Svegliarsi la mattina con la pelle grigia, opaca e spenta è un segale d’aiuto che ci sta mandando il nostro corpo, facendoci capire che stiamo commettendo quale errore nella nostra beauty routine o stiamo esagerando con i nostri ritmi di vita.

La pelle grigia infatti è un sintomo di stanchezza e stress. Talvolta può essere anche legata ad un’alimentazione errata e quindi alla mancanza di vitamine nel nostro organismo. Queste aiutano la nostra pelle a risplendere e rendono il nostro incarnato più luminoso e sano.

Vediamo quindi quali sono le cause della “pelle grigia” e come correre subito ai ripari grazie ad una beauty routine pensata ad hoc per questo problema, e qualche consiglio make up da mettere subito in pratica! Iniziamo.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-1

LE CAUSE DELLA “PELLE GRIGIA” E DEL COLORITO SPENTO

Al mattino capita spesso che ci ritroviamo davanti allo specchio a fissare la nostra pelle che talvolta appare più grigia e spenta del solito. Sicuramente il periodo invernale è quello più difficile da superare per la nostra pelle, che spesso viene sottoposta a degli stress climatici, caldo-freddo.

sonno e stress sono due dei motivi che ci portano ad avere la pelle grigia

Ma un’altra causa che può portare a svegliarci con la pelle grigia è la mancanza di sonno o addirittura “dormire in maniera sbagliata”. Spesso infatti, senza rendercene conto ci svegliamo stanche e non riposate come invece dovrebbe essere.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-4-sonno

Questo fattore può essere dato da un ambiente della stanza da letto troppo caldo e troppo secco. In questo modo la nostra pelle tende a disidratarsi e ci sveglieremo con un colorito non proprio radioso.


FUMO E SMOG ROVINANO LA NOSTRA PELLE

Un’altra causa che porta ad avere una pelle tendente al grigio è il fumo. Chi fuma, tende ad avere un colorito spento e la pelle nel tempo appare sempre meno tonica. Il motivo è molto semplice: tra i tanti scompensi che il fumo crea, ci sono anche quelli a carico del sistema respiratorio, che è il primo, che se colpito, dà segnali di sofferenza attraverso la pelle.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-6-smettere-fumo

Fumare rovina e fa invecchiare la pelle precocemente

Anche chi vive nelle grandi città può soffrire di colorito spento, a causa dello smog. Sono infatti molti i brand che stanno mettendo in commercio dei prodotti detox per la nostra pelle, pensati appositamente per liberare la pelle dall’inquinamento.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-7-smog

Anche lo smog ha un effetto deleterio per la nostra pelle

I RIMEDI NUTRIZIONALI PER LA PELLE GRIGIA

Oltre ai problemi legati al sonno e allo smog, come abbiamo detto l’alimentazione gioca una parte fondamentale nella salute della nostra pelle e di conseguenza nella sua bellezza.

La Vitamina C è sicuramente quella più importante per avere una pelle radiosa e combattere il grigiore. Si può assumere tramite integratori che possono racchiudere al loro interno anche altri validi alleati, ma il modo migliore e più sano è quella di assumerla tramite una sana alimentazione.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-18-vitamina-c

Bisogna quindi abbondare in frutta e verdura, ricche in vitamina C, le quali sono fondamentali per la struttura del collagene, che rappresenta la matrice proteica del tessuto sotto cutaneo, senza però dimenticare la vitamina A, presente in vegetali dal colore giallo- arancio, ma anche in semi oleosi e nei latticini.

Inoltre vale la regola di “bere tanta acqua”. Sono invece da allontanare gli alimenti ricchi di grassi saturi e conservanti, che oltre a far male alla vostra linea rendono anche la vostra pelle meno sana.

cliomakeup-rimedi-pelle-grigia-15-bere-acqua

Bisogna idratarsi per avere una pelle sana e luminosa

Ragazze, nella prossima pagina vedremo quale skincare è la più adatta a combattere il colorito spento e qualche trucchetto di make up per avere una pelle sempre radiosa. Continuate a leggere!

23 COMMENTI

  1. Interessante la crema di Vichy! Com’è la Vichy con gli INCI? Per curiosità 🙂
    Io fortunatamente (o sfortunatamente xD) abito in una zona abbastanza di campagna, dove i centri più grossi sono 1/4 di Milano e Roma penso 🙂 quindi smog non dovrebbe essercene moltissimo, a a parte quando arriva la dannata e odiosa nebbia che colpisce qua in pianura 🙁 ma in linea di massima non c’è male!
    Interessante la maschera alla perla di Sephora, io mi trovo molto bene con quelle contorno occhi fucsia alla rosa che sono molto idratanti, ottime anche quelle antiage all’orchidea, devo provare anche quelle alla perla 🙂 peccato che non le mettono mai in saldo!

  2. Scusate l’ignoranza ma sopra là cc cream viola della l’Oreal non va applicato il make up? É un sostituto del fondotinta??

  3. Ciao! Ho la tua stessa età (se sei del 93 come dice il nickname) e ho letto di questa crema alla bava di lumaca che, se riesce a fare tutte le cose che scrivi, è da definirsi prodigiosa! Fermo restando che ogni pelle è a sè, mi daresti qualche informazione in più a riguardo? Grazie 🙂

  4. Quella maschera alla perla di Sephora ha per davvero un effetto illuminante! La consiglio anche io!

  5. Non è necessario, perchè anche se esce viola dal tubetto, non appena inizi a lavorarla diventa color carne e si fonde perfettamente con l’incarnato. Io avevo preso quella verde, per i rossori, e mi trovavo molto bene senza mettere nulla dopo. Al massimo un velo di cipria. 🙂

  6. Esatto, per un effetto naturale si usa da sola e senza fondotinta. È molto indicata anche per le donne mature. Ciao!

  7. Ciao, cosa usi come maschera idratante? Io trovo sempre ottime maschere purificanti e anche peeling, ma una buona maschera idratante è rimasta elusiva. Quella che mi dà più soddisfazione al momento è la Voicemail di Niod che ho citato spesso nei miei prodotti preferiti. Mi hanno un po’ stufato quelle in tessuto e preferisco di gran lunga quelle da notte.

  8. Trovo molto utile il trucchetto di mescolare al fondotinta una goccia di illuminante liquido del colore corrispondente al proprio sottotono (dorato nel mio caso o rosato per chi ha un sottotono freddo). Illumina senza il rischio effetto palla da discoteca

  9. Ahahaha Veneta o Lombarda o Emiliana ? xD eeeh quelle belle nebbioline che bagnano i capelli che da fin fastidio respirarla xD

  10. Ciao, in realtà non ho maschere idratanti particolari da consigliare perché per il mio tipo di pelle mi sono “specializzata” più su trattamenti opacizzanti e purificanti. Spesso risultano un po’ aggressivi avendo la pelle delicata allora vado a controbilanciare con maschere che diano una sferzata di idratazione ma non nutrienti. Mi trovo molto bene con due linee della Garnier le hydra bomb e un’altra linea (sono maschere che si applicano direttamente sul viso facendole assorbire e rimuovendo l’eccesso). Altrimenti uso la crema eterea di neve spalmandola in abbondanza prima di andare a dormire

  11. Ahah anche io sono sempre tentata dalla Vichy ma come INCI so già che sono messi “male” per i miei gusti… In primis perché usano conservanti discutibili come Propylene Glycol e Butylene Glycol, spesso entrambi presenti nei prodotti e -purtroppo- spesso ai primi posti nell’inci. Sono due ingredienti che io cerco sempre di evitare a pie’ pari!

  12. No, derivano comunque dai petrolati ma sono dei potenti solventi e pare che possano danneggiare la membrana cellulare e favorire la penetrazione delle sostanze, comprese quelle nocive. Sono usati per trattenere l’acqua nei cosmetici e come aiuto al sistema conservante.
    Hanno un alto grado di penetrazione nella pelle, per cui -in piccole quantità- vengono anche usati come veicolo di trasporto dei principi attivi de cosmetici. L’uso continuo pare che causi sensibilizzazione (alcuni sostengono che siano allergizzanti e alla lunga possano risultare irritanti e causare dermatiti ecc..) e un aumento della permeabilità della pelle.
    Hanno tre “problemi”:
    – Se sono in piccole quantità (posti in fondo all’inci) si legano all’acqua presente nell’ambiente (o nel cosmetico) e la “restituiscono” alla pelle, idratandola, ma pare che se l’ambiente è secco e la loro quantità troppo elevata, non trovando altra acqua, vadano a legarsi proprio all’acqua presente nella pelle, disidratandola.
    – Sono usati come solventi per solubilizzare, ad esempio, gli oli essenziali… Ma ovviamente lo fanno anche con qualsiasi olio/grasso presente sulla pelle, quindi sebo e lipidi della nostra epidermide, andando ad intaccare la nostra naturale barriera cutanea.
    – Hanno un alto grado di penetrazione ma non sono “selettivi”, quindi nella pelle fanno penetrare tutte le sostanze, che siano gli attivi dei cosmetici o qualsiasi sostanza nociva con cui veniamo in contatto.

    Non è raro riscontare reazioni di irritazione e sensibilizzazione se questi ingredienti sono presenti in grande quantità nei cosmetici, io che ho la pelle sensibile e soffro di leggera dermatite li evito, soprattutto nelle creme come queste che ce l’hanno ai primi posti dell’INCI.

  13. Grazie mille per la risposta esauriente 🙂
    sai io non è da molto che mi sto interessando agli inci, però ora sto cercando di stare più attenta. Almeno per le creme viso cerco di prediligere prodotti biologici, ora finalmente ho trovato una buona crema che uso la sera, è di Bio Phytorelax all’Avena per pelli secche però non è assolutamente unta (a differenza della crema all’olio di rosa mosqueta de I Provenzali) si asciuga e lascia la pelle quasi matte! Inoltre ha anche acido ialuronico… mi trovo molto bene per il momento! Al mattino uso in combinazione le nuove creme di Jowaè, il fluido opacizzante e la crema leggera idratante. Le conosci, che ne dici? C’è chi dice che non sono naturali come dicono anche se io mi ci trovo bene.
    Tu che creme utilizzi? 🙂

  14. Quella di Phytorelax so che la volevo prendere anche io, poi ho visto che ha l’olio di mandorle ai primi posti (se è quella che intendo io) che su di me è comedogeno… O meglio, è comedogeno in generale e su di me si fa “sentire”, quindi lo uso solo per il corpo 😀
    Jowaè non lo conosco direttamente come brand, ne avevo forse letto qui sul blog e pare siano prodotti naturali…

    Io sul viso, attualmente, uso la crema Omia all’olio di argan e mi ci trovo benone! Io non ho ancora rughe (ho 27 anni) ma la usa anche mia mamma che ne ha 58 e dice che la sua pelle è migliorata!
    Per il resto non uso più tanti prodotti, uso il gel d’aloe sempre prima della crema, e in casi di estrema secchezza il burro di karitè puro… Scrub con miele e zucchero e maschera all’argilla verde per la zona T.
    Avendo la pelle sensibile, ho scoperto che meno creme uso e meglio sto, per me è meglio affidarsi a ingrendienti “puri” come l’aloe e il burro di karitè. Per stuccare, infatti, sto usando l’olio di semi di girasole e il panno in microfibra, oppure quando viaggio mi porto le salviette Omia sempre della linea argan. 🙂

    Comunque sembro una Inci-Nazi ahahah, in realtà non lo sono per niente… Ma so quali ingredienti è meglio evitare per la MIA pelle e li evito di conseguenza… Poi tutto è soggettivo, se non avessi problemi di pori occlusi & co probabilmente utilizzerei anche i siliconi e metterei il fondotinta tutti i giorni, fregandomene… Ho capito cosa mi occlude i pori e cosa dà fastidio alla mia pelle (esempio… Il ciclopentasiloxane, che è un silicone volatile ed è ovunque nei cosmetici, lo userei negli ombretti/matite occhi/mascara, ovvero dove non ho pori da occludere… se solo non mi facesse lacrimare terribilmente gli occhi! :D).
    Secondo me leggere l’INCI è utile soprattutto per non prendere cantonate, vedi creme che promettono miracoli e sono 90% silicone con due attivi carini -di solito sbandierati nelle pubblicità e sulla confezione- che sono in fondo all’inci in percentuali omeopatiche 😀

  15. Eh sì sì ho guardato anche io adesso l’INCI, ha l’olio di mandorle, non avevo neanche fatto caso sinceramente xD e non sapevo proprio che fosse comedogeno. Nonostante sia bio? So bene che anche se un prodotto è bio non è detto che non possa causare allergie ecc.. però non sapevo che potessero essere anche comedogeni, peccato perché per il momento mi trovo molto bene, poi magari è soggettiva la cosa come hai detto tu.
    Io utilizzo tutti i giorni il fondotinta, ora quello della Essence il fit&fresh mi trovo molto bene e non è pesante… anche se il mio obbiettivo appunto sarebbe utilizzare un fondo biologico, almeno per tutti i giorni, qualcosa di leggero per uniformare l’incarnato, mi basterebbe, perché già uso la cipria di Puro Bio che adoro e che dura tantissimo (devo ancora finirla). Ho provato sia il fondotinta che la BB cream di PuroBio e sono rimasta delusa da entrambi, non mi davano l’effetto che volevo, uno troppo difficile da sfumare e troppo coprente, l’altra troppo lucida e mi lasciava come un effetto arancione… Ho visto che hanno fatto il fondotinta compatto, però in polvere non mi convincono 🙁 per gli occhi e labbra invece non potrei proprio in nessun modo rinunciare ai prodotti non Bio, essendo amante di marchi come Urban Decay, Mac e MUFE (ma la maggior parte sono prodotti Wycon, Essence e Kiko xD) anche io spesso ho problemi di lacrimazione, potrebbe essere qualche silicone quindi?
    Comunque quoto assolutamente quello che dici tu riguardo soprattutto alle creme costose, magari danno un effetto levigato e morbido ecc ecc proprio perché sono siliconi puri, e dare 80/100 euro per silicone puro è una gran fregatura per le consumatrici…

  16. Ah, anche io per ombretti & co non guardo tanto l’INCI, solo per correttore/cose che vanno sul viso, mascara e matite/kajal (rossetti non li uso mai, e non mi trucco con ombretti&co tutti i giorni).. Però i prodotti di Kiko -salvo il matitone ombretto stupenderrimo che non se ne va neanche se ci dormi sopra- sono quelli che mi danno più problemi.

  17. Beh la Kiko come INCI è una delle peggiori effettivamente… una volta sono stata truccata gratuitamente da una make up artist di un marchio farmaceutico e ha sottolineato bene il fatto che dalla Kiko sarebbe da stare alla larga, soprattutto per gli smalti mi ha detto! Mi ha parlato molto bene invece dei marchi professionali come Mac, UD e MUFE, che certo non sono Bio però sono di qualità. Anche del marchio di Sephora mi ha parlato bene, da preferire a Kiko insomma… infatti cerco di evitarlo, a parte per alcuni rossetti che mi piacciono e la matita per le sopracciglia che è perfetta per le mie

  18. Ciao Clio, ciao team e ciao ragazze! Io ho intrapreso un percorso “smacchia-giaguaro” per le macchie post acne che avevo su viso, decolletè, spalle e braccia.. ero una cosa inguardabile. Mi vergognavo perfino ad uscire di casa in estate. Mi sono rivolta dappertutto e la mia àncora di salvezza è stata la mia estetista.. Mi ha dato da provare due prodotti (siero e crema) che mi stanno aiutando tantissimo a rimuoverle e, già che ci sono, prevenire la formazione di comedoni e il grigiore del viso! Sto anche facendo i trattamenti in cabina una volta al mese/due.. Solo così sto eliminando il grigiore del viso (tra l’altro)!! Le maschere (starskin, sephora) hanno su di me un effetto solo momentaneo; l’unica era quella di alkemilla “antiage” che mi aiutava a far risplendere un po’ il volto!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here