prodotto delle varie linee così capisxo se c’è qualcosa che fa per me. Anxhe io non apprezzo troppo la sfilza di collaborazioni, ma devo ammettere che sono ottimi brand e che i post non sono strutturati come mera pubblicità ma danno qualche consiglio generale e come in questo caso fanno vedere la prova su strada, questo me li rende più simpatici!

  7. Melissa b non penso che sia giusto attaccare così clio e il team, fanno solo il loro lavoro, e se loro si sono trovate bene con dei prodotti non vedo quale sia il problema della collaborazione… Che poi non fanno tutti i giorni collaborazioni con le stesse tipologie di prodotti (lunedì Garnier, martedì l’oreal…), ma sono diversi per prodotti ed esigenze, questo per lo meno è quello che penso!

  8. Ho usato gli shampoo della Klorane in passato prima di far va de retro con SLS e SLES. E mi pare che nele loro formulazioni ci siano ancora.
    Uso il loro shampoo a secco solo in casi di estrema necessità. Perché noto ogni volta che mi fa venire una strana forforina e mi sembra di perdere più capelli del normale.
    Comunque concordo con chi sottolinea le molte collaborazioni concentrate ultimamente. Messe così perdono di utilità a mio avviso.
    Ovviamente essendo una collaborazione, darò meno credito rispetto i top e i flop.

  9. Sapete dirmi se questi prodotti contengono siliconi ? Sarei interessata nello specifico allo spray con protezione UV . Grazie

  10. Potrebbe anche essere un argomento interessante ma ammetto che anche a me non piacciono le collaborazioni… Nemmeno se le fanno in modo super trasparente come Clio! E’ più forte di me, sappiamo che Clio usa davvero prodotti Klorane con soddisfazione, ma questi post (come video&co…) mi sanno solo di pubblicità…. e di sicuro non leggerò mai di mia spontanea volontà 4 pagine di pubblicità…

  11. non mi piace questa tipologia di post, sembra una televendita … così si rischia di perdere credibilità … capisco che ormai il blog e il canale ha molta risonanza non solo nazionale … però mi piaceva molto di più negli anni passati… il papiro dedicato ad un unico brand non ha presa su di me, è tutto bellissimo e consigliatissimo e non mi sembra veritiero …
    di Klorane avevo provato lo shampo per capelli con forfora anni fà, pessimo, molto aggressivo e la forfora è triplicata, a parte il fatto che non sono prodotti naturali non mi invoglia a provare nient’altro anche se la linea si è ampliata notevolmente

  12. innanzitutto io non ho attaccato ma ho fatto una critica dando un consiglio. Come vedi non sono l’unica a pensare che le troppe collaborazioni fanno male. Quando si pubblicizza sempre in modo superpositivo un marchio o una linea si perde di credibilità.

  13. Ciao Buenosaires, come sempre Clio riporta la sua esperienza, in positivo e in negativo, chi segue Clio anche solo di tanto in tanto non potrà non aver notato come, nel tempo, abbia spesso apprezzato i prodotti di Klorane e questa collaborazione è la conseguenza. Nè noi del Team nè tantomeno Clio ci sogneremmo mai di parlare bene di prodotti che non ci hanno convinto al 100%.

  14. Io ho letto solo la prima pagina non condividendo il contenuto dal momento che per me stessa ho scelto di non utilizzare più prodotti di questo tipo prediligendo il bio, con risultati eccezionali sui miei capelli.

  15. Grazie Luce per il feedback, ci dispiace che il post sia risultato lungo nella lettura, ma c’erano davvero tante informazioni da condensare per ogni tipo di esigenza, in ogni caso terremo conto di questi suggerimenti per il futuro.

  16. Grazie Jennifer per il tuo commento di apprezzamento, cerchiamo sempre di arricchire i post il più possibile per venire incontro alle esigenze di tutte le ragazze della community.

  17. Melissa, in questo post il termine “miracoloso” non è mai stato nemmeno utilizzato, se non da te in questo commento, credo che non ci sia nient’altro da aggiungere.

  18. Ciao mflo95! Si può usare sui capelli asciutti o umidi, ed è un toccasana soprattutto quando li senti secchi e crespi.

  19. Se é per questo neanche la parola compenso è stata utilizzata, eppure le collaborazioni sono sempre dietro compenso. Ciao

  20. Ciao Alida, la creazione di qualsiasi contenuto parte sempre dall’esperienza diretta con i prodotti, se i prodotti non ci convincono qualsiasi ipotesi di collaborazione viene meno. Questo non è ovviamente il caso di Klorane, dato che sia noi del Team che Clio stessa, apprezziamo da anni il brand e in particolare la linea Mango e lo shampoo a secco, ad esempio.

  21. Grazie Anna Maria, io sto continuando ad utilizzarlo circa una volta alla settimana, perché è molto delicato ed è la prima volta che provo uno spray senza ammoniaca che effettivamente schiarisce i capelli (parto da una base biondo cenere). Ciao!

  22. Non ci credo!! Ci sono quasi!! Giuro, neanche farlo apposta, la mia routine attuale per capelli grassi è shampoo Klorane all’ortica e per le lunghezze balsamo al burro di mango. Qui è consigliato l’olio secco al mango…boh, magari lo proverò anche se la consistenza del balsamo che uso mi piace moltissimo!
    Vorrei provare anche lo shampoo secco ma dovrò ordinarlo su amazon perchè dove compro shampoo e balsamo non lo tengono 🙁

  23. Mi fa sorridere il fatto che le prime parole sono state mai utilizzare tutti i prodotti di uno stesso brand o linea come suggerito è solo marketing..poi tre pagine di questo brand ! hihihiih
    Comunque non ho mai provato nulla, quindi non so che dirvi, resto fedele al mio shampoo della saponaria, mentre vorrei provare qualche nuovo balsamo bio, qualche consiglio?

  24. A me il post è piaciuto molto… L’ ho trovato utile e chiaro per dare suggerimenti per ogni tipologia di cute e capelli. Alla fine le collaborazioni sono normali per un blog come questo e se fatte in maniera onesta come da sempre le presenta Clio (e team) non ci trovo nulla di male. Poi niente impedisce a chi non interessa di passare avanti. Io non sono interessata per esempio alle tinte washout ma ho comunque visto il video per curiosità…semplicemente non le acquisto. Però sapere qualcosa in piu su klorane o effaclar l’ho trovato interessante e utile.. Ciao ragazzeee..

  25. nel titolo c’è qualcosa come capelli FAVOLOSI. Ora non credo che utilizzando questi prodotti, cosa che ho fatto in passato, avrò capelli favolosi. I capelli favolosi sono frutto di altro.
    Senza troppi giri di paroli: una pubblicità strombazzata.

  26. Tra tutti protrebbe interessarmi lo spray al burro di mango, anche per idratare le lunghezze e lo shampoo fortificante! 🙂
    Dato che perdo capelli (non esiste che io mi spazzoli i capelli senza averne qualcuno che è rimasto sulla spazzola) ma maggiormente nei cambi di stagione… in caso dovrei usare lo spray per la caduta cronica o per la stagionale? O_O

  27. Veramente l’articolo parla di “gamma” e non di brand. Io non ho mai usato shampoo e balsamo della stessa gamma ma magari dello stesso brand, ad esempio lo shampoo ultra dolce alla camomilla e il balsamo sempre ultra dolce alla vaniglia

  28. Un consiglio dato con un tono così caustico somiglia più ad una critica fine a se stessa. Il blog e chi ci lavora devono pur mantenersi, mi pare anzi più che onesto il modo in cui Clio ha detto di aver gestito le collaborazioni: provo il prodotto, se mi convince accetto la collaborazione e, ovviamente, il compenso per aver dato spazio al marchio. Senza contare che sul totale dei contenuti di questo blog le collaborazioni hanno una percentuale minima.

  29. Non si perde credibilità perché Clio usa ed elogia il marchio (gratis) da vent’anni, non da ieri sera quando le hanno proposto la collaborazione. Va bene criticare ma con criterio.

  30. Ammetto anche io di aver pensato, non appena ho aperto l’articolo: “ah, un’altra collaborazione!”, ma in modo più sorpreso che infastidito, tanto che ho letto l’articolo trovando molti spunti interessanti per me che ho la cute grassa, e l’ho messo addirittura tra i preferiti per ricordare alcuni prodotti che mi piacerebbe provare! Alla fine non ho espresso un giudizio sul lavoro collaborativo, nemmeno a livello di pensiero personale, perché, nonostante in questi casi mi chieda sempre se il giudizio sia oggettivo o meno, a differenza di altre ragazze non ho trovato l’articolo sterilmente pubblicitario, ma più articolato anche dal punto di vista dell’offerta di consigli generali…poi voglio credere alla buona fede di Clio e del Team, e non mi pare, almeno fino a questo momento, che ci siano stati casi che mi hanno fatta ricredere!

  31. Mi sono andata a rivedere un po’ di prodotti per verificare se sono ancora presenti SLS e Sles. Purtroppo ancora ci sono. Ci sono pure nello shampoo lenitivo…. e mi ricordo che se n’era parlato di solfati o sbaglio?

  32. A me questo post, come quello sulla linea della effaclair, è piaciuto invece…
    andrò contro corrente, ma se volgiamo lo sguardo al resto del panorama di youtubers e blog presenti, quasi tutte quelle famose sono tali soltanto perché vivono di pubblicità a la qualunque.
    Clio invece, che seguo da anni, pubblicizza soltanto prodotti e marchi che l’anno convinta, che le sono piaciuti o meno, e che sono soprattutto inerenti al suo lavoro e al blog, almeno questo mi pare di notare.
    se per noi leggere il blog è un momento di svago, per lei è lavoro, ed è normale che debba essere produttivo, ammiro che nonostante il successo e la concorrenza sia rimasta fedele a se stessa e ai suoi valori.

  33. Grazie a voi per il lavoro che fate! Mi piacerebbe tanto se potreste fare delle recensioni più accurate su queste tipologie di post, per esempio come quello sullo spray schiarente, sono molto utili per capire se funzionano e se fanno al caso nostro 🙂 per caso conoscete qualche sito dove ordinare mini taglie di klorane?

  34. Posso dare una opinione, non voglio criticare..
    Le collaborazioni non sono tra i miei post preferiti ma capisco che per motivi lavorativi ci stiano,anche per trovare argomenti diversi.
    Sono interessanti nel senso che sono spiegati molto bene, come procedere, che tipi di prodotti usare etc..diciamo che c’è la teoria e la pratica. Mi era capitato di leggere i prodotti dal sito della Roche posey ma forse li ho capiti meglio nel post.
    Il problema secondo me è la quantità, cioè troppi questa settimana e manca la personalità.
    Non so se si capisce cosa intendo: è come se seguissi un corso di formazione e riportassi le cose.
    Secondo me è questo lo scoglio..d’altra parte non so se si riesca a fare diversamente
    Spero vi sia utile. Ciao a tutte!

  35. sì infatti … tempo fà era stato fatto un post dove si spiegava bene che i solfati sono irritanti e andrebbero evitati … ma mettere il sodium laureth solfate sullo shampoo lenitivo … mah …

  36. Il post l’ho trovato interessante, il brand lo conosco e lo uso, le collaborazioni se dichiarate sono ok per me…..

  37. Il post in sè secondo me è interessante, è dichiarato che si tratta di una collaborazione, quindi se non si amano gli articoli di questo tipo si può evitare di leggerli. Devo dire però che l’ho trovato un po’ lungo, forse sarebbe stato meglio dividerlo in due parti da pubblicare in giorni diversi.

  38. Nella mia farmacia tengono lo shampoo secco di Klorane! Se non lo tengono forse rirscono a procurartelo..prova a chiedere.

  39. Ciao Jennifer.. Non ti conviene se vedi i prezzi online. Prova in parafarmacia, ho vissuto 4 anni in un paesino da quindicimila anime ed era reperibile ovunque! :))

  40. Post interessante, visto che conosco e uso da tempo i prodotti della Klorane. Mi è stato utile scoprire come poterli mixare al meglio sulla base del tipo di capelli. Brava Clio!

  41. Consigliaci Nikita. Pure io sono passata al bio e devo dire che mi ritengo soddisfatta. Per ora uso gli shampoo dei Provenzali

  42. Non amo i post pubblicitari (chiamiamoli collaborazioni, ma di fatto sempre di pubblicità si tratta), ogni tanto ne guardo qualcuno, ma questo… era troppo lungo o comunque strutturato in maniera “pesante”, ne avrò letto (frettolosamente) la metà. Magari se si riesce a suddividere per tipo di prodotti o tipo di esigenze, risulta più gradevole da consultare. Ciao! 🙂

  43. Vi segnalo lo shampoo alla peonia, ottimo per la dermatite seborroica. Mi ha fatto passare il prurito davvero insopportabile​ con cui ho convissuto per anni. Inoltre è perfetto per i capelli grassi 🙂

  44. E’ vero, in farmacia mi ero fatta ordinare anche altri prodotti in passato..proverò a chiedere! 😉

  45. Io vi ringrazio per le info.
    Non mi ha per niente sorpreso vedere articoli sulle ultime collaborazioni , d’altronde è vero che Clio ha sempre parlato bene sia di questo brand , ma anche rispetto a quelli delle ultime collaborazioni, tipo La Roche Posay , Avène , Roger e Gallet.
    Tra l’altro la voglio ringraziare per avermi fatto conoscere la crema e il siero Di Roger e Gallet , che ho comprato a Gennaio con i saldi , e sto usando da un mesetto con grandissima soddisfazione!!!!
    Io sono contenta per lei e per l’evoluzione che ha avuto il suo percorso , che è frutto di un palese grande lavoro e perseveranza , per questo l’ammiro molto.
    Ragazze lavoro = business , Ricordiamoci che per la sua famiglia questa è l’attività principale da cui devono pur trarre guadagno altrimenti , che lavoro sarebbe.
    Inoltre ho l’impressione che rispetto anche ad altre youtuber sia una che acquista molto per i fatti suoi , spesso ritrovandosi anche con prodotti doppi.
    Per cui complimenti Clio e Team !
    Un abbraccio

  46. Ciao a tutti,
    io vi seguo da tanto e ho notato che in effetti le vostre collaborazioni sono esclusivamente con brand che avete sempre recensito positivamente. Questo va detto. Non penso che così possiate perdere in credibilità. Anzi, direi piuttosto che scegliete di collaborare con i brand che vi piacciono. Non fa una grinza.
    A me però questi post piacciono meno degli altri perchè preferisco quelli a tema dove vengono testati tanti prodotti /brand diversi. Si tratta solamente di preferenze personali, non di credibilità, ritengo.

  47. Sì, gli integratori li prendo già. Nulla di medico, solo a livello naturale e vedo che comunque una mano la danno! La mia era giusto una domanda da curiosa! 🙂

  48. Io uso da anni lo shampoo secco all’ortica: fra tutti quelli provati è il migliore. Ho la cute grassa, viaggio molto sui mezzi pubblici e ogni tanto una spruzzata di shampoo secco è un toccasana specie in inverno, quando uscire con i capelli umidi per me vuol dire cervicale di legno sicura! Adesso che si va verso l’estate voglio provare lo shampoo all’ortica per capelli grassi.

  49. Bellissimo post, super utile.

    Chi ti segue da anni e anni come me cara Clio, sa benissimo che i prodotti che ci consigli con queste collaborazioni le hai comprate personalmente e apprezzate già in passato.
    Io ho provato (non solo su tuo consiglio ma anche di tanti dermatologi) i prodotti avène e la roche posay e posso solo dire che sono ottimi e alcuni cambiano davvero la pelle.

    Ragazze sul blog non dimenticate che Clio e il Team lavorano! Anche la nostra estetista ci propone i prodotti con cui collabora, idem la parrucchiera e la farmacista di fiducia. Anche loro probabilmente hanno scelto anche in base ai gusti personali e alle esperienze positive.
    Non siamo obbligate né a leggere, né a comprare nulla.

  50. Grazie per tutti i consigli che ci dai!

    Klorane mi è stato consigliato da un tricologo ( medico specializzato per i capelli) ed è ottimo, anche per chi ha tanti problemi come me 🙁

  51. Uso Biofficina Toscana, Urtekram, i Provenzali, Vitalcare, insomma un po’ economici, un po’ più costosi. Poi uso in alternanza erbette come shikakai, sidr o ghassoul e da queste ho le maggiori soddisfazioni

  52. Ciao. Io ho i capelli ricci e secchi. Uso shampoo diversi, li ho elencati nell’altro commento ma amo i lavaggi alternativi con erbe ayurvediche o ghassoul che è un’argilla saponina. Nel tuo caso sarebbe perfetto il lavaggio col ghassoul e poi una maschera come alkemilla panna e fragola

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here