Ciao ragazze!

Bentornate all’appuntamento con le vostre domande! Oggi tanto makeup e tanti consigli su come regolarsi con le palette per il contouring, rossetti a lunga tenuta o la crema solare da applicare sul viso. Ma vi parlerò anche di alcuni nuovi prodotti che ho provato e della mia casetta a New York! Eheh curiose di scoprire di cosa si tratta? Allora leggete il post! 😉

cover 5 dom

1)palette contouring
-Eheh volete una mia risposta onesta al 100%? No! Non ci sono palette per contouring che consiglio! 😀 Vi spiego perché: trovo che sia più che altro una grandissima manovra di marketing, dal momento in cui questa tecnica per definire il volto e scolpire i volumi si è diffusa così tanto, e inoltre non trovo che sia un prodotto davvero utile.

contouring-diagram-smashbox1

736 738Ecco le palette di Kat Von D e Laura Mercier (anche io ne ho alcune ma non le uso praticamente mai! )

Fino a poco tempo fa infatti esistevano soltanto palette di prodotti che al massimo contenevano più correttori o fondotinta, che venivano usate proprio per scolpire il viso creando le varie ombre e luci. Da quando il contouring è diventato invece una vera e propria moda, ecco che le palette sono spuntate qua e là come funghetti, ma credo che in realtà, alle persone comuni (che non siano makeup artist, per intenderci), non servano più di tanto, perché in fondo bastano al massimo due colori per ricreare i volumi del viso, non un arsenale di prodotti!

366Quello che vi serve è al massimo una terra opaca non troppo aranciata e un correttore o una polvere illuminante!

Le palette specifiche per contouring possono essere utili forse ai mua, ma anche in questo caso non sono neanche un grande risparmio o un investimento, perché trovo che la soluzione migliore sia sempre quella di scegliere prodotti singoli in cialda, per potersi creare la propria palette ‘customizzata’ a seconda delle proprie necessità.
E’ proprio quello che ho fatto io con la palette della MAC che mi sono creata da sola. All’interno ho inserito terre con colori come Bone o Taupe, che vanno bene un po’ per tutte le carnagioni. Io ho preferito dei prodotti in polvere, ma anche qui, se voi preferite quelli in crema, la soluzione migliore è lavorare con diversi colori di fondotinta, che sono di solito più leggeri delle creme da contouring.

 

2)rossetto prova bacio
– Diciamo che io sono dell’idea che sia meglio dare i baci senza rossetto! 😀 Eheheh detto questo, direi che gli unici rossetti cosiddetti ‘a prova di bacio’ siano quelli che di solito hanno la formula doppia, con colore/lacca da un lato e lucido dall’altro. Un esempio sono i Double touch della Kiko, quelli di Deborah, Makeup Forever etc…

n_1_p_kkdoubletouch10_double-touch12
Nuovi-rossetti-liquidi-deborah-milano
Sono gli unici no-transfer (e quindi non solo ‘a lunga durata’) perché hanno la parte colorata che si fissa e si asciuga diventando molto secca, e che bisogna poi rendere lucida e re-idratare con il gloss trasparente.
Di solito, anche nelle varie sere tv (penso a Gossip Girl) o nei film, se vediamo le ragazze dare baci con queste labbra super colorate e lucenti, si tratta sempre di questo tipo di prodotti!

 

3)crema solare makeup
– Bisogna stare attente al tipo di crema solare che si usa, perché innanzitutto devono essere assolutemente ‘non comedogene’ se vogliamo utilizzarle ogni giorno sul viso.
Sarebbe inoltre meglio sceglierne di oil-free, quindi più leggere e senza oli.
Io fino a qualche giorno fa, a Miami, ho usato quella della Khiels, una lozione leggera che lascia la pelle pulita e non grassa. Con questo prodotto non avevo difficoltà a truccarmi anche il volto perché mi lasciava la pelle davvero fresca, senza la sensazione di unto.

6436223Ve ne ho parlato meglio in questo post con i prodotti che ho usato di più questa primavera!

Un altro tipo di crema che ho usato, quella della Clinique, era invece un po’ più pesantuccia e in questo caso, dopo essermi truccata, notavo che la crema tendeva a separarsi dal findotinta, proprio perché aveva una formulazione più grassa.
Per non correre rischi, è utile provare prima su una mano la crema che vorremmo usare sul viso e vedere se al tatto rimane ‘unta’ o più asciutta. In questo modo, possiamo vedere meglio la consistenza della crema e capire se può essere adatta anche al trucco.

E ora cliccate qui per le ultime due domandine! 😉