“Masturbarsi fa male”: è attorno a questo concetto che ruotano i suggerimenti di Google se si digita una parola chiave sul tema. Sembra incredibile, eppure un atto così naturale e intimo per molte persone è ancora circondato da un filo spinato di paure, ignoranza, retaggi retrogradi di natura culturale e religiosa.

Eppure la scienza ci dice che praticare autoerotismo fa bene: ogni tanto qualche studio ci informa sui suoi benefici per la salute, ed è indubbio che, quantomeno, ci aiuti a conoscere il nostro corpo. Quindi perchè alcune persone chiedono a Google se masturbarsi è normale o se “masturbarsi rende ciechi” (ebbene sì)?

Lo abbiamo chiesto alla nostra sensual coach preferita, Bettina Zagnoli, che oggi è qui con noi per sfatare qualche mito, ma anche per darci preziosi consigli per vivere la masturbazione femminile al meglio, dagli oggetti da usare alle “tecniche”. Via col post!

cliomakeup-masturbazione-femminile-1-domande.jpg

TC: Abbiamo appurato che una delle domande che le persone rivolgono più spesso all'”oracolo Google” è se masturbarsi fa male. 😱 Noi siamo rimaste discretamente scioccate: tu cosa ne pensi?

BZ: Francamente anche io e sono con voi! Le donne dovrebbero leggere di più e farsi meno selfie. Sembra una filosofia spicciola ma manca la corretta educazione. Paradossalmente eravamo più informate noi che eravamo ventenni negli 80s (ebbene sì, potrei essere la zia di questa bella community) e che possedevamo meno strumenti di informazione.

cliomakeup-masturbazione-femminile-3-cuscino Anzichè cercare su Google i cui forum possono essere poco attendibili e pieni di notizie terrorizzanti e false, basterebbe parlarne con la ginecologa, comprendere tramite fonti sicure o leggere bei saggi di letteratura come Thérese Philosophe di Diderot: un breve romanzo che esalta la “masturbation feminine”, considerata una panacea per moderare gli eccessi del desiderio. Parliamo del 1748, per dire.

cliomakeup-masturbazione-femminile-4-libro


Denis Diderot Thérèse Philosophe. Prezzo: 0,99€ formato Kindle o 15€ su Amazon.it

TC: Nonostante la masturbazione sia un atto intimo e naturale, secondo il tuo parere ci sono ancora tante persone che se ne privano a causa di blocchi di carattere culturale e religioso? Persone che esitano per vergogna o, come dicevamo, per paura?

“TROVO IL PUDORE AFFASCINANTE: È UN ATTRIBUTO SEMPRE PIÙ RARO IN UNA SOCIETÀ CHE ESTERNA TROPPO”

BZ: Premettendo che trovo affascinante il pudore, attributo sempre più raro in questa società che esterna troppo, condivido il fatto che la nostra cultura ha dato un pesante imprinting negativo e castrante.

Basti pensare che, mentre nell’Antica Cina la vulva veniva definita “la porta di giada”, nell’Europa medievale era la porta dell’Inferno e la donna si sentiva portatrice di vergogna.

cliomakeup-masturbazione-femminile-5-fa-male

Sono retaggi che ci trasciniamo da secoli. La paura è sostanzialmente quella del giudizio, che dà per scontato il fatto che il maschio si masturbi, mentre per le femmine sia un gesto “sporco”. Inoltre viene erroneamente giudicato come un comportamento di chi non ha relazioni sessuali.

cliomakeup-masturbazione-femminile-6-carrie

TC: L’uomo appare sempre incuriosito dalla donna che ammette di praticare l’autoerotismo. Come mai?

BZ: È un gesto dolce, generoso, che unisce. La donna che ne parla e lo fa con naturalezza è sinonimo di libertà e apertura mentale. Inoltre vi assicuro che gli uomini impazziscono al pensiero che una donna si sfiori per loro. Se poi lo fate mentre siete insieme, è l’apoteosi 😀

cliomakeup-masturbazione-femminile-7-sesso
Vorrei inoltre sfatare la credenza che sia una forma di piacere solo per le single. Anche quando hai un bel rapporto con il partner, avere un angolo di fantasie tutto tuo fa benissimo. Non a caso, ho scritto il pamphlet Elogio del dildo (ed. Tullio Pironti) che sdogana l’argomento e parla in modo leggero e ironico dell’Arte… del self-help!

cliomakeup-elogio-del-dildoBettina Zagnoli Elogio del dildo. Prezzo: 3,90€

TC: Sfatiamo un mito: ci si può masturbare in gravidanza?

BZ: Certo! Mica si azzerano fantasia e libido.

TC: Restando in tema, è vero che praticare autoerotismo durante il travaglio può aiutare sia a sopportare le doglie, sia a velocizzare il parto? O sono solo bufale?

BZ: Lessi notizie a tal proposito e non le ritengo bufale. Sicuramente in Italia sarebbe poco realistico e alquanto scandaloso, ma se una donna in quel doloroso momento riesce a spostare l’attenzione – e non è facile – sul piacere di una carezza guidata dall’immaginario erotico, ha tutta la mia stima.

cliomakeup-masturbazione-femminile-8-partoSarebbe davvero molto zen e capace di coordinare bene le proprie emozioni. E mi sento di dire che ne potrebbe beneficiare pure il bebè, vista la bella energia.

Ragazze, non è certo finita qui, anzi, abbiamo appena iniziato! Nella prossima parte dell’intervista abbiamo chiesto a Bettina quali sono le “tecniche” e gli oggetti migliori per praticare autoerotismo. Inoltre ci ha risposto alla fatidica domanda: è vero che l’orgasmo è più intenso rispetto ad un rapporto sessuale a due? Insomma, chi fa da sé fa per tre 😉? Scopritelo a pagina 2!

46 COMMENTI

  1. Mi colpisce molto un ignoranza cosi profonda oggi con i mezzi che abbiamo a disposizione, i condizionamenti guidati anche dalla religione sono duri a morire, l’educazione sessuale è basilare e si dovrebbe iniziare presto ad insegnarla e a divulgarla, risolverebbe molti complessi e molte gravidanze non volute, c’era molta più informazione quando ero un adolescente e parlo ahimè di molti anni fa.

  2. Perché evitare i porno? Io ho sempre trovato gli hentai divertenti ed eccitanti.
    Scrivere che le donne sono più oniriche è una limitazione.

  3. il titolo prometteva bene ma sono rimasta abbastanza delusa, si parlava di cose simili in precedenti articoli

  4. Ma diciamo che resto allibita nel leggere che i porno danno finte lezione di educazione sessuale. Ma non credo proprio che vogliano istruire nessuno. Ma solo intrattenere, eccitare, anche far ridere in alcuni casi. Ragazze, non abbiate regole. (Basta che rientri nella legalità)

  5. Grazie di questi post, niente di meglio che parlarne cn tranquillità e naturalezza!

  6. Molto delicato questo post su un tema importante.
    È proprio vero che oggi le donne tennero farsi meno selfie e leggere di più! Quest’anno società è molto più retrograda di 20 o 30 anni fa. Si pensa di saper tutto quando invece non si sa niente di niente.

  7. Io penso che tanti ragazzini e ragazzine guardino I porno e credano che quella sia l’anno realtà, il vero atto sessuale e davanti al letto poi si aspettino chissà cosa..

  8. Sono d’accordo con @Elenuccia che i porno non andrebbero guardati al fine di….istruirsi, guardarli quando si ha una piena coscienza di sè e del corpo è fondamentale, un ragazzino/a inesperto che guarda un porno può sentirsi inadeguato, frustrato nel non riuscire a rimettere in pratica ciò che vede, può addirittura distorcere la sua visione del corpo femminile. Uno dei miei migliori amici ha guardato porno per anni..da ragazzino, in sefuito ha avuto problemi poichè le donne che ha incontrato non rispecchiavano ne fisicamente ne sessualmente le sue aspettativa, si eccitava solo con genitali glabri, ani sbiancati….mi ha sempre raccontato tutto e come lui anche un paio di suoi amici, col tempo ha in parte risolto….ma ad oggi deve rimanere concentrato per mantenere l’erezione…
    I porno vanno benissimo…ma credo siano fuorvianti per chi non ha molta esperienza..

  9. Come tutto Adriana. Ovvio che non li consiglio a chi è immaturo. Del resto sono vietati ai minori di 18 anni. Ma non sono d’accordo nel passare il messaggio di evitarli. Come tutte le cose, anchel’essi vanno usufruiti per lo scopo principale: intrattenere. Non istruire.

  10. E infatti sono vietati ai minori. Molte cose usate impropriamente possono essere fuorvianti se non dannose. Ma il fatto che alcuni me facciano tale uso, non significa che non debbano essere usate nel modo corretto.

  11. Purtroppo viviamo in una società bigotta, se una donna parla di sesso è una poco di buono, figuriamoci di masturbazione o di porno che nella mente della gente sono relegati ai bisogni maschili e mai a quelli femminili, in un certo senso sembra sempre che sia l’uomo a dover far da padrone in questi argomenti. Non credo che sia una cosa legata ai tabù ma al fatto che il ruolo della donna è da sempre sottovalutato in tutto, sesso compreso.

  12. Io ho visto un film che lo definirei una commedia perlopiù, però raccontava un fatto reale che ha raccontato anche @adriana1980:disqus, di un ragazzo a cui non soddisfaceva del tutto il sesso reale perché le donne non erano come si vedono nei porno e quindi era diventato dipendente dai porno. Ha un lieto fine però lanciano il messaggio che soprattutto negli uomini la pornografia può essere “dannoso”. Si chiama Don Jon il film ci sono sia Scarlett Johansson che Julianne Moore 🙂
    Detto questo concordo sul fatto che i porno servono solo per intrattenere, spesso divertire più che istruire, si vedono di quelle cose che fanno proprio ridere a volte xD

  13. Esistono tipologie di porno che, oltre ad intrattenere come è giustissimo che sia, possono anche migliorare le nostre conoscenze sul sesso , ad esempio quello di Erika Lust …
    Non sappiamo tutto su sesso sessualità e molti/e hanno disfunzioni o problemi sessuali che a livello psicologico possono essere aiutati anche dal porno. Lo so per esperienza. Quindi si il porno può ANCHE istruire o sbloccare, oltre che intrattenere. Entrambe sono sue funzioni importanti.

  14. Hai pienamente ragione !!!
    Una minima parte della colpa è anche di alcune di noi, che non si informano sul sesso, sul porno e sulla sessualità in generale e perpetuano ignoranza e bigottismo …

  15. Anche a me è piaciuto, soprattutto nel finale che non mi aspettavo così 🙂 dal trailer lo pensavo più superficiale invece l’ho gradito molto 🙂

  16. Ragazze finalmente ho partorito. Una settimana fa. Pensare alla masturbazione in quel momento lo trovò assurdo fa così male che pensi di morire altro che orgasmi!
    Comunque sono contenta che sul blog si parli anche di questo trovo scandaloso che le nuove generazioni siano così scarsamente informate pur avendo grande accesso alle informazioni

  17. Ecco anche secondo me i ragazzini di oggi a furia di guardare porno hanno una concezione distorta del sesso. Credono che davvero si faccia sesso così, che le donne siano così fisicamente e sessualmente idem gli uomini. Se sommiamo questo a una totale disinformazione oltre che a un era delicata..ecco che poi non bisogna stupirsi di certe cose He si sentono..purtroppo

  18. Chi sta iniziando a fare conoscenza del proprio corpo in genere ha meno di diciotto anni. E i porno sono vietati ai minori. Sicuramente li guarderanno di nascosto, ma partendo dai due assunti sopra, scrivere di evitarli investendoli di un ruolo educativo che non hanno mai avuto, è riduttivo.

  19. L’autoerotismo inizia prima dei 18 anni? E chi l’ha detto? Molte persone iniziano più tardi a far conoscenza del proprio corpo. Bettina ha detto che, in questi primi approcci, a suo avviso è meglio farsi guidare dal proprio istinto piuttosto che dai porno. E noi siamo d’accordo con lei.

  20. Mi occupo proprio di questo argomento nella vita…sono una ambasciatrice della felicità di Soft Paris! Frequento i salotti delle donne italiane da circa 2 anni, e sono felice di aver scelto questo lavoro. Aiuto le donne ad allenarsi alla consapevolezza del proprio corpo, con un unico effetto collaterale: l’aumento del piacere! Direi che essendo una delle poche cose ancora esente da tassazione vale la pena informarsi!
    Un orgasmo rende sempre più felice la tua giornata! E ogni donna può essere multiorgasmica!

  21. Dal Treccani :
    “masturbazione: Pratica erotica, autoerotica o eteroerotica, tendente alla provocazione dell’orgasmo e del piacere sessuale al di fuori dell’accoppiamento, mediante l’eccitamento manuale degli organi genitali (➔ sessualità). È detta anche, sia pure impropriam., onanismo. La m. è frequente nell’infanzia, specie nei bambini con isolamento sociale e difficoltà di contatto, e ancor più frequente nella pubertà, non solo come surrogato di rapporti sessuali ma anche per superare una tensione; (secondo il rapporto KINSEY)”

    La comunità scientifica (Strong, B., Devault, C., Sayad, B.W. and Yarbe) dice che la masturbazione inizia prima dei diciotto anni. ECCO CHI LO DICE.

    Ovvio, che in questa fase, iniziale, come ho già detto, sono d’accordo anche io nel dire che è meglio non affidarsi ai porno, tanto che sono vietati ai minori.

    Ma visto che il post parla di masturbazione in generale, non vedo perché eliminare una fonte di eccitazione a priori. E mi pare che il post si chiama Masturbazione femminile.

  22. ANche i social sono vietati ai minori di 13/14 anni eppure ci trovi tranquillamente bambini che mentono sull’et. Non c’e controllo da nessuna parte..

  23. Guarda… sui social, io li abolirei per chiunque. Sono dannosi, punto. L’ho scritto molte volte e ci siamo trovate d’accordo infatti.
    Comunque, in questa sede, io parlo dei porno per un pubblico adulto, e non ci vedo proprio nulla di male.

  24. Hai ragione su tutto, i social li vedo distruttivi sotto ogni aspetto…
    Per quanto riguarda questo discorso, forse ad un pubblico adulto, non fa così male se guardato con un certo punto di vista, cioè senza troppe aspettative.

  25. Ma infatti. Li guardi per intrattenimento. Li guardi quando già conosci la realtà. Sono fantasie.

  26. Haicentrato il punto: devono essere fantasie dopo che hai conosciuto la realtà. Non deve essere il contrario.

  27. Ma invece secondo me aiutano a capire un po’ di pratiche, sia per lui che per lei, danno degli spunti!
    Ti assicuro che se uno ha dei problemi di erezione non è colpa del porno, ci sono altre problematiche più profonde.

  28. La conoscenza si apprende esplorando. Non sto parlando di porno, ho già scritto la mia posizione. Parlavo solo di quando 40, 50 anni fa i ragazzi rubavano il playboy al fratello più grande o al padre.

  29. io consiglio un canale fantastico che si chiama Sexplanations. la host è una sessuologa professionista, e la sessualità viene trattata in modo assolutamente scientifico, leggero e senza giudicare niente e nessuno! purtroppo è in inglese, però è veramente fatto benissimo!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here