Oggi, 6 marzo, si celebra la Giornata Mondiale del Linfedema, una malattia tutt’altro che rara, ma ancora spesso poco conosciuta. I dati ricavabili dalla Letteratura internazionale, corrispondenti a quelli ufficiali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, riportano un’incidenza del linfedema nel mondo pari a 300 milioni di casi, circa una persona ogni 20. In Italia si stimano 40.000 nuovi casi ogni anno (numeri sovrapponibili a quelli del carcinoma mammario) e più di 2 milioni di malati cronici.

Il polo di riferimento mondiale della cura di questa patologia si trova proprio qui in Italia, a Genova. Dal 1973 il Professor Corradino Campisi e il Dottor Corrado Cesare Campisi rappresentano il punto di riferimento professionale più riconosciuto, avanguardistico e importante a livello internazionale nella cura del linfedema.

Abbiamo avuto il privilegio di intervistare il Dottor Corrado Cesare Campisi, chirurgo di fama internazionale, specialista in Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica, membro del Comitato Esecutivo della Società Internazionale di Linfologia (International Society of Lymphology – ISL) che ci parlerà di tutto quello che c’è da sapere riguardo al linfedema, spiegandoci nel dettaglio che cos’è questa patologia, la sua incidenza, quali sono le cause, i fattori di rischio, le terapie e molto altro ancora. L’argomento vi ha incuriosite? Allora via con il post!

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-1-copertina

Credits: @fraparentesi.org

IL LINFEDEMA È UNA MALATTIA MOLTO DIFFUSA A LIVELLO GLOBALE

TeamClio: Leggiamo sul suo sito chirurgiadeilinfatici.com che il linfedema è una malattia molto diffusa a livello globale. Ci potrebbe spiegare che cos’è? Come impatta sulla vita di chi ne è affetto?

Dottor Campisi: Il linfedema è una patologia caratterizzata da un’alterazione del drenaggio linfatico che comporta l’insorgenza di un gonfiore localizzato, nella maggior parte dei casi, a livello di braccia o gambe.

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-2-sistema-linfatico

Credits: @chirurgiadeilinfatici.com

Questa condizione limita fortemente l’attività quotidiana di chi ne è affetto, condizionando ogni aspetto della sfera personale dall’abbigliamento, alle relazioni, all’esercizio fisico. Nelle forme più avanzate, data la sua natura progressiva, può portare a grave disabilità.

TC: Quale é l’incidenza nel mondo e in particolare in Italia?

DC: Nonostante venga ancora erroneamente annoverata tra le patologie rare, si tratta di una condizione molto diffusa. L’incidenza è sicuramente un dato che preoccupa: circa 40 mila nuovi casi ogni anno, numeri confrontabili a quelli inerenti il tumore mammario.

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-4-linfedema-gonfiore-scarpe

Credits: @thocc.org

È un problema sanitario attuale e assolutamente degno di nota che necessita di adeguata attenzione.

TC: Ritiene che in Italia ci sia abbastanza informazione riguardo a questa patologia, alle sue cause e alla prognosi?

DC: Assolutamente no. Questa malattia è ancora troppo spesso misconosciuta e sottovalutata sia dal Sistema Sanitario Nazionale che dalla classe medica stessa, a partire dal Medico di Medicina Generale.

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-5-linfedema-trattato-chirurgicamente

Caso clinico di linfedema trattato chirurgicamente: risultato a lungo termine. Credits: @chirurgiadeilinfatici.com

La corretta informazione rende possibile la migliore assistenza

Sono circa 45 anni che il nostro gruppo genovese si occupa del trattamento di tale condizione: in quest’ultimo periodo stiamo cercando di implementare il concetto di sensibilizzazione poiché lo riteniamo fondamentale per il paziente. Una corretta informazione permette di impostare il migliore percorso assistenziale, partendo dalla prevenzione di questa malattia, soprattutto per quanto concerne il linfedema secondario al trattamento di un tumore.

ESISTONO DUE FORME DI LINFEDEMA, PRIMARIO E SECONDARIO

TC: Quali sono le principali cause del linfedema?

DC: Il linfedema viene suddiviso in due forme: primario e secondario. Il primo ha una base costituzionale e può essere definito congenito (presente alla nascita), precoce (se insorge prima dei 35 anni) o tardivo (se insorge dopo i 35 anni).

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-7-arti-inferiori

Credits: @fraparentesi.org

Il linfedema secondario, invece, è spesso correlato al trattamento di una patologia tumorale. In quest’ultimo caso, tipico esempio è quello dell’asportazione di linfonodi, come quelli ascellari, inguinali o pelvici.

TC: Esistono dei fattori di rischio?

DC: Tutti i linfedemi derivano da una predisposizione individuale, quindi dal fattore costituzionale che contraddistingue ogni soggetto.

cliomakeup-giornata-mondiale-linfedema-6-linfedema-braccio-destro

Credits: @columbian.com

Un trauma pregresso, uno o più interventi chirurgici, sovrappeso e obesità presentano una forte correlazione con l’insorgenza di un linfedema. Ciò che più conta è una diagnosi precoce, in quanto può garantire un trattamento veloce, efficace e risolutivo.

Ragazze, non abbiamo ancora finito! A pagina 2 il Dottor Campisi ci parlerà della storia della specialità del Centro di Genova e le caratteristiche del linfedema primario e secondario. Continuate a leggere!