Le mani, dal punto di vista dell’etichetta, sono a dir poco fondamentali: non a caso, sono una delle prime cose che si porgono alle altre persone quando ci si presenta e, in determinati contesti, vengono addirittura omaggiate con un bacio! Per questo, la cura del loro aspetto andrebbe svolta con attenzione e meticolosità, non solo per una questione estetica ma, in certe situazioni, anche di educazione! Nel post di oggi, allora, vogliamo parlarvi del rapporto che c’è tra galateo e unghie, tornando dunque ad affrontare un tema di cui avevamo già parlato in passato a linee più generali: l’etichetta della bellezza, per gli amici… beautyquette!

Ovviamente, ragazze, vogliamo parlarne non proponendovi rigide e ferree regole da seguire a base di divieti e proibizioni, ma condividendo con voi dei suggerimenti dettati dall’essenza del galateo stesso, ovvero un invito all’eleganza e alla delicatezza. Lo stile di ciascuna di noi è unico e personale e, soprattutto, deve prima di ogni cosa farci sentire bene. Inoltre, anche il galateo con l’andare avanti degli anni è diventato più flessibile per adattarsi alla modernità! Tuttavia, se in questo galateo delle unghie troverete qualche spunto interessante, non potremo che esserne felici! Siete curiose di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-galateo-unghie-14Credits: fashionik.com

GALATEO UNGHIE: NO ALLO SMALTO SBECCATO

Se lo smalto si rovina o si sbecca, o lo si toglie o si sistemano subito le unghie rovinate!

Se lo smalto si sbecca solo su un’unghia mentre le altre sono rimaste perfettamente intatte, le soluzioni sono: rimuoverlo completamente dall’unghia e rimetterlo, ritoccare lo smalto rovinato oppure togliere lo smalto da tutte le altre unghie!

cliomakeup-galateo-unghie-5Credits: nailspace.it

Per essere sempre pronte ad affrontare questa evenienza ed essere impeccabili, la soluzione più pratica, specialmente per quando si è in giro, è portare con sé un barattolino di solvente per unghie contenente una spugnetta imbevuta di prodotto. In questo modo, basterà solo cercare un bagno, prendere il barattolino ed intingervi le dita per poter rimediare!


cliomakeup-galateo-unghie-6Credits: chickadvisor.com

LE UNGHIE DEVONO AVERE TUTTE LA STESSA LUNGHEZZA

In questo la beautyquette delle unghie non transige: le unghie devono essere tutte rigorosamente della stessa lunghezza.

cliomakeup-galateo-unghie-7Credits: momentobenessere.it

Per questo motivo, anche se è un peccato dover accorciare le unghie di entrambe le mani solo perché se ne è spezzata una bisognerebbe, in questi casi, rimediare ed armarsi di lima e olio di gomito per pareggiarle tutte!

cliomakeup-galateo-unghie

UNGHIE DI MANI E PIEDI DELLO STESSO COLORE? ANCHE NO

il galateo si è rimodernato, e non ama gli abbinamenti a tutti i costi

Usare lo smalto dello stesso colore su mani e piedi era una regola implicita anche abbastanza rigida decenni fa, però oggi il galateo delle unghie, su questo punto, si è decisamente rimodernato e, anzi, auspica di evitare gli abbinamenti “selvaggi”!

Bright manicure and pedicureColorate e divertenti, ma forse un po’ eccessive! Credits: beautebristol.co.uk

Se, ad esempio, state indossando un abito a pois, sfoggiare sia su mani che piedi unghie che presentano a loro volta gli stessi colori e fantasia è veramente troppo, e rischia di dare un risultato decisamente poco fine.

cliomakeup-galateo-unghie-10Credits: womanmakeupavon.altervista.org

Meglio, dunque, optare per delle tonalità di smalto diverse per le unghie delle mani e quelle dei piedi, magari di colorazioni complementari a quelle dei vestiti e degli accessori che si stanno indossando!

cliomakeup-galateo-unghie-9Credits: kalisia.it

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Galateo unghie lunghezze e colori sono all’ordine del giorno anche nella pagina successiva! Andate a pagina 2 per scoprire di che si tratta!

22 COMMENTI

  1. Non mi sono mai mangiata le unghie in vita mia. Ma le pellicine……. 🙁
    Addio, me ne vado. Mi sento “maleducata” 😉

  2. Vedere unghie sbeccate, non é mai un bel vedere. Idem di lunghezza diverse. Fortunatamente ci sono vari accorgimenti. Ho provato da poco lo smalto semipermanente e mi é piaciuto molto. Unghie sempre perfette e crescono molto. Peccato il costo e la rimozione.
    Sicuramente anche la copertura gel, sarà ottima, ma x ora preferisco il semipermanente… Comunque le unghie mi si sono rovinate :-(ecadesso lo smalto classico, mi dura pochissimo…

  3. Le mie sono squoval o sqare,dipende dalla lunghezza a cui arrivo. Devo dire che vado a periodi… ho avuto il periodo solo franch, il periodo folle solo colore, il periodo super fluo a ogni costo con mani e piedi diversi e anche con tocco bicolor, periodo pied de poule, periodo tartan, periodo glitter, periodo graffiti, periodo incoco e adesso sono ritornata al periodo franch… che alla fin fine trovo sia quello più bello, che sta su tutto, più fine e allo stesso tempo sexy

  4. Adoro prendermi cura di mani e unghie…lo smalto è stato il mio primo make up, con mia mamma faccio la “serata delle unghie” ed è un momento di relax. Gli smalti che preferisco sono quelli nude, proprio perché odio vedere le unghie sbeccate, inoltre è un colore molto elegante. Vorrei provare la linea nude della collistar, mi trovo bene in generale con i loro smalti.
    Ah….assolutamente trash secondo me le unghie lunghissime che sembra vadano di moda nell’ultimo periodo

  5. Io ho le unghie corte e squoval più per praticità che per vezzo o bon ton, con le unghie lunghe non riesco a far nulla purtroppo, le limo e le accorcio tutte le settimane perchè mi crescono a velocità della luce. Non amo le unghie ricostruite perchè mi dà fastidio lo spessore e, in quelle lunghe, so che è ADHD ma odio la riga che si vede sul rovescio. Un’altra cosa che non riesco a portare è lo smalto di colore diverso sui piedi, sarò antichissima ma non riesco a farmene una ragione, metto lo smalto diverso sui piedi solo quando porto la french sulle mani – perchè odio la french sui piedi. Per quanto riguarda i colori, avendo le unghie corte non mi faccio problemi porto sia i neutri che i colori sgargianti. Detto ciò mi toglierei la soddisfazione di avere una manicure come quella di Lana Del Rey almeno per una serata.

  6. Non amo assolutamente le nail art, però suppongo che chi se le fa non abbia il minimo interesse per l’effetto naturale, anzi, al contrario voglia attirare l’attenzione degli altri. Quindi secondo me su questo il galateo non coglie il punto.

  7. Beh è come dire che se vai a cena alla casa bianca in un minidress di paillettes vuoi attirare l’attenzione. È vero, ma sicuramente il galateo non lo trova elegante!

  8. Odio ogni tipo di nail art , però mi piace portare in ordine le unghie perchè come dite voi sono una carta da visita infatti mi piace portare il semipermanente , non vado oltre..

  9. Senza dubbio, ma secondo me è un’ovvietà perché è chiaro che chi fa una scelta di quel tipo non ha l’obiettivo di essere elegante 🙂

  10. ci voleva una guida così anche se penso che le amanti degli artigli e dei disegni, strass, colori, chipiùnehapiùnemetta.. ci faranno poco caso 😉
    Io di mio adoro i rosati sarà che devo ammetterlo sono pigra e mi permettono di avere la mano in ordine tutta la settimana. Le porto non troppo corte, abbastanza squadrate..e credo che non mangiando unghie e pellicine, la mano risulti già abbastanza in ordine di suo, anche col solo smalto trasparente.
    In generale credo, e come sempre, ognuno dovrebbe fare ciò che vuole, ma nel rispetto anche un pò delle situazioni: se di mio non mi immagino per nulla al mondo con le unghie lunghissime(e quindi pure incurvate) doppie per effetto del gel (che purtroppo pochi sanno applicare) e con ogni sorta di colore e disegno su…ecco non vieto a nessuno di farlo, ma magari più per il amre che per il lavoro o una cerimonia ufficiale!
    .. mio modesto parere insomma, ogni situazione ed età vuole il suo dress code e il suo nail code! 😉

  11. Sono in vacanza da un giorno e lo smalto sul pollicione ha fatto quelle antiestetiche rughette del tipo “hai fatto una mossa falsa prima CGE io mi asciugassi( con tanto di risata malefica)”. Ovviamente non ho nè solvente nè smalto. Me lo terrò così sperando che nessuno oltre a me lo guardi!

  12. Si, la french sui piedi mi infastidisce perché penso sempre a come cavolo si possano tenere le unghie così lunghe se poi ti devi infilare le scarpe! Io prima dello smalto sui piedi le accorciò sempre. Mi piacciono i rossi scuro, ma ancor di piú il rouge noire di Chanel ( in una splendida imitazione kiko, ovviamente). Per le mani di solito non ne metto ma semplicemente perché indossando per lavoro perennemente i guanti la parte finale rimane sempre senza smalto che se ne va in mezza giornata indipendentemente dal numero di passate e dal top coat. Siccome odio profondamente l’unghia con smalto rovinato, preferisco limarle bene, non troppo lunghe, e via! Sono a posto!

  13. AMEN!!!
    Ma la soluzione migliore per lo smalto sbeccato è avere sempre in borsa lo smalto che indossiamo… Se si sbecca, in due secondi si copre la sbeccatura (poi a casa si sistema a dovere). Prima regola quando facevo la commessa…. Se mi si sbeccava lo smalto, la responsabile iniziava a lanciare occhiate da falco e intimava di andare in magazzino a sistemarlo. Io sono d’accordo: o smalto sbeccato è come una calza smagliata: non si può vedere!! Soprattutto se si fanno lavori a contatto col pubblico dove le mani sono spesso in primo piano.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here