La celiachia è una malattia autoimmunitaria che colpisce i soggetti geneticamente predisposti che, di fronte all’assunzione di glutine, producono anticorpi che vanno a distruggere l’intestino.
Per i soggetti celiaci è fondamentale seguire una dieta aglutinata per tutta la vita, onde evitare gravi problemi di salute.

Ultimamente non si tratta più solo di questo: come sempre, nel mondo dell’alimentazione c’è una gran confusione e molte persone hanno iniziato a seguire una dieta senza glutine per “moda” o per “sentirsi meno gonfi“.
Ma serve davvero? Facciamo un po’ di chiarezza in questo articolo!cliomakeup-celiachia-celiachia-1

COS’È LA CELIACHIA?

La celiachia (o malattia celiaca) è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti.
La celiachia genera infatti gravi danni alla mucosa intestinale, quali l’atrofia dei villi intestinali.

cliomakeup-celiachia-atrofia-villi-intestinali-2

Credits: @glutenfreegal.com

COS’È IL GLUTINE?

Il glutine è definito come la frazione proteica presente in alcuni cereali (frumento, segale, orzo, avena*, farro, spelta, kamut, triticale).
La prolamina è una delle frazioni proteiche che costituiscono il glutine ed è la responsabile dell’effetto tossico per il celiaco.

QUALI SONO I SINTOMI?

La celiachia è caratterizzata da un quadro clinico variabilissimo, che va dalla diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali, all’associazione con altre malattie autoimmuni.

cliomakeup-celiachia-sintomi-celiachia-4A differenza delle allergie al grano, la celiachia non è indotta dal contatto della pelle con il glutine, ma esclusivamente dalla sua ingestione.

LA CELIACHIA NON È UN’ALLERGIA

La celiachia non trattata può portare a complicanze anche gravi, come il linfoma intestinale.

 

COME SI FA DIAGNOSI DI CELIACHIA?

Come sempre, è importante affidarsi a metodi validati scientificamente.

PER LA DIAGNOSI È IMPORTANTE AFFIDARSI A METODI VALIDATI SCIENTIFICAMENTE

La diagnosi di celiachia si effettua mediante analisi del sangue, in cui dosano specifici anticorpi e successivamente con biopsia dell’intestino tenue con il prelievo di un frammento di tessuto, per determinare l’atrofia dei villi intestinali attraverso l’esame istologico.

cliomakeup-celiachia-esami-sangue-5È importante eseguire questi accertamenti diagnostici in corso di dieta comprendente il glutine.

LA FREQUENZA DI CELIACHIA NEL MONDO E IN ITALIA

La prevalenza di celiachia in Europa e negli Stati Uniti nella popolazione adulta è pari all’1%.
Per molto tempo la celiachia risultava essere un problema esclusivo dei paesi occidentali ma oggi sappiamo che non è più così.
Alcuni fattori e in particolare la globalizzazione dei consumi alimentari hanno reso la celiachia una delle patologie croniche più diffuse.
La celiachia viene di solito rappresentata come un iceberg, di cui solamente una piccola parte emerge in superficie: si calcola infatti che circa 5 celiaci su 6 rimangano non riconosciuti.
La celiachia è molto più diffusa nel sesso femminile.

cliomakeup-celiachia-iceberg-celiachia-6Credits: @smartphones2017.us

PERCHÈ CI SONO SEMPRE PIÙ CELIACI?

Lo sviluppo delle conoscenze, che ha favorito in maniera sensibile l’incremento delle diagnosi, da solo non spiega il perché di questo boom di celiaci.
Oggi la popolazione mondiale consuma una maggior quantità di cereali, e che quelli attualmente utilizzati sono assai più ricchi di glutine di quanto non fossero quelli del passato.
Per esempio, la farina spesso utilizzata per fare il pane (chiamata “farina di forza”) contiene molto più glutine rispetto alla farina normale.

cliomakeup-celiachia-panificazione-7

Credits: @hangar78.com

Per cui, anche solo mangiando il pane tutti i giorni, sottoponiamo il nostro organismo a un lavoro straordinario.
Questo aumentato carico di glutine potrebbe dunque spiegare lo sviluppo progressivo di nuovi casi di celiachia.
Ovviamente, questo non vuol dire che bisogna smettere di mangiare il pane, ma sottolinea l’importanza di avere un’alimentazione il più possibile varia.

TERAPIA

La dieta aglutinata è l’unica terapia disponibile per celiachia e va eseguita con rigore per tutta la vita.
Questa dieta prevede l’eliminazione di tutti i cereali contenenti glutine.
Il celiaco ha diritto, attraverso il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) all’erogazione gratuita dei prodotti dietetici senza glutine indicati nell’apposito Registro del Ministero della Salute.

cliomakeup-celiachia-prodotti-senza-glutine-8

Credits: @casabella014.it

LA DIETA GLUTEN-FREE O AGLUTINATA

La completa esclusione del glutine dalla dieta non è facile da realizzare: i cereali non permessi ai celiaci si ritrovano in numerosi prodotti alimentari ed il rischio di contaminazione accidentale è spesso presente nei processi di lavorazione dell’industria alimentare.
Inoltre basta un quantitativo bassissimo di un alimento contenente glutine per provocare danni alla salute del celiaco.
I cereali vietati sono frumento, grano, segale, orzo, bulgur, cracked grano, couscous, farro, frick, greunkern, kamut, monococco, seitan, spelta, tabulè e triticale.

cliomakeup-celiachia-cereali-con-glutine-9Per quanto riguarda l’avena, la maggior parte dei celiaci può inserirla nella propria dieta senza effetti negativi per la salute, ma si tratta di una questione ancora oggetto di studi e ricerche.

cliomakeup-celiachia-avena-10Oltre ai cereali vietati bisogna evitare tutti gli alimenti che li possono contenere come ingredienti, come carne, pesce o verdure impanati; yogurt o latte che contengono malto o biscotti; minestre e zuppe con cereali vietati; frutta disidratata infarinata; caffè e birra a base d’orzo; torte, biscotti e dolci preparati con farine vietate; lievito madre.

cliomakeup-celiachia-bastoncini-pesce-11

Credits: @nonsprecare.it

L’esclusione nella dieta del glutine condiziona inevitabilmente scelte alimentari ed abitudini quotidiane come fare la spesa o mangiare fuori casa.
Tuttavia, queste attenzioni non devono escludere le regole di base di una alimentazione sana e i principi della dieta mediterranea.

Attenzione perchè trasgredire volontariamente alla dieta o non prestare attenzione alle contaminazioni può essere davvero dannoso.

Nella prossima pagina troverete altre informazioni sulla dieta senza glutine e sulla celiachia in generale, inoltre potete scoprire cos’è la sensibilità al glutine e se esiste effettivamente “la moda di essere celiaco”.