Ciao ragazze!

Ormai due anni fa avevo dedicato alcuni post ai trucchi più appropriati in base alle diverse età, credeteci o no, uno degli argomenti più richiesti di sempre; visto che nel frattempo si sono aggiunte molte lettrici, ho pensato di riproporvi un’altra serie di questo tipo, in cui capire a quali prodotti e tecniche affidarsi nelle varie fasi della vita. Oggi iniziamo dal gruppo più “spinoso”, che porta sempre con sé non poche polemiche: le teenager!

Madison-Beer-2013-madison-beer-33798238-612-612

Madison Beer, 16 anni

Diciamocelo, essere un’adolescente è un lavoraccio e descrive alla perfezione l’espressione “non essere né carne, né pesce”: da una parte ci sono le “bambine”, che hanno bisogno di più tempo per svilupparsi, sia fisicamente che psicologicamente, e a 12 anni preferiscono giocare con gli amici senza preoccuparsi del proprio look. Dall’altra troviamo ragazzine che sono (o si sentono) già donne, e iniziano a interessarsi al make-up, alla moda e ai ragazzi. Insomma, c’è chi non vorrebbe mai crescere, e chi non vede l’ora di diventare grande, ma entrambi i casi si sfocia spesso in quel senso di disagio e inadeguatezza legati a questa età così fragile.

alli-simpson-27th-annual-kids-choice-awards-03

Alli Simpson, 17 anni, ma con questo trucco esagerato ne dimostra il doppio!

A questo proposito, ovviamente non esiste un’età in cui sia “giusto” iniziare a truccarsi, perché ognuna lo fa quando si sente pronta (o più spesso, quando le amiche iniziano a comprare i primi prodotti e a sperimentare). La questione tende a polarizzare le opinioni della gente, tra chi demonizza il make-up sulle più giovani, e chi sostiene la libertà di fare ciò che si vuole (nei limiti del buon gusto). Per quanto mi riguarda, ho scoperto le gioie del trucco proprio a 12 anni, ma i tempi erano ben diversi: Belluno sicuramente non era una metropoli e mi sarei vergognata come una ladra a calcare troppo la mano, quindi mi limitavo a dei look naturalissimi. Aggiungiamo il fatto che negli anni ’90 nessuno insegnava a truccarsi, anzi, eravamo praticamente abbandonate a noi stesse e dovevamo fidarci di mamme, sorelle, riviste e commesse per capire cosa fare. Il risultato? Prodotti acquistati a caso, errori banali e pochissima tecnica!

Schermata 2015-05-28 alle 17.10.55Clio dodicenne hehe 

Se ci ripenso, però, mi convinco che in fondo andava bene così: credo fermamente che esista un’età per tutto, e per una teenager era più che accettabile commettere qualche “crimine” estetico, anzi, sperimentare, sbagliare e imparare erano tappe fondamentali del percorso di crescita. Oggi, con l’avvento di Youtube e dei brand super low cost, mi sembra che i tempi siano molto cambiati e trovo che le ragazzine di adesso siano decisamente più consapevoli di quello che fanno. Di recente, mentre ero in Germania, un tassista mi raccontava di sua figlia, che a 12 anni passa i pomeriggi con le amiche a guardare tutorial e a riprodurre i look; ovviamente non sapeva chi fossi, ma intanto ridevo sotto i baffi pensando a quante loro coetanee italiane fanno lo stesso con i miei video!

MTI5ODQ5NjQ2NjcwNDY1MDM0

Peyton Roi List, 17 anni

Provare per la prima volta un ombretto o un rossetto è tra le cose più eccitanti ed emozionanti che possono capitare nella vita di una ragazzina, un po’ come quando si indossano i tacchi della mamma di nascosto: ci si vede e sente subito più donne e si inizia, purtroppo, a capire il potere dell’aspetto estetico. A mio parere, comunque, non c’è niente di male a divertirsi e giocare con il make-up, ma è fondamentale mantenere la giusta spensieratezza. Purtroppo arriverà il momento in cui truccarsi sarà, oltre che un piacere, anche un’esigenza, che comparirà sotto forma di brufoli, macchie, colorito spento, palpebre cadenti e labbra che rimpiccioliscono.

China+Anne+Mcclain+Updos+Twisted+Bun+BjDXAtVICXRx

Contouring troppo marcato sul naso di China Anne Mcclain (16 anni), si intravede proprio la striscia chiara! 

Il mio consiglio principale, allora, è di apprezzare la filosofia del “less is more” finché potete; truccatevi per divertirvi, per provare qualcosa di nuovo, per sentirvi più carine, ma non  fatelo mai per sembrare più grandi, per essere più sexy o per trasformarvi in qualcuno che non siete. Fidatevi, e ve lo dico come se fossi una sorella maggiore: tra non molto rimpiangerete l’adolescenza e cercherete online tutorial e consigli su come dimostrare qualche anno in meno!

maia-mitchell-interview

Maia Mitchell

Passando agli aspetti più pratici, cercate di evitare tutto ciò che è troppo coprente, scuro e pesante, e puntate sempre su freschezza e leggerezza. Per quanto riguarda la base, per esempio, molta gente è ormai convinta che bisogni usare primer, fondotinta, correttore, cipria, terra e blush in ogni occasione, principalmente perché è quello che vediamo fare sul web. Guardate la vostra pelle e siate realistiche: è in buone condizioni o necessita effettivamente di qualche aiutino? Qual è il vostro problema principale? A quell’età, per esempio, è più probabile avere qualche brufolino da coprire piuttosto che un incarnato spento e grigiastro, o delle occhiaie particolarmente pronunciate: un correttore del colore della vostra pelle, allora, sarà più che sufficiente e vi eviterà la schiavitù del fondotinta!

MTI5MTc4MjQ3NDUwNjQyNDQy

Incredibile l’incarnato di porcellana di Dove Cameron

Lascerei perdere anche la terra, perché si rischia sempre di applicarne troppa o di selezionare un colore scuro o arancione, mentre credo che un velo di blush possa essere un tocco in più divertente. Se invece avete una pelle grassa, che tende a lucidarsi, potete sempre provare un fondotinta in polvere o minerale, da applicare con un pennello a setole larghe (i kabuki, invece, sono troppo compatti, e anche le spugnette piatte in lattice vendute nella confezione portano a creare un mascherone).

MTI5MTc4MjMwODA3Njk3ODg2

Se come Ariel Winter avete una bella spruzzata di lentiggini, non le coprite assolutamente!

Correte alla prossima pagina per scoprire tutti gli altri consigli!