Ciao ragazze!

Se c’è un tema di cui si parla spesso ma che il più delle volte lascia sempre tanti dubbi è quello che riguarda i prodotti di makeup e la loro scadenza. Ebbene sì, anche i nostri trucchi e cosmetici in generale, dal momento in cui vengono creati, possono subire delle variazioni, fino a perdere le loro caratteristiche e la loro efficacia e quindi, in una solo parola, scadere.

Ma come è meglio comportarsi e come dobbiamo regolarci con i singoli prodotti? Ci sono delle indicazioni precise da seguire? Quando è proprio necessario buttarli via? Leggete oltre per capirne di più!

cliomakeup-scadenza-makeup-durata-prodotti

Per legge, sulle confezioni è sempre indicato il PAO, ovvero il ‘Period After Opening’, indicato in mesi e valido dal momento dell’apertura (da qui il famoso barattolino aperto), ma è ovvio che questo questa indicazione di scadenza non è un countdown preciso!

cliomakeup-scadenza-makeup-prodotti-pao-period-after-opening-simbolo

Insomma, non vi accaderà mai che un prodotto si disintegri da un momento all’altro, perché la sua scadenza non è sempre così immediata o evidente!
Bisogna tener conto dei diversi prodotti e bisogna usare anche un po’ di buon senso.
Vediamo allora le più comuni ‘expiration dates’ per ogni trucco e cosa cambia effettivamente per ognuno, ma soprattutto capiamo meglio come dobbiamo comportarci per essere sicure di non avere problemi!


– DA DUE A 6 MESI (o, alcuni casi, anche molto meno!)

I prodotti bio, i cosmetici fai-da-te fatti con ingredienti freschi.

cliomakeup-scadenza-makeup-prodotti-bio-naturali

Per i prodotti bio, che come sapete non hanno conservanti chimici ma solo sostanze vegetali e elementi naturali che li preservano e fungono da antibatterici, il peridodo di durata è sempre piuttosto breve e in genere non supera i 6 mesi.

I tempi si riducono ancora di più se i prodotti in questione sono freschi e freschissimi! Penso ai prodotti Lush o ad altri cosmetici che creiamo in casa per le nostre esigenze come scrub o maschere viso e capelli.
In questi casi, la durata è di qualche giorno o al massimo poche settimane e la conservazione, che normalmente può avvenire in frigorifero, è identica a quella dei nostri cibi (come yogurt, uova etc), perché il rischio di deterioramento è molto alto.

 

– DA 6 MESI A 1 ANNO

I mascara, prodotti liquidi come eyeliner e alcuni fondotinta, correttori, ombretti in crema.

cliomakeup-scadenza-makeup-prodotti-liquidi-fondotinta-eyeliner

Per i mascara, la durata è quasi sempre di 6 mesi. Trascorso questo tempo il mascara tende a seccarsi, a non scrivere più ed è meglio non usarlo ancora per evitare possibili irritazioni. Ma sappiamo anche che ci sono molti mascara che tendono a seccarsi molto prima (soprattutto se hanno una formula molto pastosa) e quindi il problema della scadenza neanche si pone! 😀
In questi casi, se il vostro mascara è ancora perfetto dopo 6 mesi, cercate di vedere se vi inizia a dare fastidio sugli occhi e in ogni caso, per essere sicure, non prolungate troppo il suo uso.

Lo stesso accade per quasi tutti gli ombretti in crema. Per quanto siano morbidini o dall’effetto mousse, spesso tendono a seccarsi anche prima della loro ‘scadenza‘ e in questo caso il problema risiede principalmente nell’impossibilità di poterli usare correttamente, perché diventa difficile prelevarli. Per questo, cercate di comprarne sempre pochi alla volta e di non accumularli come quelli in polvere! 😉

cliomakeup-scadenza-makeup-durata-ombretti-crema

Anche per alcuni fondotinta e correttori la durata indicata dal barattolino non supera l’anno. In molti casi tendiamo a consumarli molto prima, quindi il problema non si pone, ma se ci ricordiamo di aver superato questo periodo, facciamo un test su una piccola porzione di pelle per vedere se avvertiamo fastidi, ma prima ancora guardiamo e annusiamo il prodotto.

Se vedete liquidi separati (a volte capita di vedere una specie di prodotto ‘bifasico’!), strane macchie o avvertite cattivi odori naturalmente è meglio buttarli via e non provare a usarli. In caso contrario potete anche continuare a utilizzarli, ma in questo caso ci dovrà guidare il buon senso. Non eccedete e provvedete quanto prima a rinnovarli! 😉

Nella prossima pagina altre scadenze, altre durate e altri prodotti! Qual è la vita media di rossetti, gloss, creme, ombretti e smalti? Come dobbiamo comportarci se li vediamo modificati? Per alcuni di loro è fondamentale anche il modo in cui li conserviamo! Scoprite tutti gli altri consigli cliccando qui!

133 COMMENTI

  1. io butto dopo una stagione i fondotinta e i prodotti liquidi make up di norma prima della primavera cerco di finirli ma se mi abbronzo un pò li metto da parte x sostituirli con colori adatti sarebbe assurdo tenerli in attesa dell’ autunno successivo dopo averli apertie utilizzati l’anno prima

    rossetti terre fard li sostituisco con i prodotti nuovi se ce ne sono di adatti a me e con miglior resa ecc come scrivo sempre nn accumulo 10 terre 30 rossetti e via dicendo elimino le cose che nn mi piacciono più

  2. Post utilissimo: da tempo Clio avrei voluto chiederti info più precise sulla scadenza di ombretti in polvere e rossetti! Ho palette che utilizzo da molti anni, con ombretti in ottimo stato, scriventi, che non hanno cambiato né consistenza né odore, ma avevo comunque il dubbio che dopo tanto tempo bisognasse buttarle via. Stesso discorso per i rossetti scuri, che non metto tutti i giorni ma solo nelle occasioni particolari e che, quindi, non riesco mai a finire entro la data di scadenza. Grazie 🙂

  3. Il pao x me é un consiglio, ma non lo seguo. Solo per i prodotti bio, tendo a seguirlo, soprattutto per i prodotti cremosi. Le polveri non le butto se non se noto grossi cambiamenti.
    I rossetti si rovinano più facilmente, ma difficile che mi facciano allergia o inizino a odorare di rancido.
    Insomma getto i prodotti, se cambiano composizione, odore ecc…
    Ma con tutti i prodotti che ho é difficilissimo che li consumo entro la scadenza.

  4. Cioè… leggendo questo post, mi stai dicendo che praticamente devo buttare tutto quello che ho (o quasi)….o caz……

  5. Mmmh ma i prodotti neve sono bio, giusto? Perché allora devo buttare un bellissimo blush in polvere che ho da più di un anno… Uff!!

  6. Direi che mi affido più alla vista che al PAO..alcuni prodotti mi soddisfano anche da scaduti mentre altri (gli smalti più di tutti) anche se ancora “in riga ” sembrano aver superato la scadenza da tempo..il miglior prodotto scaduto e tuttora funzionante e stupendo è una matita verde di Kiko che adoro, alla faccia del PAO

  7. Quelli in polvere sono eterni ! Proprio perché non contengono addensanti ecc li puoi usare tranquillamente se conservati in modo corretto (chiusi ed in un luogo asciutto)

  8. Io sono un po’ contraddittoria…quando mi metto a fare la pulizia il primo criterio è il PAO e, se il prodotto non mi ha entusiasmata, allora anche se ha appena superato la data scritta io lo butto e me ne ricompro un altro (magari di un’altra marca etc)…se invece ha superato i mesi e mi piace mi piange il cuore a buttarlo e allora aspetto di sostituirlo con un suo pari per buttarlo (tranne per i fondotinta per i quali appena “scadono” li butto avendo già la pelle problematica….e per i mascara, che butto dopo poco esser diventati più secchi) insomma uso la data di scadenza come mi fa comodo ! Ahahahah

  9. ok confesso.. non buttto mai niente! ! soprattutto se sono prodotti a cui sono molto affezzionata e che non si trovano più. ..le uniche cose che butto sono veramente andate, tipo smalti che si separano o ombretti cremisi che si seccano… e posso testimoniare che gli eyeliner della collistar durano decenni!! benedetti loro!! quelli sephora…due minuti 🙁

  10. Ho buttato poca roba in vita mia…sicuramente un primer perchè aveva iniziato a puzzare….dopo…due anni :S?
    Un rossetto l’ho riciclato come terra in crema. Mi son rifiutata di buttarlo perchè l’avrò usato 2 volte, aveva un sapore cosí schifoso ma cosí schifoso…che infatti non l’ho mai messo.
    Un’altro rossetto perchè avevo perso il tappo e nonostante ne avessi riciclato uno simile mi si era seccato.
    E qualche gloss colloso. Poi forse basta!
    Ditemi di buttare le naked perchè son scadute! XD
    Baciiiii!!

  11. Stavo pensando per esempio a tutti i miei prodotti Neve (ad esclusione delle matite sopracciglia ho quasi tutto ciò che è venduto sul sito) che non sono bio ma comunque non contegono ingredienti di sintesi. Il pao delle palette è di 6 mesi . Ho la Elegantissimi da 2 anni e non ho intenzione di buttarla dato che la uso quotidianamente mentre le altre palette avranno un anno ad esclusione della duochrome che piccolina ha solo 1 mese ! Quello che mi chiedo è questo: come facciamo a ricordarci perfettamente da quant’è che abbiamo aperto un prodotto? Capisco una persona che ha 10/20/30 prodotti ma chi fra tutto a 50/100 prodotti o più come fa? dovremmo forse mettere un etichetta adesiva piccola sul prodotto appena aperto ma non credo che lo facciano in molte. Voi ragazze come vi regolate?

  12. ahahah ho pensato la stessa cosa!
    Credo che siamo diventate un po’ fissate e schiave del consumismo, io qualsiasi cosa la uso finché non vedo che cambia colore/odore/consistenza.
    Non sono più una ragazzina, ho prodotti che hanno anni e anni e addirittura mia mamma ha ancora dei suoi prodotti per le grandi occasioni, di quando era giovane, non abbiamo mai avuto problemi, chiaro che se apri l’ombretto in crema ed è verde oleoso invece che azzurro forse è da buttare…
    L’unica cosa che non lascio invecchiare è il mascara.

  13. Io utilizzo prodotti bio soprattutto x il corpo e i capelli, in effetti confermo la scarsa durata in entrambi i casi; mi è capitato con un deodorante, che ha cambiato profumazione (diventando sgradevole) dopo un paio di mesi e con uno spray disciplinante per capelli alle erbe che a un certo punto ha cominciato a puzzare di cavolo marcio….e siccome era senza risciacquo non era proponibile continuare a usarlo.
    Penso sia normale e sia dovuto ai componenti naturali che, in assenza di conservanti chimici, cambiano consistenza e di conseguenza aroma..

  14. Ma il PAO è veramente al pari della scritta “da consumarsi PREFERIBILMENTE entro…” che troviamo sugli alimenti?
    Io in realtà non sono informatissima, né tantomeno una cosmetologa, ma mi dà l’idea che se un prodotto di makeup che contiene decine di sostanze chimiche abbia una data di scadenza, questa vada rispettata! Insomma non stiamo parlando della mozzarella, che se è scaduta da un giorno ma sembra buona me a mangio lo stesso, ma di prodotti con sostanze chimiche che spesso si deteriorano nel tempo… Alcune sostanze chimiche subiscono delle vere e proprie modifiche, per non parlare degli attivi che spesso sono presenti nei cosmetici (vit, e, vit, c, oli e cere naturali ecc…) che possono ossidarsi e cambiare dopo tot tempo a contatto con l’aria, e lo stesso prodotto subisce contaminazioni microbiche che possono non risulare visibili e non intaccare la resa del prodotto.

    Ecco cos’è il PAO secondo Wikipedia:
    Il period after opening o PAO è un simbolo grafico inserito su tutti i cosmetici a partire dal 2005, che deve essere inteso in funzione di un rischio sanitario derivante dall’uso del prodotto e non alla “performance” tecnica del prodotto. Esso è definito infatti come “il tempo in cui il prodotto, una volta aperto può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore”.

    Clio non mi sembra giusto, soprattutto da un punto di vista SANITARIO, che tu consigli di usare prodotti scaduti se la resa non cambia… è la definizione stessa di PAO che smentisce tutto il tuo articolo!! Che poi anche io magari usi consapevolmente prodotti scaduti è una cosa, ma una makeup artist famosa e seguita come te che scrive articoli del genere proprio no!
    ATTENZIONE AL PAO RAGAZZE…

    P.s. non ricevi tante critiche ai tuoi post, anzi, i commenti critici si contano sulle dita di una mano e sono anche posati e costruttivi… ma perché non rispondi MAI? Sarebbe bello se lo facessi.

  15. Grazie per le informazioni in più sul Pao, anche io di solito pensavo che la data di scadenza nei cosmetici fosse solo una linea guida ma alla luce di quello che hai scritto forse è proprio il caso di fare più attenzione!
    P.S. anche a me farebbe piacere che Clio rispondesse ai commenti critici che le si pongono, né ho fatti anche io, ma se poi vengono ignorati proprio dalla diretta interessata hanno poco senso.

  16. Premetto che capisco il tuo punto di vista perché si sta parlando anche di rischi per la salute, ma secondo me c’è anche una questione di credibilità, nel senso: se ad esempio le naked hanno un pao di 36 mesi (credo che sia il più lungo), che senso avrebbe che Clio ci dicesse “questa palette fra tre anni sarà da buttare/ha tre anni quindi la butto”, anche se è palesemente ancora perfetta e innocua? Nessuna le crederebbe, anche perché abbiamo tutte esperienze di prodotti che si usano senza problemi anche dopo il pao. Anzi, a dirla tutta la vedrei come uno spreco di soldi. In fondo se in un programma tv di cucina trovassi lo stesso esempio della mozzarella che hai fatto tu, ossia che se è appena scaduta ma ci sembra buona ce la mangiamo, ovviamemte con la cautela che invece se siamo in dubbio buttiamo, non mi scandalizzerei, anzi! Crederei poco al contrario. E anche qui non c’è scritto di ignorare completamente il pao, ma di stare attente. Quindi secondo me ha senso fare un discorso del tipo usate il buon senso, con la postilla che ovviamente chi si vuole cautelare al massimo rispetterà il pao in modo più rigido. Poi chiaramemte questa è solo la mia opinione :))

  17. Premetto che capisco il tuo punto di vista perché si sta parlando anche di rischi per la salute, ma secondo me c’è anche una questione di credibilità, nel senso: se ad esempio le naked hanno un pao di 36 mesi (credo che sia il più lungo), che senso avrebbe che Clio ci dicesse “questa palette fra tre anni sarà da buttare/ha tre anni quindi la butto”, anche se è palesemente ancora perfetta e innocua? Nessuna le crederebbe, anche perché abbiamo tutte esperienze di prodotti che si usano senza problemi anche dopo il pao. Anzi, a dirla tutta la vedrei come uno spreco di soldi. In fondo se in un programma tv di cucina trovassi lo stesso esempio della mozzarella che hai fatto tu, ossia che se è appena scaduta ma ci sembra buona ce la mangiamo, ovviamemte con la cautela che invece se siamo in dubbio buttiamo, non mi scandalizzerei, anzi! Crederei poco al contrario. E anche qui non c’è scritto di ignorare completamente il pao, ma di stare attente. Quindi secondo me ha senso fare un discorso del tipo usate il buon senso, con la postilla che ovviamente chi si vuole cautelare al massimo rispetterà il pao in modo più rigido. Poi chiaramemte questa è solo la mia opinione :))

  18. Scusami ma hai detto appunto che non sei informatissima e non penso quindi che tu sulla base di Wikipedia(che viene scritta da persone comuni che a loro volta potrebbero non essere degli esperti) possa fare una critica cosi importante a clio, che sicuramente e molto più esperta, essendo il suo lavoro! E poi non mi pare abbia detto di utilizzare prodotti scaduti ma abbia consigliato i casi in cui si possono utilizzare… E é diverso…

  19. Per legge tutti i prodotti devono averlo, come la scadenza per gli alimenti, se per certi cosmetici, come il mascara può essere utile, come lo può essere per la mozzarella che è fresca, è un po’ meno utile per i cosmetici in polvere, così come è meno utile per la pasta ad esempio.

    Se segui altre make up artist professioniste dicono tutte la stessa cosa, buttare un ombretto che è ancora intatto, funziona e non da problemi mi sembra stupido, così come avviene per gli alimenti, c’è uno spreco enorme.

    Mi sembrano critiche basate un po’ sul nulla, anche perché Clio non ha detto, fregatevene del PAO e utilizzate tutto anche se scaduto.

    Inoltre magari chiederei ad un ricercatore, un medico, un chimico, ma non a wikipedia.

  20. ho appena fatto pulizia nel mio cassetto trucchi, effettivamente ho buttato dei lucidalabbra che erano diventati collosi … tra cui un YSL (nude bellissimo) e Tom Ford (comunque un flop galattico), li avevo messi nel cassetto in posizione orizzontale e sono colati… grazie Clio anch’io di solito butto i prodotti se non sono piu’ utilizzabili o hanno un odore o una consistenza strana, pensavo di far male a tenere tutto, ma mi dispiace buttare makeup costoso, generalmente conservo tutto in camera da letto al riparo dalla luce e fonti di calore, preferisco non tenere i trucchi in bagno. Similmente tendo ad ignorare le date di scadenza del cibo, non lo tengo in frigo un mese ma nemmeno lo butto allo scadere della mezzanotte

  21. Capisco il tuo punto di vista ma sinceramente a me non e’ mai successo nulla, ho anche usato recentemente un ombretto della naj oleari che ho forse da 30 anni, un cimelio dei miei quindici anni hahhaha! Ho poi deciso di buttarlo perche’ non ha scrivenza ed era molto polveroso, mi chiedevo infatti perche’ fosse quasi nuovo … probabilmente e’ sempre stato cosi’

  22. hahaha io prima di buttare uno smalto butto il mio fidanzato! Ho comprato prodotti salvasmalto e sto cercando il salvaglitter (per quando il glitter si deposita sul fondo … ho solo buttato vari Seche Vite perche’ quando cominciano a diventare troppo collosi non c’e’ modo di recuperarli anche con il Seche Rescue che e’ quello apposito

  23. ma infatti nulla scade allo scadere della mezzanotte!sopratutto con gli alimenti, la data o piu’ che altro “periodo” di scadenza vero e’ molto di piu’ di quanto dichiarato! per una questione di sicurezza.

  24. Io spendendo dei patrimoni in trucchi cerco di non buttare 😀 secondo me scadono in fretta i gloss e gli ombretti in crema, i mascara durano anche qualcosa di più dei sei mesi. Io ho prodotti che hanno 1-2 anni e vanno ancora benissimo! mi regolo solo quando sono visibilemente modificati o hanno odore strano!

  25. Ciao è ovvio che il pao è anche una strategia di marketing… Se tu infatti ti dovessi trovare a dover buttare un prodotto che ami dopo poco tempo andresti subito a ricomprarlo e gli introiti dell’azienda aumenterebbero. E poi è vero che i cosmetici sono pieni di sostanze chimiche, ma tu invece pensi che nelle mozzarelle non ci siano conservanti e chimicate se queste sono industriali? Con la differenza che i cosmetici te li metti in faccia… Il cibo lo ingerisci !!!! Non mi sembra coerente dire che un trucco scaduto sia potenzialmente più pericoloso di un alimento

  26. Pensare che i primi ombretti che ho usato da ragazzina erano di mia mamma di quando era a sua volta una ragazza, quindi vecchi di almeno 15 anni.Erano ancora bellissimi, mega pigmentati e non mi hanno mai fatto irritazione

  27. Pensare che i primi ombretti che ho usato da ragazzina erano di mia mamma di quando era a sua volta una ragazza, quindi vecchi di almeno 15 anni.Erano ancora bellissimi, mega pigmentati e non mi hanno mai fatto irritazione

  28. ahahahah… comunque facciamo esattamente la stessa cosa. Altro che vittime del consumismo…. siamo peggio! Anch’io ho cose da anni e finchè non diventano inusabili, stai pur serena, che me le godo. Anch’io non faccio invecchiare il mascara, ma solo perchè penso che sia l’unica cosa che finisco. A me durano si e no 2/3 mesi, quindi avendone aperti due, e usandoli tutti i giorni, non fanno in tempo ad invecchiare. Adesso con l’occasione di essere entrata in una Sephora un po’ più grande (per il mio standard) ho acquistato il mascara Too Faced, ma se ne rimane bello chiuso in un cassetto!

  29. ahahahah… comunque facciamo esattamente la stessa cosa. Altro che vittime del consumismo…. siamo peggio! Anch’io ho cose da anni e finchè non diventano inusabili, stai pur serena, che me le godo. Anch’io non faccio invecchiare il mascara, ma solo perchè penso che sia l’unica cosa che finisco. A me durano si e no 2/3 mesi, quindi avendone aperti due, e usandoli tutti i giorni, non fanno in tempo ad invecchiare. Adesso con l’occasione di essere entrata in una Sephora un po’ più grande (per il mio standard) ho acquistato il mascara Too Faced, ma se ne rimane bello chiuso in un cassetto!

  30. hahha dillo al mio ragazzo, lui butta tutto anche se e’ scaduto da 5 minuti … Arrivo a casa la sera pensando di aver di che preparare la cena e il frigo piange! Sono in costante battaglia … poi e’ anche uno spreco

  31. io su questo tema sono completamente indisciplinata. amo i trucchi e ne compro spesso, ma non li butto via finchè non finiscono o iniziano a cambiare odore…non avendo problemi di irritazioni quindi, ho ombretti che durano da una decina d’anni perchè non uso tutti i giorni lo stesso…idem matite occhi colorate o il blush…stessa cosa ma con tempi ridotti, comunque oltre la scadenza, per fondotinta e mascara…non ho proprio il coraggio di buttare via quegli ombretti che fanno ancora il loro bel lavoro….:-(

  32. La storia della mozzarella era per dire… e non ho assolutmaente detto che un trucco scaduto è più pericoloso di un alimento ma solo che il PAO non va preso con la leggerezza che traspare dal post!

  33. Io non presto tantissima attenzione alla data di scadenza dei prodotti (soprattutto perché non mi ricordo mai quando li apro), però una volta all’anno circa faccio un check generale della trousse e della scatola degli smalti e controllo tutti i prodotti più vecchiotti, cercando di capire se vale la pena di tenerli oppure se ormai è proprio il caso di buttarli! È un po’ come fare le pulizie di primavera, e con questo metodo non ho mai avuto problemi di irritazioni o altro! 🙂

  34. Io non butto via nulla.. Salvo se cambia consistenza, colore, odore.. Devo controllare 2 ombretti in crema di una vecchia LE Catrice che ho da più di due anni

  35. Sono una ricercatrice e posso assicurare che anche in lab usiamo prodotti scaduti ben oltre la data indicata. Con la crisi che c’è sarebbe un peccato mortale buttare prodotti che funzionano! Applico lo stesso principio ai cosmetici ma non alle medicine! Quelle prr sicurezza, se scadono le butto!

  36. http://dctf.uniroma1.it/galenotech/cosmetici/cosmetici-fin.htm -> Norme per l’attuazione delle direttive della Comunità economica europea sulla produzione e la vendita dei cosmetici.

    Art. 8/c:
    c) (…) e’ riportata un’indicazione relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore. Tale informazione e’ indicata tramite il simbolo raffigurato nell’allegato VI-bis, seguito dall’indicazione del numero dei mesi, o degli anni, o degli anni e dei mesi, in cui il prodotto, una volta aperto, PUO’ ESSERE UTILIZZATO SENZA EFFETTI NOCIVI PER IL CONSUMATORE”.

    Vi invito a chiedere ad un qualsiasi dermatologo o medico che sicuramente ne saprà anche più di Clio.

    P.S. non sono scema, ho studiato chimica (anche se non cosmetica) per 8 anni e so riconoscere quando una fonte è autorevole o no.

  37. Qualche mese fa ho buttato l’ombretto che avevo usato per truccarmi il giorno del mio matrimonio! A giugno sono 10 anni eh eh! Era un bel po’ che non lo usavo più ma, scherzi a parte, sono certa di essere andata oltre i 36 mesi. Per le cose più delicate come creme e mascara non rischio perché li consumo prima, però mi è capitato con uno struccante lierac che, superati i 3 mesi scritti sul flacone, abbia avuto problemi di bruciore agli occhi. Da allora ci sto un po’ più attenta

  38. Secondo me ciò che emerge dall’articolo è che se un prodotto non bio sembra ok come resa e non ha strane mutazioni (tipo cattivo odore) si può continuare tranquillamente ad usare… Quando invece secondo le norme europee non è così… Poi ovvio non si muore se li si usa, anche il PAO è indicativo, ma secondo me bisognava chiarire che un prodotto cosmetico “scaduto” può causare problemi dermatologici anche se all’apparenza è come quando l’abbiamo aperto!

  39. Io sono un pessimo esempio: ho un rossetto che era di mia nonna e avrà più o meno 20 anni….scrive bene. è un bellissimo colore, dura una vita e non mi ha dato problemi… Perchè buttarlo? E la stessa cosa faccio con molti altri prodotti che accumulo ma non sempre uso… sto semplicemente attenta: se cambiano in qualche caratteristica (odore, consistenza, colore) o non funzionano più (tipo le matite) li butto, altrimenti restano nel mio angolo trucco. Faccio eccezione solo per i mascara e le matite occhi: mi danno proprio l’idea di qualcosa che scade e che dopo un tot va buttato, forse perchè ho gli occhi sfigatelli e superirritabili e non voglio rischiare?

  40. copio la risposta che ho già dato ad AnnyMary:

    http://dctf.uniroma1.it/galenotech/cosmetici/cosmetici-fin.htm -> Norme per l’attuazione delle direttive della Comunità economica europea sulla produzione e la vendita dei cosmetici.

    Art. 8/c:
    c) (…) e’ riportata un’indicazione relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore. Tale informazione e’ indicata tramite il simbolo raffigurato nell’allegato VI-bis, seguito dall’indicazione del numero dei mesi, o degli anni, o degli anni e dei mesi, in cui il prodotto, una volta aperto, PUO’ ESSERE UTILIZZATO SENZA EFFETTI NOCIVI PER IL CONSUMATORE”.

    Vi invito a chiedere ad un qualsiasi dermatologo o medico che sicuramente ne saprà anche più di Clio.

    P.S. non sono scema, ho studiato chimica (anche se non cosmetica) per 8 anni e so riconoscere quando una fonte è autorevole o no.

    E comunque anche Wikipedia cita le sue fonti, Clio no!

    Bibliografia:
    – EU Cosmetics Directive (76/768/EEC), Allegato VIII bis, modificato da Directive 2003/15/EC.

    – Practical implementation of Article 6(1)(c) of the Cosmetics Directive (76/768/EEC), Labelling of product durability: “Period of time after opening”, Direttiva europea che regola l’uso del simbolo Period After Opering.

    Collegamenti esterni:

    [1] Descrizione del PAO fornita da Altroconsumo.

    (EN) “Period after opening” – labelling – Norma dal sito dell’Unione europea.

    (EN) Period After Opening (PAO) – European Cosmetic Toiletry and Perfumery Association.

  41. Sì beh di certo non si muore, al massimo può venire qualche dermatite da contatto.. Pensa che io una volta PER SBAGLIO ho usato un rossetto che era di mia nonna che come minimo arrivava dagli anni 80, se non 70! Era ancora bello profumato e la resa era anche ottima (non so come sia possibile)…
    Comunque ho scritto il commento proprio perchè l’argomento secondo me è stato trattato con troppa leggerezza senza specificare che un prodotto scaduto può essere contaminato e causare problemi dermatologici anche se sembra perfetto… è proprio per questo che esiste il PAO… Periodo entro il quale un prodotto “una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore”.

  42. Non risponde MAI alle critiche, mi dà sui nervi perché non sono i commenti idioti degli haters (che penso neanche abbia, per fortuna), ma cose costruttive a cui potrebbe rispondere tranquillamente, soprattutto a gente che come me (e ho visto anche altre) che commenta positivamente praticamente tutti i post che ha fatto da quando ha aperto il blog, e ogni tanto fa qualche critica.

    Che poi sicuramente i commenti, che non sono migliaia, li leggi tutti, vero Cliuzza?? 😉

  43. Io tengo traccia della scadenza e tengo controllati i vari prodotti al limite, soprattutto quelli per gli occhi. L’anno scorso ho buttato degli ombretti perché letteralmente puzzavano e delle matite occhi perché iniziavano ad irritarmi (ma un tempo le temperavo poco). Di queste ho tenuto solo da promemoria una matita color Egiptian di Clinique perché mi piace tantissimo e prima o poi la ricomprerò 🙂

  44. 😀 ahah penso che abbiate studiato abbastanza da sapere quello che fate!
    Comunque il sunto del mio discorso è che il PAO non va preso con la leggerezza che traspare dal post… soprattutto quando si parla a migliaia di ragazze… Non penso che i tuoi colleghi o superiori – pur usando prodotti scaduti in laboratorio – scriverebbero un articolo su un blog di chimica dicendo che quei prodotti X se non sono deteriorati si possono usare anche dopo la data di scadenza… anche se magari nel tuo ambiente è una pratica diffusa come in cosmetica.

  45. Il mio eyeliner Kiko in gel ce l’ho da due anni e forse durerà ancora altri 6 mesi… finché non si sarà seccato lo utilizzerò perché non ha cambiato minimamente odore e consistenza. Faccio lo stesso discorso per tutti i prodotti!
    Parto con un piccolissimo OT: qualcuno conosce il rossetto che clio ha nella foto (e che tiene anche in mano) nella seconda pagina del post? Me ne sono perdutamente innamorata!

  46. Io l unico prodotto che consumo rapidamente é il mascara! E, in ogni caso, non butto mai la confezione! Lavo lo scovolino e li conservo, così li posso usare per le sopracciglia, oppure posso usare un particolare scovolino al posto di quello del mascara che sto usando ecc.. É un aggeggio versatile!:D

  47. E se gli elementi si separano prima del pao, come mi è capitato con il primer di Too Faced??? Io ho paura ad usarlo, e non capisco come sia successo, avendolo conservato bene… Comunque non puzza. Ad altre è successo?

  48. Ho un burrocacao della Yess To Carrot, che vendevano almeno 5 anni fa da sephora e che dovrebbe essere bio, ed è ancora perfetto. Al contrario, mi è capitato con il primer occhi di kiko che dopo nemmeno un anno (è tanto? forse si) i componenti si separassero e puzzava di rancido. Idem, con uno stick eyeshadow di kiko, ha sempre puzzato dal momento in cui l’ho comprato…..dopo un po’ l’ho buttato perchè sentivo la puzza anche mettendolo sugli occhi!

  49. io non ho mai buttato niente perchè vecchio, ma solo se lo vedevo alterato…..e mi è capitato solo con i due prodotti che ho scritto. Se butto, è perchè mi rendo conto che il prodotto non lo userò mai…ma il più delle volte finiscono in fondo al cassetto!
    i mascara e gli smalti a me si seccano prima della scadenza, quindi il problema non si pone!

  50. tieni conto che spesso e volentieri anche per gli alimenti le scadenze vengono fissate a tavolino in base a criteri di cautela che non sempre corrispondono al vero. Intanto la differenza tra “da consumarsi entro…” e “da consumarsi preferibilmente entro” fa una bella differenza. ma molte volte se la scadenza è ad esempio 3 giorni, si sono fatti studi in cui veniva dimostrato che il prodotto poteva essere consumato anche dopo 6 senza problemi, ma per cautela e marketing si sono ristretti e tempi. La cosa è tanto più eclatante quanto più i prodotti contengono conservanti e altri additivi (la mozzarella vs le torte del mulino bianco). I cosmetici sono pieni di composti chimici, e quindi sono in questo senso sicuri. Se si alterano , prima di fare danni, lo si vede. Infine, se veramente ci fosse così pericolo con un consumo dopo la scadenza, credo sarebbe stato logico adottare il sistema usato per gli alimenti, e non la PAO.

  51. A me il dermatologo anni fa ha detto che quando in un cosmetico monofasico, le fasi si separano, non è mai un buon segno…
    Poi bisogna valutare se sono solo pigmenti colorati che, anziché essere dispersi uniformemente, si sono semplicemente depositati sul fondo, e in tal caso basta agitare, o si sono proprio separate le due fasi 🙂

  52. Si certo, bisogna sempre stare attente soprattutto con i prodotti per gli occhi, non metto in conto le creme perche’ raramente eccedono il PAO, pero’, in vari programmi che fanno qui in UK che sono indirizzati ai consumatori e al risparmio, dicono sempre che la data di scadenza e’ usata come tecnica per aumentare le vendite, in quanto viene anticipata di troppo rispetto alla reale scadenza del prodotto. Comunque dalle risposte a questo post direi che e’ un numero completamente inutile, nessuna sembra mai buttare nulla … preferiamo tutte rischiare la dermatite hahha

  53. Grazie per avermi risposto. Il primer è color carne e ad esempio, ora che ho controllato, è uscito integro, però un’altra volta, sembrava, che si fosse separata un po’ la parte acquosa. L’odore è quello solito. Sinceramente non so che fare…

  54. Grazie per avermi risposto. Il primer è color carne e ad esempio, ora che ho controllato, è uscito integro, però un’altra volta, sembrava, che si fosse separata un po’ la parte acquosa. L’odore è quello solito. Sinceramente non so che fare…

  55. Infatti è per quello che ho scritto “preferibilmente” in maiuscolo… la data di scadenza normale in teoria è “tassativa” (cosa che ovviamente è decisa a tavolino, soprattutto quando si parla di lunghe scadenze).
    La peculiarità del PAO è che si riferisce a dopo l’apertura; prima dell’apertura il cosmetico è intonso, mentre dal momento in cui lo apri, lo tocchi (anche solo col pennello che poi va a toccare la pelle che è piena di batteri), si espone all’aria e alle contaminazioni microbiche… è per questo che hanno istituito il PAO. Se poi sia solo marketing, complotto, invenzioni delle lobby cosmetiche ecc.. non sta a me giudicare… e se voglio usare prodotti scaduti lo faccio (e lo faccio :D)…
    Il problema principale è che secondo me non deve di certo essere una MUA a scrivere su un blog che va bene usare i cosmetici scaduti se sembra che siano ok, senza neanche fare un minimo accenno ai rischi dermatologici precisando che un cosmetico può essere “pericoloso” per la pelle anche se è identico a quando lo abbiamo aperto (cosa che confermerà qualunque dermatologo). 😉

  56. Infatti è per quello che ho scritto “preferibilmente” in maiuscolo… la data di scadenza normale in teoria è “tassativa” (cosa che ovviamente è decisa a tavolino, soprattutto quando si parla di lunghe scadenze).
    La peculiarità del PAO è che si riferisce a dopo l’apertura; prima dell’apertura il cosmetico è intonso, mentre dal momento in cui lo apri, lo tocchi (anche solo col pennello che poi va a toccare la pelle che è piena di batteri), si espone all’aria e alle contaminazioni microbiche… è per questo che hanno istituito il PAO. Se poi sia solo marketing, complotto, invenzioni delle lobby cosmetiche ecc.. non sta a me giudicare… e se voglio usare prodotti scaduti lo faccio (e lo faccio :D)…
    Il problema principale è che secondo me non deve di certo essere una MUA a scrivere su un blog che va bene usare i cosmetici scaduti se sembra che siano ok, senza neanche fare un minimo accenno ai rischi dermatologici precisando che un cosmetico può essere “pericoloso” per la pelle anche se è identico a quando lo abbiamo aperto (cosa che confermerà qualunque dermatologo). 😉

  57. Clio, comunque, anche se sono molto attenta, tra oggi e domani, apro i cassetti e faccio una nuova pulizia generale.

  58. Clio, comunque, anche se sono molto attenta, tra oggi e domani, apro i cassetti e faccio una nuova pulizia generale.

  59. e poi ci sono io, che uso la cipria di mia madre che ha 20 anni, fa benissimo il suo dovere e non la butterei manco morta

  60. Non metto in dubbio che ci siano in gioco anche interessi economici… Ma non è tutta una bufala, i rischi esistono anche se un prodotto rimane perfetto… e Clio secondo me non ha trattato la questione correttamente… Non c’è alcuna informazione riguardo i possibili rischi REALI derivati dall’uso di questi prodotti. Secondo me era doveroso trattare la questione anche dal punto di vista più “medico”, magari interpellando un vero esperto… e facendo vera informazione a riguardo…

    Io li uso i prodotti scaduti ma CONSAPEVOLMENTE (non di certo grazie a quest’articolo), sapendo che anche se sembrano perfetti possono causare problemi

    Ma cosa ci vuole a trovare un dermatologo o un cosmetologo che collabori col blog, quando si tratta di certi articoli?? Boh…

  61. ai primer succede d’estate a causa del caldo. se ti è successo in estate, ti consiglio di conservarlo fino a quando non torna un clima normale, vedere se le basi tornano normale e in questo caso fare esperimenti sulla mano per vedere come reagisce la pelle….per il prezzo che hanno sarei attenta a buttarli subito!

  62. boh non so.. fosse Neve ti direi di scrivere all’azienda chiedendo se è normale, ma Too Faced non so quanto possa calcolarti 🙂

  63. Ma con gli smalti “separati” non si tratta solo dei pigmenti o glitter che per la gravità si depositano sul fondo, e basta agitare per farli tornare normali?

    Comunque ho comprato anche le peggio cinesate, ma gli smalti di Kiko sono i prodotti che ho buttato di più in assoluto, causa collosità irrecuperabile… Ne avrò buttati -a malincuore- una decina prima della scadenza… E sì, continuo imperterrita a comprarli (che sfigata :D)

  64. Ma con gli smalti “separati” non si tratta solo dei pigmenti o glitter che per la gravità si depositano sul fondo, e basta agitare per farli tornare normali?

    Comunque ho comprato anche le peggio cinesate, ma gli smalti di Kiko sono i prodotti che ho buttato di più in assoluto, causa collosità irrecuperabile… Ne avrò buttati -a malincuore- una decina prima della scadenza… E sì, continuo imperterrita a comprarli (che sfigata :D)

  65. Confesso: uso la bb cream della Garnier da tipo 3 anni, mi pare sia ancora normale. Uso ancora un ombretto in crema di Pupa da più di 6 anni, ma sta cominciando a seccarsi (è ancora quasi pieno, come posso fare x riammorbidirlo???). Ogni tanto uno un gloss mi pare di Maybelinne che ho preso tipo 10 anni fa (!!!), non mi pare colloso.

  66. io le uniche cose che butto sono gli smalti perchè si seccano… il resto mi dispiace proprio, piuttosto li tengo li senza usarli ma non li butto 😀 l’unico tipo di trucco che riesco a finire è il mascara comunque

  67. io, in un raptus di follia, mentre debellavo un po’ di trucchi scaduti ho pensato bene di buttar via due confezioncine di ombretti Max Factor di mia mamma, di quando era ragazza quindi anni 70. Erano così carine, col senno di poi, con quel packaging vintage che era il tipico blu con scritte oro di MF….sigh! ma essendo ampiamente scaduti gli ombretti (in polvere) all’interno, che non scrivevano neanche a pagare, all’epoca fui inflessibile: ora li terrei per la confezione!

  68. Mi calcolano zero.
    A proposito di Neve, tu con i loro ombretti come ti comporti??? Io non li ho mica finiti…

  69. Non sei sfigata, per il prezzo che costano anche io compro colori che magari sono di moda ma non da tutti i giorni li metto qualche volta, poi la moda passa e rimangono dimenticati nel cassetto si rovinano e finisce che li butto. Va bene cosi’, meglio spendere 4 euro per il mascara giallo della KIko metterlo una volta e poi buttarlo perche’ si secca, che correre a comprare quello di Chanel a 35 euro e fargli fare la stessa fine.

  70. Gli unici prodotti che davvero butto dopo la data di scadenza sono i mascara perché si seccano o finiscono! Altri prodotti che mi è capitato di buttare sono stati rossetti molto molto vecchi che non erano più omogenei…non guardo mai la data di scadenza secondo me lo vedo se un prodotto lo puoi ancora usare oppure no, appunto perché va “a male” nel senso che le componenti si separano, non sono omogenei, si seccano, ecc…
    In pratica non li butto finché non vedo anomalie

  71. Io il primer di Kiko (quello occhi, penso ti riferissi anche tu a quello??) ce l’ho da quasi due anni ma ancora non l’ho finito e mi è rimasto identico, inodore e con la stessa consistenza!! Boh, tante volte immagino sia questione di come li tengono in negozio forse?? Gli unici prodotti che ho mai dovuto buttare sono lipgloss e smalti, tutto il resto riesco a finirlo in tempi ragionevoli (tranne le polveri ma tanto quelle sono a dir poco eterne)

  72. Aaaaah! Ecco cos’è l’icona a forma di barattolino sui cosmetici! Ogni volta son lì a chiedermi: ma che cacchio vuol dire? Geni quelli che hanno inventato sto sistema… Complimenti! Meno male che per gli alimenti usano un sistema intellegibile…

  73. Leggendo i commenti ho i brividi ahah E poi vi lamentate della vostra pelle? Vi mettete in faccia milioni di germi… Penso che chi vende le creme per il viso vi ringrazi!

  74. Idem, ho un eyliner della Collistar che onestamente non ricordo da quanti anni ho, almeno 5 ed è ancora liquido e scrivente. Io, poi, mi trucco ogni 100 anni perché lo faccio solo quando ho voglia o ho un’occasione speciale in cui sfoggiare il make-up, quindi, se dovessi rispettare le scadenze, starei sempre a ricomprare le cose. Sicuramente chi ha la pelle sensibile, certe “poverate” non se le può permettere e suo malgrado deve davvero ricomprare le cose 😛

  75. Recentemente ho buttato un po’ di roba, soprattutto ombretti in polvere, ma perché si sfaldavano… poi, un mascara colorato che si stava seccando del tutto e ormai non scriveva quasi più. Era aperto sicuramente da più di sei mesi, quindi ci sta che fosse scaduto. E mi si sono seccati anche due ombretti in crema, usati pochissimo perché in effetti non erano quella meraviglia…

  76. Sì, è vero, l’ho notato qualche giorno fa… Il mio ha più di 6 mesi e va ancora benissimo, non ne è rimasto moltissimo, ma ce n’è ancora e continuo a usarlo… ma per sicurezza ne ho preso un altro, non si sa mai…

  77. Ma può essere che un ombretto dopo un tot tenda a rompersi? Ne ne hanno regalati 2 marca BeYu (non la conosco) e si sonorotti quasi contemporaneamente senza aver preso colpi

  78. Io gli ombretti, a parte uno, li ho tutti in polvere, finché scrivono li tengo, nemmeno ricordo quanti anni abbiano ma truccandomi poco e solo per divertimento o occasioni particolari anche volendo ce ne metto per finire le cose. I pigmenti, che adoro, li vendono in boccette così grosse che penso dureranno decenni, specie quelli di Kiko che li fanno in quantità industriali!

  79. Non ho mai detto che tu sia scema. Stai calma.

    Il PAO comunque assicura che fino a quella data il prodotto non reca danni, non è che assicura che se utilizzato dopo la data ne arrechi. Potrebbe benissimo essere ancora efficacissimo.

    Io seguo il buon senso e visti i tempi me ne guardo bene dal buttare prodotti validi, che non mi creano allergie o irritazioni, non presentano mutamenti di colore, odore e consistenza.

    Io per problemi seri di salute che mi causavano problemi alla pelle del viso ho dovuto usare una crema medicinale molto cara e siccome non la finivo tra un applicazione e l’altra ma scadeva visto il PAO molto breve ho chiesto al mio medico, che mi ha detto esattamente quello che ho riportato.

  80. Predisposta a dermatiti e arrossamenti sto abbastanza attenta ad eventuali alterazioni di colore/odore/consistenza/scrittura dei prodotti…in quel caso anche a malincuore prendono la strada del cestino…

  81. Butto via spesso i gloss perché mi è capitato più volte che prendano un odore sgradevole….boh! Mi è capitato spesso di buttare smalti troppo secchi nonostante il diluente fatto apposta e poi, i mascara!

  82. si, mi riferivo al primer occhi. Come mi hanno detto ha una pao di sei mesi e io lo usavo da molto di più….quindi aveva ragione lui! secondo me dipende da tutto quello che hai detto, ma anche dal clima, dall’ambiente in cui lo teniamo e ….. dal caso!

  83. Ecco, mi sapeva di post riciclato infatti :/ Poi Clio ne ha parlato anche più recentemente, forse nei post con le domande. Insomma l’effetto déjà-vu c’è stato!

  84. Io periodicamente faccio un controllo dei trucchi e del Pao e butto quelli scaduti da un po’, anche se mi dispiace perché spesso non li ho usati tanto. Preferisco però evitare eventuali reazioni sgradevoli… ed è una scusa buona per comprare nuovi trucchi

  85. Dopo anni e anni di ammirazione attraverso le vetrine, ho ricevuto lo scorso anno, per il compleanno, la naked come regalo da parte del mio ragazzo. Dopo un anno esatto non ho finito nessun colore e vi giuro che la uso tutti i giorni (quando tra non molto finirò Tease credo che piangerò). La confezione riporta come PAO 12 mesi. Non voglio credere che esista qualcuno che la butti veramente dopo un anno :O È impensabile!

  86. Incredibile ma vero, sono riuscita a buttare qualcosa anch’io: eyeliner (e vabbè, facilissimo, dato che non ci frequentiamo troppo), gloss, mascara, qualche crema e profumo…
    Io a volte faccio le foto a ciò che devo purtroppo buttare, ma a cui è legato un qualche ricordo.

  87. Ciao Clio, grazie per il ripasso sulle scadenze! 🙂
    Io sto attenta solo alla scadenza del mascara, sono un disastro lo so. 😀 (aggiungiamolo all’elenco dei miei errori/orrori :’D).

  88. Finisco e compro! Cerco di fare, anche se con i rossetti chiudo un occhio☺️ Per i prodotti in polvere, penso che butterò un ombretto quando camminerà da solo

  89. Ero e sono calma. Quello che non avete capito (ma soprattutto che Clio non ha chiarito) è che un prodotto può essere “pericoloso” anche se non presenta variazioni di colore/odore/consistenza/resa. Poi ovvio sta al buon senso di ognuna di noi… Ma il punto è, per me, che se sei Cliomakeup e scrivi un articolo del genere, questa cosa la devi chiarire.. Poi tra commenti è ovvio ognuna dice e pensa la sua 😉

  90. Più che pratica diffusa è prassi. A meno che si tratti di diagnostica, per il resto nessuno si pone il problema! Ci sono un sacco di social biologici dove nessuno si fa problema a dirlo!

  91. Ho alcuni ombretti mac che ormai avranno 7 anni, ma non mi sembrano deteriorati…li butto? Sono più attenta ai rossetti e ai mascara (in effetti usando lo stesso prodotto tutti i giorni non c’è pericolo mi scada). Di matite ne ho di vecchiotte, ma le tempero quando le uso e non hanno odori strani.

  92. Anche a me è successo con il primer classico di Kiko, per ben due volte. Ora ho preso quello perlato, ma non è buono come il classico. Gli ombretti in stick dopo un po’ si spappolavano. Secondo me è per il caldo che prendono in estate.

  93. eheheheh
    io non finisco niente in sei mesi….forse il correttore! comunque me ne sono sempre fregata, butto solo se vedo che proprio il pordotto è cambiato

  94. Anche a me e’ successa la stessa cosa con il primer Kiko! Dopo un paio di settimane I componenti si sono separati e cominciavano a puzzare…sono passata a quello di Too Faced

  95. Boh. ..l ho rimesso a posto oggi con l alcool ma non nutro grandi speranze. .. Nel caso sarà una scusa per comprarne di nuovi Ahahah

  96. Io in sei mesi finisco solo mascara, fondotinta e correttori. Tutto il resto non l’ho MAI finito!! E comunque anch’io butto qualcosa solo se puzza o ha cambiato colore e consistenza!!

  97. comunque quando ero giovane, internet non c’era e mi truccavo poco e male, sono arrivata a mettermi mascara secchissimi e grumosi che avevano almeno un anno…..e sono ancora qui, per giunta sanissima!

  98. non dovrebbe causare irritazioni perchè so che è normale che accada cio, perciò fossi in te, se è tornato normale, lo proverei sulla mano prima che sugli occhi

  99. credo che, essendo abbastanza secco, non ci sia rischio che ”scada” prima, quindi finchè c’è, continuo ad usarlo

  100. Idem per me…ho degli ombretti che non hanno uno o due anni….ma 10 e anche di più!! Per non parlare degli smalti!!
    ilmondodiary1.blogspot.it

  101. Io sto ancora usando un mascara che sarà scaduto per quanto riguardo il PAO. Non mi ricordo quando lho preso ma sicuramente un anno fa circa, ma è ancora uguale a prima e non mi succede niente a usarlo quindi boh non lho ancora buttato. Poi io non lo uso sempre perché ho già le ciglia nere e lunghe di mio quindi tendo a usarlo poco. Solo quando faccio trucchi sugli occhi intensi o comunque quei trucchi che senza mascara le ciglia praticamente spariscono ma quando faccio solo la base o labbra gli occhi li lascio naturali senza neanche mascara.

  102. Butto le cose solo quando sono morte. Smalti e mascara secchi. Mai buttato una polvere. Ciprie terre e blush li uso fino alla fine, anche per 3/4 anni e non mi è mai successo nulla. Le matite le uccido solo se seccano ( es: se in gel). Poi, mi parte il trip è una volta o due l’anno butto ciò che è troppo vecchio e non uso più.
    NB: adesso sto usando un blush LE Chanel primavera 2012: ancora bellissimo non vedo perché dovrei buttarlo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here