Il Natale è ormai alle porte e, ancora prima, il periodo dell’avvento. Domani inizia ufficialmente il conto alla rovescia per il grande giorno e sicuramente avete già comprato o realizzato il calendario dell’avvento per i piccoli di casa.  Però c’è un’altra tradizione che potrebbe rendere ancora più magica l’attesa del Natale. Quale? Quella dell’elfo sulla mensola, arrivata da qualche anno anche in Italia, complice il colosso Amazon.

Una famiglia “adotta” un elfo di Babbo Natale che, per tutto il periodo dell’avvento sarà gli occhi e le orecchie di Santa Claus, oltre che fare tante marachelle… Volete saperne di più su questa tradizione? Allora continuate a leggere il post!

cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avventoCredits: spokesman.com

L’ELF ON THE SHELF: UNA TRADIZIONE FATTA DI DETERMINAZIONE

The Elf on the Shelf (in italiano l’elfo sulla mensola) è una tradizione americana legata a una leggenda secondo la quale, nel periodo dell’avvento, un elfo di Babbo Natale arriva nelle case e osserva ciò che accade, riportando tutto al suo “Boss” ogni notte, per aiutarlo a tenere traccia dei bimbi buoni e dei monelli.
L’elfo, secondo la tradizione, rimane fino alla Vigilia di Natale e, per tutto questo lasso di tempo, non è possibile toccarlo perché altrimenti perderebbe la magia.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-elfo-appeso-ad-albero-di-nataleCredits: @allthemoms.com
Questa leggenda è stata riproposta nel 2004 nel libro per bambini, The Elf on the Shelf: A Christmas Tradition, scritto da Carol Aebersold e Chanda Bell, madre e figlia, che pare l’abbiano scritto davanti a una tazza di tè raccontando la tradizione con cui loro erano cresciute.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-Carol-Aebersold-Chanda-BellCredits: @dailymail.co.uk
La loro idea venne però rigettata dagli editori, secondo i quali i libri in rima non funzionavano per il mercato e non era un messaggio positivo quello legato al non poter toccare l’elfo.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-bimba-guarda-elfo-su-pianoforteCredits: @questosi.it
Dopo i rifiuti, nel 2005 madre e figlia decidono di auto-pubblicarsi e di confezionare il libro insieme a un elfo giocattolo. In questo modo la magia diventava più “concreta” e i genitori potevano far apparire l’elfo in varie parti della casa, come accade nella storia raccontata dal libro.
Le autrici hanno perseverato, si sono rimboccate le maniche e hanno venduto i libri dal retro delle loro auto, portando in giro questa tradizione. La svolta arriva nel 2007, quando diventa virale una foto di Jennifer Garner che cammina per la strada con una scatola dell’Elfo sulla Mensola. Da quel momento, tutti lo vogliono!
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-jennifer-garner-con-elfo-sulla-mensolaCredits: @dailymail.co.uk

LE REGOLE DEL GIOCO? NESSUNA, MA L’ELFO NON SI TOCCA!

Non ci sono regole e ci si può sbizzarrire al massimo per le attività da far fare all’elfo. C’è solo una regola importante: non si deve mai toccare l’elfo, altrimenti la magia svanisce, l’Elfo non può andare e tornare dal Polo Nord e raccontare a Babbo Natale quanto si è stati buoni.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-bimbo-guarda-elfoCredits: theglobeandmail.com
Anche se non si può toccare l’elfo, ogni giorno i bimbi si divertono a cercarlo per vedere dove si è nascosto, cos’ha combinato e raccontargli ciò che desidererebbero dire a Babbo Natale. E la notte, quando i bambini dormono, l’elfo vola da Babbo Natale per fargli il resoconto della giornata, per poi tornare al mattino e farsi trovare ogni volta in un posto diverso.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-elfo-femmina-con-porta-polo-nord (2)La nostra ChiaraB ha proposto una versione non ufficiale dell’elfo sulla mensola alla sua nipotina: elfetta di Flying Tiger affiancata da una porticina per volare al Polo Nord.
Il fatto che non si possa toccare l’elfo può in certi casi essere un problema. Perché l’elfo oltre a farsi trovare sempre in un posto diverso della casa, si diverte anche a fare dispetti divertenti.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-elfo-su-wcCredits: @ithinkwecouldbefriends.com
Ecco allora che i genitori che gestiscono il blog I Thing We Could Be Friends si sono inventati i guanti magici per spostare l’elfo. Questi, specificano gli inventori, hanno una regola: possono essere usati solo dagli adulti e in casi di emergenza. E, dopo aver spostato l’elfo, bisogna portarlo il più vicino possibile all’albero di Natale.
cliomakeup-elf-on-the-shelf-tradizione-avvento-guanto-magico-per-muovere-elfoCredits: @ithinkwecouldbefriends.com