Ciao a tutte!

Oggi parliamo di uno dei vizi più deleteri per una beauty addicted: insieme al radere al suolo ogni accenno di brufolo, mangiarsi unghie e pellicine!

L’onicofagia, infatti, è un disturbo spesso associato alla dermatillomania, che porta a grattarsi, lacerarsi e strofinarsi compulsivamente imperfezioni reali o immaginarie della pelle, come appunto i brufoli o le cuticole.

Ovviamente ci sono vari stadi di onicofagia e dermatillomania, e non ci soffermeremo certo su quei casi che necessitano una terapia specifica… Ma piuttosto su quelle forme lievi che hanno come unica conseguenza non poter MAI sfoggiare una manicure curata… e che, vi pare poco :-D??

cliomakeup-onicofagia-1-kate-middleton


Mangiarsi le unghie, tormentarsi le cuticole, grattare brufoli e peli incarniti… Sono tutti comportamenti poco decorosi e inconfessabili che hanno spesso la meglio, soprattutto nei periodi di stress e nervosismo! E certe manie colpiscono anche le star: una delle più famose mangiatrici di unghie è nientemeno che Kate Middleton!

cliomakeup-onicofagia-2-kate-middletonUn atteggiamento piuttosto fuori luogo per una testa coronata, non trovate?

cliomakeup-onicofagia-3-manicure-kateEppure, le sue manicure risultano sempre impeccabili… Maledetta :-D!!


L’azione di mangiarsi le unghie è spesso inconsapevole, ma regala un’enorme soddisfazione per gli addicted, capaci di sviluppare persino una sorta di tolleranza verso il terribile sapore degli smalti amari studiati appositamente per far perdere il vizio! Ebbene sì, questi prodotti riescono a farti smettere per un po’ ma poi… decidi che in fondo in fondo non è poi così male X-D! Basta una pellicina indurita che fuoriesce dalla cuticola in bella vista… Impossibile resistere!

cliomakeup-onicofagia-4-kate-winslet

E nemmeno la vista del sangue o la prospettiva di contrarre delle infezioni hanno il potere di farci abbandonare questo vizio… solo una cosa ce l’ha, ed è il giudizio sociale! Pensare ad esempio di essere visti durante una riunione, un colloquio o un esame ci fa sprofondare dalla vergogna. E capita anche di nascondere le mani per evitare che le persone notino quanto sono orrende!

cliomakeup-onicofagia-5-britney-spearsUn’altra celebs che tante volte ha detto di voler perdere l’abitudine (senza successo) è Britney Spears.

cliomakeup-onicofagia-6-dianaPare che la principessa Diana, dopo aver ricevuto l’anello di fidanzamento dal principe Carlo, abbia dovuto mostrarlo ai fotografi tenendo le dita piegate per non scoprire le unghie rosicchiate!

Se vogliamo invece sfatare un mito, pare sia una bufala il fatto che tutti coloro che soffrono di onicofagia siano persone estremamente nervose e irritabili. In realtà, secondo alcuni studi, mangiarsi le unghie sarebbe proprio un metodo per alleviare lo stress, una sorta di “ricompensa” e preferibile a vizi più pericolosi, come il fumo!

cliomakeup-onicofagia-7-britney

Ma noi beauty addicted abbiamo un’ottima motivazione per smettere di mangiarci le unghie: ovvero sfoggiare manicure curate e alla moda, mani impeccabili e smalti senza imperfezioni. Nella prossima pagina trovate tutti i trucchetti che abbiamo selezionato per voi mangiatrici di unghie e di pellicine.

56 COMMENTI

  1. Mi sembra triste e spaventoso e doloroso e non riesco nemmeno immaginare come deve essere per qualcuno che ne soffre e vorrebbe tanto smettere.
    Anche perchè, anche se non ti stai torturando in questo preciso istante, sulle unghie si vede che sei uno perlomeno nervoso – se non “strano” (mio collega si mangia le unghie [o quel che ne resta] ed è sicuramente un killer. Già mi vedo su TG5 che dico alla camera: sembrava uno tranquillo …. non avrei mai detto….)
    Mia sorella aveva questo viziaccio da piccola ma bastava promettere che se avesse smesso, mamma le avrebbe comprato un kit completo per la manicure. Detto – fatto.
    Mi rendo conto però che non è sempre così facile.
    Forza e coraggio e un abbraccio forte forte a chi ne ha bisogno!
    Buona domenica, ragazzi.

  2. Buongiorno! E qui esce la mia parte intollerante: non sopporto il rumore che producono le persone mangiandosi le unghie e solo vederle che si avvicinano la mano alla bocca mi fa venir voglia di andar li e spostargliela ( cosa che faccio regolarmente con mio marito -che ha smesso- e mia mamma). Mi spiace ma proprio é più forte di me!

  3. Ne soffro da tutta la vita, scrissi anche un post nel forum dalla disperazione. Ho smesso alcune volte, per qualche mese, ma poi ho sempre ricominciato. A volte penso che sia impossibile e non avete idea di cosa significhi sapere che è sintomo di un malessere che ti porti dietro da tutta la vita. A febbraio mi sono svegliata una mattina e ho detto: “basta”. E cosi non le sto più mangiando, spero che duri, almeno una volta…

    Ai genitori presenti qua dico: Intervenite subito, da piccoli, sennò diventano come me.

  4. Ciao! Io ho avuto l’onicofagia per anni, da quando avevo 5/6 anni fino ai 18/19.. per i 18 anni ho anche fatto la ricostruzione delle unghie e dopo un po’ sono riuscita a “rosicchiare” pure quella! Poi non so perché ho detto basta e non l’ho mai più fatto.. e ormai da 10 anni porto le unghie lunghe e naturali, senza gel o simili (giusto lo smalto induritore e il mio adorato smalto rosso o rosa tenue).. se devi dire la verità però non ricordo a cosa sia dovuto questo mio cambiamento.. è avvenuto e basta! Un bacione!!!!

  5. Io le mangio da quando ero piccola, alcune volte sono riuscita a smettere e le unghie iniziavano a crescere e ad essere più forti, ma poi ho sempre ricominciato! E se da piccola le mangiavo, adesso mi piace anche solo tagliarle. Ora, poi, mi trovo in un periodo in cui mordicchio tutto quel che trovo, la pelle e le cunicoli si trovano in uno stato davvero pessimo, lo ammetto, le riduco a sangue

  6. Anche per me è stato più o meno così: ho iniziato a mangiare le unghie verso i 4 anni e ho smesso all’inizio delle superiori, ma non saprei dire perché. Mia mamma aveva provato a farmi smettere in tanti modi, ma poi dev’essere scattato qualcosa in me. Insomma, c’è speranza per tutti/e 🙂

    Buona domenica!

  7. Quando ero piccola, mia mamma aveva provato a farmi smettere con vari stratagemmi, ma senza successo e non credo che sia responsabilità sua. Ho smesso di mangiarmi le unghie anni dopo, probabilmente perché mi è scattato qualcosa… quindi secondo me è giusto che i genitori intervengano, ma non devono sentirsi in colpa se non raggiungono l’obiettivo.

  8. Buon giorno a tutte il ho sempre avuto questo problema l’unica soluzione che ho trovato e’ da allora ho smesso e’ stata la ricostruzione unghie con il gel, le faccio una volta al mese più o meno ed essendo più grosse a causa del gel e vedendomi le mani finalmente curate Nn mi viene nemmeno la tentazione di mettermele in bocca ma Nn so cosa succederà il giorno che smetterò di fare la ricostruzione

  9. Sì, non mi sembrava di aver detto che si devono crocifiggere se non ce la fanno ^^ E’ solo che io, per esempio, sono stata lasciata a me stessa e solo quando ero adolescente (e quindi ormai un po’ tardi perché l’aiuto dei genitori possa aiutare) sono stata vessata di “smettila, fai schifo, non ti vergogni” sia da loro sia da conoscenti, che non fa altro che sortire l’effetto contrario, mentre con un bambino c’è una possibilità molto più alta che smetta visto che è più recettivo in questo senso.

  10. Io da adolescente, fino si 17 anni, mi mangiavo tantissimo le unghie e non riuscivo a smettere malgrado mille tentativi ( peperoncino, smalto amaro, cerotti…) e l’insistenza di tutti. Poi un giorno il mio amatissimo nonno, che stava già male, mi raccontò che anche lui da ragazzo aveva questo brutto vizio, del quale non riusciva a liberarsi. Poi, durante il servizio militare, in una delle lettere che si scambiavano ( me la mostro’…all’epoca ci si teneva in contatto così ..) promise solennemente a suo nonno ( che lo aveva adottato e per lui era anche il padre) che avrebbe smesso. Ci riuscì ma aspettò di tornare per dirglielo, per fargli una sorpresa. Purtroppo,quando tornò a casa, il nonno era morto da poche ore è così lui si portò sempre il rammarico di non aver potuto mostrargli il frutto della sua forza di volontà e renderlo fiero.
    Mi colpì molto questa storia e promisi anche io a mio nonno che avrei smesso…così fu è ne fummo entrambi contentissimi! È solo una tra le milioni di cose per cui devo ringraziare il mio nonnino….
    Comunque è un vizio difficile da perdere….figurarsi che mio nonno mi disse che per lui, accanito fumatore, fu più facile smettere di fumare che di mangiarsi le unghie!!!

  11. Non avevo mai collegato il mangiarsi le unghie al tormentarsi la pelle… ma in effetti è vero, io mi mangio le unghie e non riesco a stare ferma se trovo un’imperfezione della pelle, devo per forza schiacciare brufoli o spremere punti neri o grattare via qualcosa.. cmq vado a periodi per le unghie, devo dire che se le ho tutte belle curate non mi viene da mangiarle, ma poi siccome sono deboli se succede che una si spezza è la fine, non riesco a lasciar lì il bordo irregolare dell’unghia spezzata e me la mangio e così ricomincio anche con le altre.. in questo momento ho 4 unghie mangiate e 6 belle a posto…

  12. Io fin da piccola mi sono sempre mangiata le unghie, fino a dove si riusciva, infatti le avevo cortissime. Ora le sto facendo crescere e anche se non ho lo smalto non mi viene neanche più la voglia perché anche se sono ancora corte, per me sono già bellissime. Ho iniziato a mettere lo smalto e a prendermene cura ma non in modi particolari da circa un mesetto, pensando a quanti smalti e quante nail art avrei potuto fare se avessi smesso di mangiarle. vedrete che all’inizio è difficile ma poi quando inizierete a vedere un po’ di bianco o vedete che stanno crescendo vi piaceranno di più e non vi verrà neanche più la voglia. La prossima settimana andrò a farmi togliere le pellicine come si deve così risulteranno più lunghe e più belle. Penso che da ora in poi non le mangerò più, perché alcuni periodi smettevo ma poi ricominciavo pensando che non ce l’avrei mai fatta, invece ora ci sto riuscendo. Spero che possiate risolvere anche voi questo problema.

  13. Io ne soffro tantissimo purtroppo a causa dello stress. Fortunatamente adesso ho le unghie lunghe e mani curate grazie a molti sforzi. La cosa che spesso mi capita è ritrovarmi alla mattina con qualche unghia spezzata perche durante la notte inconsciamente me le mangio 🙁

  14. Io ho smesso di mangiarmi le unghie durante l’università, anche grazie all’aiuto delle mie amiche/coinquiline che mi facevano gentilmente notare ogni volta che portavo una mano alla bocca. Ora, e ci sono voluti svariati anni, le mie unghie son tornate belle e forti e posso permettermi lo smalto, che prima non mi sarei mai sognata di usare. Purtroppo ho ben presto sostituito quel vizio con la “tortura delle cuticole” ma con il tempo e mille tentativi sono riuscita a risparmiare al massacro un dito alla volta. Tutt’ora comunque, nonostante mi ripugni il pensiero di aver superato i 30 anni con questo vizio rivoltante e mi vergogni a mostrare le mani, continuo a distruggere i pollici.. questi vizi sono davvero duri a morire 🙁

  15. Domandona: io per curarle dopo aver smesso di rosicchiarle faccio da almeno sette anni il semipermanente, tuttavia le. mie unghie nella parte del letto ungueale (si dice così?) Risultano molto deboli e scarificate. Mi è stato proposto quindi il gel sotto e sopra il semipermanente ma secondo me le unghie mi si sono indebolite ancor di più. Avete qualche consiglio valido da darmi? Mi sapete spiegare se secondo voi il gel è preferibile opure no?

  16. Mangiatrice di unghie seriale sin da piccina, ho cercato in tutti i modi di smettere, ma invano.. A 19 anni ho dovuto mettere l’apparecchio ai denti e voilá: i primi mesi era una tortura perché cercavo in tutti i modi di poter dar sfogo a questo mio vizio ma niente da fare, l’apparecchio l’ha avuta vinta e da quel momento le mie unghie sono belle lunghe e sane 🙂

  17. Io sono 28 anni ke le mangio e anke tanto,sia unghie ke pellicine…l anno scorso in primavera estate mi erano cresciute ed ero riuscita a mettere lo smalto…bellissimo ero troppo contenta x la prima volta!poi in inverno ci sn ricaduta

  18. Mio figlio di quasi 7 anni ha questo vizio da quando ha cominciato la scuola ed è veramente difficile per me trovare il modo di farlo smettere. Le ho provate tutte, se ne fai crescere un paio ti compro quello che vuoi o se non la finisci non vai più a giocare a calcio… Niente! È più forte di lui. La pediatra dice che è bisogno di affetto, eppure ne riceve tanto, sia da me che dal papà. Boh, sono tentata di comprare lo smalto amaro

  19. Sì, non volevo dire che tu hai scritto che bisogna crocifiggere i genitori. Per la mia esperienza, però, quello che possono fare (seppure con un bambino) potrebbe essere limitato. Mi dispiace che tu sia stata vessata, senza dubbio è controproducente.

  20. Ho sofferto di onicofagia per anni, poi un paio di anni fa mi è scattato qualcosa è ho smesso, arrivando anche a tenere le unghie lunghe e curate per un certo periodo..il problema era che ogni volta che se ne spezzava una, dovevo accorciarle tutte ( perchè odio vedere le mani con un’unghia diversa dall’altra ) e se capitava di doverle accorciare troppo riprendevo a mangiarle..è stata davvero dura, ma alla fine ho trovato la soluzione perfetta: la ricostruzione in gel!, così ho sempre le mani curate e non perdo le ore ogni giorno per rimettermi lo smalto, dato che odio vedere lo smalto sbeccato ( cosa che, oltretutto, le indebolisce un sacco)..con il gel mi sono resa conto che l’unghia sotto è cambiata, ha un aspetto molto più sano, è più resistente e “dura” e si è persino allungato il letto ungueale ( probabilmente perchè applicando prodotti “chimici”, per così dire, solo una volta al mese, l’unghia non viene stressata eccessivamente, come accadeva con lo smalto). Naturalmente le unghie in gel sono anche molto resistenti, per cui quando all’inizio le mordicchiavo non riuscivo a romperle e dopo un po’ ho smesso di farlo: adesso non faccio nemmeno più il gesto di portare le mani alla bocca!

  21. la spiegazione della pediatra mi sembra poco plausibile, visto che è ancora piccolo è più probabile che riesca ad abbandonare questo vizio con la giusta motivazione..se il metodo della ricompensa non funziona, potresti provare a fargli vedere delle foto di alcune infezioni che potrebbero venirgli continuando con l’onicofagia, ad esempio il patereccio. Magari escludi le immagini più “forti”, non deve servire a fargli venire gli incubi, ma solo a motivarlo un po’ di più 🙂

  22. Ne ho sofferto pesantemente per anni e sapete come ho smesso? Il giorno dell’orale della maturità, uscita dall’aula non mi sono mai più toccata le unghie. Ci avevo combattuto e provato per anni senza riuscirci, finito l’esame ho semplicemente smesso senza neanche pensarci anzi provando subito repulsione per l’idea! Vi giuro che quando ci penso mi sembra magia 🙂

  23. Ciao TeamClio, non mi mangio le unghie e non fumo! 🙂
    Vi consiglio come metodo mangiare un po’ di cioccolata!

    Ovviamente per me ci vorrebbe il post su come ridurre la cioccolata 😉

  24. Anche io ho cominciato da piccola proprio a 6 anni, con l’inizio della scuola, e ho ridotto notevolmente (ma non smesso del tutto!) Con la laurea. Mi permetto di suggerirti di farlo chiacchierare con uno psicologo infantile, magari è un piccolo trauma superabilissimo. Almeno, per quanto mi riguarda credo sia stato quello. Ero anche io molto serena e amata (non è colpa dei genitori!!!) ma forse la scuola mi ha messo ansia.

  25. Ho mangiato le unghie per 50 anni.poi finalmente ho fatto la ricostruzione con il gel. Ora non le mangio più ma comunque il dito in bocca mi va sempre. Se sono davanti alla tv e la tentazione è forte mi metto la crema per le mani e i guantini di cotone. Funziona.

  26. Tana per me! Il mio vizio che mi sta rovinando anche la dentatura. Io mi mangio le unghie perché impazzisco a vedere una pellicina fuori posto, un’unghi diversa ed ho la solita abitudine a tenerle sempre in bocca. La cosa strana è che le mi unghie sono pe lo più apparentemente curate, anche se non riesco a mettere lo smalto perché come si rovina un po inizio a levarlo ovunque con i denti.. che disdetta!

  27. Io ho risolto questo problema quando ho messo l’apparecchio. coi denti indolenziti chi ce la faceva più a mordere…e adesso ho perso l’abitudine..e qualche soldino! ah ah ah

  28. io credevo di avere smesso ma… periodo di verifiche tutti i giorni a scuola, troppa ansia per poter resistere 🙁

  29. Non ho mai perso il vizio, ma ho il modo infallibile per combatterlo, infatti le mie mani sono praticamente perfette. Tengo sempre in borsa un tronchesino per le pellicine e una limetta, e ogni volta che vedo una pellicina che mi invita a morderla, la taglio, e se un’unghia è irregolare la limo, in modo che, anche se ho sempre l’abitudine di portare le dita alla bocca, non riesco a fare danni! Poi metto lo smalto, che mi invita a non rovinarlo! Provare per credere 😉

  30. Anch’io penso sia la scuola ad averlo messo sotto pressione però vorrei escludere altro. Grazie per il consiglio

  31. Per anni l’ho fatto, molte volte ho provato a smettere..a posteriori ragionandoci ho capito assieme a mia mamma che alle elementari ho iniziato dopo aver perso mia nonna; poi era diventato qualcosa di incontrollabile, non mi accorgevo di farlo. Ho smesso in modo definitivo o quasi alle superiori. Ma è stata una cosa graduale, e ancora oggi nei giorni un po’ più stressanti/difficili in qualche attimo di follia diciamo le mangio tutte, per fortuna tenendole abbastanza lunghe con un colpo di lima torna tutto a posto.

  32. Ciao ragazze.. Io ho iniziato a mangiare le unghia già a 2 anni (dice la mia mamma) a nulla sono serviti rimproveri,peperoncino,smalto amaro o persino mio nonno k mi minacciava di schiacciarmi le mani nella morsa

  33. Mai fatto! Sarà che odio la sensazione delle unghie corte o comunque mi piace l’ unghia curata. Vedendo quelle di mamma che stanno sfregiate poi…non lo farei mai!

  34. Io non le ho mai mangiate mi dà proprio fastidio, anzi da piccola siccome le mie amiche lo facevano provai a farlo anch’io per capire cosa si provava ma pensai: “che sfizio ci provano” e non ci provai mai più! Purtroppo però ho un altro vizio, mi mangio le pellicine anche se da quando mi sono sposata molto di meno. Il fatto che sia impegnata in altro non c’è il tempo, però ogni tanto capita ancora 😉 Ciao ragazzeeee 🙂

  35. Le nocciole smorzano parecchio. Perché anche se mi piace la cioccolata al latte, non riesco (per fortuna) a mangiarne troppa. Mi allappa.

  36. Io cerco di non averla in casa. :’D
    Che io mica la mangio con il cucchiaio? No, con il pane è ovvio! :’D

  37. Sì ma io sono in grado di mangiare 10 fette con tanta nutella in un giorno solo. Quindi è meglio se non ce l’ho in casa!

  38. Non conoscevo il termine dermatillomania. Io purtroppo ho il problema delle pellicine intorno alle unghie. Quando ne sento una la devo togliere, ma lo faccio senza neanche pensarci, è una cosa istintiva, spesso neanche me ne rendo conto! Mi succede soprattutto quando sono ferma, per esempio a guardare un film.
    Ovviamente la zona è sempre arrossata e mi vergogno delle mie mani. Avevo anche pensato di comprarmi dei guantini, per spalmarmi un po’ di crema anche di giorno e avere le mani al sicuro dentro i guanti. Non li ho visti in giro però, cercherò online. Voglio proprio smetterla, perché vorrei mettere degli smalti carini che ho comprato e che non metto perché mi danno fastidio tutti quei rossori.

  39. Mia mamma era riuscitadicendomi: sei brutta, sembri una strega e poi avevo vergogna di far vedere le mani. Sono guarita così: ho smesso. Ora tutti mi guardano le mani perchè sono belle. Mia mamma quel giorno è stata determinante!!!

  40. Ciao Zuzanna! Da mangiatrice di unghie seriale te lo confermo: smettere è una tortura. Negli ultimi anni ho avuto dei momenti di libertà e per mesi non me le sono mangiate… il problema è che, dopo che hai ricominciato, ripensi a com’erano prima che ricominciassi e ti senti una scema perché te le stai mangiando e non riesci a smettere! Io ho risolto con l’unico modo possibile: il gel!

  41. Oi bella! Che fine hai fatto?
    Ieri ho fatto un appello ad alcune ragazze ed era tutto il giorno poi che avevo la sensazione di averne dimenticata una (una specie di “Mamma ho perso l’aereo”) – beh. Eri te! Va tutto bene? A parte le unghie? Se ti becco, ti prendo a schiaffi (sulle mani, si capisce). O sei solo presa dalla casa? Come vanno i lavori?

  42. ahaahahahahahaha!!! guarda, ora col gel a meno che non vada ad incasinarmi non le posso mangiare! XD Anche perché il gel fa oggettivamente schifo, suvvia!
    Sì, sono sparita un attimino ma tra problemi di connessione, il trasloco del mio moroso, i mobilieri e tutto sto recuperando due settimane di assenza!! XD I mobili sono arrivati, il divano e il materasso pure… mancano tavolo, sedie, lampade e una cosa abbastanza fondamentale: la corrente! XD infatti Salvo da domenica è in pianta stabile a casa dei miei! Povero…

  43. Ciao raga’ !!! Beata/e chi c’è la fa a smettere! Io lo faccio da tempo immemorabile- penso di aver cominciato nella preadolescenza, non lo ricordo. Ci provo ma non ci riesco. Specialmente quando andavo a scuola! Ci sono momenti che tutte le dita mi fanno un male e non riesco ad afferrare le cose ma non riesco a smettere… Pensate che mi mangiavo le unghia anche sull’altare!!! E una mia carissima amica mi diede “le botte”sulle mani perché stavo con le mani in bocca. Ma io non mi rendo proprio conto…L’unico periodo che sono riuscita a non mangiarle è stato durante tutta la prima gravidanza, ma non sentivo affatto l’ esigenza di mettere lo smalto e non l’ ho mai messo.Per la seconda beby invece ho fatto meta’ e meta’ …e ho la suonata eta’ di 43 anni !!! Purtroppo anche mia figlia grande ha preso questo vizio per mia imitazione e mi dispiace molto; E come faccio a far smettere lei se non ci riesco io!!! L’altra bambina ha invece le manine belle, curate ed e’ un piacere ogni tanto doverle tagliare le unghiette perche’ troppo lunghe!! Spero che continui cosi’ …Poi ,pensate io avevo un negozio in cui vendevo anche cosmetici di media qualita’ e ho almeno 100 smalti che non uso mai / 2 o 3 sono stati aperti/ perche’ mangio pure lo smalto…Io vorrei vedere un medico a questo punto, ma quando ne ho parlato con il dottore o in giro mi dicono che e’ solo una questione di buona volonta’ e che quindi io non mi impegno. Io mi chiedo allora, come mai durante la gravidanza non ne sentivo proprio l’esigenza???!!! Allora penso che sia una questione di ormoni!!!??? Da chi dovrei andare per farmi aiutare??!! E’ solo una questione di stress???!! Sapete consigliarmi qualche strategia ulteriore oltre al classico smalto amaro, peperoncino- a me piace il piccante!- botte sulle mani… Scusate la prolissita’ ma e’ un problema serio per me… Ciao raga’

  44. Ciao a tutte! Io suggerirei alle discepole di onicofagia di:
    1. farsi sgridare da tutti gli amici/parenti/colleghi/compagni ecc ogni volta vengono colte con le mani in bocca
    2. Dopo aver fatto la manicure, fotografarsi le mani ogni giorno, cosi da poter vedere la differenza e l’evoluzione della manicure.
    Grazie a tutte!

  45. La prima funziona ed è anche irritante, alla fine smetti di torturarti le cuticole perché c’è sempre quell’amica che dall’altra parte della classe a bassa voce ti dice ‘smetti di mangiarti le unghie’, ignorando brutalmente i professori davanti a lei. Ahah

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here