Perchè non riesco a dimagrire? Le cause possono essere diverse, alcune più scontate, altre meno.
Molte persone iniziano una dieta e non la portano a termine e c’è chi prova nuove diete e cerca nuove soluzioni di continuo. Ma niente, ogni volta si torna punto e a capo.

A condire il tutto c’è la disinformazione, causata in particolare dai filtri inesistenti per le pubblicazioni su Internet. C’è chi pensa che una misteriosa allergia possa impedire il dimagrimento e inizia a eliminare il glutine, il lievito e il lattosio, sperando in un miracolo. Ma non è questo il motivo. E allora qual è la risposta? L’abbiamo chiesta alla nostra dietista Anna Gerbaldo!

cliomakeup-nonriescoadimagrire-donnadisperatabilancia-1
#1 NON C’È UNO SBILANCIO ENERGETICO

È la causa più logica, ma spesso non viene considerata minimamente.
Ingrassi? Mangi più di quanto bruci.
Dimagrisci? Mangi meno di quanto bruci.
Il peso rimane stabile? Mangi quanto bruci.

In questo caso, la spiegazione è matematica:
PESO = CALORIE INTRODOTTE – CALORIE BRUCIATE

cliomakeup-nonriescoadimagrire-bilanciocalorico-2

Alla base di tutte le diete dimagranti c’è un deficit calorico, quindi la dieta deve contenere meno calorie di quante ne vengono spese durante il giorno con le attività come lavorare, camminare, fare attività fisica, mangiare, respirare.


Facciamo un esempio pratico.
La sig.ra Bianchi è in sovrappeso e le viene consegnata una dieta equilibrata e ipocalorica.
La sig.ra Bianchi segue la dieta, ma fa alcuni errori:
– prende 3 caffè al giorno e in ognuno mette una bustina di zucchero
– a metà mattina la collega porta dei biscotti, ne mangia due
– a pranzo non misura l’olio con il cucchiaino, e ne mette più di quanto contemplato della dieta
– dopo il caffè di pranzo ha voglia di cioccolato fondente e ne mangia 2 quadretti
– mentre prepara cena spilucca del formaggio con dei grissini
Sembrano delle sciocchezze, ma ogni “extra” si somma all’altro e alla fine della giornata la sig.ra Bianchi assume 485 kcal in più del dovuto.

cliomakeup-nonriescoadimagrire-sgarri-3Pertanto è normale che non riesca perdere peso, nonostante pensi di seguire la dieta.

#2 NON TI MUOVI ABBASTANZA

Le calorie bruciate durante l’attività fisica contribuiscono alla perdita di peso.
Attenzione perchè nonostante questo aiuti, è importante muoversi il più possibile anche durante l’arco della giornata: spostarsi a piedi, fare le scale, scendere a una fermata prima e continuare a piedi, sono tutti piccoli accorgimenti che possono aiutarci a perdere peso, e comunque a essere più in salute.
Se durante l’arco della giornata si rimane costantemente sedentari, il dispendio calorico giornaliero sarà davvero minimo.

cliomakeup-nonriescoadimagrire-sedentarieta-4Credits: @gossip.pourfemme.it

Quale tipo di attività fare?
Per una persona che non si muove per niente e odia fare sport la risposta è: qualsiasi cosa, basta non stare fermi 😉

cliomakeup-nonriescoadimagrire-passeggiata-5Anche camminare con il cane può essere una soluzione! Credits: @woonko.com

Molti studi hanno dimostrato che ai fini del dimagrimento sono meglio 2-3 allenamenti a settimana di breve durata ma elevata intensità.
Questo è ciò che accade con un allenamento HIIT (High Intensity Interval Training), ovvero un allenamento cardiofitness che prevede l’alternanza tra periodi di esercizio anaerobico breve e intenso a periodi di recupero attivo mediante attività aerobica meno intensa.

cliomakeup-nonriescoadimagrire-HIIT-6Credits: @chuansong.me

Questa attività garantisce delle modifiche muscolari che permettono di bruciare più calorie anche stando a riposo.
Tuttavia la cosa più importante è la valutazione della persona e delle sue abitudini. Ad esempio sarebbe controproducente, per una persona che non ha mai fatto attività fisica, iniziare un allenamento di questo tipo.
Inoltre bisogna considerare che nel lungo periodo l’attività fisica che ha più successo è quella che riusciamo a fare con costanza perchè ci diverte!

cliomakeup-nonreiscoadimagrire-allenamentodivertente-7

Anche praticare uno sport con le amiche è una buona idea per divertirsi!  Credits: @byrdie.com

Ragazze, nella prossima settimana parleremo di altre 7 cause che possono impedire il dimagrimento, come il metabolismo lento, l’utilizzo di alcuni farmaci e il microbiota intestinale alterato. Curiose di sapere di cosa si tratta? Allora leggete a pagina 2!

21 COMMENTI

  1. Io soffro di ipotiroidismo, e dimagrisco con fatica: però ci riesco comunque.
    Mai arrendersi!

  2. anch’io ne soffro. E’ davvero difficile dimagrire ma confermo che con costanza e impegno ci si riesce 🙂 non vedo l’ora di avere il tempo e soprattutto la serenità mentale per riprendere a fare anche gli allenamenti che facevo fino a qualche mese fa!

  3. La frase più importante di tutto è “La dieta è prima di tutto una questione di testa.” ed è verissimo!
    Io ero obesa di 3° livello, in famiglia e i medici mi dicevano da anni che dovevo dimagrire ecc ecc e lo sapevo benissimo ma me ne fregavo. Ora come ora non so nemmeno dire il perchè.
    Ad un certo punto la svolta, mi sono vista in una foto orrenda, grassissima e mi sono vergognata tantissimo. Da lì ho cominciato una dieta e dopo un mese mi sono iscritta in palestra. Ho perso 35kg e me ne mancano almeno altri 10 (e sono i più difficili da perdere mannaggia li pescetti!!!)
    Quindi si, è tutta una questione di testa; bisogna essere convinti di quello che si sta per fare, del percorso che si sta intraprendendo e soprattutto ci vuole molta tenacia perchè arrendersi e mandare all’aria tutto è veramente un attimo!!!
    Never give up!!!

  4. Pigra a rapporto! Non ho mai fatto sport in vita mia, però non ho mai avuto problemi di peso, sono alta 1,70 e peso 55 chili ovviamente non sono rassodata come chi pratica sport anche io ho i fantastici rotolini, però non sono fissata con il fisico, cerco di seguire una giusta alimentazione perché soffro da una vita di colite quindi se non sto attenta a quello che mangio mi si gonfia lo stomaco come un pallone o peggio mi fa male e purtroppo ci devo convivere con questo problemino. Penso che sia giusto curare il proprio corpo e stare attente al peso e alla propria salute, senza farsene un ossessione però.

  5. È vero che muoversi è fondamentale, ma mangiare correttamente rappresenta il 70% nel dimagrimento. Per anni sono andata in palestra, ma non ho perso neanche 1 kg finché non mi sono rivolta ad una nutrizionista.
    Ora spero di non riprendere il peso perso, soffrendo di ipotiroidismo la vedo dura.

  6. Ma no tante volte è pura genetica ahah per avere l’addome scolpito o sei predisposta o devi darci dentro con i macros controllati e il cardio, l’addome bello è difficile da fare. Per il resto basta essere in salute

  7. La dieta ben bilanciata fa tutto!tanta gente pensa che mangiare poco significhi dimagrire…SBAGLIATISSIMO!mangiare poco ti blocca il metabolismo, e poi appena annusi una caramella ingrassi. Bisogna avere una dieta ben bilanciata, con tanta verdura, pochi condimenti e una buona quota proteica giornaliera.
    Poi certo per il benessere dell’organismo almeno una passeggiata al giorno va fatta

  8. Obesità in vari componenti della famiglia, metabolismo basale basso, colon irritabile (quindi non posso eccedere con le fibre, troppa verdura cruda, legumi e cibi integrali non sono “salutari” per me), poco movimento dovuto al fatto di vivere molto isolata e quindi passare la giornata sui mezzi pubblici, pressione bassa (HIIT mi fa svenire, meglio yoga, pilates, camminate, bici, ecc)…presente! Tanti anni fa sono riuscita a perdere 20Kg grazie a nutrizionista e personal trainer ma mantenere quel peso è una lotta costante contro i mulini a vento, soprattutto negli ultimi due anni in cui si sono aggiunti altri problemi di salute, io ci metto tanta forza di volontà ma a volte non basta e bisogna impare ad accettare i propri limiti, mi concentro soprattutto sul sentirmi bene nella mia pelle, più forte, attiva e dinamica 🙂

  9. Io grassa non sono mai stata, ma certo morbida siì. Ho provato 1000 diete che non sono mai riuscita a seguire per più di tre giorni, senza mai ottenere molto. Ho sempre sofferto di cistite, e a un certo punto è arrivata anche la candida. Nel tempo ho appreso che si alimentavano di zucchero e allora, complice la nutrizionista Debora Rasio il suo libro la dieta non dieta, ho cambiato il modo di nutrirmi eliminando gli zuccheri aggiunti e imparando a leggere le tabelle nutrizionali degli alimenti. Ho perso 8 kg In sei mesi e sono guarita. La motivazione ha fatto scattare nel mio cervello la molla! Sono d’accordo che il dimagrimento lo comanda la testa (problemi di salute a parte).Ognuno deve trovare la propria motivazione

  10. concordo con tutto quello che è stato scritto…la mia molla è scattata dopo aver provato varie diete e essere tornata sempre punto a capo e con gli interessi che sulla bilancia si vedevano. Ho cominciato a mangiare meno per dimagrire, ma mi muovevo poco e non perdevo peso, anzi mettevo su chili affamandomi e la mia massa muscolare era assolutamente inadeguata in quanto il mio corpo prendeva le proteine dai muscoli!! è stato allora che ho deciso di rivolgermi ad una nutrizionista che mi ha messo a punto una dieta su misura per me, aggiustata mediamente ogni due mesi circa, ogni volta dopo una visita per valutare l’equilibrio delle masse corporee. è passato un anno mezzo e sto benissimo ho perso peso e anche se ad un certo punto il peso rimaneva invariato, per stimolare ulteriormente il metabolismo ho incominciato ad andare in palestra 3/4 volte a settimana alternando allenamento con pesi ed attrezzi ad attività aerobica. è da gennaio che ci vado e devo dire che i risultati si vedono soprattutto nei vestiti….pantaloni che si allacciano nuovamente e non tirano da nessuna parte, ma quello che mi fa sentire bene è rendermi conto di essere più tonica, leggera, sgonfia e di buon umore. Vi posso assicurare che mangio più di prima e dimagrisco è una dieta concepita con una colazione, molto abbondante con la giusta proporzione di carboidrati, proteine e liquidi. Un pranzo “medio” e una cena leggera; tutti i pasti comprendono vegetali, frutta la mattina e verdura nel resto dei pasti, l’eliminazione di tutti gli zuccheri aggiunti nel caffè, tè, tisane, macedonia ecc. Ho anche imparato a leggere le etichette!! Grazie team e grazie doc.

  11. Ciao io non ho problemi particolari di salute, ma sono pienamente d’accordo quando dici che è una lotta personale contro i mulini a vento, io ci metto un mese a perdere 2kg e 5 minuti a riprenderli, devo stare attenta a tutto quello che mangio e respiro, a volte mi sembra di assumere calorie per osmosi solo passando vicino ad una pasticceria. Eppure vado in palestra 6-7 volte alla settimana e seguo una dieta sana, niente zuccheri aggiunti, grassi moderati, tanta verdura e proteine adeguate. Cerco di evitare i carboidrati raffinati, ma mangio in quantità moderate riso e pasta integrali o con le farine senza glutine altrimenti a fare cardio svengo immediatamente. Eppure se interrompo il regime metto come minimo subito 3 kg nel giro di 3-4 giorni …
    Mi chiedo spesso anch’io perchè …

  12. La “tiroide essiccata” è esattamente tessuto tiroideo (di maiale) essiccato. Nature-throid e Armour sono due tra le marche più famose. Si prende per compensare la carenza di ormoni tiroidei in caso di ipotiroidismo.

    È un farmaco e và prescritto, a scanso di equivoci.

  13. Scusami se ti sono sembrata brusca. Non so dove hai letto che sono in difficoltà, ho scritto di essermi rivolta ad una nutrizionista che secondo me è la cosa migliore.
    Lei mi ha spiegato che seguire diete a caso o consigli di chi non ha le competenze può essere dannoso e ha ragione.
    Ho perso quasi 10 kg e sono normopeso, la mia preoccupazione è riprenderli quando lei avrà smesso di seguirmi.

  14. Scrivi nel tuo commento iniziale che hai difficoltà a dimagrire e hai paura di ingrassare nuovamente, attribuendo tutto questo all’ipotiroidismo ovviamente. Ma se l’ipotirodismo è correttamente compensato i problemi di peso dovrebbero essere un ricordo del passato (ed è per questo che ti ho parlato anche della tiroide essiccata, che mi ha permesso di tornare alla normalità a differenza dell’Eutirox che non mi compensava perfettamente).

    I nutrizionisti tendono a dare diete ipocaloriche che in caso di ipotiroidismo rallentano ulteriormente un metabolismo già molto lento. Dopo aver visto mille dottori, nutrizionisti e quant’altro e aver fatto mille esperimenti io non ne venivo fuori finché non ho provato il metodo di cui sopra (di cui ti ho fatto un breve riassunto per farti semplicemente capire che non dice nulla di strano, o insensato). Ho perso 20kg senza mai pesare nulla, né ridurre le porzioni, una cosa per me incredibile da pensare fino a poco tempo prima (dopo anni di sofferenze con diete ipocaloriche che non portavano a granché e mi facevano venire un gran mal di testa perché mi sentivo debole).

    Non ci guadagno nulla in tutto questo, sia ben chiaro, ho solo voluto dare un consiglio ad una che si trova nella mia stessa situazione, specalmente per quanto riguarda la parte ormoni… se i sintomi dell’ipotiroidismo non sono completamente spariti parla col tuo medico, se non ti da ascolto, cambialo. Io ci ho messo 13 anni per trovare uno che mi ascoltasse ed ecco perché mi sono sentita di commentare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here