Quando si pensa all’apparecchio ai denti, è molto comune associarlo ai bambini o agli adolescenti perché, oggigiorno, sussiste ancora la convinzione che, da “grandi”, ormai ci sia poco o niente da fare per la propria dentatura. Questa credenza è sbagliata, e anzi, i trattamenti ortodontici in età adulta non solo sono possibili, ma garantiscono anche ottimi risultati, dato che i denti si possono spostare, ortodonticamente, sempre, sia da grandi che da piccoli!

Non è tutto: l’ortodonzia, soprattutto quando è mirata agli adulti, viene definita “estetica” in quanto rispetta molto bene le necessità sociali e personali di questo tipo di età, proponendo soluzioni alternative ai classici attacchi in metallo, e con colori molto più chiari e quasi impercettibili.

Nel post di oggi, dunque, vi vogliamo parlare di questo lato del beauty relativo alla propria dentatura, con il tributo del Dott. Emmanuele Fusco, Odontoiatra specialista in Ortognatodonzia, che ci ha spiegato con esattezza quali sono le opzioni principali per chi vuole mettere l’apparecchio “da grande”. E non solo: anche un membro del Team, che ha deciso di mettere l’apparecchio in età adulta, vi darà qualche feedback riguardo la sua decisione! Continuate a leggere il post per scoprire di che cosa si tratta!

cliomakeup-apparecchio-ai-denti

Via Instagram @katvondbeauty

APPARECCHIO DENTI ADULTI ED ESTETICA: COME FARE?

TeamClio: Dottor Fusco, che cos’è l’ortodonzia estetica?

Dottor Fusco: Sempre maggiore risulta essere la richiesta di apparecchi ortodontici, atti a correggere una problematica di denti disallineati, che siano non solo efficaci ed efficienti, ma anche comodi e poco visibili, quindi estetici.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (13)

Il classico apparecchio con i brackets metallici risulta spesso poco apprezzato dai pazienti (in particolare da quelli adulti) che desiderano ottenere un sorriso armonico senza rinunciare, durante il trattamento ortodontico, all’estetica del proprio sorriso.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (2)

#1 I BRACKETS ESTETICI

TC: Quali sono le opzioni per chi, da adulto, vuole mettere l’apparecchio?

Ci sono brackets estetici trasparenti o bianchi

DF: Una prima possibilità è rappresentata dall’utilizzo di “brackets estetici” che sono applicati sulla superficie esterna dei denti e sono costruiti con materiali di colore bianco (esempio: brackets in resina composita) o trasparenti (esempi: brackets in ceramica o in cristallo di zaffiro).

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (2)

In questo caso è inoltre possibile applicare un arco ortodontico (struttura filiforme che viene posta sopra i brackets e a essi fissata) di colore bianco, in modo che esso si mimetizzi perfettamente con il colore dei denti, risultando poco visibile.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (1)

#2 I BRACKETS LINGUALI

Una seconda possibilità di apparecchiatura ortodontica estetica sono i “brackets linguali”: si tratta di brackets metallici che sono incollati sulla superficie interna dei denti. L’arco ortodontico è anch’esso metallico.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (5)

Non essendoci strutture applicate sulla superficie esterna dei denti, l’apparecchio linguale risulta “nascosto” dai denti stessi e pertanto, sebbene costruito con materiali metallici, poco visibile.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (6)

#3 LE MASCHERINE DI ALLINEAMENTO

Una terza possibilità è data dalle “mascherine di allineamento” dette anche “allineatori”: si tratta di strutture in materiale plastico, costruite a partire dalle impronte dentarie del paziente, che, una volta indossate, avvolgono la superficie esterna, masticante e interna delle arcate dentarie e imprimono, grazie alla loro specifica conformazione, un movimento ai denti.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (3)

Il paziente deve indossare le mascherine di allineamento durante tutta la giornata, togliendole solo quando mangia e quando lava i denti.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (4)

Le mascherine di allineamento vanno cambiate ogni 2-3 settimane

Un trattamento ortodontico attuato con questi dispositivi prevede un “set di mascherine” di numero variabile, e il paziente deve cambiare la coppia di mascherine in media ogni 2-3 settimane, per consentire il progressivo spostamento dentale desiderato e definito nella fase preliminare di “studio del caso ortodontico”.

cliomakeup-apparecchio-denti-adulti-ortodonzia-estetica (16)

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva il Dottor Fusco ci parlerà dei vantaggi e degli svantaggi di tutte queste opzioni, e troverete anche il feedback di un membro del Team che ha preso la decisione di mettere l’apparecchio “da grande”! Andate a pagina 2 per scoprire di che si tratta!

27 COMMENTI

  1. Ho messo la mascherina trasparente a 36 anni e nel giro di 18 mesi ho allineato sia l’arcata sotto che sopra. Ora porto la mascherina solo di notte, tutte le notti con costanza. E il risultato è ottimo. Certo, un po caro ma il risultato estetico l’ha ampiamente ripagato

  2. Io l’ho messo da bimba praticamente, l’ho portato 3 anni e l’utilità è fuori discussione, l’investimento vale la pena, il mio sorriso tutt’ora ringrazia… però… (e spero di non spaventare Ceddy o cmq che non sia il suo caso, ma sfigata io ecco!) .. dopo averlo tolto ho avuto problemi per altrettanti anni… i miei denti si erano indeboliti un sacco e sono stati soggetti a carie su carie su carie….. :/
    Se oggi il dentista mi proponesse per qualche motivo di mettere l’apparecchio fisso credo rifiuterei… opterei più per le mascherine che almeno si possono togliere quando si mangia ecco… ma il fisso non lo vorrei proprio più, per me è stato utile sì, ma altrettanto traumatico 🙁

  3. Parlo anche io per esperienza… apparecchio fisso sia sopra che sotto a 29 anni per un anno e mezzo! L’ho tolto circa sei mesi fa, ora sono in fase di contenzione.
    Io mi sono curata in Francia, dal momento che vivo li, quindi non so se i metodi siano paragonabili, ma voglio ugualmente raccontarvi la mia esperienza (preparatevi al papiro =D).
    Fin dal primo incontro l’ortodontista mi ha suggerito di vedere anche un logopedista in quanto, sebbene un apparecchio raddrizzi i denti, il problema deriva da problemi di postura/masticazione/linguaggio legati, nel mio caso, ad una lingua che poggiava sui denti invece che sul palato. I due professionisti hanno lavorato praticamente in parallelo, scambiandosi informazioni durante tutto il trattamento, sebbene neanche si conoscessero! Ho visto il logopedista per circa tre mesi per 30-45 minuti a settimana oltre a fare esercizi a casa e il problema é stato risolto. Probabilmente se me lo avessero fatto fare da bambina (visto che avevo già portato l’apparecchio sia fisso che mobile), i miei genitori non avrebbero buttato i loro soldi e io non avrei dovuto spendere i miei ora. Se il vostro dentista non vi suggerisce di fare altrettanto, informatevi e, in caso, cambiatelo perché significa che non é aggiornato!
    Come a Ceddy, anche a me l’apparecchio ha fatto venire le piaghette… ne ho sofferto per un paio di settimane. La cera aiuta tantissimo ma non puo essere tenuta mentre si mangia, che é la parte più dolorosa purtroppo, ma poi ci si abitua!
    Idem per i rossetti, non ne ho indossati affatto per evitare che si stampassero sui brackets, ma ora non ne faccio più a meno e li indosso con ancora più soddisfazione di prima!
    Terminato quindi il trattamento fisso, il dentista mi ha messo uno splintaggio (una sorta di contenzione fissa) su incisivi e canini inferiori per evitare che si spostassero. Oltre a questo mi ha fornito delle mascherine trasparenti per entrambe le arcate da indossare solo di notte.
    Parlando di mascherine, mi pare strano che possano essere usate come vero e proprio trattamento ortodontico, magari sono adatte ai casi meno gravi. Innanzitutto non credo che il materiale di cui sono fatte (una sorta di resina dura) sia in grado di imprimere la stessa forza cinetica del filo metallico, in secondo luogo vi assicuro che indossarle é peggio dei brackets! Sono si trasparenti, ma comunque da vicino si notano, e soprattutto fanno parlare da idioti, cosa che invece non accade con i brackets esterni. Insomma, vi assicuro che non le indossereste mai durante il giorno! Con la contenzione ne avro per altri sei mesi circa, poi adieu!
    Lo so, non sono brava con le sintesi, ma spero di essere utile a qualcuno =)
    Un bacione

  4. È esattamente la fine che farò io, che già sono un’insicura cronica, figurati con quei cosi in bocca. Grazie per le dritte ☺️

  5. Circa 15 anni fa, a 22 anni, ho deciso di mettere l’apparecchio. Avevo un canino che non era sceso del tutto e gli incisivi leggermente accavallati. Prima di metterlo ho tolto i 2 denti del giudizio superiori (inclusi) e poi me l’hanno applicato. Era di metallo, normalmente visibile. Io andavo all’università, mi vergognavo un po’ ma avere i denti storti era un grosso problema per me e nno sorridevo mai. L’ho portato un anno e poi l’ho sostituito con quello notturno mobile (non mascherina, proprio quello di resina rosa e metallo degno dei migliori film adolescenziali anni 80 :)). Sono strafelice di averlo fatto, negli ultimi anni mi fanno spesso complimenti per il mio sorriso e non mi ricordo neanche più dei miei denti storti. Vale la pena SEMPRE, a qualunque età. La mia autostima è migliorata moltissimo.

  6. Ho notato che il mio commento di stamattina é stato eliminato… Spero non contenesse qualche conflitto di interessi perché mi rendo conto che sono andata parecchio nello specifico, volevo solo essere utile =)
    Grazie comunque per l’articolo!

  7. L’ho notato anche io e mi stavo chiedendo perché fosse stato rimosso. Onestamente spero sia un bug e non una cosa volontaria perché mi parrebbe davvero triste

  8. Il problema delle piaghette è presente ancor di più con l’apparecchio linguale, lì si soffre molto!
    Però secondo me è un ottimo investimento, anche perchè personalmente non ho un sorriso perfetto e questo mi fa sentire a disagio!e non appena avrò due soldi da parte li vorrei investire nella rimozione delle smagliature e in un apparecchio appunto 🙂

  9. A me il dentista voleva mettere l’apparecchio sopra e sotto, fisso, per almeno 2 anni (che poi sono sempre di più) ma mia mamma si oppose perché non era convinta del lavoro che aveva in mente il dentista. Ora sarei tentata da queste mascherine, visto che il dentista di qui me le ha proposte, ma devo pensarci.

  10. Una mia conoscente ha raddrizzato solo con le mascherine (difetto lieve) e oltre a notare “qualcosa di strano” nei denti (se vedo l’apparecchio penso: “quella ragazza ha l’apparecchio!” se vedo la mascherina penso “quella ragazza ha qualcosa di strano ai denti!” :D), effettivamente parlava male mentre lo indossava!

  11. Alcuni difetti lievi nel sorriso mi piacciono! Tipo gli incisivi leggermente accavallati (un po’ come quelli di Clio)… I sorrisi così mi fanno impazzire, dev’essere proprio un fetish che ho ahahah, forse solo i giapponesi possono capirmi!

    A me, invece, da piccola sembrava avessero lanciato i denti in bocca, idem mio fratello (lui addirittura aveva un incisivo a Trieste e uno a Bari ahahah, uno normale e l’altro praticamente nel naso)… Non ringrazierò mai abbastanza i miei per aver speso un patrimonio solo per i nostri denti (io ho messo 4 tipi di apparecchio, senza contare la contenzione)… Non so come avrei potuto permettermelo da adulta!

    Ho fatto l’infanzia ad andare dal dentista ogni mese, ho fatto il mio debutto alle superiori con i brackets di metallo (la gioia)… Li ho tolti nell’estate tra la 1 e la 2 superiore, autostima a mille… e vi dico solo che dopo UN MESE il ragazzo di cui ero segretamente “innamorata” da più di un anno (nonché mio migliore amico, ma mi ero auto-friendzonata) mi ha detto che gli piacevo! Vi giuro che rimane uno di giorni più belli della mia vita!! (comunque, sono passati 12 anni e siamo ancora amici ahaha)… Associo ancora quel giorno all'”addio” all’apparecchio <3

  12. A proposito delle mascherine mi é venuta in mente un’altra cosa, tendono a… riempirsi di saliva! Di conseguenza:
    – Si passa tutto il tempo a risucchiare e ingoiare con conseguenti strani versi e smorfie della bocca
    – Il vostro sfortunato interlocutore sarà riempito di sputi
    – L’accumulo di saliva sarà visibile tra la mascherina e i denti sottoforma di bolle!
    Con questo non voglio assolutamente condannarle, anzi, le ritengo uno strumento utilissimo oltre che fondamentale. Ma sulla base della mia esperienza vi posso assicurare che non avrei mai il coraggio di indossarle in pubblico… Ovviamente dipende dai casi e se il dentista ve le propone come primo trattamento avrà sicuramente le sue ragioni e sarà bene dargli retta. Non fatevi pero condizionare dalla brutta estetica dei brackets perché se di quelli avete bisogno e di soldi ne dovrete spendere comunque, tanto vale investirli nel trattamento più adeguato, che tanto poi passa! Negli ultimi tempi ho notato molti più adulti con l’apparecchio, anche quello tutto metallico, non c’é niente di male, é per noi stessi e basta prenderla con ironia. E poi fa sembrare più giovani =D
    Grazie mille Team per aver ripristinato il commento =)

  13. Ho portato l’apparecchio da bambina per anni fino all’adolescenza. Denti perfetti a posto.
    Poi a causa dei denti del giudizio che hanno smosso il tutto ho dovuto rimetterlo per tre anni a 27 anni.
    Per me è stata un’esperienza infernale: non solo il filo sulle piastrine incollate ai denti ma anche elastici che si incrociavano da sopra a sotto e da destra a sinistra lasciando uno spazio libero piccolissimo.
    Tra questi elastici e le piaghe (non mi si faceva il callo per cui si rifacevano piaghe in serie non riuscivo più a mangiare solido: ero ridotta a liquidi e beveroni o cibi mollissimi.
    Insomma avevo raggiunto il peso “forma” di 38 kg.!
    Esperienza diversa per mio figlio, le piastrine non gli hanno mai dato fastidio (nemmeno la cera ha usato) e mangiava di gusto tutto.
    Insomma per lui nessun problema (che fortuna)

  14. L’apparecchio fisso (messo io tre anni e messo mio figlio due anni) è stata la scelta migliore mai fatta.
    Se ne hai necessità e vai da un bravo ortodonzista non te ne pentirai.

  15. Le mascherine le hanno date anche a mio figlio ma alla fine dei due anni dopo aver tolto l’apparecchio fisso.
    Le deve usare di notte per mantenere intatto il lavoro.

  16. E’ una questione personale. Non si indeboliscono i denti a causa dell’apparecchio ma perché sono già deboli di smalto.
    L’apparecchio fisso è inevitabile per taluni problemi che con le mascherine non risolveresti.
    MIo figlio ha 16 nonostante l’apparecchio non ha una carie e ha denti forti.

  17. Appunto… siccome è una questione personale all’epoca i dentisti che mi hanno curato DOPO i 3 anni di apparecchio gli hanno dato la colpa… perché io né prima né durante avevo avuto problemi di carie.

  18. Eh, infatti ci sto pensando, con le nuove tecnologie non dovrebbe più essere un trauma portare l’apparecchio!

  19. Ma tieni conto che quello messo da me a trent’anni non era diverso da quello messo da mio figlio lo scorso anno: stessi apparecchi.
    Non ci sono stati grandi evoluzioni negli ultimi anni.
    Credo, temo sia una questione personale: bocche più o meno sensibili.
    Per mio figlio nessun problema per me piaghe senza fine ma io devo prestare attenzione anche usando lo spazzolino o mi porto via la pelle delle guance.

  20. Ti dico quanto mi ha detto il dentista di mio figlio (nonché cugina): se lo smalto è delicato e sei predisposta alla carie, l’apparecchio purtroppo può causare carie se non si cura l’igiene orale in modo ossessivo e con sedute di igiene orale dal dentista.
    Mio figlio ha un ottimo smalto e nonostante con un’igiene giornaliera normale non ossessiva e sedute dal dentista non ha avuto la minima carie.
    Io, che ho un pessimo smalto, ho posto attenzione ossessiva alla pulizia sia a casa sia dal dentista e, per tutto il tempo dell’apparecchio, ho evitato tutti i cibi con zuccheri. Nessuna carie.

    E’ personale è vero, ma non dovuto all’apparecchio in sé: non fa venire la carie.
    Può purtroppo essere, nel caso di predisposizione, un veicolo ma non la causa.

  21. Ciao Clio, Ciao Team e ciao a tutte!
    ho 39 anni, nel 2010 ho iniziato il raddrizzamento dei miei denti con le mascherine trasparenti, sopra e sotto. Dopo tre anni di apparecchio fisso all’età delle scuole medie, qualcosa si era nuovamente spostato (i denti hanno una loro memoria e tendono sempre a tornare dove dovevano -o volevano- essere in origine!) e quindi, per evitare problemi successivi, ho fatto questo investimento. Come dice il medico intervistato, serve impegno e collaborazione, ma posso solo che consigliarlo su persone adulte. Finito il trattamento (durato un paio d’anni) ho continuato (e continuo ancora) a indossare mascherine la notte, proprio per evitare ritorni alle posizioni iniziali! 🙂

  22. Ho sempre avuto un bel sorriso finché un maledetto dente del giudizio non mi ha fatto girare il canino inferiore (predisposto comunque di famiglia a essere storto) e di conseguenza l’incisivo laterale superiore è scivolato di 1mm dietro l’ incisivo centrale… beh sono passati quasi 2 anni con il classico apparecchio (c’è poco da fare, se si vogliono risultati veloci e duraturi dicono sia ancora il migliore) e…..ho ancora il canino storto e in più mi ha spostato gli incisivi inferiori che erano allineati!!!
    Oltretutto avrei dovuto avere solo 1 anno di terapia… non vi nego che a 31 anni sono adirata, perché le mie aspettative non sono state soddisfatte e perché il risultato tarda ad arrivare. Poi parlando con un altro ortodontista mi sarebbero bastati solo 6 mesi!!! Perciò informatevi, pagate più visite e sentite più opinioni, non fermatevi al primo o secondo consulto!!!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here