Nei giorni scorsi Emily Ratajkowski è stata al centro di un’accesa polemica sul web. La super top statunitense, famosa per le sue posizioni da “femminista moderna”, come si è autodefinita rivendicando la libertà delle donne nel mostrare la propria sensualità sui social, è da poco diventata testimonial di Kérastase. Ed è proprio sul post in cui Emily ha annunciato questa nuova collaborazione che moltissime persone hanno avuto da ridire.

Il testo infatti era, secondo alcuni, offensivo e “brutale” nei riguardi di alcune categorie di persone. Se Kérastase ha fatto seguire ben due comunicati di scuse in rapporto a questa bufera mediatica, Emily non ha rilasciato alcuna dichiarazione e si è limitata a modificare il post incriminato.

Dato che il messaggio ha molto a che fare col beauty e moltissimo a che fare con la Cli-sfofia del “sei bella come sei”, abbiamo pensato di raccontarvi cos’è successo. Se volete saperne di più, andate avanti a leggere!

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-1-Emily-Ratajkowski


EMILY RATAJKOWSKI NUOVA TESTIMONIAL DI KÉRASTASE

Kérastase è un brand che non ha bisogno di presentazioni. I suoi prodotti per capelli sono sinonimo di lusso e, per moltissime persone nel mondo, anche di qualità. Naturalmente non sono mancate, negli anni, anche testimonial famosissime, come Kate Moss che nel 2013 è stata la prima per la nuova linea di couture styling. Alcuni prodotti, come la maschera Masquintense, sono diventati dei cult.

 https://blog.cliomakeup.com/2017/08/corpo-post-parto-body-shaming-michelle-hunziker/
Negli ultimi giorni, Kérastase ha annunciato l’ingresso di una nuova testimonial, Emily Ratajkowski, modella e attrice statunitense di cui abbiamo parlato tantissime volte qui sul blog. “Emily è una donna in armonia con se stessa che rappresenta una visione moderna e consapevole della bellezza. È con piacere che le diamo il benvenuto nella famiglia Kérastase”, ha annunciato Rosa Carrico, Kérastase Global President.

EMILY È STATA SCELTA ANCHE PER IL SUO SPIRITO LIBERO

Insomma, Emily non è stata scelta solo per la sua bellezza ma, come spesso accade con le testimonial di brand di un certo calibro, anche per la sua immagine; nella fattispecie per la sua femmilità e il suo spirito libero.

Emily inoltre negli ultimi anni è diventata un’icona beauty anche per i suoi capelli, sfoggiando spesso tagli e acconciature da sogno. Proprio recentemente ha sfoggiato un attualissimo lob che mette in risalto i ricchi riflessi della sua splendida chioma castana.

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-3-Emily-Ratajkowski-Lob

In un’intervista a Elle in cui ha parlato della nuova collaborazione con Kérastase, Emily ha dichiarato: “Per molte donne il modo in cui appaiono i propri capelli fa parte della quotidianità, volenti o nolenti, e sentirsi bene è sempre positivo per la propria identità. Quindi, se avere i capelli al massimo significa sentirsi meglio, ben venga!” E ha poi aggiunto “Il femminismo riguarda le scelte che facciamo e la libertà di farle senza giudizio o retribuzione. Per alcune persone, i capelli non sono importanti, e questa è una posizione totalmente rispettabile.”

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-4-jennifer-lawrence

Di sicuro nella scelta di Kérastase hanno contato anche i 16 milioni di follower che seguono la top su Instagram: ed è proprio da un post su questo social che è iniziata la tempesta.

IL POST INFELICE DI EMILY RATAJKOWSKI E LA REAZIONE DEI FAN

Emily infatti ha annunciato la sua nuova collaborazione con un post che ha urtato la sensibilità di molti.

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-5-Emily-Ratajkowski-post

“Sono felice e orgogliosa di essere stata scelta da Kérastase. I capelli sono una parte fondamentale della bellezza, della femminilità e dell’identità. Adoro quella sensazione di capelli puliti, morbidi e naturali che mi fa sentire subito a mio perfetto agio. Ecco perché meritano i trattamenti hair care migliori”.

 

UN MESSAGGIO DISTURBANTE VERSO CHI SOFFRE DI PERDITA DI CAPELLI PER I MOTIVI PIÙ DIVERSI

Oggi, non è più possibile vedere il messaggio nella sua interezza perché Emily – o chi per lei – ha cancellato la seconda frase su instagram, e rimosso il relativo tweet su Twitter. Il motivo si può facilmente immaginare, se si pensa alle persone che hanno dovuto subire un trattamento di chemioterapia (o che l’hanno visto subire dai propri cari), che soffrono di perdita di capelli, alopecia e così via. Nei confronti di queste persone, il testo è risultato indelicato.

cliomakeup-scandalo-kerastase

Che figuraccia, Emily!

Ehi @emrata, no, i capelli non sono davvero fondamentali per la bellezza / femminilità. Per favore cancella le tue prediche sterili sull’ “empowerment”.

“Mi dispiace @emrata tesoro ma tu non sei femminista / attivista. La tua affermazione sul fatto che i capelli sono fondamentali per l’identità di qualcuno è superficiale, sono abbastanza sicuro che sei solo un ipocrita.”

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-6-Emily-Ratajkowski-escile

“È sexy ma @emrata è un’idiota ignorante. Che cosa orribile una didascalia che implica che le donne che soffrono di perdita di capelli ereditaria, o che hanno perso i capelli a causa di una malattia, non sono abbastanza belle e femminili.”

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-7-shannen-doherty-chemio

“‘Fondamentale’? Questo è così insensibile. Fortunatamente per te, ce ne hai da vendere, a differenza di coloro che hanno disturbi autoimmuni che fanno perdere capelli a ciocche, donne con PCOS, donne che combattono il cancro con la chemioterapia, donne con alopecia, solo per citare alcuni casi. “

cliomakeup-scandalo-Kèrastase-8-barbie-cancro

Non solo: anche chi decide volontariamente di tenere i capelli cortissimi o rasati si è sentita chiamata in causa.

Ma quali sono state le reazioni di Emily e di Kérastase a questa polemica? E cosa ne pensiamo noi? Per scoprirlo, girate pagina!