Le mani rappresentano un ottimo bigliettino da visita in qualsiasi situazione: sono tra le cose che guardiamo nei primi minuti in cui conosciamo una persona e le unghie sono una delle parti più in vista. Inoltre, la scelta del colore dello smalto può dire già molto sullo stile e il gusto di chi lo indossa: se vedete uno smalto nero tutto sbeccato, vi immaginerete uno stile ben diverso rispetto a quello di chi indossa uno smalto nude lucidissimo, non è vero?

Perciò, che preferiate una dolce e “coccolosa” seduta dall’estetista o una manicure home made, la scelta dello smalto è assolutamente fondamentale!
Lo smalto semipermanente probabilmente è la tecnica al momento più utilizzata e amata dalle appassionate perché, oltre a dare un aspetto sano alle unghie, garantisce un colore che non perde di lucentezza e dà la possibilità di avere una manicure impeccabile che dura fino a 2/3 settimane.

Lanciato nel 2010, il semipermanente sembrerebbe rappresentare la soluzione perfetta per chi ha poco tempo, ma tiene particolarmente al proprio aspetto rimanendo naturale e senza eccessi. Ma come molti sanno, proprio per via della sua durata incredibile è difficile da rimuovere. Stressare le unghie in questo modo, limandole e sgrassandole ogni volta che il colore viene applicato e rimosso, non le indebolirà alla lunga?

Insomma, lo smalto semipermanente non finisce per rovinare le mani? Scopriamolo insieme nel post!

cliomakeup-smalto-semipermanente-rovina-le-unghie-rihanna-1

SMALTO SEMIPERMENTENTE: COS’È? PERCHÈ È DIVERSO DALLO SMALTO “NORMALE”?!

Ormai non c’è più estetista o salone di bellezza che proponga soltanto la classica manicure: del resto chi ha provato la ricostruzione gel o lo smalto semipermanente difficilmente tornerà indietro.

cliomakeup-smalto-semipermanente-rovina-le-unghie-beyonce-2

Lo smalto semipermanente a contatto con la luce a raggi UV passa dallo stato fluido a solido

Lo smalto semipermanente è un prodotto “foto-indurente”. Cosa significa? Semplicemente si parla di un particolare smalto, che, modificato tramite l’aggiunta di “foto-iniziatori” (sostanze chimiche che modificano il proprio stato a contatto con la luce), al contatto con la luce a raggi UV, è in grado di passare dallo stato fluido a quello solido.

Lo smalto semipermanente si presenta come uno smalto normale, nella sua boccettina dotata di pennellino. Proprio come per tutti gli altri smalti, esiste in tantissime colorazioni, permettendoci una vastissima scelta di colori con cui sbizzarrirci 😄.

 

cliomakeup-smalto-semipermanente-rovina-unghie-colori-3Via Aliexpress

Il semipermanente rappresenta il primo passo per tutte quelle donne che si avvicinano al mondo “professionale” delle unghie: si tratta di una soluzione perfetta per chi vuole avere le mani sempre curate, in quanto in modo impercettibile all’occhio, rende le unghie più spesse e resistenti e promette uno smalto impeccabile e duraturo.

Se ve lo state chiedendo, però, non aumenta il volume come il gel o la ricostruzione, ed è proprio per questo che molte donne lo amano! Ma allora perché ci si chiede se, invece, non indebolisca e rovini le unghie?? Vi risponderemo tra poco!
Inoltre ha il grande vantaggio di essere facilmente utilizzabile anche dalle meno esperte perché va applicato esattamente come un comune smalto, ma con qualche piccolo step in più: si inizia con un gel base, si passa al sigillante, poi lampada LED o a raggi UV per l’asciugatura e… voilà! Ora non vi resta che scegliere il colore.

cliomakeup-smalto-semipermanente-rovina-le-unghie-chiara-nailart-4Semipermanente non significa semplice smalto, ma anche qui potete sbizzarrirvi con i colori! Credits: ChiaraNailArt.

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva vi parleremo della rimozione dello smalto semipermanente e soprattutto quali possono essere i rischi se fatta male, rispondendo alla fatidica domanda del titolo… scopriamoli insieme a pagina 2!