Ciao ragazze!

Come sapete sono reduce da una settimana di influenza e raffreddore…Naso che cola, starnuti, linee di febbre antipatiche, mal di gola, mal di testa, sudore… e chi più ne ha più ne metta! Gli unici lati positivi? Il pigiama mattina e sera (per 5 giorni) e tante coccole da Claudiettis che ogni giorno mi portava un dolcetto diverso per tirarmi un po’ su! 😀 Una settimana di fuoco insomma, ma stavolta, a differenza di tutte le altre, l’ho affrontata in maniera diversa, per non arrivare al tanto desiderato momento della guarigione conciata nel peggiore dei modi, con labbra e pelle del naso secche,  capelli inguardabili, rossori e brutture varie del post influenza!

la disperazione
primo giorno…Disperazione totale mode ON!

Vi racconterò quindi quello che ho fatto giorno per giorno per non sentirmi un rottame una volta spariti tutti i sintomi influenzali, ma prima, voglio anche raccontarvi com’è iniziato tutto!

“C’era una volta la brava e bella Clio, in giro per New York sotto una tempesta di neve, in un gelido martedì. Si stava recando dal veterinario con Toti che, come per magia, era diventata improvvisamente TOTOLA, dopo che il veterinario aveva scoperto che le sue ‘balls’ non erano mai esistite! 😀 Andata in taxi, tornata in metro (e superato lo shock della scoperta!), non aveva rinunciato alla sua vanità e alla sua voglia di esibizionismo, e si era scattata nientemeno che una ‘selfie‘ nel bel mezzo della tempesta di neve!

yey che bella la neve…come prendere l'influenza..
yey che bella la neve! Sottotitolo: come prendere l’influenza!

La dolce e coraggiosa Clio indossava un fantastico cappellino rosso, un caldo piumino nero e un maglioncino beige dal collo alto e morbido, che purtroppo non bastarono a proteggerla dal gelo e da un’influenza in agguato. Un chilo di neve finì infatti nella maglia nel bel mezzo del suo momento selfie e, come se non bastasse, Clio pensò bene di avvicinarsi ancora di più alla gola quel collo di lana per tenersi più calda. Ma mai scelta fu più sbagliata. Quel chilo di neve altro non potè fare se non spalmarsi sulla sua gola, che già dalla sera stessa le provocarono atroci dolori…” 😀

mal di gola… no problem! Sciarpetta di Asos a parte!
mal di gola… no problem! Sciarpetta improbabile di Asos a parte! :D

Insomma ragazze, giusto per sdrammatizzare un po’… questo è quello che è successo martedì scorso, e da lì è iniziata la mia influenza. Ma come vi dicevo all’inizio, ho fatto di tutto per cercare di non lasciarmi andare e ritrovarmi a una settimana di distanza con più fastidi di quelli che avevo durante i giorni di febbre, e sono stata attenta a tante piccole cose per uscirne indenne!

Prima cosa: tanto buonumore! Vi ho anticipato che Claudio mi ha viziata non poco: un giorno un croissant, un giorno la briochina al cioccolato, un giorno la panna cotta… I dolci mettono sempre allegria, e poi dovevo pur recuperare le energie in qualche modo!
IMG_4537Oltre ai dolci ho comunque mangiato tanta frutta, miele, e bevuto tanta acqua e tè per recuperare i liquidi!
Anche i miei pelosetti mi hanno fatto compagnia e hanno condiviso con me gioie e dolori! Ecco ad esempio Oscar con la mia sciarpetta!

Pronto per la Cat Fashion week! :D
Pronto per la Cat Fashion week! :D

Poi, naturalmente, cura del corpo a 360 gradi, per evitare di dover rimediare all’irrimediabile una volta finiti i malanni. Grazie a loro posso dire di esserci riuscita:
IMG_2326

Step importantissimo: IDRATAZIONE! Nonostante la mia pigrizia (che non vi ho nascosto quando vi ho parlato di mani e piedi) in questi giorni ho capito che era la cosa più importante da fare. Avendo già di mio la pelle molto secca, non potevo rischiare che peggiorasse con il raffreddore e la febbre. Quindi ho idratato tutto all’ennesima potenza e, dopo una lunga riflessione :D, ho deciso di incoronare come miglior prodotto questa cremina che mi ha salvato!
naso screpolato.:.… vade retro

Si chiama Homeoplasmine e serve a calmare le irritazioni ed evitare screpolature varie nelle zone critiche quando si è raffreddati. Ebbene, dopo 31 anni e dopo rimedi di ogni tipo, posso dire che questo prodotto è riuscito nell’impresa! Niente naso rosso e screpolato! L’ho messo tutte le volte che mi soffiavo il naso in modo che le mie povere narici rimanessere ben idratate e non subissero i traumi da sfregamento col fazzoletto!

pelle secca  zero !
Clio 1- pelle secca 0!! :D

Mi sono messa su poi delle maschere idratanti per il viso: alcune le avevo prese in Giappone e ho approfitttato di questi giorni per provarle, altre me le sono fatte io, con quelle che si aprono della Muji, e con il liquido idratante preso anch’esso in Japan, che si può benissimo sostituire con un qualunque composto idratante anche fai-da-te!

maschera_loop_cliomakeup_2

IMG_4469

IMG_4496 IMG_4504

IMG_4510

Idratazone all the way! :D
Idratazone all the way! :D

Ho usato anche un’altra maschera super idratante che sto testando in questi giorni, la Glam Glow, che vedete nell’immagine con tutti i prodotti; mi sono spruzzata l’acqua rinfrescante della Caudalie, di cui però non potevo sentire il profumo :P; sulle labbra ho usato il burrocacao della Lush; sugli occhi ho messo i patch che mi aveva consigliato la mia amica Giuliana. In realtà questi ultimi non mi fanno impazzire, preferisco quelli che uso di solito in cotone, ma intanto li ho provati! Insomma, è stata anche una settimana prolifica dal punto di vista delle future review! 😀

punti neri? nooo
e perché no? anche una bella pulizia contro i punti neri! :-)

Poi ho usato anche un olio iper-idratante che mi avava mandato Sephora in un campioncino, la mia crema idratante della Skin and Co Roma, e mi sono pulita la pelle ogni mattina con l’aggeggio di cui vi ho parlato qui, Luna della Foreo. Anche se non ho usato trucchi, è stato importante detergere al meglio la pelle in modo da far assorbire bene anche gli altri prodotti!

Non ho dimenticato poi i miei capelli, primo segno di sfascio totale quando stiamo in casa per più di due giorni! 😀 Erano ovviamente messi malissimo, ma ho usato anche per loro una crema idratante, quella della Phyto9.
Poi naturalmente mi sono tenuta impegnata con il blog e con alcuni progetti a cui sto lavorando per la Fashion Week! In poche parole, ho tenuto alla larga la noia e lo scoraggiamento e mi sono fatta forza 😀

E voi ragazze, cosa fate e come vi comportate quando state male? Vi buttate nel letto e andate in letargo o cercate in tutti i modi di recuperare le energie necessarie per rimettervi in piedi? Se anche voi di solito alla fine dell’influenza state messe peggio di quando avete la febbre, seguite i miei consigli e non lasciate che la pigrizia prenda il sopravvento! Un beso enormeee!!