Ciao a tutte!

A giudicare dai social e YouTube, i punti neri nel 2016 sono la prima piaga dell’umanità :-D! La mattina capita molto più spesso di quanto vorremmo di aprire la bacheca di Pinterest e trovarci al cospetto di nasi mega zoommati su cui campeggiano punti neri giganti… quando non veri e propri filmati dedicati agli stomaci forti, e che mostrano senza censure il momento della fuoriuscita.

Non mancano, peraltro, articoli su metodi “infallibili” per rimuovere i punti neri, e che utilizzano le tecniche più strane: e se alcune si rivelano inutili o addirittura dannose, altre invece, clamorosamente… funzionano! In questo post abbiamo quindi raccolto i modi più strani, ma in alcuni casi efficaci, per togliere i punti neri!

cliomakeup-punti-neri-1Ecco Huda Beauty che toglie i punti neri con spazzolino e dentifricio 🙂 Funzionerà ?!? Via Youtube

PUNTI NERI DEBELLATI CON SPAZZOLINO E DENTIFRICIO

cliomakeup-punti-neri-2-spazzolinoNo, non sta per lavarsi i denti 😉

Partiamo da uno dei metodi più gettonati e su cui si trovano decine di video su YouTube: persino la beauty guru Huda Beauty ha dedicato un filmato all’argomento. Il procedimento consiste nell’unire in uguali quantità (circa un cucchiaino cad.) dentifricio e bicarbonato, ed un po’ d’acqua. Prima di iniziare bisogna fare in modo che i pori siano bene aperti, ad esempio dopo aver fatto una doccia o i suffumigi, o aver lasciato in posa un dischetto di cotone imbevuto di acqua tiepida per qualche minuto. Bisogna poi strofinare il composto con lo spazzolino facendo delicati movimenti circolari e infine risciacquare massaggiando. Dopodiché i pori saranno molto più puliti ed eventuali punti neri rimasti verranno via facilmente.



cliomakeup-punti-neri-3-spazzolinoVia YouTube

Incuriosite, l’abbiamo provato anche noi e abbiamo constatato che in effetti è un buon metodo, a patto di usare uno spazzolino a setole morbide e con delicatezza! Inoltre, abbiamo riscontrato che un dentifricio con un forte odore di mentolo può irritare gli occhi sensibili.

MASCHERA CON BICARBONATO E LIMONE

Anch’esso è uno dei metodi che più spopola sui social e su YouTube.
Bisogna esfoliare accuratamente il viso, poi applicare la miscela di limone e bicarbonato nella zona dove si trovano i punti neri. Quando si sarà seccata, quindi all’incirca dopo 5 minuti, rimuovere con un leggero massaggio.

cliomakeup-punti-neri-4-bicarbonato-limone

Insomma, questo metodo funzionerebbe più che altro come una maschera-scrub, dall’effetto però piuttosto strong e non adatto a pelli secche e sensibili. Se vi interessa qualcosa di più delicato, ecco alcune ricette nella gallery qui sotto|

Scrub fai da te semplici e veloci

Per assicurarvi una migliore esperienza raccomandiamo l’utilizzo della gallery da cellulare recente, con sistema operativo aggiornato all’ultima versione e browser Safari se su dispositivi Apple e Chrome se su dispositivi Android o Windows Phone, grazie della collaborazione!

Nella prossima parte del post riprendiamo la nostra carrellata dei metodi più nuovi e strani per rimuovere i punti neri; e se state facendo colazione non preoccupatevi, abbiamo accuratamente evitato di pubblicare le immagini più splatter ;-)!!

64 COMMENTI

  1. Mah… ad accanirmi sui punti neri da ragazzina ho finito per demolire i capillari ai lati del naso… Da allora preferisco una pulizia del viso soft, uso prodotti più performanti in generale e devo dire che a 32 anni va ovviamente molto meglio che a 16…

  2. ma una buona maschera purificante no? ce ne sono di ottime a 3 /10 euro da Kiko ,Vicky geomar pure l’oreal ora esce con tre ,quattro maschere mirate perchè mettersi schifezze sulla faccia non capisco

  3. E chi più ne ha … più ne metta , certo che anche vedere filmati dove si schiacciano i punti neri non è il massimo , anzi direi … che schifo

  4. Io faccio una pulizia del viso una volta l’anno e per i punti neri basta e avanza! Mi pare che qui tra i punti neri la maschera purificante quella esfoliante lo scrub il dermaroll e chi più ne ha più ne metta si stia un po’ esagerando. Cioè solo io non trovo nemmeno il tempo per fare pipì?

  5. Ma infatti! Per quanto soft possano essere le setole dello spazzolino, mettiamoci l’ulteriore azione meccanica del dentifricio. Aggiungiamoci anche L’inevitabile pressione applicata nello sfregamento ed è facile immaginare i capillari rotti in tempi brevissimi. Meglio di no, secondo me.

  6. Mah…sarà che ho la fortuna di non averne molti, ma un bel cerottino per i punti neri ogni uno o due mesi, una pulizia del viso dall’estetista un paio di volte l’anno e un detergente purificante delicato come il Gelée Magnifica di Sanoflore mi bastano e mi avanzano senza andare a cercare tante diavolerie fai da te

  7. Io non faccio nulla esagerando nell’altro senso però. ..chi usa alcuni prodotti fa bene. Chi fa una maschera al giorno a mio avviso esagera però la pelle è la sua e fa come le pare. Detto ciò ho qualche punto nero sul naso e qualcosa la farò

  8. Ne ho visto uno la settimana scorsa, per caso, navigando….era un uomo che aveva dei punti neri lunghi mezzo cm….guarda uno schifo tremendo.. mi veniva su la cena… sai che ogni tanto mi vengono ancora in mente come glieli tirava fuori… schifo schifo schifo….

  9. Oddio tempo fa ne ho visto uno di una ragazza che mischiava colla vinilica e qualcosa tipo carbone…boh! Io resto fedele ai cerottini utilizzati al bisogno, anche se da quando uso il Clarisonic non ho praticamente più punti neri.

  10. Mm alcuni mi sembrano delle cavolate tipo la colla vinilica!su Internet c’è di tutto…avrei preferito una spiegazione sui vostri metodi contro i punti neri, qualcosa di più “serio”.

  11. consigliate di visualizzare la gallery da safari e co. da smartphone ma uso un pc normale con opera e chrome aggiornati e continuo a non vedere nulla nella gallery, solo titolo e foto, ho già scritto qui nei commenti e nel forum ma nessuno ha provveduto a risolvere per questi broswer ne a rispondermi.

  12. Io i punti neri li tolgo applicando maschera all’argilla di sephora e poi i cerottini nivea. Il problema è come togliere i punti neri dietro alla schiena? Al mio ragazzo compare regolarmente, e anche se lo tolgo non riesco mai ad andare in profondità, quindi si ripresenta.

  13. Ciao! Soffro di capillari fragili, purtroppo.. e li ho tutti rotti ai lati del naso anche se non mi sono mai accanita in quella zona (stranamente risparmiata dai punti neri)… Nelle zone in cui mi sono scorticata per anni per toglierli invece, non è successo nulla… bah!

    Qualcuna ha soluzioni per questo problema dei capillari ai lati del naso? (a parte il laser) Caspita, ho una bella pelle ma ‘sti capillari non li posso vedere 🙁

  14. Proprio ieri stavo montando due albumi… per metterli nella torta di mele 😀 Solo io non vedo ovunque questi articoli e metodi per liberarsi dei punti neri? Non mi ero resa conto che fossero diventati un’emergenza mondiale, sarà il caso di scrivere a Obama? XD Mi lascia perplessa la tizia della colla, dalla foto sembra che abbia una base piuttosto pesante, forse se lasciasse respirare di più la pelle avrebbe qualche punto nero in meno.

  15. Avete provato ad usare regolarmente un guanto per lo scrub o qualcosa del genere? Magari previene il ritorno dei punti neri.

  16. Piccolo feedback: che senso ha esporre una raccolta di tutti i metodi trovati in giro sul web? Avrei preferito leggere qualcosa di più personale, o perlomeno che fossero riportate le vostre esperienze dopo aver provato i metodi, o informazioni riguardo rischi ecc.. (ad esempio… va bene mettere la colla sulla pelle?)… Un mero elenco messo giù così secondo me non ha senso, conoscevo già questi metodi dopo che ho cercato su Google “come togliere i punti neri”…

    Comunque ho provato quasi tutto e alcune sono delle c….e pazzesche 😀 Uno scrub non toglie i punti neri, al massimo li previene (compreso metodo spazzolino), l’albume fa bene alla pelle ma non si attacca ai punti neri (il metodo con la carta funziona un decimo di un qualsiasi cerottino scadente).

  17. I peggio metodi di internet…
    Ragazze vi prego non abbassatevi al livello medio del mondo del web dove trovi scritto di tutto, senza nessun senso!

  18. alla fine fa tipo peel off quindi non dovrebbe far danni… a patto che non rimangano residui nei pori 😀 Quasi faccio da cavia ahah

  19. In base alla mia esperienza, gli step fondamentali per limitare (perchè rimuoverli definitivamente è alquano impossibile) i punti neri sul proprio viso, sono:

    – Scrub, anche un esfoliante non aggressivo quotidiano può essere molto utile;
    – Maschere purificanti, come quelle per pelli grasse (all’argilla verde, al neem). Se applicate solo nella zona dei punti neri, a lungo andare, limiteranno la produzione eccessiva di sebo;
    – Maschere peel-off, come quelle al carbone (le famose maschere nere). Se utilizzate queste maschere, però, finite il tutto con un tonico astringente. Altrimenti vi ritroverete, sì, senza punti neri, ma con i pori dilatati;

    E infine, costanza. I punti neri non si combattono dal giorno alla notte, ma è la costanza che fa la differenza nel tempo…

  20. Non capisco perchè mettersi la colla in faccia quando esistono i cerottini. Gli altri metodi poi mi sembrano molto discutibili ma pur di far video la gente non so cosa farebbe…

  21. Non preoccuparti, ne parleremo ancora anche in termini di prodotti e metodi più tradizionali. In fondo sono la piaga del 2016 😉

  22. non serve il tutto aggiornato, credimi. Molte gallery di altri siti funzionano perfettamente. Io, per esempio uso il browser di adblock e vedo tutto bene, pensaci

  23. Addirittura una piaga! Ahahah ma dai su. Io non ne soffro, se ne appare uno, per lui è la fine, mi spiace, lo so è una malattia xD ma io li stermino così. Però ripeto, io non ne soffro, mi limito allo scrub settimanale col miele e zucchero e una buona pulizia

  24. Da qualche parte su internet ho letto che in realtà le case cosmetiche, per tornaconto, spingono affinchè ci crediamo vittime della piaga dei punti neri sul naso quando in realtà ben poche sono le volte in cui in effetti esiste un vero problema di punti neri.
    Non sono un medico e purtroppo non ho neanche una buona memoria ma i punti neri “cattivi” (o veri) e i punti neri “buoni” (o falsi) si chiamano anche in modo diverso e se i primi vanno trattati con delicatezza onde evitare peggioramenti o ulteriori problemi, i secondi non vanno toccati in quanto è impossibile una rimozione degli stessi.

    Detto ciò, di mio mi limito a cercare di tenere la pelle il più pulita possibile con scrub (anche a base di bicarbonato perchè è fantastico ma si fa presto ad irritare la pelle se usato con troppo vigore), trilioni di maschere, Clarisonic, e de dopo tutto questo ho qualche punto nero, pazienza, il mondo dovrà accettarmi lo stesso.

  25. io non avrei mai il tempo di mettermi a fare queste cose… è già tanto se riesco a farmi una maschera ogni tanto… opterei sicuramente per i cerottini normali

  26. Perché evidentemente non sai cosa vuol dire averne un milione e pori grandi come crateri. Beata te

  27. Interessanti le ricettine!!! Prepararmele quando ho tempo e voglia mi fa sentire coccolata!!!!!
    Spazzolino e dentifricio sul mio naso mai: poveri i miei occhi

  28. Guarda, io ho la pelle chiarissima e uso persino la matita color burro per nascondere i capillari che ho (molto scuri e numerosi) ai lati del naso. In generale va bene un correttore molto coprente, come quello di Catrice che però ad esempio per me risulta troppo secco in inverno perché mi segna le pellicine. Naturalmente va poi uniformato tutto col fondotinta. Spero di esserti stata utile! Ciao!
    Laura ClioMakeUp

  29. La stessa cosa per me… C’è stato un periodo che mi ero fissata con sti capillari perché effettivamente sono brutti… Diciamo che con correttore e fondotinta si nascondono, ma di certo non spariscono. Anche facendo il laser non c’è la certezza che vadano via del tutto e che non ritornino. Non resta che farcene una ragione… Maledetti!

  30. Vabbè… Sono spunti, e più ce ne sono meglio è. Ognuno li adatta alle esigenze. Clio ci lavora con questo e quindi il tempo del suo lavoro coincide anche con il beauty time. Noi magari abbiamo altri lavori, ed è ovvio che sia difficile poter sperimentare tutto. Io vorrei fare più maschere, ma puntualmente crepo dal sonno…

  31. Certo certo ovvio che il suo lavoro si basa anche su questo!!! Ma infatti io non volevo criticare lei, ma in generale esprimere il mio stupore perché appunto se dovessi fare tutte le maschere più ogni giorno la beauty routine più il macchinino ecc mi servirebbbero 96 ore non 24! 🙂

  32. 1. dovreste fare un articolo che spiega la DIFFERENZA tra punti neri e filamenti sebacei. molte persone hanno i secondi e sono convinte di avere punti neri, quindi i trattamenti non funzionano perchè stanno trattando la cosa sbagliata
    2. sexondo me alcuni di questi “rimedi” vanno solo a irritare la pelle o peggio, a chiudere ancora di più i pori ( vaselina e colla?! pazzeh)

  33. Chi è soggetto a punti neri non se ne libererà mai completamente.. 🙁 un’ottima pulizia è un grande passo avanti…

  34. Ciao Marko! Io non riuscirei mai anche se fosse un metodo infallibile, infatti mi bruciano gli occhi anche quando mi faccio le normali maschere per il contorno occhi, figurati se metto il dentifricio! ??

  35. A me consola il fatto che mia mamma ne soffriva sulla gambe (per intenderci, fisico perfetto anche ora che ha 57 anni ma “ragnatele” di capillari sulle cosce) ha fatto il laser più di 10 anni fa e le sono spariti e mai più tornati! Quando avrò soldi “da buttare” lo farò di sicuro, anche perché non uso nemmeno il fondotinta, mi scoccia troppo dover coprire solo quei capillari! Maledetti!

  36. La prossima volta farò la pulizia del viso (a casa) penso mi darò una “grattata” al naso col mio simil-clarisonic durante lo scrub (miele+ zucchero+ bicarbonato+limone)

  37. metodo INFALLIBILE . e super bio, scoperto per caso e postato su un post vecchio per sbaglio….lo rimetto qui

    Spalmate
    mento e naso e fronte di miele. uno strato sottile – Immergete le dita
    nella farina, io uso la terra fossile diatomea, e spalmetela sul miele
    tanta da rendere l’impasto piuttosto asciutto Mano mano che pass i
    secondi il miele comincia ad asciugarsi e diventa MOLTO appiccicoso
    ….a questo punto appoggiate i polpastrelli dove avete i punti neri e
    tirate via tenendo la pelle ferma se no va dietro al dito e perde
    efficacia . L dovete fare in fretta tante volte, come battere il tempo sul tavolo, per intenderci, se no poi il miele si asciuga troppo e diventa molto appiccicoso. Praticamente e’ leffetto dei cerotto , con effetto delicato
    del miele e la forza che ha nel toglierli mecanicamente. Vi troverete la
    pelle perfettamnete libera!!! Provate

  38. Personalmente ho notato che non sempre i punti neri sono influenzati dal make-up che utilizziamo: in inverno uso regolarmente il Pro Longwear della MAC (il fondotinta) che ha un INCI a dir poco orripilante ma ne sono follemente innamorata (lo stendo con l’expert face di Real Techniques, poi lo “inumidisco” con uno spruzzo di acqua termale e lo fisso con la Beauty Blender). Lo considero il Chuck Norris dei fondotinta 😀
    Inizialmente ero scettica ad usarlo ogni giorno ma devo dire che non ho notato alcun aumento (o tantomeno diminuzione) dei punti neri.
    Questo per dirti che secondo me alla base c’è una predisposizione naturale della pelle e quindi non li debelleremo mai del tutto però posso dirti quello che faccio io (e sarei curiosa di sapere anche i tuoi rimedi! 🙂 ).
    Una volta a settimana seguo questi Steps:
    – Sotto la doccia, mentre si aprono i pori, uso uno scrub casalingo fatto con una polvere ottenuta frullando 3-4 minuti chicchi di riso, zucchero di canna (o semolato) e bicarbonato (una punta)
    – Poi uso il Clarisonic con il detergente viso Omia (con acqua caldina così i pori vengono puliti ma non chiusi)
    – Elimino quelli che riesco “manualmente” (senza stressare troppo la zona)
    – Applico una maschera fatta da me con i seguenti ingredienti (che sto mischiando sempre in modo diverso alla ricerca della ricetta perfetta): argilla verde (su Amazon si trova 1kg a 6 euro e qualcosa ed è ottima!), bicarbonato di sodio, succo di limone, aceto di mele, tea tree oil e a volte gel puro d’aloe. Ovviamente non unisco tutti gli ingredienti in una volta altrimenti ora sarei la gemella di Teschio Rosso della Marvel :))
    – Dopo il tempo di posa (che varia a seconda di cosa hai deciso di metterci) sciacquo con acqua tipedina e poi subito dopo con acqua gelata

  39. Eheh l’unica cosa che mi manca è la maschera con l’argilla, nonostante i maledetti punti neri la pelle del mio naso è secca, ho paura di peggiorare la situazione!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here