Perché dovremmo introdurre creme con filtro antipollution nella nostra routine?

  1. L’inquinamento incide sulla salute della nostra pelle, che può risultare spenta e impura con tendenza ad arrossarsi più facilmente.
  2. L’inquinamento fa invecchiare la nostra pelle più velocemente, intaccando la capacità di produrre elastina e collagene. Lo smog inoltre, ostruisce i nostri pori con sporco e polveri presenti nell’aria.
  3. La detersione è uno step fondamentale per proteggerci dalle aggressioni esterne.
  4. Sieri e creme possono fare da scudo contro polveri sottili e raggi uv.
  5. Non solo skincare, esistono anche fondotinta e prodotti per il make-up con formule anti-inquinamento per proteggere il viso dallo smog della città.

cliomakeup-creme-antipollution-6-copertina

Al giorno d’oggi, uno dei fattori ai quali si fa molta più attenzione in campo cosmetico è l’effetto dell’inquinamento sulla nostra pelle. Gli studi hanno rivelato che la pelle tende ad invecchiare più velocemente (e non in modo sano) a causa degli effetti negativi delle smog presente nelle città in cui viviamo.

Per questo motivo sono state introdotte sul mercato le creme viso antipollution, formulate con ingredienti specifici, adatti a fare da filtro sulla pelle, in modo da proteggerla dagli agenti esterni. Non solo skincare, ma anche make-up antipollution! Partendo dalle creme, si è infatti arrivati a formulare persino fondotinta con questo tipo di filtro, perfetti per la vita in città. Se siete curiose di saperne di più sulle creme viso antipollution e perchè utilizzare cosmetici anti-inquinamento può salvare la nostra pelle, continuate a leggere!

PERCHÉ ABBIAMO BISOGNO DI CREME VISO ANTIPOLLUTION?

L’inquinamento urbano è una grande fonte di stress per la nostra pelle e colpisce specialmente chi vive nelle grandi città. Lo smog presente nell’aria ha diverse conseguenze negative sulla salute della nostra pelle, come il colorito spento, le rughe e i pori dilatati. 

cliomakeup-creme-antipollution-4-mascherina

Secondo gli studi infatti, chi è quotidianamente esposto ad aria inquinata ha livelli più bassi di vitamina E e di squalene, un acido di bellezza presente nel sebo, molto importante per la pelle.


cliomakeup-creme-antipollution-9-specchioCredits: Giphy

Nelle grandi città asiatiche, dove lo smog è un problema molto grave per la sua concentrazione, si è cominciato a produrre un tipo di prodotti specifici per fare fronte a questo problema. Proprio in Asia infatti, si è assistito al lancio di tantissimi prodotti antipollution in grado di fare da scudo contro le polveri sottili. 

cliomakeup-creme-antipollution-17-citta

Nel giro di poco tempo, questa tendenza è arrivata anche da noi e ormai sono davvero moltissimi i prodotti formulati con filtri anti-inquinamento.

LO SMOG FA INVECCHIARE PRECOCEMENTE LA NOSTRA PELLE

Lo smog presente nelle nostre città, spesso è un pericolo invisibile. Noi non ci accorgiamo infatti di come queste micro-particelle presenti nell’aria (le cosiddette polveri sottili), posandosi sulla nostra pelle ne ostruiscano i pori. In questo modo la nostra pelle presenterà una tendenza ad arrossarsi e a sviluppare impurità.

cliomakeup-creme-antipollution-10-finestra-inquinamentoCredits: Giphy

LE POLVERI SOTTILI OSTRUISCONO I PORI DELLA NOSTRA PELLE

Inoltre, questo porta ad un invecchiamento precoce della pelle ed è quindi meglio prevenire, introducendo prodotti specifici all’interno della nostra skincare routine quotidiana.

cliomakeup-creme-antipollution-21-selena-gomez

Fortunatamente ormai sono davvero moltissimi i prodotti in commercio per fare fronte a questo problema. Dalle creme, ai sieri, alle maschere siamo arrivati perfino al make-up antipollution. Scopriamo insieme quindi, come possiamo difendere la nostra pelle dal fattore smog. 

cliomakeup-creme-antipollution-1-natura

Ragazze non abbiamo ancora finito! A pagina 2 infatti, vi mostreremo come fare a proteggere la nostra pelle dagli effetti dell’inquinamento con i prodotti beauty anti-pollution. Se siete curiose di scoprirli, corrette a leggere!

14 COMMENTI

  1. Mah… non saprei… nel senso che metto già la protezione 50 UVA+UVB, uso il PHILIPS VISAPURE ADVANCED e faccio maschere… serve anche questo prodotto antipollution? Secondo me già così ho un’ottima protezione. Vitamina E e squalene presenti nella mia skincare! Magari la prossima volta farò una ricerca sulla crema viso … vediamo

  2. Mi stavo chiedendo la stessa cosa, poi se tanto mi dà tanto perchè solo il viso? Se esco in maniche corte devo provvedere anche per il resto del corpo no? Come minimo ho sempre anche le mani esposte … Per me anche la protezione a tutti i costi non ha sempre un effetto positivo, nel senso che sono sempre al chiuso, vivo in UK dove le giornate di sole sono infrequenti e devo prendere supplementi di vitamina D … se anche prendo un filo di sole senza blocco 50 per i 5 minuti che passo all’aria aperta al mattino mentre cammino dalla stazione all’ufficio perchè quando esco è già buio (per non parlare d’inverno che è buio quando arrivo e buio quando riparto) non credo di diventare una prugna secca o che mi venga chissà che accidente.

    Certo se vado al mare o ieri che ho fatto giardinaggio, protezione 50 all the way e tutti gli altri accorgimenti del caso.

  3. Ciao @disqus_XlVkuGO8Tx:disqus, le creme e i cosmetici antipollution sono indicati principalmente per chi vive in grandi città dove l’inquinamento è piuttosto accentuato. La tua skincare sembra ottima, complimenti!

  4. Ciao @cliomakeup-10d6786c2646e4ef82973b3045096882:disqus, le creme e i prodotti antipollution non servono semplicemente per proteggersi dal sole, ma sono appositamente studiati per coloro che, vivendo in grandi città, hanno la pelle costantemente in contatto con lo smog. Gli ingredienti contenuti in queste formule servono per combattere il colorito opaco e grigiastro dovuto, oltre naturalmente ad altri fattori, anche alle polveri sottili e all’inquinamento. Speriamo che questo post possa esserti aiuto!

  5. Il beauty department da Selfridges è la mia idea di paradiso terrestre …
    Però la maggior parte delle brands americane (e anche CLIO) non sono disponibili nemmeno qui, o se si trovano online costano 3 volte tanto o le spese di spedizione costano un sacco e ci sono anche le spese di dogana da pagare. So che noi vorremmo avere tutto a disposizione … e comunque con i prodotti beauty non è l’ideale comprare online se non conosci già il prodotto. Comunque sì a Londra presto o tardi arriva tutto, ma mi sto agitando con il Brexit, non arriverà più nulla dovremo usare i fiammiferi spenti al posto dell’eyeliner … hahhaha!

  6. Grazie team, avevo capito, li paragonavo alla protezione solare ad oltranza come livello di utilità del prodotto in generale. Avendo un regime di skincare abbastanza solido con sieri, antiossidanti, vitamine e oli e anche rigoroso double cleansing alla sera non credo di dover aggiungere prodotti alla routine. Sfortunatamente lavoro in una delle zone che registrano regolarmente i livelli più alti di inquinamento a Londra … va bene preoccuparsi per l’invecchiamento della pelle ma mi preoccupa di più quello che respiro …

  7. Quello spray di Urban Decay lo uso da tempo , non è lo stesso che vendono da Sephora? Questo forse è un prodotto diverso?

  8. Ragazze io vi adoro e trovo ques’articolo molto interessante, però quella parte su Chlorella…
    Innanzitutto non è che uno si spalma una crema a base di Chlorella e questa ci fa fotosintesi in faccia producendo ossigeno che tanto ci fa bene. L’alga è bella che morta nella crema e questa, semmai, ne contiene un estratto.
    Mi pare ci sia poi una certa confusione fra proprietà dell’ossigeno e antiossidanti. L’ossigeno è ovviamente la nostra principale fonte di vita dato che lo respiriamo, ma è esso stesso il principale responsabile della formazione dei radicali liberi. Questi sono molecole dannose perchè, proprio a causa della presenza dell’ossigeno, sono altamente instabili e reattive. Gli antiossidanti, come dice la parola stessa, servono proprio a proteggersi dalle reazioni innescate dall’ossigeno reattivo presente nei radicali liberi. Ne consegue che tutti gli organismi fotosintetici, proprio perchè producono molto ossigeno grazie alla fotosintesi, contengono molte molecole antiossidanti.
    Il vantaggio particolare di Chlorella è puramente commerciale in quanto a differenza di altre alghe, per non parlare delle piante, cresce molto velocemente e non necessita di particolari attenzioni.

  9. Ho provato una volta la maschera di Kiehl’s in un campioncino che mi è stata dato dopo un acquisto e mi è piaciuto un sacco l’effetto!! (i negozi di quella marca danno certe soddisfazioni in fatto di campioncini!!) L’ho messa alla sera, ci ho dormito su e la mattina dopo… ho visto gli effetti della maschera. lo sporco della pelle era tutto uscito e all’inizio m’è preso un colpo, ma dopo aver passato un panno umido per togliere il residuo di tutto quello che avevo sulla faccia la mia pelle non mi è mai sembrata così pulita. Infatti la prossima volta che passerò davanti ad un negozio Kiehl’s le mie intenzioni sono di comprarla perché non ho mai visto una maschera che faccia quell’effetto.

  10. intanto stasera mi fiondo ad esplorare il mega stand di Pat McGrath che ha aperto ieri, spero di non trovare già tutto sold out … ma sono curiosissima di provare gli ombretti delle Mothership. Seguo i mini tutorial su instagram e mi piace tutto tantissimo. Non so se ho voglia di spendere GBP115 per una palette … ma 2 rossetti li compro di sicuro. Uno in glitter e uno matte.

  11. Bello Pat McGrath!!!! Mi racconterai… beh dipende quanto usi una palette…per me sarebbero soldi buttati. A me non fanno impazzire perchè porto sempre con me i trucchi e ho bisogno di qualcosa di pratico, veloce ma sempre bello, scelgo gli ombretti in penna. Ne avevo tantissime da ragazzina che poi ho buttato perchè non le usavo mai. Ne ho presa una di HUDA l’anno scorso perchè mi piacevano tantissimo i colori e non era tanto grande ma comunque non la uso…

  12. Mini update perchè finalmente sono riuscita ad andare da PMG. Devo dire che i prodotti sono a dir poco spettacolari come qualità, i rossetti sono super confortevoli e non seccano per niente, anche i rossetti glitter sono favolosi e non hanno quella qualità che gratta e secca. Gli ombretti sono da urlo soprattutto i colori metallizzati, anche qui massima resa senza pezzettoni di glitter che cadono da tutte le parti e colori originalissimi. Devo ancora decidere se spendere un sacco di soldi per praticamente 4 colori … che sarebbero i metallizzati nella palette. Gli altri sono belli ma di marroncini e colori di transizione ne ho a bizzeffe praticamente per tutti i gusti. Fanno delle personal classes che costano poco e durano un’oretta circa con i loro make up artists e volevo fare quella per lo smokey eye, poi magari decido se si o no e ti tolgono il prezzo della lezione dai prodotti che acquisti. Devo anche dire che a differenza di tanti counters da Selfridges non insistono nell’acquisto dei prodotti, ho provato un rossetto e la ragazza mi ha detto di non comprarlo perchè il colore non mi donava troppo (in maniera gentile non offensiva) e ho avuto una buona impressione sull’onestà del servizio.

  13. Nooo anch’io con Dior una cosa orribile … mi avevano regalato un voucher all’aeroporto e siccome ero arrivata presto per fare un po’ di spesucce al duty free, ho detto va bene facciamoci truccare. Gli ho chiesto un trucco leggero che esaltasse gli occhi. Mi ha fatto un giro di eyeliner nero intorno a tutto l’occhio che anche la Moira Orfei a paragone con me sembrava naturale … poi si è anche offeso perchè non volevo comprare prodotti anche se già all’inizio gli avevo detto che non avevo intenzione di fare acquisti. Insomma un’esperienza poco carina, mi va pure bene che sono lì per vendere, ma allora dite ai clienti che vi aspettate un acquisto e a quel punto avrei detto allora non ti faccio perdere tempo. Ci perdono loro con questo atteggiamento perchè tantissime volte dico di no quando mi vogliono far provare un prodotto perchè so già che se non compro mi piantano il muso e mi dà fastidio anche se è un prodotto valido e magari lo comprerei pure. Volevo fare l’esperienza perchè appunto mi sono sembrati carini, vado con un’amica e poi facciamo pranzo in qualche posto un po’ elegante (sperando di non sembrare il circo), ma tra una cosa e l’altra si passa a giugno.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here