Molto spesso qui sul blog, ma anche sul forum e sul canale YouTube di Clio, avete condiviso con noi il desiderio di saperne di più su uno degli argomenti recentemente più discussi e hot che tocca il settore beauty ma anche -e soprattutto-quello della moda e dello stile: l’Armocromia!

Per affrontare questa tematica, allora, abbiamo avuto il piacere di incontrare ed intervistare Rossella Migliaccio, una delle più qualificate consulenti di immagine ed esperte del colore oggi in Italia.

Armocromia, analisi del colore stagioni, palette ideali e sottotono: siete curiose di scoprire le risposte dell’esperta alle vostre domande più frequenti su tutte queste cose? Allora non vi resta che continuare a leggere :-)!

cliomakeup-armocromia-analisi (28)Via Instagram @Rossellamigliacciostyle

Innanzitutto chi è Rossella Migliaccio: membro dell’Association of Image Consultants International, ha fondato il primo network italiano di Consulenti di Immagine e Personal Shopper e, come Style Coach, affianca privati e professionisti che desiderano migliorare la propria immagine.

Riconosciuta come una delle maggiori esperte di Armocromia, Rossella si avvale delle più avanzate tecniche di Colour Analysis e ha collaborato con molte delle più grandi aziende cosmetiche. Inoltre, condivide sul suo sito rm-style.com i segreti di stile di celebrity e delle icone di bellezza più iconiche, insieme a curiosità e novità sulla moda e, ovviamente, sul mondo dei colori!

cliomakeup-armocromia (1)Credits: @Rossella Migliaccio

TeamClio: Ciao Rossella! Cominciamo con una domanda molto basilare: cos’è l’Armocromia, e come è nata?

Rossella Migliaccio: L’analisi del colore è il primo step della consulenza di immagine e ha lo scopo di trovare la palette ideale che valorizza la nostra combinazione pelle-occhi-capelli, facendoci apparire immediatamente più belle, più in forma, più giovani.

Identificare la nostra palette di colori “amici” è fondamentale nella scelta di abiti e accessori, ma anche di capelli e make-up, per creare un fantastico senso di armonia e di bellezza. Avete presente quando vi fanno tanti complimenti, ma in realtà non avete fatto nulla in particolare? Magari indossate semplicemente un colore che vi illumina!

cliomakeup-armocromia (4)

Credits: @Rossella Migliaccio

Viceversa, a volte capita di sentirsi dire: “Ti vedo un po’ stanca. Sei giù? Tutto bene?”, mentre in realtà avete dormito dieci ore! Ecco, magari state solo indossando il colore sbagliato!

L’Armocromia è nata alla fine degli anni ’30, con l’avvento del cinema a colori. Le costumiste di Hollywood, che di fatto sono state le prime vere consulenti di immagine, cominciarono ad usare il colore come uno strumento di bellezza, al pari di abiti, accessori e beauty.

cliomakeup-armocromia (18)Negli anni ’30, inoltre, Elizabeth Arden introdusse la box Colour Harmony, una linea di prodotti che abbinava tonalità di ombretti e blush a seconda delle caratteristiche di ogni donna!

L’armocromia è nata negli anni ’30 con la diffusione del Technicolor, ma ha cominciato a diventare un fenomeno di massa a partire dagli anni ’80

È stato però negli anni ’80 che si è diffusa come fenomeno di massa: in quel periodo tutte le donne newyorkesi volevano la propria palette personalizzata. Da noi è arrivata un tantino dopo, ma è sempre più ricercata e usata, sia per scopi professionali che strettamente personali.

TC: Come si può diventare armocromista, e quali sono i migliori libri per chi desidera documentarsi a riguardo?

RM: I corsi seri per diventare Consulente di Immagine prevedono un ampio approfondimento della teoria del colore. Il mio corso di Armocromia, attualmente il più lungo e completo, prevede due giornate full immersion e tre mesi di tutoring, interamente dedicati al colore.

cliomakeup-armocromia (3)Credits: @Rossella Migliaccio

Quanto ai libri, ce ne sono moltissimi, soprattutto in inglese (ottimi quelli di Color Me Beautiful). Ma la verità è che è una materia troppo complessa da imparare sui libri: la teoria sembra facile, ma necessita di molta, molta pratica!

cliomakeup-armocromia (8)

Carole Jackson, Color Me Beautiful. Prezzo: 14,79€ su Amazon.it

TC: Che cos’è la teoria delle stagioni, e perché è divisa in 16? Si può applicare anche alle spose sebbene spesso siano vestite di bianco?

RM: Secondo la teoria delle quattro stagioni, per ogni individuo esiste una palette personale di colori in grado di trasmettere bellezza, personalità e stile. Ogni palette comprende quasi tutti i colori, ma con caratteristiche personalizzate per ogni cliente. L’applicazione di questo metodo si estende persino alla casa e agli ambienti in cui viviamo.

cliomakeup-armocromia (14)

La teoria delle quattro stagioni è un pilastro dell’armocromia, sebbene sia stata ampliata e rinnovata

La teoria delle quattro stagioni però ha i suoi limiti, tanto che è stata ampliata fino a 16 sottogruppi. Nel mio corso infatti, spiego sia il vecchio metodo che quelli più avanzati.
Perché allora studiare entrambe le teorie, anche quella vecchia? Io dico sempre che è un po’ come studiare il latino per imparare meglio l’italiano… Anche se è superata, la teoria delle quattro stagioni è comunque un pilastro dell’Armocromia.

cliomakeup-armocromia (19)Via Pinterest

E certo che sì, la palette cromatica riguarda anche le spose! Innanzitutto perché ci sono infinite tonalità di bianco: sembrano tutti uguali, ma vi garantisco che sotto al viso hanno tutto un altro effetto… e poi il colore riguarda le spose per il make-up, la tonalità dei capelli, la scelta dei fiori e delle decorazioni…nessuno è escluso da questa teoria!

cliomakeup-armocromia (11)

Ragazze, siamo solo all’inizio! Gli occhi castani stanno bene con tutto? E cosa sbagliano più spesso le donne italiane in fatto di colore? Scoprite questo e molto altro a pagina 2!