Predicare bene e razzolare male. Quanto siamo brave a cadere in questa trappola quando di mezzo c’è… il relax da vacanza? O più semplicemente il caldo? Eheh, parecchio, non è vero?!

Ma quando si parla di protezione solare non dovrebbe proprio esserci spazio per la pigrizia: l’SPF, infatti, è il più potente strumento che abbiamo per proteggerci da rughe, pieghette, macchie e invecchiamento precoce, nonché da danni ben più gravi e non solo estetici, come i tumori della pelle dovuti proprio ai raggi “cattivi” del sole.

Ma se può sembrare noioso applicare la protezione, pensate a quanto sia insopportabile applicarla senza ottenere alcun effetto! Affinché lo “sforzo” sia davvero utile, infatti, è necessario seguire qualche semplice regola in grado di rendere più piacevole, semplice ed efficace l’uso dell’SPF! Ecco allora quali sono i 6 passaggi indispensabili per ottenere un’abbronzatura intensa e duratura proteggendosi al meglio!

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo.001

#1 SCEGLIERE IL FATTORE DI PROTEZIONE

Innanzitutto partiamo dal fattore di protezione. Chi è reticente a utilizzare la crema solare, di solito, una volta convinto, si fionda sui fattori di protezione più bassa: SPF 6, 8, al massimo 10. Beh, mi spiace annunciarvi che quando siete al mare, spalmarvi un SPF 6 è solo una perdita di tempo: fate la fatica di mettere la crema senza tutti i benefici che dovreste trarne.

La protezione sotto l’SPF 20 (e si intende comunque una 10-15) andrebbe applicata, infatti, solo la sera (dopo le 18) su un corpo già abbronzato. In poche parole, è un po’ inutile.

Quando si va in vacanza, invece, al mare o in montagna, e si prevede di prendere molto sole, magari anche nelle ore centrali della giornata, il fattore verso il quale dovreste orientarvi è il 50+, in particolare per quanto riguarda i primi giorni e per quanto riguarda le ore che vanno dalle 11 alle 16.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-gotchaCapito?

Se giustificate la vostra mancanza di protezione solare o il basso indice protettivo con il fatto di avere una pelle scura naturalmente, sappiate che le persone di colore riescono ad avere un fattore di protezione naturale che equivale circa all’SPF 6. E, come ormai avrete capito, è abbastanza inutile e assolutamente insufficiente per proteggervi dai raggi UVA e UVB – se poi siete semplicemente “mediterranee” probabilmente quel fattore è assolutamente irrilevante.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-fototipo

La 50+, insomma, dovrebbe almeno essere riservata per le zone più delicate come il viso, il décolleté e il collo, le spalle e le ginocchia – in poche parole, le zone che si bruciano più facilmente. Questo a prescindere dal vostro fototipo.

Sul resto del corpo o se proprio per voi la 50+ è off limits, non esiste che si scenda sotto la 30, fattore indicato anche per gli ultimi giorni di vacanza, se la pelle si è ormai abituata o se iniziate a prendere il sole intorno alle 16/17.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-abbronzatura

E che dire della 20? È un fattore di protezione ideale per chi vive in città e che quindi non prende il sole in modo prolungato e in modo diretto, ma semplicemente camminando per strada per tratti più o meno brevi. È perfetto, poi, per essere utilizzato tutto l’anno, quando i raggi solari sono meno aggressivi. Va considerata invece troppo bassa per le vacanze al mare o in montagna – a meno che l’esposizione non avvenga solo nel tardo pomeriggio.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-citta

Dovrebbe essere inutile ribadire che tutto ciò vale se e solo se stiamo parlando di solari ben conservati, non scaduti e di alta qualità. Questo implica che proteggano ad ampio raggio. I solari Eau Thermale Avène, con cui è in collaborazione questo post, offrono un’ottima tollerabilità e un’ampia protezione dai raggi UVA e UVB grazie ad un complesso brevettato di cui è arricchita la formula. La loro gamma è inoltre eco-sostenibile, senza siliconi e con filtri solari non solubili in acqua.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-gamma

Tutti questi fattori sono importantissimi affinché la protezione sia davvero efficace e ecocompatibile! Quindi mi raccomando: non riesumate i solari dell’anno scorso!!

#2 SCEGLIERE LA TEXTURE MIGLIORE

Se detestate applicare la crema, probabilmente non avete trovato la texture che funziona meglio per voi. Dimenticatevi quelle creme che sembravano calcestruzzo, tipiche degli anni ’80, che di fatto funzionavano creando una barriera fisica tra il sole e la pelle. Risultato? La pelle bianca a chiazze, due ore passate a spalmarsi e, al primo tuffo, un’orrenda pappetta biancastra galleggiante intorno a noi.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-textureCredits: Spy.com

Grazie al cielo questo show è finito e i solari di oggi, se ben formulati, permettono un’esperienza molto diversa, oltre che una bella abbronzatura omogenea e duratura anche con i fattori di protezione più alta.

cliomakeup-trucco-abbronzatura-17-occhi

Io, con i solari Eau Thermale Avène,  mi sono trovata benissimo proprio perché non voglio mai scendere sotto il fattore 50+, ma voglio trattare bene la mia pelle, idratandola e proteggendola e non voglio stressarla sfregandola per ore per far assorbire una crema troppo dura e difficile da spalmare.

Naturalmente, poi, voglio anche io ottenere un bel colorito baciato dal sole e un’abbronzatura intensa che duri mesi e mesi! Ed è proprio così, ragazze, che la si ottiene: proteggendosi e prendendosi cura della pelle prima, durante e dopo l’esposizione al sole.

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-gigiCredete che il tanto agognato look abbronzato alla Gigi Hadid si ottenga senza protezione? Sbagliate di grosso!

CREMA VISO DA GIORNO CON SPF ALTO

Per questo motivo, per quanto riguarda il viso io ho scelto la texture più delicata, leggera e a facile assorbimento: il Trattamento Solare Anti-Età senza profumo. Non si tratta di una classica crema solare, ma è un vero e proprio trattamento anti-age in grado di correggere la perdita di tonicità e le rughe, mentre protegge dal sole con un filtro molto alto.

In poche parole, lo uso al posto della crema da giorno: lo posso applicare anche sotto al make-up senza che faccia strisce bianche o che si mescoli al fondotinta creando effetti strani.
Un piccolo trick: se temete le macchie solari, usatela anche per le mani!!

ClioMakeUp-solari-avene-come-applicare-quanta-crema-mettere-doposole-abbronzatura-duratura-prolungare-antiage.005

Eau Thermale Avène, Trattamento Solare Anti-Età 50+, 50 ml. Prezzo: 23€

Per le zone invece più delicate in assoluto, come il contorno occhi, le labbra, la zona ascellare (che chi dorme con le braccia alzate si brucia SEMPRE), è più indicata una texture “soda” in grado di non “andare in giro” e di proteggere al meglio.

Per questo lo Stick Zone Sensibili ormai per me è un must-have: non solo è facilissimo da applicare e riapplicare, ma è in un formato comodissimo che porto sempre in borsa anche in città. Ebbene sì, non esiste trattamento contro le zampe di gallina efficace quanto la protezione dal sole!

ClioMakeUp-solari-avene-come-applicare-quanta-crema-mettere-doposole-abbronzatura-duratura-prolungare-antiage.006

Eau Thermale Avène, Stick Zone Sensibili 50+, 10g. Prezzo: 14,90€

Attenzione a chi soffre di Herpes: questa è favorita dal sole, quindi non saltate mai il passaggio della protezione e avrete labbra da baciare per tutta l’estate!

ClioMakeUp-Avene-solari-eau-thermale-spf-mare-citta-crema-viso-protezione-corpo-bacio-herpes-estate

Che cosa fare invece per il corpo? Qual è la texture perfetta? E quanta crema bisognerebbe applicare? Ogni quanto bisogna rimettere la protezione solare? Rispondiamo una volta per tutte a queste domande e scopriamo come ottenere l’abbronzatura perfetta!