Ciao ragazze!

Conoscete il modo di dire inglese “thinking outside the box”? Significa “pensare fuori dagli schemi, in modo anticonvenzionale”; c’è una make-up artist inglese che incarna alla perfezione questo concetto, tanto che il suo nome d’arte è proprio Alex Box. Se i post su Pat McGrath, Charlotte Tilbury e Kabuki Magic  vi hanno affascinato, preparatevi, perché questa artista vi condurrà il un mondo ancora più magico.

Alex_Box_Illamasqua_01

Alexandra Edmonds nasce in Inghilterra, in un piccolo villaggio di pescatori, sicuramente non il luogo più all’avanguardia e ricco di stimoli che si possa immaginare; tuttavia la creatività si sviluppa proprio nei posti più inaspettati e Alex trova subito un grande supporto da parte dei suoi genitori. Inizia fin da giovanissima a esplorare i confini dell’estetica, tingendo i capelli di tutti i colori e disegnandosi finti nei sulle guance, fino a diventare l’unica adolescente dark del paese.

Alex-Box-High-Res article_image-image-article.ec89ae00-7497-49b4-843a-6a8e6f755a6e 3axjlGFCzVU

Si trasferisce a Londra per studiare arte presso il Chelsea College of Art; lavora molto con il corpo umano e con i volti, tanto che la gente guarda alle sue installazioni come a opere di make-up, prima ancora che lei stessa non sia consapevole. Per finanziare la sua arte trova impiego presso The Body Shop, dove ogni sabato inizia a truccare la gente: lì si stupisce del suo potere di manipolare il viso delle persone e capisce che si tratta di qualcosa di molto simile al suo lavoro di artista. Semplicemente un volto umano sostituisce la tela, ma si possono applicare le stesse regole e le stesse tecniche. 


alex-box-Cubismsm

Da semplice lavoretto nei weekend, il make-up diventa per Alex una passione sempre più grande; la sua occasione arriva quando viene contattata da uno stilista che le chiede di ideare i look per la sua sfilata. In questo modo inizia a farsi conoscere e apprezzare, fino a diventare ufficialmente una make-up artist, o come si definisce lei, “un’artista che lavora col make-up”.

alex-box-Postmodernismsm

Oltre alle sfilate e ai servizi fotografici per le maggiori riviste, Alex è direttrice creativa del brand inglese indipendente Illamasqua; se vi siete mai chieste chi fosse la mente geniale dietro alle campagne pubblicitarie di questa marca, ecco svelato l’arcano! Effettivamente chi meglio di questa artista così originale e unica, nonché ex goth, avrebbe potuto guidare un progetto così alternativo e stravagante? Tra l’altro Illamasqua supporta la Sophie Lancaster Foundation, una fondazione a nome di una ragazza dark morta nel 2007 in seguito a un’aggressione da parte di un gruppo di adolescenti intolleranti nei confronti della subcultura gotica. Non a caso questo brand promuove l’apertura, la diversità e la possibilità di esprimere la propria personalità. A tal proposito Alex dice: “Scoprire chi sei e in cosa credi è un processo che dura tutta la vita. Perché fingere di essere qualcun altro o fare quello che fanno gli altri? I trend sono volubili: se provi a seguirli, sei sempre e comunque indietro e questa è l’ironia della moda. Quando indossi un trend, i cosiddetti “trend setters” stanno già esplorando la novità successiva e tu diventi come un cane che insegue la propria coda”.

Pink-wig_face1 illamasqua Illamasqua-Toxic-Nature-Collection-5

Il suo stile distintivo è fortemente ispirato all’arte e le immagini che produce ricordano molto spesso dei quadri; di certo non sfigurerebbero se esposti in un museo. Dice che il suo stile si sviluppa in modo organico, fa parte di lei come la sua calligrafia; è guidato dalle emozioni, supportato da musica, dipinti, favole e folclore. Il volto della modella la guida e si sente connessa spiritualmente alla persona con cui lavora.

make,up,alex,box,beauty,make,up-f35b83fbc71fbaaee493ffae40772806_h_large

Ora basta chiacchiere, preparatevi a una carrellata di immagini senza precedenti; non mi sono contenuta perché ce ne sono troppe spettacolari!

hf-campaign

tumblr_lfluf6Fifb1qfp5jso1_400 o0400050012478196831 colorful-wild-makeup

3846141_6

tumblr_lsdso1FslT1qddwm8o1_400 Alex-Box-Make-Up-Paris-Fashion-Week-Gareth-Pugh-Show alex6 rankin3

Lady Gaga

lady-gaga-alex-box-makeup
Lady Gaga

400 4228 8 051RGBFINAL 3344045_f520 Alex Box Book 460 ABox1RGBFINAL-1

alex-box-rankin-the-makeup-artist-6 270 4228 6 049RGBFINAL-1

Ragazze, spero che questo post vi sia piaciuto e che le immagini di Alex vi abbiano incantate; fatemi sapere cosa ne pensate e chi è il vostro make-up artist preferito tra quelli che vi ho presentato finora! 

67 COMMENTI

  1. Sicuramente lei è la mia preferita! Fantastica! Perché non un tutorial portabile ispirato a una sua creazione?

  2. Certamente è lei! Sono spettacolari i risultati che riesce ad ottenere! Sono seriamente incantata! O.O

  3. Ovviamente è lei la mia preferita! è un’ artista allo stato puro, brava sulla tela ma anche sul viso! quando ho visto le sue creazioni sono rimasta a bocca aperta: è una vera make up-artist a tutti gli effetti!

  4. È straordinari,vedere un suo trucco è come vedere un’opera al museo,incantevole.Giorno dopo giorno sto scoprendo quanto il make up non sia una semplice tecnica per abbellire il proprio viso ma che è un ‘arte capace di esprimere le piú recondite emozioni,wau!!! Di sicuro mi sono innamorata di questa make up artist però adoro molto anche Pat McGrath. Grazie Clio 🙂 *

  5. questa è la make up artist PERFETTA per lady gaga
    a tutte le little monster (se ce ne sono) 19 agosto esce “applause” primo singolo di artpop 😀

  6. E’ veramente un’artista! Davvero molto particolare. L’unica cosa che mi chiedo Clio è: perchè molti make up artists, in particolar modo per le sfilate, truccano le ragazze dandogli un effetto finale al volto piuttosto triste e spento? E’ una particolare strategia per caso? Me lo sono sempre chiesta… Ci sarà senz’altro un motivo.

  7. c’è tutto,: creatività, invenzione, tecnica … Fantastica ! Grazie per questo post non conoscevo questa artista.

  8. decisamente originale!!!questo tipo di arte rientra anche nel body painting..è proprio un’artista!!!!per ora il mio preferito però resta kabuki, fa cose che se riadattate un pochino possono essere portabili…lei invece è troppo da scena!!!!(certo sarebbe bellissimo poter andare in giro col viso tutto nero e le labbra oro!!!!!)

  9. Semplicemente “che spettacolo” ho salvato alcune delle foto mi possono servire come ispirazione nel mio lavoro..difficile scegliere sono artisti di diversi stili di grande arte…la mia preferita di makeup è quella foto dopo Lady Gaga
    CIOU ^_~

  10. sono meravigliosi e assomigliano alle maschere del carnevale di Venezia: IMPECCABILMENTE PERFETTE SOTTO OGNI ASPETTO!

  11. Kabuki magic, potrei dire che è lui il mio preferito! Ma Alex Box, mamma mia!!! Deve avare un immaginazione inesauribile!

  12. FAVOLOSA!!!mi piacciono in particolare le campagne pubblicitarie per Illamasqua. certo che l’Inghilterra ne sforna di talenti creativi!!Ma un bel post su un famoso make up artist italiano tipo Stefano Anselmo per esempio?…creatività da vendere anche lui!Bacioni Cliuzza;-)

  13. È emozionante quanto vedere delle opere d’arte in un grande museo!!
    Però io non saprei dire qual è il mio make-up artist preferito, tutti loro hanno delle peculiarità che li rendono unici!

  14. Tutti i MUA che ci hai presentato riescono a far emozionare con le loro opere, ma Pat McGrath ha un potere comunicativo che coglie tutte le sfaccettature della personalità e degli stili della donna moderna. La trovo straordinaria nella sua capacità di esaltare un volto con semplicità e basta un colpo d’occhio per capire tutto ciò che voleva comunicare.

  15. La prima parola che mi viene in mente è IMPRESSIONANTE o.o più che semplici volti truccati sembrano delle vere e proprie opere d’arte…eccezionale! Comunque il mio make-up artist preferito è Charlotte Tilbury 😀

  16. wow!!!è assolutamente fantastica!!è veramente arte questa sembrano dei quadri..Incredibile!

  17. accipicchia! Clio grazie per averla proprosta non la conoscevo… Veramente una musa ispiratrice!

  18. Bellissime queste creazioni artistiche… sicuramente è lei la mia preferita (per un’amante dell’arte come me…) Grazie per avercela fatta scoprire Clio! 😉

  19. Grazie Clyo, mi hai aperto un nuovo orizzonte…interessantissimo…ke bello!!!! Continua x favore…

  20. Davvero bellissimo! Grazie Clio che ci permetti di scoprire tutte le sfaccettature del make-up!!!

  21. Bellissima storia Clio e grazie per farci conoscere questi artisti.
    Però mi sembra evidente che gli articoli non li scrivi tu. Questo no di sicuro. O forse lo hai fatto revisionare da qualcuno, è evidente. Niente paura, basta saperlo o magari dirlo…
    😛

  22. anche per me è la mia preferita !! i miei make up preferiti sono quei due in cui ha disegnato come dei rami sui volti delle modelle <3

  23. Si, sicuramente… Alex Box è arte pura, però magari prendendo spunto può venir fuori qualcosa di carino 🙂 era solo un’idea

  24. Mamma mia…e veram un artista….dipinge il viso come una tela…un genio del make up d effetto! Bravissima!!!

  25. Significa che basta confrontare i post che scrive normalmente su Facebook e a volte qui nel blog e questo post qui sopra (ma anche altri sempre qui nel blog, non è il primo che noto). Non è essere saccenti, è saper distinguere quando una scrive di getto senza badare a errori ortografici e refusi (e Clio ne abbonda di continuo) e quando il tuo testo è stato revisionato o semplicemente scritto da un’altra persona. Ho voluto solo sottolineare un dettaglio del tutto estraneo all’articolo in questione, me ne rendo conto, ma lavoro con la scrittura di mestiere, quindi non mi è riuscito trattenermi.

    Ripeto, bellissimo contenuto, comunque.

  26. Questa make up artist è geniale, ma preferisco decisamente Charlotte Tillbury.
    Queste creazioni sono pure opere d’arte, ma nessuno andrebbe in giro con un quadro sotto il braccio…
    Un make up secondo me dovrebbe in linea di massima essere sempre portabile, perchè halloween e carnevale sono una volta l’anno; gli altri giorni noi ci trucchiamo per andare al lavoro, a cena, a ballare con le amiche…

  27. La mia preferita è proprio lei..amo sopratutto i trucchi per illamasqua..sono qualcosa di meraviglioso!!

  28. Bhè tra tutti quelli che ci hai descritto, lei è la mia preferita. Senza dubbio i suoi lavori lasciano senza parole!

  29. Immagini davvero sorprendenti e assolutamente affascinanti! Mi piacerebbe almeno una volta nella vita portare questo tipo di make up:)
    CLIO, mi chiedevo tuttavia se conosci un make up artist specializzato in contouring, che riesca a far “sparire”, almeno visivamente, un naso pronunciato o un mento troppo sporgente, che riesca a “cambiare” i lineamenti del viso… Sarei proprio curiosa! 🙂

  30. ” Non mi è riuscito trattenermi” heam, meno male che lavori con la scrittura di mestiere! 😛

  31. Osservazione del tutto gratuita e fuori luogo, hai a che fare con la scrittura, ma non con le buone maniere. Tra l’altro, se lavori con la scrittura, dovresti sapere che qualunque testo, destinato ad un pubblico, è visto e rivisto più volte da terzi. Clio, in ogni caso, non è in nessun modo tenuta a rivelarci il lavoro che c’è dietro al suo blog ed è anche abbastanza ingenuo credere che un prodotto così articolato possa essere sua opera esclusiva. Anzi è del tutto rispettabile, nonché rispettoso nei confronti di chi legge, che si avvalga di collaboratori.

  32. Ma fuori luogo de che? Buone maniere? Dai, su.

    Ho fatto un’osservazione che va al di là del contenuto, tutto qui. Non critico il fatto che dietro questo blog ci sia qualcun altro oltre Clio, ho solo notato che nei post più articolati c’è una maggiore cura nella scelta delle parole, nella forma… e come questo cozzi con lo stile Clio, molto più sgrammaticato, spontaneo, informale.

    Mi piacerebbe solo che ci fosse trasparenza anche in quest’ambito, chiarire insomma che dietro questo progetto, dietro certi post, ci sono altre persone oltre la nostra beneamata Clio. Anche solo nel lavoro di revisione, magari.
    Secondo me è una questione di onestà intellettuale.

    Oh, poi come tu dici non è tenuta a spiegare nulla, ovviamente. E nessuno ha parlato di rispetto della legge o altre faccende simili.

  33. Io non ci vedo nessuna mancanza di trasparenza, un lavoro di editing ad opera di altre persone, rispetta l’intenzione di voler lavorare bene e non di essere disonesti intellettualmente. Quanto alle buone maniere, torno a ribadirle, un po’ di calma ti avrebbe aiutato a leggere la mia frase, ‘nonché rispettoso nei confronti di chi legge’, in modo corretto, senza confondere la terza persona singolare del verbo ‘leggere’ con il sostantivo ‘légge’, e senza scrivere un’altra frase fuori luogo.

  34. Aahah, mea culpa per l’ultima frase, ero effettivamente di fretta. Per il resto, punti di vista.
    E con questa chiudo, da vera cyber maleducata e fuori luogo!
    😛

  35. di solito nell arte si è sempre cercato di far diventare una statua un uomo, qui è esattamente il contrario l’uomo diventa un opera d’arte!! favoloso

  36. Molto belle, ma alcune foto si vede ke sono stra ritoccate così si capisce poco quanto ha fatto lei e quanto “photoshop”..

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here