Ciao ragazze!

Ogni anno arriva, presto o tardi, il grande momento: l’acquisto dei solari! Lo sapete bene: la regola vorrebbe che si ricomprassero ogni anno e che, anche se bisognerebbe usare l’SPF sempre, quando si è in vacanza è necessario proteggersi in modo ancora più scrupoloso e costante. Ma ditemi: è o non è una gran scocciatura spalmarsi la crema, di solito unta e pesante, ogni due/tre ore e dopo ogni bagno (dovendo aspettare che l’acqua si asciughi)? E, se ne avete, fare lo stesso noiosissimo processo sui vostri bambini, i quali non rendono certo più facile l’operazione, protestando e rifiutandosi di farsi cospargere di crema ogni momento?

Finalmente, la tecnologia cosmetica è dalla nostra, avendo inventato un nuovo modo per proteggersi dal sole, senza bisogno di spalmarsi per ore! E se il vostro problema è la motivazione, c’è qualcuno che ha anche creato una campagna a dir poco geniale!

nivea-sunburn-doll-hed-2015

Partiamo dai più piccoli: proteggerli è importantissimo, ma, di solito, loro non ne vogliono sapere. Le campagne di sensibilizzazione si sono quasi sempre rivolte alle mamme, per convincerle ad insistere e a non desistere nemmeno coi bimbi più capricciosi. Questa volta, però, la genialità dei PR di Nivea Brasil, hanno pensato di immedesimarsi nei bambini.

nivea-doll-fcb

Visto che il gioco più naturale del mondo è quello di recitare la mamma e il papà, prendendosi cura di bambole e peluches come se fossero i loro piccoli, Nivea ha pensato di far capire ai bambini perché i loro genitori li tormentano con le creme ogni volta che la loro pelle potrebbe arrossarsi. Guardate come:

Sono deliziosi non è vero? Vedendo la bambola arrossarsi al sole, i bambini capiscono di dover loro mettere la crema, per farli tornare normali. E, di conseguenza, si lasciano “incremare” tutti contenti dalle loro mamme. Li ho trovati tenerissimi e la campagna è davvero brillante! (e poi: è bellissimo lo smalto della ragazza che fa la dimostrazione, non è vero? ;-D )

NIVEA-DOLL_6-962x644

Volendo mostrarvi questa pubblicità, ho pensato che non sono solo i bambini a lamentarsi delle creme! Lo stesso Claudio, se non ho con me almeno il latte-spray, si lamenta e preferirebbe non mettere nessuna protezione (orrore!!).

1127-768x1024

Ma visto che stiamo parlando di qualcosa da non prendere sottogamba, per cui non bisogna fare sconti e accettare scuse, soprattutto quando si è al mare o in montagna e si sta tante ore sotto al sole diretto, è meglio ricorrere a tutto ciò che è stato studiato apposta per i pigroni o gli schizzinosi!

giphy

Partiamo da questi ultimi: quelli (e quelle) che odiano le creme perché pesanti e unticce, si mescolano orrendamente con il sudore e la sabbia e, ultimo ma non meno importante, “tappano” i pori della pelle, aumentando il rischio di brufoli.

giphy (1)

Io non ho mai riscontrato questo problema, lo ammetto, ma leggendo i pareri online sembra che, all’unanimità, il web elegga la Anthelios Ultra Leggera di La Roche Posay come la migliore crema solare per il viso, per evitare questa brufolosa e spiacevole eventualità! Sicuramente la versione classica c’è anche in Italia, ma non sono sicura sia uscita anche la versione minerale, ancora più delicata per le pelli sensibili e con un effetto opacizzante maggiore!

anthelios xl spf 50+ ultra leggero

883140000907

Ma per quanto riguarda i pigri invece? Nel titolo parlo di una vera e propria rivoluzione, ma sono certa che molte di voi l’abbiano già scoperta! In ogni caso, nella prossima pagina vi parlo delle protezioni solari di ultimissima generazione!

Continuate a leggere!