Gli ultimi trend in fatto di tatuaggi stanno riguardando zone che, fino a qualche tempo fa, erano impensabili, come ad esempio le orecchie fino ad arrivare a sotto le ascelle. Non vi meraviglierà allora scoprire che, per le amanti dell’inchiostro, sta spopolando una moda in fatto di tattoo dedicata completamente ad una parte del corpo che, sotto questo punto di vista, poteva sembrare inesplorata…ehehe sì, stiamo parlando proprio di lei: la vagina!

I tatuaggi vaginali sono una moda che è prepotentemente ritornata in auge, ma che è stata avviata decenni fa e, ormai, è possibile trovarne per tutti i gusti ed esigenze, anche per chi, nel corso degli anni, si è pentita di essere stata fedele alla ceretta! Siete curiose, ragazze, di saperne di più su questo trend che si trova al confine tra l’originalità e il bizzarro? Allora non vi resta che continuare a leggere il post per scoprire tutto!

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (15)Via Twitter

SI PARLA DI TATUAGGI VAGINALI O PUBICI?

Prima di cominciare a descrivere questo trend, è doverosa una specificazione: anche se si parla di tatuaggi vaginali, ovviamente non si tratta di disegni realizzati sulla vagina in quanto tale. Questa definizione fa riferimento all’uso che si fa di questo termine nel linguaggio comune e che indica, dunque, il complesso dei genitali femminili.

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (2)

La definizione più corretta dovrebbe essere tatuaggi pubici, considerato che sono realizzati in zone come il monte di venere, sull’inguine o l’interno coscia.


cliomakeup-tatuaggi-vaginali (14)Via Pinterest

Nonostante il nome, questi tatuaggi sono impossibili da realizzare sulla vagina

Questo tipo di tatuaggio, infatti, è impossibile da realizzare su zone come ad esempio le piccole e le grandi labbra, sia per via della difficoltà che la conformazione di queste parti del corpo presenterebbe che, soprattutto, per il fatto che su queste zone il ricambio cellulare è molto elevato.

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (7)Credits: tatuaggisulweb.it

Inoltre, il colore non riuscirebbe mai ad aderirvi bene, ragion per cui i pochi tentativi fatti su questo fronte non hanno mai avuto un esito felice!

cliomakeup-tatuaggi-vaginali

UN TREND PER CHI AMA SFOGGIARE O NASCONDERE I TATTOO

Questo tipo di tatuaggio è quotato tendenzialmente da due categorie di persone con un approccio opposto al mondo dell’inchiostro sulla pelle. Da una parte, infatti, ci sono le super affezionate a questo tipo di decorazioni che vogliono avere un disegno su qualunque (e sottolineiamo, qualunque) parte del corpo mentre, dall’altra, ci sono quelle che desiderano un tatuaggio da far vedere a persone selezionate e non a tutti.

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (4)

Fatto sta che, complice la parte del corpo interessata, l’obiettivo di questo tipo di tatuaggio è forte e chiaro: essere super sexy!

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (3)

Una delle prime a sdoganare il tatuaggio vaginale è stata Asia Argento

E, nonostante non sia diffusissima, questa è una moda che, comunque, è presente già da diverso tempo. Un ottimo esempio a riguardo made in Italy è Asia Argento, figlia del famosissimo regista di film horror Dario che, più di vent’anni fa, ha decorato il pube con un esteso angelo in bianco e nero!

cliomakeup-tatuaggi-vaginali (5)

Ragazze, mica è finita qui! Nella pagina successiva vi parleremo di una particolare alternativa dei tatuaggi vaginali simile al trucco estetico per occhi, labbra e sopracciglia, e delle eventuali controindicazioni che questo tipo di tatuaggio può presentare! Scoprite tutto a pagina 2!

34 COMMENTI

  1. No eh, almeno la patata lasciamola in pace! O se non altro “stressiamola” in maniere più piacevoli 😉

  2. Prima di tutto mi chiedo qual è l’utilità, cosa apporta al mondo vedere, mostrare sui social la propria vagina (ok pube ma ma è uguale). Cioè, siamo in un mega film porno?
    Detto ciò, stiamo “raschiando il fondo del barile” con le cose più stupide e assurde, volgari e chi più ne ha più ne metta, che ci siano. Datemi della bacchettona, ma davvero stiamo sfiorando il ridicolo: quando pensi che è assurdo, la cosa esiste. E ormai non c’è un minimo di pudore. Bah. Che schifo.

  3. Io devo capire qual è la necessità di mostrare la vagina al mondo. Cioè, pudore zero. Intimità questa sconosciuta.

  4. All’inizio si potrebbe pensare, facendo un grandissimo sforzo di immaginazione a mio avviso, che lo si voglia fare per ” se stesse” (ora va di moda fare qualsiasi cosa dalla più sobria alla più indecente per se stesse, mha), perchè ci piace, o per non so quale altro motivo personale. Poi però si vede che le foto vengono pubblicate su Instagram o su altri social, e allora lì mi cadono le braccia e rimango veramente basita. Nel tuo commento hai usato il termine giusto: RIDICOLO

  5. Io non giudico chi si fa questo tipo di tattoo, ma a me fa solo impressione. Mentre leggevo il post non facevo altro che pensare: “Ahia!”

  6. Ma povera patatina bistrattata :/ finchè sono tattoo piccolini sull’inguine dico sì…a questi dico no..
    Senza contare il fatto che sarebbe per me troppo imbarazzante mettermi a ginecologo davanti al tatuatore che sta là le mezz’ore mani faccia e aghi… ah par carità… finchè è un medico è un discorso, ma così…. brrrrr…………

  7. Lungi da me giudicare le persone che lo fanno, ognuno è libero di fare ciò che vuole se gli piace…ma li trovo davvero orrendi!

  8. mamma mia chissà che male! O_O No no, la mia patatina è già abbastanza bistrattata dalle cerette. L’ago del tatuatore ne starà lontano! XD

  9. ok, ma non iniziamo anche qui a chiamare vagina quello che sta fuori (come fanno su buzzfeed e ogni canale anglofono), perchè mi sa d’ignoranza pura e di non aver ascoltato le lezioni di biologia a scuola

  10. Assolutamente d’accordo anch’io mi sento bacchettona, non appartengo all’era digitale di instagram, twitter e facebook, ma non ne vedo la bellezza, vedo solo una voglia di esibizionismo che trovo di cattivo gusto, si può anche essere sexy senza esporsi in maniera così grafica, diventa volgare e basta. Non si può giustificare tutto con la scusa che ognuno è libero di fare come vuole o che è una forma d’arte o che lo fanno per loro stesse, alle volte si passa la linea della decenza e bisogna dire no.Inoltre sarebbe stato completamente inaccettabile se fossero stati uomini ad esporre i genitali in questo modo tatuati o meno, quindi perchè una donna si?
    Poi se proprio vogliamo dirla tutta, facendo questi tatuaggi bisogna anche un’attimino guardare avanti … un metodo affidabile per cancellarli non esiste ancora. Ora fanno una figura sulla pancia piatta e il fisico in forma di una ventenne, ma il tempo passa per tutti ti immagini se fanno un figlio e si ritrovano con le smagliature o peggio lo stomaco cadente (non sono scenari da fantascienza può capitare a tutte) o anche hanno bisogno di un cesareo. Per non parlare del passare naturale del tempo.

  11. dico solo una cosa: per carità!!! non tanto per i disegni, ma per il momento di fare il tatuaggio! Ne ho uno sul collo e l’ho sopportato benissimo, ma non immagino il dolore lì dove la pelle è sensibilissima…

  12. Ma siamo sicuri che sia un vero e proprio “Boom”? Io non ci vedo tutta questa gente a farsi un tatuaggio del genere.
    E poi a me sembra di averli sempre visti i tatuaggi nelle zone intime sia maschili che femminili, non è una novità per chi ama i tatuaggi. Però, appunto, è una cosa ristretta in una già ristretta cerchia.

    Comunque tutti quelli inseriti nel post non mi piacciono ma quello della foto nel titolo non mi dispiace affatto sebbene non lo farei mai.

  13. Siamo tutti d’accordo, ognuno fa del proprio corpo quello che vuole, i gusti sono gusti ecc ecc… io stessa ho diversi tatuaggi, però no vi prego c’è un limite a tutto!!! La società sta proprio impazzendo tutta! Sulla gnocca no!!! Ma poi che male e che rischio di candidosi e vaginiti

  14. Ahaha ho pensato la stessa cosa… Ho molti amici tatuatori e sì, capita che facciano tatuaggi proprio lì, ma non mi sembra per niente che sia un “boom” 😀
    Oltretutto si tratta sempre di ragazze molto tatuate e “alternative”, solo una volta (in 10 anni di conoscenza/vicinanza al mondo dei tatuaggi) ho sentito di una ragazza “normale” che si è tatuata sul monte di venere, ma lo ha fatto solo per coprire una brutta cicatrice che le creava disagio.

  15. … pensa se avessi il marito ginecologo! “Cos’hai fatto oggi?” “Niente, ho esplorato e infilato le mani in una ventina di vagine…Tu?” 😀

    Comunque io ho molti amici tatuatori, tra cui anche il mio ex (che in realtà lo è diventato dopo la fine della nostra storia eheh)… Ti posso assicurare che un tatuatore serio prende il suo lavoro MOOLTO seriamente e professionalmente, quasi fosse un medico, non gli passa neanche per l’anticamera del cervello di fare pensieri sessuali solo perché deve tatuare una cliente sul seno o sul monte di venere (anzi è una cosa abbastanza normale, non è un dodicenne in calore) 😉
    Anzi, ti dirò che molto spesso le proposte “hot” vengono proprio dalle clienti stesse (gente che vuole “pagare” i tatuaggi in cambio di sesso orale e cose di questo livello… -.-‘)… Ti dico solo che uno dei miei migliori amici ha uno studio insieme alla sua compagna (anche lei tatua) e puntualmente lei gli “passa” tutte le clienti che vogliono tatuaggi in zone intime perché lui è più esperto, hanno i due studi separati da un muro alto 2 metri e tra uno e l’altro si sente tutto… Ti lascio solo immaginare quante “proposte indecenti” da parte delle clienti ha dovuto sentire lei in questi anni… ahah… Meno male che la prende con filosofia!

  16. io scommetterei che fa meno male 😀
    Potrei arrivare ad avere quasi tutto il corpo tatuato… ma ascelle e monte di venere lasciamoli stare dai ahah

  17. Io sono una “fan” dei tatuaggi ma anche io odio l’esibizionismo e mettermi in mostra… Io sarò anche paranoica, ma quando faccio un tatuaggio penso BENE al posto dove lo faccio e ai cambiamenti che subirà nel tempo. Ad esempio la pancia/inguine, quindi anche la zona dove si fa il taglio del cesareo, l’ho evitata… Così come altri punti dove so già che potrei subire degli interventi (ad esempio so già di avere problemi a una spalla e che l’unico modo per risolverli è operarmi, stessa cosa per le caviglie dove già ho subito un’operazione e potrebbe capitare di dovermi ri-operare… evito di tatuarmi dove so che un giorno potrebbero passarci col bisturi :D)

  18. Forse è visto come simbolo di “emancipazione” (??)
    Anche io odio chi si mette in mostra in questo modo, il nudo “pubblico” o le foto sexy li tollero solo se:
    a) è il tuo lavoro (vedi Emily Ratacosa ecc…)
    b) è un nudo ARTISTICO (ma davvero artistico, tipo Helmut Newton, non le foto dell’amico del cugggino dell’amico fotografo che ha bisogno di una “modella” gratis)
    c) il topless in spiaggia/nudismo non mi fa nessun effetto, capisco il nudismo e cosa spinge alcuni a praticarlo, non si tratta di pubblicare foto su instagram per fare la fi** emancipata e gridarlo a tutto il globo.

    Se il tatuaggio sul monte di venere lo fai “per te stessa”, non pubblichi la foto sui social… Io mi tatuo per “me stessa” e non pubblico mai la foto sui social nemmeno se è un capolavoro. Chi mi conosce sa che tatuaggi ho e ne sono abbastanza gelosa 😀 non mi serve mostrarli a tutti, anche se sono in zone “normali”.

    Sono contenta di vedere che ci sono altre persone che pensano che mettersi in mostra sui social sia ridicolo 😉 ora ho un po’ più di fiducia nell’umanità ahah

  19. Ma infatti il problema non è la moda del tatuaggio in se che tra l’altro mi piace e i disegni proposti sono belli ed eseguti benissimo è che, a parte la patata, ci sono posti dove secondo me a lungo termine sta male un po’ perchè invecchia o cede la pelle ma anche perchè sono troppo in vista, semplicemente perchè le persone si evolvono e cambiano e le esigenze di vita e immagine sono diverse nel tempo. Infatti è definita una moda e le mode stesse tendono a cambiare.

  20. Va bene ma tu ti immagini che si trovi sul lettino tutti i giorni e ansimanti solo le Irina Shayk e Gigi Hadid del pianeta hahhaha!

  21. OMMIODDIO! Roba da pazzi! Cioè, il pagamento in natura? Scene da film porno di pessima categoria!

  22. ahahah e ti immagini dopo aver avuto un parto naturale? Ma la gente ci pensa a queste cose che succedono nel tempo?

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here