3) Il metodo bigodini-caramella

1000x1000clio-bigodini
No, non solo caramelle ma un po’ lo sembrano!

Questo metodo prevede semplicemente l’utilizzo di quei bigodini ‘morbidi‘, penso di gommapiuma, con all’interno un fil di ferro che permette che siano pieghevoli. Si comprano in profumeria o al supermercato e costano pochissimo!! Basta a quel punto dividere i capelli in ciocche non troppo grandi e arrotolare i cappelli (o verso l’interno o verso l’esterno, in base all’effetto che volete ottenere e al ‘verso’ che volete dare al boccolo!), poi fissare le ciocche piegando il bigodino!

photo 1
Anche questa volta andrete a letto carinissssssime 🙂

Essendo morbidi non è scomodissimo dormirci sopra e la mattina dopo il risultato è assicurato! Anche perchè questo metodo, rispetto agli altri, permette un controllo maggiore dei singoli boccoli!


photo 2
..ma poi vi svegliate stando decisamente meglio!!

4) Dormire con le trecce

Pippi_gip
Sempre più sexyyy….

Per un effetto ‘ninfa‘ o più semplicemente per ottenere le celebri beach waves, la cosa migliore è dormire con le trecce. Se siete delle brave intrecciatrici, il meglio sarebbe fare più trecce ‘alla francese‘, quelle ‘attaccate alla testa’, partendo da dove volete che partano le onde. Più piccole saranno le ciocche, più l’effetto sarà afro o più simile al frisée… un po’ anni ’90 diciamo 🙂 !

Io sinceramente di solito ne faccio due (Pippi style) in modo che la nuca resti ‘libera’ e appoggiare la testa sul cuscino risulti più comodo!

La leggenda vuole che sia anche “il metodo” di Selena Gomez… ehm…diciamo che l’effetto che si ottiene è molto simile!!

77ed792cbca09745e55bab6e173d6762
Le beach waves di Selena Gomez… che siano o no frutto di lunghe sedute dal parrucchiere o di una bella nottata tra le trecce, l’effetto è bello, naturale e in perfetta sintonia con il trend di stagione!

5) il metodo delle spirali!

twist buns clio
considerato che ci dovete dormire, posizionate le spirali in base a come preferite appoggiare la testa al cuscino…!

Forse è il metodo più rapido e ‘universale‘ di tutti: basta dividere i capelli in sezioni e arrotolare le ciocche su loro stesse, fissandole non con gli elastici ma con forcine o mollette, per non lasciare segni.

‘Funziona’ bene anche i capelli corti (visto che ho pensato anche voi alla fine???) e il risultato è, in base a quante spirali fate (ne basta anche solo una in alto, se avete i capelli lunghi!), super naturale o molto riccio/vaporoso/disordinato: eventualmente la texture ottenuta può essere anche una buona base per raccolti un po’ più elaborati!

Ragazze, questi erano i 5 metodi (+1, aggiungendo l’ormai assodato metodo-fascia) che conosco io! Voi ne conoscete altri? Vi è piaciuto il post? Quale pensate di provare per primo? Vorreste un video in cui li testo tutti? Fatemi sapere quante ciompe-in-fatto-di-capelli si aggirano nella community! Sono sicura che siamo in tante, yeeee! 
Ciaooo, un bacione!!