Oggi affronto finalmente con voi uno degli argomenti che mi avete più richiesto da quando ho annunciato di essere incinta.

Quali sono i prodotti, o meglio gli ingredienti comunemente usati nei cosmetici, che possono essere pericolosi in gravidanza? Se infatti dal punto di vista dell’alimentazione c’è molta informazione, lo stesso non si può dire del campo beauty. Anzi, diciamo pure che riguardo a creme, trucco & Co. regna una certa confusione. Dato che però parte del mio lavoro consiste proprio nel testare i prodotti più diversi, ho dovuto naturalmente informarmi sull’argomento.

L’articolo di oggi è frutto quindi della mia ricerca sugli ingredienti cosmetici pericolosi in gravidanza. Per le varie informazioni ho citato la fonte, che in molti casi è l’FDA (U.S. Food&Drug Administration). L’FDA infatti classifica già gli ingredienti identificando quelli che possono essere dannosi durante la gestazione. Se l’argomento vi interessa, andate avanti a leggere!

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-1

Il primo consiglio che posso darvi sembra scontato, ma è indispensabile. Per qualsiasi dubbio, è necessario rivolgervi al vostro medico, in quanto nessuno può darvi consigli veramente attendibili se non conosce la vostra specifica situazione.

Abbiamo però a disposizione informazioni generali sulla sicurezza degli ingredienti usati comunemente nell’industria cosmetica.

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-2-domande

Più nel dettaglio, l’FDA categorizza gli ingredienti con lettere dell’alfabeto, dalla più sicura a quelle che dovrebbero essere evitate a tutti i costi: A, B, C, D e X. In genere, solo gli ingredienti appartenenti alle categorie A e B sono considerati sicuri in gravidanza. Ma può essere molto difficile per chi non è esperta o del settore analizzare gli ingredienti riportati sulla confezione del cosmetico in questione.


cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-15-cremeSpetta a noi, infatti, verificare a fondo se il prodotto non è sicuro in gravidanza e, se non ne siamo capaci, dobbiamo rivolgerci ad un medico.
Perché come stiamo giustamente attente alla nostra salute e all’alimentazione durante l’attesa, la stessa cosa deve valere per la cura della pelle e la bellezza in generale.

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-13-makeup

IL RETINOLO, COMUNE NELLE CREME ANTIETÀ

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-4-retinolo

Il retinolo è un argomento comune nelle creme antietà, e anche di alcuni trattamenti per l’acne o le macchie della pelle. È considerato un ingrediente pericoloso in gravidanza, in quanto in grandi concentrazioni potrebbe avere conseguenze negative sullo sviluppo del feto. (Fonte: Wikipedia)

LE CREME CONTRO ACNE E BRUFOLI IN GRAVIDANZA

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-5-benzac

Il perossido di benzoile (o benzoperossido o benzoilperossido) viene usato spesso nel trattamento dell’acne, in associazione con antibiotici. Spesso è anche presente nelle creme contro l’acne e nei prodotti sbiancati dei denti. Appartenente alla categoria C dell’FDA, può considerarsi pericoloso per la gravidanza e la maggioranza dei ginecologi ne sconsigliano l’assunzione durante l’attesa.

(Fonte: intervista al dermatologo Alexiades-Armenakas, NY, pubblicata su Vogue.com)

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-6-peeling

Un altro ingrediente molto comune dei cosmetici anti acne è l’acido salicilico. Anzi, si potrebbe dire che quasi tutti i detergenti, le lozioni & Co. anche “da supermercato” lo contengono. E spesso la gravidanza può provocare brufoli e acne.

ATTENZIONE A CREME E PRODOTTI ANTI ACNE: ALCUNI SONO PERICOLOSI IN GRAVIDANZA

Tuttavia,  anche l’acido salicilico appartiene alla categoria C dell’FDA, e non è quindi considerato al 100% sicuro

La stessa cosa vale per l’idrochinone, spesso utilizzato contro le macchie della pelle.

(Fonte: intervista al dermatologo Alexiades-Armenakas, NY, pubblicata su Vogue.com)

cliomakeup-prodotti-pericolosi-gravidanza-6-peeling

Insomma ragazze, finora abbiamo appurato che bisogna stare particolarmente attente agli ingredienti delle creme antirughe e di quelle che curano l’acne. Se volete saperne di più su solari, smalti e tinte per capelli, girate pagina!

14 COMMENTI

  1. Bel post! non vanno bene neanche alcuni prodotti per la cellulite, snellenti*tipo Somatoline etc..)…ma soprattutto…buttate quelle cavolo di sigarette! inutile stare attente a tutto se poi fumate..In gravidanza vedevo delle “donne”..fumare nonostante il pancione, io non ho la minima comprensione…credo siano l’emblema dell’egoismo!
    30 anni fa non era ancora noto come oggi il danno del fumo, ma oggi..una che fuma con una creaturina che gli cresce dentro..non ci sono termini per descriverla e qui mi fermo, davvero, meglio.

  2. Anche con gli oli essenziali è opportuno stare attenti perché possono penetrare la placenta, però so che non tutti sono uguali e infatti ci sono dei siti che spiegano in dettaglio quali sono più sicuri di altri. Io ho partorito da poco ma ricordo che avevo appena iniziato ad usare l’ acqua di bellezza della Caudalie quando ho saputo di essere incinta e sul loro sito ne sconsigliavano l’utilizzo perché contenente oli essenziali!ovviamente si tratta di minime quantità quindi poi sta ad ognuna di noi scegliere come comportarsi..

  3. Mi associo in pieno, Adriana, non si fuma in gravidanza!!!!!e occhio ovviamente anche al fumo passivo!

  4. Io sto allattando e so che anche in qst periodo c’è da fare attenzione…
    Sarebbe interessante un post sulla colorazione dei capelli sia in gravidanza ma anche in allattamento…
    In gravidanza ho fatto due volte colpi di sole e riflessante senza ammoniaca. Sarà sicuro anche in allattamento?

  5. La cosa che più mi ha colpito è la nuova posizione per lavare i capelli dal parrucchiere, immagino sia per evitare il dolore al collo 😀

  6. Gli oli essenziali sono estremamente potenti e vanno conosciuti bene. In generale no all’utilizzo fai da te, men che meno in gravidanza, allattamento e sui bambini. Alcuni provocano proprio aborto, non mi ricordo bene quali mi gira per la testa il rosmarino e l’assenzio ma dovrei controllare.
    Ho imparato in farmacia che anche il bio-oil non andrebbe utilizzato nel primo trimeste di gravidanza (mi ricordo che era tornato indietro un ragazzo tutto preoccupato dicendo che la sua fidanzata aveva letto sul bugiardino che era sconsigliato nel primo trimeste e voleva cambiarlo con altro)

  7. Concordo e aggiungerei anche le persone che fumano sopra passeggini/carrozzine o col bimbo nel marsupio..

  8. Per quello che ne risulta a noi sì, ma per precauzione è sempre meglio chiedere al proprio medico. Ciao!

  9. È vero, in gravidanza e allattamento bisogna sempre leggere i bugiardini, perché non solo gli oli essenziali ma anche (come dice Adriana qui sotto) alcuni prodotti anticellulite e diversi tipi di fanghi. Ciao!

  10. Esatto, quasi sempre è sottinteso che i problemi ci sono solo con quantità elevate, ma dato che le alternative sicure al 100% ci sono, molte persone che le preferiscono.

  11. Anche i fermenti lattici, per dirne una che non pensa mai nessuno! Di solito si danno quelli che hanno solo i batteri e non altre componenti.
    Gli oli essenziali in realtà sono talmente potenti e assorbibili che anche in minime quantità possono dare problemi, quindi li eviterei proprio se non si conoscono, a prescindere dalla quantità.
    I cosmetici dipende da quale sia la molecola interessata e quindi quali sono le problematiche associate. Nell’estremo dubbio, si evita.

  12. Che poi boh, a me fecero due palle con gli alcolici, e siamo perfettamente d’accordo che fa male, ma il fumo non fa male ugualmente? Invece pare che a volte siano più tolleranti… Bah

  13. Io per non saper né leggere né scrivere sono passata a prodotti sicuri durante maternità e allattamento, dove proprio lo scrivono, informandomi ben bene in rete.
    Devo dire che però non ho dovuto abbandonare molti dei miei prodotti usuali perché non avevano pericoli nascosti negli ingredienti, solo la crema per le gambe rinfrescante alla canfora, il gel all’arnica e ovviamente la crema depilatoria che qualche volta uso in inverno.
    Oltre ad evitare pericoli per il feto, ho cercato formulazioni più delicate anche per la pelle, che soprattutto nei primi mesi di gravidanza si arrossava con niente!
    Per quanto riguarda la tinta per i capelli, anche se i pareri sono dei più contrastanti, la mia parrucchiera usa un prodotto sicuro su di me, senza ammoniaca!
    Non si preoccupassero invece tutte quelle che fanno meches o colpi di sole, non succede nulla perchè la cute non è penetrata dal prodotto!!!
    Ciaoooooooooooo

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here