Le unghie gel e, nello specifico, la ricostruzione unghie gel rappresentano un tema beauty che suscita spesso dubbi e perplessità.

Nonostante le unghie in gel siano amatissime da tutte le estimatrici della manicure impeccabile – consentono, infatti, di avere unghie perfette per svariate settimane! – sono legate a diversi falsi miti. Chiariamo subito, quindi, che il gel non rovina le unghie ma che, in alcuni casi, è perfino curativo, basti pensare a chi soffre di onicofagia e proprio non riesce a far crescere le proprie unghie naturali. Sono tanti i vantaggi delle unghie gel e gli svantaggi sono più che altro causati da alcuni errori che è possibile evitare con un approccio consapevole alla tecnica o, comunque, rivolgendosi a personale qualificato.

Ma basta perderci in chiacchiere, ragazze. Scopriamo insieme cos’è la ricostruzione unghie gel, come si fa, tutti i passaggi, la durata delle unghie gel, i vantaggi che comportano e gli svantaggi. Pronte? Iniziamo!

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-cover

Credits: Foto di Pexels | Cottonbro

CHE COS’È LA RICOSTRUZIONE UNGHIE IN GEL?

Quando si parla di unghie gel e nello specifico di ricostruzione si intende una tecnica di allungamento o ricopertura delle unghie con il gel oppure con l’acrilico. Com’è possibile intuire dal nome stesso della tecnica, si va a ricostruire l’unghia naturale, in modo impeccabile e durevole nel tempo.

ClioMakeUp-ricostruzione-unghie-gel-2-manicure.gif

Via Giphy


Questo tipo di trattamento si rivela utile sia per motivi meramente estetici, ovvero per avere unghie perfette a lungo, sia per motivi funzionali e per scopi “curativi”. Le unghie gel, infatti, sono spesso la soluzione ideale per sistemare unghie danneggiate o mangiate da chi soffre di onicofagia o per chi ha unghie che si sfaldano molto spesso.

È UN TRATTAMENTO ESTETICO DIVERSO RISPETTO ALLE UNGHIE FINTE

Se vi state chiedendo quando è nata la ricostruzione unghie in gel, sappiate che questa tecnica – nata originariamente come ricostruzione unghie in acrilico – affonda le sue radici negli anni ’50 negli Stati Uniti. Ad avere l’idea fu un dentista, Fred Slack, la cui moglie soffriva di onicofagia e non riusciva proprio a far crescere le sue unghie. Così, Slack mise a punto la prima tecnica di ricostruzione unghie, servendosi di un particolare tipo di resina che si asciugava all’aria.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-1

Credits: Foto di Unsplash | Allison Christine

Sappiamo bene, invece, che le unghie gel con ricostruzione (come le conosciamo oggi) vengono realizzate mediante l’utilizzo di apposite lampade UV e di specifici prodotti a ultravioletti. Dalla resina, infatti, siamo poi passati alle fibre di vetro, alla polvere di acrilico sino ad arrivare al prodotto più richiesto ed utilizzato al giorno d’oggi ovvero il gel per ricostruzione unghie.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-2

Credits: Foto di Unsplash | Damir Spanic

Le unghie in gel sono nate negli anni ’80-’90 e hanno vissuto un vero e proprio boom a partire dagli anni ’00. Ancora oggi, sono le preferite delle donne che ricercano un risultato perfetto, senza ombra di scheggiatura!

ALLUNGAMENTO E RICOPERTURA, CON TIP O CON CARTINE: TUTTE LE DIFFERENZE

Le unghie gel si possono realizzare con due diverse tecniche, che corrispondono in effetti a due diversi tipi di ricostruzione. Il primo è l’allungamento e viene realizzato con l’applicazione del gel su tip o form (oppure con cartine). In questo caso lo scopo è ottenere un’unghia più lunga rispetto a quella naturale di partenza.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-4

Credits: @nailsbyamor Via Instagram 

La tip è una semplice unghia finta che si applica su tutta la lunghezza. Con le cartine millimetrate, invece, si va a ricostruire solo una parte dell’unghia e per questo è il metodo più utile per correggere le imperfezioni e le irregolarità delle unghie.

ClioMakeUp-ricostruzione-unghie-gel-5-tips.gif

Via Giphy

Si parla anche di unghie gel naturali o di ricopertura, quando il gel viene applicato sull’unghia naturale senza alcun tipo di allungamento.

UNGHIE GEL: I PASSAGGI E COSA SERVE PER REALIZZARLE (A PARTIRE DALLA LAMPADA)

Prima di procedere con tutti i passaggi, è bene fare una precisazione. Esiste la ricostruzione unghie gel trifasico (il più diffuso) o con gel monofasico. In questo ultimo caso, si utilizza un unico prodotto per eseguire tutti e tre i passaggi (o fasi) della ricostruzione. Il gel monofasico, infatti, funge da base, costruttore oppure prodotto di copertura per l’unghia e da sigillante.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-6

Credits: Foto di Pexels | Cottonbro

La ricostruzione unghie con gel trifasico, invece, prevede l’impiego di tre diversi prodotti per ogni singolo passaggio. Occorrono, quindi:

  • base specifica
  • gel trifasico per allungare l’unghia o ricoprirla
  • sigillante specifico

Dopo aver opacizzato le unghie e averne preparato la superficie, si applica una base aderente (una sorta di primer) che serve ad aumentare la coesione del gel. Ve ne sono alcune che si asciugano all’aria, mentre altri prodotti vanno comunque passati in lampada per 60/90 secondi.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-5

Credits: Foto di Pexels | Cottonbro

A questo punto si passa a utilizzare il costruttore (ossia il gel vero e proprio). Si utilizzeranno tip e cartine se occorre correggere qualche imperfezione dell’unghia oppure, semplicemente, si stende uno strato piuttosto consistente di prodotto sull’unghia naturale per conferire una struttura solida e leggermente bombata. Anche questo step prevede l’asciugatura in lampada.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-3

Credits: @flowers_nails15 Via Instagram

Fatto questo, le unghie vengono limate ed è possibile utilizzare un sigillante oppure, qualora il costruttore sia neutro, applicare prima un colore per unghie gel colorate. Il sigillante, sempre da polimerizzare in lampada, serve a proteggere il colore e la brillantezza della manicure.

LAMPADA PER LE UNGHIE: COME SCEGLIERLA

Per tutti i passaggi della ricostruzione, occorre la lampada unghie proprio come quella che non può mancare in buon kit smalto semipermanente. A seconda del tipo di lampada scelto, è possibile accorciare i tempi di attesa e anche ottenere un risultato migliore. Il dubbio più frequente è quello che riguarda la scelta di lampada Led o UV: ebbene, l’ideale sarebbe scegliere una lampada “ibrida” Led/UV.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-lampada-sunuv

SUNUV, Lampada unghie UV Led. Prezzo: 22,94€ su amazon.it

Se ne trovano di ottime anche su Amazon, permettono di ridurre sensibilmente i tempi di polimerizzazione e riescono ad asciugare alla perfezione sia prodotti con tecnologia Led che UV.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-lampada-navanino

Navanino, Lampada Unghie UV Led. Prezzo: 35,19€ su amazon.it

Questo tipo di lampada per unghie professionale e performante ha costi leggermente più contenuti rispetto a quelle totalmente Led e sono anche più avanzate rispetto a quelle UV, quindi rappresentano il compromesso ideale.

cliomakeup-unghie-gel-teamclio-lampda-moulei

Moulei, Lampada Unghie Led UV Professionale per manicure/pedicure. Prezzo: 26,98€ su amazon.it

Ragazze, siamo ancora a metà strada. Girate pagina e continuate a leggere per scoprire la durata delle unghie gel, i vantaggi e gli svantaggi!